Sign in to follow this  
quicksilver

Disco WD Elements Desktop (WDBAAU0020HBK) problemi e comportamenti inspiegabili lento

Recommended Posts

Salve a tutti, scrivo qui sul forum perchè vorrei indagare su uno strano comportamento dei miei dischi Western Digital della serie Elements Desktop, quelli esterni piatti, neri e USB2 per capirci.

Ho ben 6 di questi dischi comprati su Amazon quando c'era un'ottima offerta.

5 di questi sono il modello WDBAAU0020HBK da 2TB mentre uno è il modello WDBAAU0015HBK da 1,5TB e li uso per archiviare video quindi la velocità non è essenziale quanto la capienza.

La velocità è modesta ma non è questo il problema. Sembrerebbe che alcune aree di questi dischi vadano a rilento, talmente a rilento da essere inutilizzabili e bloccare qualsiasi processo di scrittura su di essi e vorrei informare le persone riguardo questo comportamento e allo stesso tempo indagare per trovare un'eventuale soluzione.

Prima di tutto preciso la velocità di questi dischi:

Per duplicare un documento all'interno dello stesso disco la media è di 14 megabyte al secondo in lettura/scrittura.

Per copiare lo stesso documento da uno di questi dischi all'altro la media è di 20 mega al secondo.

Per copiare dal disco interno a quelli esterni si va sui 24MB al secondo

Per copiare dai dischi esterni a quello interno del Mac arriviamo a 36MB.

Sono comunque risultati accettabili per me che devo fare archiviazione e non lavorarci direttamente.

Ma la cosa terribile è quando il disco comincia ad essere un po' pieno... Può capitare quando ho 20GB liberi o quando ne ho 80 ma capita su tutti i dischi in questione indipendentemente da come sono formattati (ne ho uno in NTFS e uno partizionato metà NTSF e metà HFS+ gli altri sono tutti HFS+ journaled)... in questo caso ecco che la velocità di scrittura varia a momenti tra diversi secondi in cui è a 0 totale ad altri in cui scrive 500KB al secondo per poi per poco tempo scrivere 10 mega ecc.

Il primo disco con cui ho avuto il problema è stato quello da 1.5TB e me lo sono fatto sostituire in garanzia da WD, visto che credevo fosse un problema di quel singolo disco e non vedendo più il difetto (per forza il disco non aveva ancora raggiunto i settori incriminati) ho proceduto all'acquisto di tutti gli altri da 2TB per poi scoprire che con il tempo e il calare dello spazio libero succedeva su tutti la stessa identica cosa.

7 dischi su 7 con questo comportamento mi hanno fatto capire che probabilmente è più una caratteristica che un problema (lo dicessero da qualche parte!)

Ho fatto anche un video dimostrativo del problema, nella prima parte copio un video da 700MB dal disco da 2TB a quello da 1,5TB e poi viceversa per mostrare l'entità del problema (che si presenta nel disco da 2TB al momento)... la copai è così lenta che impiega 6 minuti abbondanti che nel video ho tagliato.

Ora il motivo per cui ho scritto questo intervento non è solo per rendere consapevoli gli utenti che volessero comprare questo genere di dischi.. ma anche per chiedere se c'è un modo per isolare questi settori che impediscono la copia rapida e se secondo voi sono sicuri oppure oltre alla lentezza nella copia c'è anche il rischio che si danneggino i dati scritti.

Per il momento sembra che la velocità in lettura non sia un problema nemmeno sui file che hanno impiegato secoli per essere scritti, sembra quindi un solo problema di scrittura e non di lettura. Ma vorrei cmq poter isolare e non utilizzare quei settori... che purtroppo non sono riconosciuti come bad blocks (altrimenti con una formattazione a basso livello sarebbero già dovuti sparire) ho provato anche con software di scansione per verificare problemi e sembra tutto ok.

Per il momento ho trovato giovamento nel spostare tutti i dati nella sola area iniziale del disco (forse il problema è verso la fine) usando il comando Compact di iDefrag... però purtroppo fare questa operazione su un disco da 500GB richiede già delle giornate intere se non settimane... farlo sui dischi da 2TB che pure si piantano in scrittura non so quanto richiederebbe, forse mesi.. tant'è che finchè il disco è quasi vuoto e mi compare il problema l'ho risolto così... ma quando comincia ad essere pieno sono dolori. So che l'argomento è un po' complesso e già leggere il papirone che ho scritto è noioso ma sarebbe gradito che qualcuno rispondesse anche senza sapere la soluzione... giusto per dare un po' di supporto morale. Anche chi possiede questi dischi e non è incappato ancora nel problema potrebbe dare un suo contributo e spiegare le condizioni in cui usa i dischi e se ha mai verificato uno di questi errori che a me capitano su 7 dischi su 7 (di cui uno restituito in garanzia)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si consiglia di avere 5% o più di spazio libero per non avere rallentamenti nell'uso delle partizioni. 20 GB non sono molti, specialmente se ogni file supera il GB.

Hai delle partizioni HFS+ non journaled? convertile, non ci sono svantaggi di alcun tipo.

Zone lente: hai uno strumento che ti permetta di leggere tutta la superficie del disco e vedere se la velocità dipende dal supporto o dall'organizzazione dei file?

La velocità di lettura e scrittura dei tuoi test è in genere accettabile, ma ora che vedo il tuo video in effetti sono dubbioso. Il fatto che la lettura sia veloce anche nei file copiati lentamente mi fa pensare a qualcosa che riguardi lo scarso spazio libero, però poi dici che succede anche con molto spazio... Boh.

Se non hai uno strumento per testare la velocità di lettura posso dartelo io ma non è semplice da usare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Olaf, grazie per l'intervento, non ti vedevo dai tempi di Lithium :D

Ho una partizione non journaled che uso assieme alla partizione NTFS e la tengo così perchè il software che uso per scriverci sopra su Windows sembra bisticciare con le J.

Ma tornando al discorso velocità...

Spulciando il sito di supporto Western Digital sembrerebbe un problema legato a TUTTI i dischi Caviar Green.

Ci sono aree del disco che hanno una velocità media di 2MB, se il sistema operativo decide di scrivere in quelle aree si verifica questo tremendo rallentamento.

I test per misurare la velocità del disco sono superflui perchè sono influenzati esclusivamente dall'area che il test decide di usare per la lettura e la scrittura. Quando il disco è abbastanza vuoto si vede che il sistema scrive in automatico nelle aree più veloci. Quando è pieno e ha meno scelta finisce per doverle usare e la scrittura avviene con una media di 1/2MB al secondo oscillando tra picchi di 10MB e momenti di fermo assoluto.

Non si capisce bene quanto sia estesa questa area di slow write ma facendo una stima direi che è attorno dai 30GB ai 50GB, è chiaro che anche con il disco vuoto qualche probabilità che un file venga scritto li c'è...

In lettura nessunissimo problema, ho copiato una 50ina di file per 10GB complessivamente e ci ha messo quasi due ore, poi ho preso i dati da li e li ho copiati sulla scrivania e ha fatto... in 6 minuti scrivo sul disco 700MB ma nello stesso tempo leggo 10GB dagli stessi settori.

Anche se pensandoci meglio con il primo disco da 1,5TB ricordo anche qualche lentezza in lettura, ma forse solo quando la lettura e la scrittura erano simultanee perchè lo usavo come target per scaricare torrent ed era soggetto non tanto a grossi flussi di scrittura quanto a numerosi I/O di piccole dimensioni e mentre torrent salvava i dati sul disco facevo fatica ad aprire le cartelle.

Ora sto provando questa soluzione, riempire il disco allo sfinimento con dati fasulli (magari DMG creati ad arte di una dimensione sempre decrescente) finchè non inizia il rallentamento nella fase di scrittura. A questo punto conto di inserire dati importanti che necessitano di essere archiviati sul disco e nonostante i tempi biblici vorrei riempire il disco fino all'orlo. Una volta saturo cancellerei un DMG di quelli meno capienti che era stato scritto nelle aree più veloci del disco, se buttandoci sopra nuovi file vanno veloci sono a posto e ho isolato i settori lenti.

PS: Non ho software così avanzato che legga i singoli settori del disco misurandone singolarmente la velocità.. ma ho anche paura che ci impieghi qualche mese considerata la lentezza del disco.. se non è una cosa che va avviata al posto dell'OS e che mi consente di avere cmq il Mac libero e senza rischiare di perdere dati potremmo fare una prova.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho scritto io un piccolo software per lo scopo, te lo faccio avere e poi vediamo qui i risultati.

Ok lo provo prima sul disco interno così se devo interromperlo non faccio troppi danni.

Ti ringrazio, ti scrivo in privato per altri chiarimenti sul comando.

Cmq pare che la tecnica di riempire al massimo il disco stia funzionando

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao ragazzi, anch’io uso i caviar green, ne ho uno da 3 tb (wd30ezrx) e uno identico volevo ordinarlo in questi giorni...

li uso sul mio nas, ma fino ad ora non ho notato problemi..

ho avuto dei problemi con il primo poi sostituito in garanzia e da allora tutto ok, devo dire però che quello che sto usando non è ancora pieno (60% circa)...

poi mi fate saper che interessa anche a me il risultato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok entrambi non avete notato il problema, ma non è detto che non ci sia... avete provato a riempirlo fino al 90%? Perchè dal forum WD non si fa menzione ad un problema quanto ad una caratteristica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

link?

AHAGAGFUADVGADILGVLUSDVJLBHVLAEJHAL così il forum è contento, visto che non mi lascia scrivere messaggi sotto a 6 caratteri.

Link 01

Link 02

Link 03

All'interno del Link 03 ci sono altri link postati da un utente che rimandano a topic che lamentano tutti lo stesso problema di lentezza, anche se non tutti sono problemi identici sembrano rimandare alla stessa causa.

Il fatto che ci siano dei settori in cui è impossibile scrivere oltre 2/3MB al secondo è una conclusione a cui sono arrivato io facendo prove su prove...

Ho riempito tutti questi dischi usando dati che poi avrei deciso di eliminare fino a quando non hanno cominciato a presentare il problema della lentezza in scrittura. Uno ha avuto il blocco di velocità attorno ai 100GB liberi un altro attorno ai 60Gb mentre gli altri attorno ai 20/30GB liberi rimasti. Per la precisione mentre il disco è in questa modalità di scrittura lenta la velocità di lettura è altresì annullata, una volta completata la copia la velocità di lettura torna ai valori standard perfino sui file che erano lentissimi da copiare. A quel punto una volta riempito il disco fino al presentarsi del problema ci ho copiato dati importati che dovevano essere archiviati con l'intenzione di non cancellarli più da li per moltissimo tempo. Ovviamente la copia ha richiesto dei tempi biblici ma è arrivato il momento in cui è stata completata. A quel punto è successa una cosa curiosa, sui dischi che presentavano maggiori GB liberi, superata la fase di scrittura lenta è ripresa una scrittura veloce, così ho rimesso dati inutili al loro interno fino a quando quasi esaurito lo spazio disponibile la copia è tornata ad essere lenta. A quel punto ho copiato nuovamente dati importanti per archiviarli fino a che il disco non fosse completamente pieno, 2TB su 2.

Sui dischi che presentavano il problema nel 30GB rimanenti liberi ho fatto la stessa cosa, copiato cose importanti quando il disco andava lento e cose superflue quando andava veloce.

Alla fine di questa operazione ho cancellato da tutti i dischi i dati che avevo copiato alla massima velocità e ho riempito nuovamente i dischi fino ad arrivare a pochi mega disponibili. Non c'è stato nessun rallentamento. Ma per avere ulteriore conferma sempre con l disco saturo di dati ho cancellato i file che erano stati scritti lentamente per poi ricopiarli nuovamente. E ovviamente la copia è stata lenta come la prima volta.

L'unica spiegazione è che ci sono dei settori del disco che hanno una velocità di scrittura e dei tempi di latenza incredibilmente alti rispetto agli altri, ma allo stesso tempo non presentano problemi di lettura.

Ho fatto un video (non mi è venuto benissimo ma almeno da la prova di quello che ho scritto) in cui ho diviso file scritti sui settori lenti e file scritti su settori veloci in cui dimostro che la velocità di lettura è identica per entrambi ma riscrivendo su quei settori dove erano contenuti la velocità subisce una differenza abissale

Video

Se volete altre prove che secondo voi dovrebbero confermare o smentire la mia ipotesi chiedete e farò altri video.

E per chi possiede questo disco... So che a riempire 2TB di dati non è uno scherzo, e se non siete al computer durante la copia è possibile che se i file finiscono in parte sui settori lenti non ve ne accorgete nemmeno se non state li a guardare. L'unico modo per testare se i vostri fanno così è rimepirli fino all'ultimo mega e tenere sempre d'occhio la velocità di scrittura in Activity Monitor.

A stima avendo diversi di questi dischi mi è parso che l'area di scrittura lenta si aggiri tra i 20GB e i 30GB ma è difficile da dire con certezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello che non capisco e che mi fa pensare a problemi di altro tipo rispetto a quello dei settori danneggiati/difettosi è che sono sempre gli ultimi GB a essere interessati: 100 GB su 2 TB sono l'ultimo 5%, percentuale proprio simile a quella minima che si consiglia di tenere sempre libera per avere buone prestazioni.

Boh, sarebbe anche utile fare una prova inserendo i dischi in un case più veloce (eSATA attaccato a un PC, oppure FW800, oppure proprio dentro a un PC o a un Mac Pro) e vedere se si ripresenta uguale.

Ora leggo i link, forse è già stato fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this