Sign in to follow this  
lui23

peso pdf

Recommended Posts

ciao a tutti,

ho una domanda, magari stupida, ma meglio che la faccia.

ho prodotto un file con 5 pannelli 60x25cm, e in ognuno di essi ho inserito un'immagine tiff da 100 Mb circa come sfondo.

Come è possibile quindi che quando esporto il pdf per la stampa, qualità tipografica senza downscaling, questo pesi solo 12Mb???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dipende dalle impostazioni di esportazione, generalmente le immagini vengono lasciate a 300 DPI ma sono compresse in Jpeg, prova a controllare le varie opzioni nella generazione dei PDF.

Comunque se le immagini sono state lasciate a 300 DPI e sono compresse in Jpeg (alla minima compressione, con minor perdita di dettaglio) va bene ugualmente...

ciao!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con una foto identica per tutti i 5 pannelli, inserita nella mastro, il peso del pdf è di 5,4 MB, output 300 dpi.

Con 5 foto diverse, una per ogni pannello, il peso del pdf è di 26,1 MB.

Le differenze sono date dal tipo di foto cioè dalle zone adiacenti di colore simile che possono essere più o meno compresse nella formazione del pdf.

Immagini in tiff CMYK.

Tutto nella norma.

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora come fatto notare da saurohd, le immagini erano compresse in jpg. ho tolto ogni compressione e mi ha fatto un pdf da 294 Mb.

quindi voi cosa mi consigliate di spedire in tipografia?

meglio che abbiano il file in indesign più le foto separate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Evidentemente c'è un problema di settaggio pdf.

Per curiosità ho fatto un file (con InDesign CS4) con 5 pannelli in formato 60 x 25 cm. Ho creato 5 tiff diversi dello stesso formato (a 350 pixel/pollice in CMYK con circa 100 mb di peso) e gli ho importati. Dopodichè ho esportato in pdf settando "qualità tipografica". Risultato: il peso del pdf è di 18 mb.

C'è da capire perchè a te venga fuori un pdf esagaratamente pesante (294 mb!!!!!) togliendo la compressione in jpeg. Le immagini sono a misura oppure sono più grandi dentro il riquadro 60 x 25?

Share this post


Link to post
Share on other sites

se ho capito bene non c'è nessun problema nel settaggio pdf…

credo che per "togliere compressione" intenda che ha esportato il pdf senza compressione e ricampionamento, allora il peso finale è giustificato.

così, tanto per capirci…

Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

A livello di stampa la compressione nella creazione del PDF non genera problemi, l'importante è che sia settata con il downsampling per immagini superiore ai 450 (settandolo a 300 DPI) e qualità Max.

Il vero problema è l'importazione delle foto in InDesign... in pratica le immagini non andrebbero MAI ingrandite sopra il 120-130% causa perdita di dettaglio e definizione con risultato finale di una foto sgranata (ovviamente + si ingrandisce e + sgrana).

Ci sono poi casi in cui è indispensabile ingrandire molto oppure non influisce nel lavoro finale; ad esempio su un 6x3 metri anche se la foto finale è a 100 DPI teoricamente va sempre osservato da una notevole distanza quindi l'occhio umano non percepisce la bassa risoluzione. Viceversa in un libro d'arte o di mobili l'osservatore si troverà a pochi cm di distanza e quindi va ricercata la massima qualità possibile.

In definitiva controlla quanto hai ingrandito le foto e valuta la distanza di osservazione per dare alla tipografia il PDF nel miglior modo possibile.

PS: io preferisco SEMPRE il PDF a patto che sia corretto come spazio colore, dimensioni, crocini, abbondanze, nero ecc. ecc..

ciao e se hai bisogno sono qua...

Share this post


Link to post
Share on other sites

MAI ingrandite sopra il 120-130% causa perdita di dettaglio e definizione con risultato finale di una foto sgranata (ovviamente + si ingrandisce e + sgrana).

È vero anche il contrario: anche se si riduce troppo si perde in qualità.

Per avere il migliore risultato possibile le immagini dovrebbero sempre essere preparate alla dimensione/risoluzione di stampa finale, corrette e con la maschera di contrasto applicata sul file una volta fatte tutte le altre correzioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

È vero anche il contrario: anche se si riduce troppo si perde in qualità.

Per avere il migliore risultato possibile le immagini dovrebbero sempre essere preparate alla dimensione/risoluzione di stampa finale, corrette e con la maschera di contrasto applicata sul file una volta fatte tutte le altre correzioni.

Concordo in tutto... la mia era solo una precisazione per il singolo caso (immagini grandi), magari bastassero solo queste due regole per avere un file degno di stampa!!!! La migliore soluzione è la foto alla dimensione esatta alle dimensioni di stampa e a 300 DPI ;)

Ciao e grazie per la precisazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perché modificando (ingrandendo/riducendo) le dimensioni originali di un'immagine agisci sui pixel che la compongono, per ricrearne (per interpolazione) un'altra.

Ingrandendo, lo ha spiegato saurohd prima

Riducendo troppo rischi di perdere in nitidezza, di creare un «pastone» più o meno visibile ad occhio, di perdere nitidezza dove i dettagli sono all'origine molto accentuati e/o contrastati (se hai una linea nera su fondo bianco, riducendo verrano creati dei pixel grigi non presenti nell'immagine originale, per esempio. E più riduci più questo effetto sarà importante).

Ovviamente entro certi limiti ± 10-15% non dovresti accorgerti di nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this