Fusion drive o SSD?


Leleiam
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti,

Sono un nuovo utente del forum, spero di poter essere utile a qualcuno e parto con una domanda :) .Utente Mac dal 2007, molto soddisfatto, adesso possiedo un MacBook Pro 17" Mid 2009.

Ahimè dopo oltre tre anni di onorato servizio l'hard disk di serie ha tirato la corda, e ho pensato che, per l'occasione, potrei sostituire l'hard disk con un SSD, per migliorare le prestazioni.

Il superdrive quasi subito dopo la fine della garanzia si è rotto, l'ultimo cd l'ho visto due anni fa, quindi ho pensato a due possibili soluzioni:

1) SSD 480GB OWC Mercury Extreme Pro 6G, oppure

2) SSD 240GB OWC Mercury Extreme Pro 6G + Hard disk 7200rpm 500gb Seagate, con Fusion drive (che il rivenditore si è offerto di installare), togliendo quindi il superdrive.

Ora, conoscendo poco le caratteristiche tecniche del Fusion drive, vi chiedo: secondo voi quale soluzione è la migliore?Chiaramente la seconda soluzione mi farebbe risparmiare un bel pò di quattrini, oltre ad offrirmi più spazio (che però difficilmente riuscirei ad usare), ma la mia paura è che questo fusion drive non sia efficiente o che, essendo una soluzione software (se ho capito bene), eventuali aggiornamenti del sistema operativo lo disabilitino o lo facciano andare male.

In seconda battuta mi piacerebbe sapere se secondo voi ho fatto una buona scelta in quanto al modello del SSD.

Grazie dei riscontri,

Lele

Link to comment
Share on other sites

La mia esperienza è stata molto positiva, con una configurazione simile alla tua, SSD primario da 240 GB e secondario da 500 GB 7200rpm su un MacBook Pro. Ho attivato tutto da Terminale, molto semplice e sul web ci sono decine di guide.

Le prestazioni sono piuttosto alte, un po' come avere un super disco ibrido. Raramente ho riscontrato rallentamenti tipici di un disco classico.

Poi ho deciso di fare lo split, anche questo molto facile da fare, sempre da Terminale, e ovviamente ho dovuto reinstallare tutto.

Considera che sono tornato alla precedente configurazione perchè sono io un po' paranoico e preferisco gestire secondo una mia logica i dati, salvataggi eccetera, oltre che si tratta sempre di due dischi quindi paragonandolo al rischio di una configurazione RAID 0 se un disco si rompe credo sia difficile recuperare i dati. Ma FusionDrive è sicuramente una tecnologia valida.

Ti consiglio l'SSD da 240GB così risparmi parecchio, considera che Apple configura FusionDrive anche con SSD da 120 GB.

Link to comment
Share on other sites

Concordo con labyrinth sulla configurazione con SSD ed HD separati e non in raid0 come è nella pratica con Fusion Drive (*).

Se non ritieni di aver bisogno di tanto spazio d'archiviazione mi pare di poter dedurre che non utilizzi programmi video o comunque non produci documenti di grandi dimensioni. In questo caso persino 240GB di SSD mi sembrano tanti ed esplorerei la possibilità di un SSD da 128GB (sempre di qualità, ma meno costoso) e magari un HD ibrido tipo Seagate Momentus XT che (pure un po' esagerato dato che è SATA3) non costa tantissimo più di uno normale ma velocizzando anche la componente d'archiviazione magnetica renderebbe il Mac complessivamente molto performante (i suoi 8GB di memoria flash è di tipo Single Level Cell, cioè il top di affidabilità e durata). I 17" ormai sono merce rara e andrebbero curati al meglio.

Comunque prima di acquistare l'SSD leggi questo articolo e tieniti aggiornato:

Micron e Crucial presentano l'SSD da 960GB a meno di 600 dollari | Macitynet

(*) Io però non considero la soluzione di Apple Fusion Drive un fatto positivo.

Una delle incognite degli SSD, soprattutto economici, è che essendo realizzati con tecnologia MLC (Multi Level Cell) la corrente necessaria per cancellare una locazione di memoria prima di riscriverla si rivela distruttiva dopo un numero di operazioni molto al di sotto di quello teorico (e raramente documentato e riconosciuto dai costruttori). Ne deriva che l'utilizzo dell'SSD solo per OS App e relative librerie funzionali (non quelle di iPhoto e iTunes) è molto meno oneroso perché è sia poco invasivo che scevro del rischio di mettere a repentaglio dati importanti e magari in esemplare unico. Appunto il contrario di quello che invece fa Fusion Drive che decide lui cosa, quando e quante volte spostare (cancellando e riscrivendo) documenti e file nell'SSD secondo criteri tutti suoi e pochissimo trasparenti. In definitiva io (io!) suppongo che l'SSD in configurazione Fusion Drive sia sempre troppo pieno e troppo usato e quindi parte della velocità della memoria Flash venga annullata da quel tipo particolare di gestione degli spazi.

42 Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Anzitutto vi ringrazio per le preziose risposte.

In pratica, se ho capito bene, mi sconsigliate fusion drive e consigliate la soluzione ssd + hd.

Adotterò quindi questa soluzione gestendo io i dati, SO sull'SSD e dati sull'HD.Si, in effetti non gestisco video o file di grandi dimensioni, quindi non mi servono grandi quantità di spazio.

Per quanto riguarda l'SSD di Crucial, ero al corrente della cosa, spero sinceramente che esca presto, perché al momento sono totalmente fermo col 17", e sono produttivo solo perchè ho funzionante un vecchio MBP 15"...

Un ultimo consiglio: l'operazione di installazione dell'SSD + HD con optibay è difficile?Lo chiedo perchè all'inizio volevo fare l'operazione con Buydifferent, che oltre ad avere un ottimo prezzo per l'SSD offre anche l'installazione con una ventina di euro.

Il problema è che loro non hanno a listino il Momentus XT, che mi pare veramente un'ottima soluzione, e, nel caso il Crucial uscisse a breve, neppure quello...a questo punto dovrei fare tutto da solo, acquistando i singoli pezzi.Ho già sostituito sul 15" l'hard disk e la ram, sul 17" la ram, quello che mi preoccupa è mettere l'optibay :)

Link to comment
Share on other sites

(*) Io però non considero la soluzione di Apple Fusion Drive un fatto positivo.

Una delle incognite degli SSD, soprattutto economici, è che essendo realizzati con tecnologia MLC (Multi Level Cell) la corrente necessaria per cancellare una locazione di memoria prima di riscriverla si rivela distruttiva dopo un numero di operazioni molto al di sotto di quello teorico (e raramente documentato e riconosciuto dai costruttori). Ne deriva che l'utilizzo dell'SSD solo per OS App e relative librerie funzionali (non quelle di iPhoto e iTunes) è molto meno oneroso perché è sia poco invasivo che scevro del rischio di mettere a repentaglio dati importanti e magari in esemplare unico. Appunto il contrario di quello che invece fa Fusion Drive che decide lui cosa, quando e quante volte spostare (cancellando e riscrivendo) documenti e file nell'SSD secondo criteri tutti suoi e pochissimo trasparenti. In definitiva io (io!) suppongo che l'SSD in configurazione Fusion Drive sia sempre troppo pieno e troppo usato e quindi parte della velocità della memoria Flash venga annullata da quel tipo particolare di gestione degli spazi.

Molto intreressante, grazie.
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share