Sign in to follow this  
NicolaGiannini

Back up hard disk interno + Back up hardisk esterno

Recommended Posts

Buongiorno a tutti

La mia domanda è su Time Machine e la mia situazione è questa: ho un hard disk interno da 500 gb e uno esterno da 4 tb. Il computer è un macbook pro unibody con 10.6.8.

Sull'hd interno ho file di sistema, applicazioni, mentre su quello esterno ho i progetti della mia attività. Quindi in sostanza ho bisogno di back up giornalieri di entrambi i dischi.

Al momento sto utilizzando altri due hd in raid (mi pare concatenato o cmq stride) da 2 tb + 3 tb per avere 5 tb di backup. Time machine gestisce quindi il disco interno da 500 gb + quello esterno da 4 tb in un'unica soluzione di backup.

Stamattina ho dovuto ripristinare una versione di sistema di due giorni fa. Quindi sto ripristinando il tutto e mi è sorto un dubbio. Nel momento in cui ho dovuto decidere dove ripristina il sistema mi è stato chiesto di scegliere fra hd interno ed esterno. Essendo il sistema operativo installato su quello interno ho scelto quello. Però il sistema considerato hd interno + esterno è più grande della capienza del solo interno.

Adesso sta effettuando il ripristino dei documenti. È ragionevole pensare che il ripristino da time machine rimetterà quello che era nell'hd esterno in quello appunto esterno e i file contenuti in quello interno nel medesimo?

In più, facendo questa operazione mi sto accorgendo che forse sarebbe meglio gestire il back up dell'hard disk interno, separatamente da quello esterno. Così che se devo ripristinare o l'uno o l'altro sono più libero di procedere indipendentemente per i due dischi (oltre che avere tempi di ripristino più rapidi). Mi sembra che la versione di Time Machine, almeno quella di OSX 10.6.8 non permetta la gestione del back separata, per due dischi diversi, ossia assegnare al disco interno un disco interno A, e al disco esterno, un altro disco esterno B. Mi sapete dire se cambia qualcosa con le versioni successive?

Oppure mi converrebbe gestire il tutto con due applicazioni diverse? Ad esempio time machine per l'hard disk interno e Carbon Copy Cloner per l'hd esterno. Sto vedendo che è possibile settare dei back up incrementali, stabilendo degli intervalli di tempo, con Carbon Copy Cloner. E quindi, forse potrei gestire così, il back up del disco interno ed esterno.

Grazie a tutti per l'attenzione! E per le eventuali risposte.

Nicola

Share this post


Link to post
Share on other sites

Time Machine anche nelle versioni più aggiornate di OS X continua a poter fare un unico backup.

Forse in questo mio post puoi trovare qualcosa di utile.

In estrema sintesi secondo la mia logica: Time Machine per i dati (il tuo HD da 4TB) e una copia carbone di OS ed App (il tuo disco interno) che, di massima, non dovrebbero aver bisogno di essere continuativamente backuppati.

Che Mac hai?

42 Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hey 42! Grazie mille per la risposta! Mi sono letto con curiosità il tuo post.

Ho un macbook pro 15 unibody che ormai ha quasi due anni (quindi pre retina).

Vediamo se ho capito bene. Tu consigli di usare Time Machine solo per i dati. Mentre una copia carbone per l'interno che contiene Os e App. Quindi diciamo che tu hai installato tutto quello che ti serviva, hai fatto una copia con CCC e la tieni come "sistema pulito".

Nel caso, diciamo dopo qualche mese di utilizzo, tu voglia installare qualcosa di nuovo, prima installi sull'hd interno. Poi riavvi dal clone il sistema e le installi anche lì. Quindi ogni volta fai una doppia installazione, ma non fai mai una copia direttamente dal disco interno, giusto? E tutto questo per avere un'installazione pulita senza problemi nel caso tu ne avessi bisogno. E quindi reputi migliore questa soluzione, piuttosto che, ad esempio, nel caso di malfunzionamento del sistema, tornare ad uno stato precedente con Time Machine. A proposito, CCC permette di "tornare indietro"?

Non riesco a capire se si possa applicare bene anche nel mio caso. Ad esempio il mio software principale è Logic Pro. Ti faccio due esempi per capire se è applicabile il tuo metodo. Molto spesso in Logic creo dei file di configurazione che vengono salvati nell'hd interno nella cartella nomeutente/libreria/Application Support/Logic (sono dei file che descrivono i preset di un canale del programma) La zona nome utente/libreria nel tuo ,etpdp sarebbe una zona che gestisci con CCC. In questo caso io sarei costretto a gestirla con Time Machine, considerando che cambia molto frequentemente.

Nel caso invece di installazione di un plug in esterno, il tuo metodo mi sembra adatto. In quel caso non dovrei far altro che installare il plug in anche nella versione del disco in CCC. Ma quindi in sostanza ci installi anche gli aggiornamenti di sistema e tutto quanto? Solo che non lo "usi" mai. Se ho capito bene.

Giusto per tua curiosità ti dico che sul forum di Apple mi hanno consigliato delle guide https://discussions.apple.com/message/21607295?ac_cid=op123456#21607295

Sostanzialmente in queste guide consigliano di fare due copie: una con CCC e una con Time Machine. Consigliano inoltre (per i file più importanti) di fare delle copie ROM. Tipo DVD e CD. Così che i file siano in qualche modo incorruttibili. Direi che così uno sta molto molto tranquillo :)

Grazie ancora!

Nicola

Share this post


Link to post
Share on other sites

In realtà il tuo metodo di separare in 2 unità d'archiviazione non è esattamente sovrapponibile al mio metodo. Io ho il backup di Time Machine dell'intera cartella Utenti (tutti, anche se in realtà è fondamentalmente uno con altri di servizio) e quindi il tuo esempio di Pro Logic non è corretto: non utilizzo CCC per la Libreria Utente.

Time Machine funziona tramite l'esclusione di determinate cartelle dal backup, quindi io separo le 4 cartelle fondamentali di OS X (Applicazioni, Libreria, Sistema, Utenti) che risiedono per forza sul medesimo HD. Escludo le prime 3 e backuppo 'Utenti' unitamente alla partizione in cui risiedono i DATI. Ovviamente la mia Cartella Utenti pesa pochissimo rispetto al normale non contenendo sostanzialmente nulla se non ciò che è obbligato da OS X. Ad esempio le mie librerie di iTunes ed iPhoto/Aperture sono nella partizione DATI e non in quella d'avvio. La cosa è semplice da fare, per lo meno col livello di complessità dei miei documenti che sono in preponderanza generati da Software non Apple (Mail e Safari esclusi).

Riguardo i sistemi (più d'uno perché appunto conservo ancora operativo anche Snow leopard) li ho definiti 'copia carbone' ma in realtà non lo sono essendo installazioni autonome. Una 'Copia Carbone' sarebbe eventualmente quella 'ripristinata' dal disco 'sicuramente funzionante' in caso di crash. La cosa però mi è capitato di doverla fare un numero risibile di volte negli anni, per altro più recentemente che non in passato. Sia App Store che tutti gli automatismi recenti introdotti da Apple creano problemi al mio metodo e sinceramente ne farei volentieri a meno.

In pratica installo qualsiasi cosa prima su una copia di OS X (da battaglia su vecchi HD ormai vecchi, piccoli e pure lenti) per testare eventuali incompatibilità e quindi in effetti finisce che faccio al minimo 3 installazioni di ogni software che supera il vaglio e reputo utile (pochi). Ho anche più di un Mac, e spesso in funzione contemporaneamente, per cui apparentemente la cosa è anche più complessa. Comunque fare più d'una volta tutti i processi è cosa che ritengo imprescindibile nel processo d'apprendimento di qualsiasi cosa, non solo di un software. Sarò una 'testa dura', ma il normale concetto scolastico di 'studio, esercizio, ripetizione' mi pare ancora valido, almeno per me, anche in riferimento alla modernissima informatica.

Per concludere, l'operatività per mè è il requisito da salvaguardare e ritengo che questo metodo mi 'pari il Posted Image' al meglio. Inoltre occupa poco spazio, nel senso che non ci sono doppioni inutili di documenti che restano immutati fra un aggiornamento e l'altro o di cache che crescono a dismisura e non servono quasi a nulla.

42 Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Innanzi tutto buongiorno a tutti!

Non sono pratica di forum ma ho un problema che mi piacerebbe risolvere quanto prima. Ho contattato Faxus che si è dimostrato gentilissimo e risolutivo infatti il mio Mac è andato in palla...si era risucchiato il disco di ripristino e grazie alle istruzioni di Faxus sono riuscita a tirarlo fuori. Detto ciò luistesso mi ha suggerito di rivolgermi a te 42 per problemi più tecnici (hardware) e qui arrivo. L'altro giorno il mio Mac si è impallato sulle immagini dei miei bimbi che andavano sullo schermo in dissolvenza. Dopo di che bloccato. Spento da dietro unavolta riacceso è apparsa la schermata bianca con al centro l'icono di una cartella con un punto interrogativo lampeggiante. Reazione a qualunque imput: zero! Lo spengo.Ieri lo riaccendo...il computer si riavvia...e si mette in automatico in modalità installer (forse perchè all'interno aveva ancora il cd diripristino) Con terrore non tocco nulla per paura che mi vada a resistallare tutto perdendo così i dati. Ma vedo che non prosegue in nessuna direzione. A quel punto rispengo...eseguo le istruzioni di Faxus per espellere il disco...si accende e contemporaneamente espelle il cd di ripristino. Mi si apre una finestrella rettangolare al centro della schermata dove mi chiede che il mio computer ha necessità di essere riavviato tenendo premunto il bottone dietro o il bottone RESTART (?).

Opto per la prima ipotesi. Spengo il computer. Da ieri sera non l'ho più toccato. Cosa è successo? Soprattutto io DEVO recuperare le CENTINAIA e CENTINAIA di foto dei miei bimbi. Non ho cartaceo, non è su cd. Piuttosto che perderli mi strappo un braccio. Qualche salvataggio è stato fatto ma una volta risolto devo installare il nuovo sistema operativo (il mio è l'ultimo di 5 anni fa!) e il Time Machine che come un'idiota non ho mai fatto. Vi ringrazio ragazzi. Ditemi che non è nulla di grave!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, benarrivata in questo forum.

Avresti fatto meglio ad aprire una discussione apposita, ma comunque qui gli interventi sono ancora pochi e l'argomento non è poi così OT.

Il tuo non mi pare tanto un problema hardware, ma di massima mi sembrerebbe l'inevitabile epilogo cui giunge un Mac poco manutenuto e col disco rimpinzato oltre la soglia di guardia (non meno di una trentina di Giga liberi)

Di che Mac stiamo parlando?

Che versione di Mac OS X c'è installata?

Ne hai un altro a disposizione o scrivi da un iDevice?

Se hai un altro Mac utilizza Mactracker per individuare con precisione il modello, altrimenti naviga questo sito: apple-history.com / specs for every apple computer, established 1996

L'altro giorno il mio Mac si è impallato sulle immagini dei miei bimbi che andavano sullo schermo in dissolvenza. Dopo di che bloccato. Spento da dietro unavolta riacceso è apparsa la schermata bianca con al centro l'icono di una cartella con un punto interrogativo lampeggiante. Reazione a qualunque imput: zero! Lo spengo.

Il punto interrogativo lampeggiante significa che non viene riconosciuto un disco d'avvio valido.

Suppongo che tu intenda che precedentemente era impostato il salvaschermo con l'opzione che cambia in dissolvenza incrociata le immagini di una cartella scelta da te. Se ho indovinato: la cartella è una qualsiasi cartella che contiene immagini oppure è una che fa parte della libreria di iPhoto o di altro programma?

Ieri lo riaccendo...il computer si riavvia...e si mette in automatico in modalità installer (forse perchè all'interno aveva ancora il cd diripristino)

Non hai chiarito quando hai infilato questo CD (o DVD) e come, in che situazione, lo hai infilato.

Se fosse stato uno di 'qualunque input' meglio sarebbe precisare anche quali altri tipi di tentativi hai fatto.

Se comunque il Mac è stato avviato dal disco di ripristino è evidente che questo fatto di per sé attesta che la maggior parte dell'hardware sta funzionando correttamente.

Con terrore non tocco nulla per paura che mi vada a resistallare tutto perdendo così i dati. Ma vedo che non prosegue in nessuna direzione.

Se non si preme il bottone [Continua] e poi non si operano le altre scelte proposte l'Installer da solo non può proseguire. Se poi l'HD non fosse accessibile non potrebbe comunque far nulla.

A quel punto rispengo...eseguo le istruzioni di Faxus per espellere il disco...si accende e contemporaneamente espelle il cd di ripristino. Mi si apre una finestrella rettangolare al centro della schermata dove mi chiede che il mio computer ha necessità di essere riavviato tenendo premunto il bottone dietro o il bottone RESTART (?).

Opto per la prima ipotesi. Spengo il computer. Da ieri sera non l'ho più toccato.

Questa finestrella e le sue indicazioni per come le riporti a me sono sconosciute.? Intendi che ti proponeva lo spegnimento o il riavvio?

Cosa è successo? Soprattutto io DEVO recuperare le CENTINAIA e CENTINAIA di foto dei miei bimbi. Non ho cartaceo, non è su cd. Piuttosto che perderli mi strappo un braccio. Qualche salvataggio è stato fatto ma una volta risolto devo installare il nuovo sistema operativo (il mio è l'ultimo di 5 anni fa!) e il Time Machine che come un'idiota non ho mai fatto. Vi ringrazio ragazzi. Ditemi che non è nulla di grave!

Se la cosa prioritaria è salvare il contenuto dell'HD a qualsiasi costo (costo economico) a me pare evidente che non puoi far altro che portare il tuo Mac ad un centro specializzato in recupero dati. Perderai per certo il tuo HD (che comunque è vecchio ed a rischio da tempo) ma se su di esso non si compie più alcun tipo di operazione è probabile che possa essere recuperato l'intero contenuto.

Se viceversa vuoi provare a risolvere la situazione devi mettere in conto che i dati corrono il rischio di venire compromessi più o meno pesantemente da qualsiasi operazione venga effettuata.

Premesso questo il mio consiglio è di provare le operazioni minime e difficilmente invasive.

Stacca il cavo di alimentazione per almeno un minuto (meglio qualche minuto) o spegni la ciabatta se ci fosse ed avesse un'interruttore. Se fosse un Mac portatile stacca alimentazione e sconnetti la batteria (se possibile).

Ripristinata l'alimentazione attendi almeno una decina di secondi e poi inserisci il CD di ripristino ed avvia il Mac col tasto C premuto per cui di sicuro verrà caricata la versione di OS X contenuta in quel supporto ottico.

Una volta che si sarà completato il caricamento da quella condizione che hai definito 'modalità installer' dovrai avviare l'Utility Disco per verificare l'integrità dell'HD. Come farlo dipende anche dalla versione di OS X, ma in linea di massima andando col cursore sul bordo alto dello schermo la barra dei menu dovrebbe diventare visibile e cliccando il menu Utility si dovrebbe poter scegliere appunto Utility Disco.

In questo programma dopo aver selezionato S.O.S. avvia la Riparazione Disco (bottone in basso a destra). Se questa verrà effettuata (ci vuole tempo) ed avrai un responso positivo (in verde) la fase acuta del problema dovrebbe essere risolta. Se invece come responso avrai (in rosso) la triste notizia che il disco non può essere riparato, ma dev'essere inizializzato, io non ti farei fare nessun altro tentativo d'alcun genere. L'unica cosa sicura per salvaguardare il contenuto è non fare nulla e rivolgersi ad un buon centro specializzato in recupero dati.

Vediamo cosa decidi e cosa eventualmente riesci a fare. Speriamo poi di poter parlare di manutenzione e di backup ...

42 Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, benarrivata in questo forum.

Avresti fatto meglio ad aprire una discussione apposita, ma comunque qui gli interventi sono ancora pochi e l'argomento non è poi così OT.

Il tuo non mi pare tanto un problema hardware, ma di massima mi sembrerebbe l'inevitabile epilogo cui giunge un Mac poco manutenuto e col disco rimpinzato oltre la soglia di guardia (non meno di una trentina di Giga liberi)

Di che Mac stiamo parlando?

Che versione di Mac OS X c'è installata?

Ne hai un altro a disposizione o scrivi da un iDevice?

Se hai un altro Mac utilizza Mactracker per individuare con precisione il modello, altrimenti naviga questo sito: apple-history.com / specs for every apple computer, established 1996

Il punto interrogativo lampeggiante significa che non viene riconosciuto un disco d'avvio valido.

Suppongo che tu intenda che precedentemente era impostato il salvaschermo con l'opzione che cambia in dissolvenza incrociata le immagini di una cartella scelta da te. Se ho indovinato: la cartella è una qualsiasi cartella che contiene immagini oppure è una che fa parte della libreria di iPhoto o di altro programma?

Non hai chiarito quando hai infilato questo CD (o DVD) e come, in che situazione, lo hai infilato.

Se fosse stato uno di 'qualunque input' meglio sarebbe precisare anche quali altri tipi di tentativi hai fatto.

Se comunque il Mac è stato avviato dal disco di ripristino è evidente che questo fatto di per sé attesta che la maggior parte dell'hardware sta funzionando correttamente.

Se non si preme il bottone [Continua] e poi non si operano le altre scelte proposte l'Installer da solo non può proseguire. Se poi l'HD non fosse accessibile non potrebbe comunque far nulla.

Questa finestrella e le sue indicazioni per come le riporti a me sono sconosciute.? Intendi che ti proponeva lo spegnimento o il riavvio?

Se la cosa prioritaria è salvare il contenuto dell'HD a qualsiasi costo (costo economico) a me pare evidente che non puoi far altro che portare il tuo Mac ad un centro specializzato in recupero dati. Perderai per certo il tuo HD (che comunque è vecchio ed a rischio da tempo) ma se su di esso non si compie più alcun tipo di operazione è probabile che possa essere recuperato l'intero contenuto.

Se viceversa vuoi provare a risolvere la situazione devi mettere in conto che i dati corrono il rischio di venire compromessi più o meno pesantemente da qualsiasi operazione venga effettuata.

Premesso questo il mio consiglio è di provare le operazioni minime e difficilmente invasive.

Stacca il cavo di alimentazione per almeno un minuto (meglio qualche minuto) o spegni la ciabatta se ci fosse ed avesse un'interruttore. Se fosse un Mac portatile stacca alimentazione e sconnetti la batteria (se possibile).

Ripristinata l'alimentazione attendi almeno una decina di secondi e poi inserisci il CD di ripristino ed avvia il Mac col tasto C premuto per cui di sicuro verrà caricata la versione di OS X contenuta in quel supporto ottico.

Una volta che si sarà completato il caricamento da quella condizione che hai definito 'modalità installer' dovrai avviare l'Utility Disco per verificare l'integrità dell'HD. Come farlo dipende anche dalla versione di OS X, ma in linea di massima andando col cursore sul bordo alto dello schermo la barra dei menu dovrebbe diventare visibile e cliccando il menu Utility si dovrebbe poter scegliere appunto Utility Disco.

In questo programma dopo aver selezionato S.O.S. avvia la Riparazione Disco (bottone in basso a destra). Se questa verrà effettuata (ci vuole tempo) ed avrai un responso positivo (in verde) la fase acuta del problema dovrebbe essere risolta. Se invece come responso avrai (in rosso) la triste notizia che il disco non può essere riparato, ma dev'essere inizializzato, io non ti farei fare nessun altro tentativo d'alcun genere. L'unica cosa sicura per salvaguardare il contenuto è non fare nulla e rivolgersi ad un buon centro specializzato in recupero dati.

Vediamo cosa decidi e cosa eventualmente riesci a fare. Speriamo poi di poter parlare di manutenzione e di backup ...

42 Posted Image

Grazie mille 42!

Naturalmente non sono in grado di risponderti con precisione...appena sarò a casa cercherò di raccogliere dati più precisi che non avendo altro computer potrò comunicarteli solo giovedì! :( Infatti ti sto scrivendo frettolosamente dall'ufficio. Oggi dovrebbe passare a casa mia un amico che offre assistenza ai pc anche se non credo tratti specificatamente Apple...potrebbe già essere lui in grado di risolvere sulla base delle tue inidcazioni non invasive? Potrebbe aldilà di tutto lui stesso procedere per un salvataggio dati? o DEVO NECESSARIAMENTE PORTARLO IN UN CENTRO RECUPERO DATI? Non voglio stare qui a tediarti ma sapresti indicarmi il nome di uno di questi centri su Roma (abito all'Eur) che lavori onestamente e mi chieda il giusto? Del resto tu mi insegni che quando sei così completamente ignorante in materia possono dirti di tutto e tu non puoi far altro che affidarti. Ci sono delle indicazioni diverse che posso fornire al mio amico per avviare il processo di S.O.S? Spero tantissimo di tornare a parlare di back up con la leggerezza di chi è riuscita a salvarsi in corner. E credimi...è una batosta che mi sarà da lezione!

Grazie ancora. Aspetto un feedback da parte tua!

Share this post


Link to post
Share on other sites
SCUSAMI 42! RETTIFICO!

Ho sentito mio marito al volo e mi ha dato alcune indicazioni. Il nostro è un IMac del 2006 con processore intel SO Tiger OS X 10.4. Le foto in dissolvenza di cui mi chiedevi sono prese da IPhoto.

Ieri sera ha rifatto un altro tentativo avviando il computer tenendo premuto sia il tasto sul retro dello schermo che contemporaneamente il tasto ALT...a quel punto è apparsa la schermata bianca con quel rettangolo con la scritta che dici di non riconoscere. Ho chiesto a mio marito e mi ha confermato che è quello che mi suggerivi tu...ovvero mi proponeva lo spegnimento o il riavvio. Proceduto con lo spegnimento non lo abbiamo più toccato. Oggi che viene il mio amico come potrebbe procedere?

Grazieeeee!

Tiffany

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Tiffany_0, spero che tu riesca a risolvere!

Ciao 42! Grazie mille di nuovo per la tua risposta! Credo di aver capito meglio il tuo metodo! E Guardando meglio mi sono accorto di questo. In Macintosh hd/libreria/Application Support/Logic ho le preferenze e le configurazioni che setta Logic al momento dell'installazione, mentre in nomeutente/libreria/Application Support/Logic ho le impostazioni che dicevo ieri che mi interessa backuppare più frequentemente (ossia i preset creati via via da me). Dunque se ho capito bene OSX (e giustamente direi!) mette in macintosh HD le impostazioni di sistema e le impostazioni comuni a tutti gli utenti, mentre in nomeutente/libreria

Con CCC dovrei fare il clone di tutto ciò che è contenuto in Macintosh HD meno la cartella utenti, che invece backupperei insieme ai dati contenuti nell'hd esterno con Time Machine. Ti può sembrare plausibile? :)

Mi è venuta fuori una cartella "private" dopo il ripristino di ieri di Time Machine. Ma secondo te mi conviene fare un'installazione pulita? Prima di fare la Copia Carbone del sistema? Ieri ho fatto questo ripristino da Time Machine. Mi pare funzioni tutto, giusto Little Snitch mi ha chiesto di riconfermare delle preferenze.

Leggevo su Time Machine - Frequently Asked Questions 2. What can Time Machine back up, and where can it put it?s backups? che usare software raid set è un po' rischioso come drive di back up. Io sto proprio usando un disco da 2 tb + uno da 3 tb in raid concatenato come drive di back up per Time machine. Dovrei passare alla modalità striping? Oppure prendere direttamente un disco da 6 tb? (i dati che sto backuppando adesso sono sui 3 tb). Ho visto chi costi per un HD 6 gb lievitano però molto. Tipo LaCie - LaCie 2big NAS

Riassumendo una soluzione che potrei adottare potrebbe essere:

Disco da 6 tb per tutti i dati con TM

Disco da 1 tb per hd interno con CCC

Disco da 500 gb con il sistema allo stato attuale e dove eventualmente testo le nuove app sempre CC.

Ciao e grazie!

Nicola

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al momento non c'è da aggiungere nulla alle indicazioni minimali che ho già scritto.

Anche per ricorrere ad un servizio di recupero credo che le indicazioni sarebbero premature (per altro io proprio non ho alcuna esperienza della cosa).

Confido che una riparazione disco possa essere risolutiva.

Nel caso la bella 'strizza' ti dovrebbe portare ad acquistare immediatamente un disco esterno per fare il backup e, aggiungerei, un disco interno per rimpiazzare quello ormai vetusto. Tirare qualsiasi computer per 7 anni col'HD originale è un azzardo che spesso non perdona e di sicuro senza backup è cosa da kamikaze. Time Machine non esisteva in Tiger, fu introdotto nel successivo Leopard.

Qualunque modello di iMac del 2006 sia (ce ne furono almeno 6 o 7) converrebbe acquistare il DVD di Snow Leopard (18€ dall'Apple Store online) e partire direttamente installando quella versione di OS X che a mio parere è la migliore e la più stabile per quei modelli. Tutto questo ovviamente se intendi proseguire con quel Mac e non intendi invece acquistarne uno nuovo. La spesa complessiva per rimettere in sicurezza quel Mac potrebbe aggirarsi +o- intorno ai 150€ in funzione della capienza degli HD richiesta dai tuoi dati.

42 Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

... Ciao 42! ...

Si. Non solo è plausibile, ma è quello che io faccio con le partizioni invece che con l'HD esterno.

Solo che non riesco a figurarmi un HD da 4 TB, che quindi presumo richieda l'alimentazione, stabilmente connesso ed indispensabile ad un portatile. Tramite quale porta? Inoltre fatico anche a vedere un HD così capiente per OS ed App. In generale (come scrivevo in quel post) è una divisione di compiti tradizionalmente attribuita a delle partizioni, attentamente dimensionate, che si adatta perfettamente ad un moderno sistema ibrido composto da un SSD (relativamente piccolo e giusto per OS App e spazio di lavoro) ed uno storage corposo su HD tradizionale. Sono proporzioni che hanno la loro rilevanza anche in funzione dei backup.

Ovviamente una configurazione raid0 serve per velocizzare l'accesso ai dati, connessione (banda) permettendo, ma se si guasta un disco si perdono tutti i dati anche dell'altro perché ogni file è disperso in settori che risiedono su entrambi. Un backup avviene in background e non ha bisogno di essere veloce, quindi la modalità striping secondo me non ha senso avendo un'affidabilità pari alla frazione col numero degli HD al denominatore. Meglio restare coi dischi concatenati ed eventualmente aggiungerne altri per raggiungere il fabbisogno. In caso di guasto con questo sistema molti documenti si salverebbero e sarebbero recuperabili.

Partire da un'installazione stabile è indispensabile. Solo tu puoi sapere se e quanto sia stabile la tua.

Dato che sei a Snow Leopard, se tu intendessi aggiornarti a Mountain Lion allora ti consiglierei vivamente di fare un'installazione pulita di quella versione e di reinstallare ogni App dopo attenta verifica di ogni possibile incompatibilità. Questo è un lavoro che potresti fare con calma su una specifica partizione dell'HD che acquisterai e che inizialmente non ti servirà tutto (poi potrai liberarti di quella partizione per recuperarne lo spazio). Così facendo resteresti operativo come adesso finché non saresti sicuramente pronto per il passaggio con tutto quanto rodato a sufficienza.

42 Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this