maxdnz

AIUTOOO!!! come fare downgrade di silverlight 5.1 vs 4?

Recommended Posts

Buongiorno,


oggi ho installato la 5.1 di SL. Purtroppo ho un programma vitale che mi funziona solo con la 4...


Ho provato a rimuovere i file di SL dalla libreria seguendo indicazioni di alcuni forum USA, ma niente!


Ogni volta che provo a reinstallare la 4, mi dice che c'è una versione più recente installata!!!


 


Ma dove diavolo sono sti file di silverlight 5.1?


 


Spero che qualcuno mi aiuti...


Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono visibili, che io sappia e recuperabili come info dal web:


 


 


Library/Internet Plug-Ins/Silverlight.plugin


/Library/Receipts/Silverlight.pkg


/Library/Receipts/Silverlight_W2_MIX.pkg


/Library/Internet Plug-Ins/WPFe.plugin


/Library/Receipts/WPFe.pkg


~/Library/Application Support/Microsoft/Silverlight


 


vedi se li hai.


 


Ma dovresti anche vedere se c'è dell'altro.


Ripetendo accuratamente l'operazione, se l'eliminazione del secondo elemento non avesse funzionato.


 


Usa il menù del Finder Vai> Vai alla cartella Private/VAR/db/Receipts


Cerca ed elimina qualsiasi voce contenga il termine silverligh.


 


Usa anche EasyFind, nel caso qualcosa sia sfuggita.


dai un'occhiata, anche se obsoleto a questo link:


http://support.microsoft.com/kb/970064


Share this post


Link to post
Share on other sites

Potresti ricorrere anche a CleanMyMac 2. La versione trial del software fa eliminare fino a 500MB dal pc. Potrebbe esserti utile. Ho controllato e Silverlight pesa solo 54,6 MB.


CleanMyMac 2 > Gestione estensioni > Plugin di Internet > Silverlight


Share this post


Link to post
Share on other sites

... CleanMyMac 2... Potrebbe esserti utile...

... a metterti nei guai grossi.

 

Quella porcheria, che citi, è responsabile di decine e decine di interventi qui sul Forum, solo per quel che mi riguarda, per sistemare danni al sistema.

Danni provocati da un modo indiscriminato e non analitico di procedere, poiché tratta il sistema come se fosse Windows, e non un sistema a base Unix.

 

Un sistema a base Unix, per chiarire il fatto, necessita di interventi mirati su presupposti verificati o plausibili.

Non di interventi automatici, massificati e senza analisi dei componenti interessati.

 

Forse più difficile da realizzare, quando possibile, ma il cui risultato è quasi sempre impeccabile, senza ulteriori problemi.

Non alla va o la spacca, tanto comunque dovresti reinstallare da zero, come in Windows

Share this post


Link to post
Share on other sites

però non avere un disinstaller su mac è assurdo!


 


non so quanto pulisca in profondità in windows,però su mac se vuoi cancellare un programma semplice come garageband devi andar su internet e cercare le istruzioni con tutte le directory in cui trovare i singoli files...


 


ho appena disinstallato logic 9 per installare logic x...una lavorata...e non sono mica sicuro di aver pulito tutto!


Share this post


Link to post
Share on other sites

Perché assurdo?


 


Due sono le regole, le applicazioni monoicona con i contenuti standard si disinstallano mettendole nel cestino.


I pochi file, in genere le preferenze e poco altro si tolgono via, lo sanno tutti, con un disinstallatore qualsiasi e bene.


 


Il problema sorge con le applicazioni che hanno un installer proprio o usano, spesso fregandosene delle regole, quello Apple.


Il loro unistaller dovrebbe togliere via tutto, se non lo fa o sono fatte male (e questo è un problema che riguarda chi installa porcate) o lo fanno apposta per lasciare monitoraggi o reinstallazioni facili (ed è sempre un problema di chi sceglie 'ste porcate).


 


Sapendolo, ci si premunisce quando si installa, informandosi sulle FAQ e conservando l'unistaller.


Non farlo significa mettersi nei guai quando si lasciano non aggiornate queste applicazioni o si vanno a disinstallare in modo improprio.


Lo stesso succede quando si lasciano plugin e varie prepotenze del software installato agire, senza curarsi di rettificare preferenze e togliere via elementi nelle classiche cartelle critiche di lancio.


 


Anche su Windows è difficile e a volte impossibile disinstallare bene, ma con lo stesso tipo di attenzione si riesce a far andare avanti il tutto senza stare a reinstallare due volte l'anno, si leggono le FAQ, si disinstalla con un programmino di terze parti ben fatto e si ripuliscono le cartelle che contengono residui, si cancellano le impostazioni in avvio, si puliscono le cartelle critiche, si depurano i registri di sistema.


 


Le applicazioni della casa NON vanno disinstallate, contengono utilità e funzionalità che servono a molto.


Disinstallarle è superfluo, spesso dannoso e comunque problematico.


Ignorare questa regola, piaccia o non piaccia, non produce effetti positivi, amen sull'argomento.


 


Un computer evoluto, nonostante le asserzioni dei produttori di hardware e di software non è un attrezzo per gente poco informata, poco attenta, distratta e/o superficiale (e nemmeno polemica, consentimi).


Come andare in giro per quartieri difficili, in località problematiche, in orari poco sicuri, non è per fessi.


 


Ci si può lamentare, adducendo principi libertari, umanistici ed anche logici.


Ma le conseguenze le paghi tu e nessuno ti paga i danni


Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Le applicazioni della casa NON vanno disinstallate, contengono utilità e funzionalità che servono a molto.

Disinstallarle è superfluo, spesso dannoso e comunque problematico.

Ignorare questa regola, piaccia o non piaccia, non produce effetti positivi, amen sull'argomento.

 

Un computer evoluto, nonostante le asserzioni dei produttori di hardware e di software non è un attrezzo per gente poco informata, poco attenta, distratta e/o superficiale (e nemmeno polemica, consentimi).

Come andare in giro per quartieri difficili, in località problematiche, in orari poco sicuri, non è per fessi.

 

Ci si può lamentare, adducendo principi libertari, umanistici ed anche logici.

Ma le conseguenze le paghi tu e nessuno ti paga i danni

 

ma questa te la sei sognata di notte dopo aver mangiato pesante???

 

secondo te le applicazioni "della casa" NON vanno MAI disinstallate??? cosa faccio?  le colleziono????

 

se la casa mi installa 30 putt****e che non mi servono e mi fa pagare a peso d'oro ogni MB di spazio sull'hd allora io inizio a disintallare tali putt...  vedi garageband....cosa me ne faccio se ho logic? oppure logic 9....cosa me ne faccio se ho logic X?

 

oppure compro final cut ma poi compro un altro  mac e voglio disinstallarlo dal primo perchè voglio alleggerire il disco...

 

quindi li disinstallo! ma caro mio non basta portare l'icona nel cestino (come tra l'altro scrive apple nel suo sito) e non basta neanche usare un disinstallatore perchè ti rimangono nel sistema giga e giga di loop,strumenti e altre cose...devi andare su internet,cercare una buonanima che ti dica tutte le directory da cercare e cancellarle manualmente,sperando di trovarle,perchè poi ogni versione ha le sue directory e anche in base all'OS cambiano quindi,dopo aver lavorato un'ora non è ancora detto che tu abbia cancellato tutto....

 

si risolverebbe molto meglio il problema fornendo ogni programma del proprio disinstallatore,dato che il programmatore decide dove andare a spargere i files in giro per il mac,può anche scrivere un disinstallatore che vada a ricercare tutti quei files...basta...semplice...logico...un po' come poter fare anche "taglia" oltre a "copia" e "incolla" coi files...ma evidentemente a certi livelli di logica certi programmatori non ci arrivano....e si accontentano di avere l'OS più evoluto al mondo che poi ha queste pecche!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non delirare e leggi bene. Che se leggi male le puttanate le scrivi tu.

 

Io ho scritto che "Due sono le regole"

 

1) "le applicazioni monoicona con i contenuti standard si disinstallano mettendole nel cestino.
I pochi file, in genere le preferenze e poco altro si tolgono via, lo sanno tutti, con un disinstallatore qualsiasi e bene."

 

2) "Il problema sorge con le applicazioni che hanno un installer proprio o usano, spesso fregandosene delle regole, quello Apple.
Il loro unistaller dovrebbe togliere via tutto, se non lo fa o sono fatte male (e questo è un problema che riguarda chi installa porcate)"

"Sapendolo, ci si premunisce quando si installa, informandosi sulle FAQ e conservando l'unistaller".

 

Tu dici, non è così, e dici è così invece, ripetendo le stesse cose.

L'unica differenza è che lo dici incazzato...

 

 

Io ho scritto che "Le applicazioni della casa NON vanno disinstallate, contengono utilità e funzionalità che servono a molto.
Disinstallarle è superfluo, spesso dannoso e comunque problematico.
Ignorare questa regola, piaccia o non piaccia, non produce effetti positivi, amen sull'argomento."

 

A te non sta bene, al pari di quelli che oltre a GarageBand, vogliono disinstallare QuickTime, TextEdit, Mail o Anteprima.

 

Che vuoi che ti dica?

Che vuoi che dicessi a quello a cui avevo sconsigliato di fare pipì controvento e poi si lamentava di avere le scarpe bagnate?

 

Tu dici "...devi andare su internet,cercare una buonanima che ti dica tutte le directory da cercare e cancellarle manualmente,sperando di trovarle,perchè poi ogni versione ha le sue directory e anche in base all'OS cambiano quindi,dopo aver lavorato un'ora non è ancora detto che tu abbia cancellato tutto...."

 

Io avevo scritto "...Un computer evoluto ... non è un attrezzo per gente poco informata, poco attenta, distratta e/o superficiale ... non è per fessi."

Share this post


Link to post
Share on other sites

italiamac_popcorn.gif


 


...


 


... ma mi sento in dovere di correggere la solita obiezione windowsiana che vede pecche dove invece c'è più intelligenza.


 




...semplice...logico...un po' come poter fare anche "taglia" oltre a "copia" e "incolla" coi files...ma evidentemente a certi livelli di logica certi programmatori non ci arrivano....e si accontentano di avere l'OS più evoluto al mondo che poi ha queste pecche!




  • Se nella collocazione A si seleziona una o più cartelle o file
  • con l'abbreviazione da tastiera cmd+C si copia quella selezione
  • nella collocazione B l'abbev. cmd+V incolla una copia della selezione originale con un'azione che si può replicare tutte le volte che si vuole ...

ma ...


  • se nella collocazione A si seleziona una o più cartelle o file
  • con l'abbreviazione da tastiera cmd+C si copia quella selezione
  • diversamente nella collocazione B l'abbev. cmd+alt+V sposta la selezione originale e questo ovviamente può avvenire un'unica volta se si vuole che la selezione resti nella collocazione B.

Analogamante usando il menu contestuale:


la voce Incolla elemento premendo il tasto alt si trasforma in Sposta elemento qui.


 


La differenza sostanziale è:


 


col metodo Windows esiste un periodo di tempo in cui la selezione originale tagliata non risiede più nella collocazione A e non risiede ancora in quella B ma si trova nel limbo aleatorio della clipboard;


 


col metodo Apple la selezione originale risiede sempre nella collocazione A finché non viene dato il comando di spostarla in quella B evitando così quel periodo a rischio in cui un qualsiasi accidente al sistema potrebbe far perdere tutto il contenuto della clipboard.


 


Una differenza secondaria, ma che comunque esiste e potrebbe avere la sua utilità, è:


 


se dopo aver copiato un elemento posto in A ed averlo incollato in più collocazioni B, C, D, ecc. si decidesse di spostarlo nella collocazione E  non occorrerebbe tornare nella collocazione A per tagliarlo.


 


Su quale sia il metodo più sicuro non credo possano esserci dubbi. Su quale sia il migliore ovviamente potranno esserci pareri personali discordanti.


 


Quindi il metodo esiste anche se non si chiama taglia !


 


42 6.gif


Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now