Prugna

Passare da Mavericks a Lion

Recommended Posts

Solo se il Mac è nato con Lion o precedenti.


 


Solo se quel Mac aveva una copia nativa o acquistata all'Apple Store.


 


Solo se hai una copia di Lion su supporto fisico, per esempio una chiavetta avviabile.


 


Soddisfatte queste tre condizioni, sì, puoi farlo.


Altrimenti no, non viene accettato, non puoi scaricarlo e/o non puoi aggiornarlo


Share this post


Link to post
Share on other sites

Così è.


 


Considerano Mavericks un aggiornamento funzionale di Mountain Lion.


Vogliono evitare che si ripetano i mancati aggiornamenti di sistema che si sono verificati negli ultimi anni (vedi soprattutto i Mac aggiornabili a Snow Leopard o a Lion rimasti con un sistema obsoleto).


 


Evidentemente, nell'ottica spendacciona ed incurante delle scelte personali sull'uso delle applicazioni commerciali, se ne fottono se un utente ha di questi problemi.


Badano solo che le loro macchine siano funzionalmente impeccabili (per quel che si può...) e la fama dei prodotti sia tutelata.


 


Forse tecnicamente è corretto, ma umanamente e moralmente è una vera porcata.


 


Ci si difende facilmente, basta farsi una copia avviabile del sistema che si vuol mantenere, al primo scaricamento.


In quel caso si possono scaricare gli aggiornamenti relativi e basta, dopo aver reinstallato.


Però bisogna saperlo...


Share this post


Link to post
Share on other sites

dato che diceva di aver installato mavericks è scontato che avesse prima una versione più vecchia del SO...avendola prima ne sarà anche proprietario quindi direi che può...

 

cioè scusa,io formatto a zero l'hard disk e non posso scegliere cosa installare? siamo a questo punto?

 

Così è.

...

Ci si difende facilmente, basta farsi una copia avviabile del sistema che si vuol mantenere, al primo scaricamento.

In quel caso si possono scaricare gli aggiornamenti relativi e basta, dopo aver reinstallato.

Però bisogna saperlo...

 

Ho l'impressione che ci sia un po' di disinformazione che si ripropone più o meno ciclicamente.

 

Come prima di Lion esistevano due diversi tipi di DVD d'installazione/ripristino (quelli RETAIL, con le immagini colorate, e quelli grigi e spartani forniti con ogni Mac) ora esistono 2 diverse distribuzioni dell'OS come spiegato dal punto di vista legale in questo post.

  • Della versione acquistata col proprio ID Apple per "aggiornare" il sistema residente sembra tutto chiaro, compreso il fatto che andando sull'App Store da qualsisia Mac la si può riscaricare (col proprio ID) tutte le volte che si vuole. Avviando la partizione di Recupero con cmd+R la si può ripristinare oppure, dopo inizializzazione del relativo volume, la si può reinstallare.

Invece la versione preinstallata su ogni nuovo Mac è una pertinenza del Mac ed è una proprietà esclusivamente dell'acquirente che è obbligatorio consegnare ai successivi acquirenti. Non è una distinzione secondaria. Apple per poterla ripristinare infatti prevede una diversa scorciatoia alt+cmd+R che (credo, non ho esperienza personale) consente di recuperare anche il software in bundle che esattamente come l'OS è pertinenza del Mac e dev'essere in possesso del suo proprietario e non del primo acquirente.

Naturalmente non si può installare una versione di OS X precedente a quella preinstallata:

Non installare una versione di Mac OS X precedente a quella fornita insieme al Mac.

 

Infine Apple fornisce istruzioni per installare OS X su un supporto diverso dal disco d'avvio allo scopo di avere un supporto fisico personale di recupero:

OS X: installazione di OS X su un volume esterno.

Forse sarebbe utile proporre che al primo avvio di qualsisia versione di OS X una specifica schermata suggerisca all'utente la possibilità di realizzare questo supporto fisico di ripristino (tipicamente su pendrive o SD card, ma anche su DVD dual layer per i Mac ancora provvisti di masterizzatore) e che uno specifico script poi lo faccia. Meglio ancora se la schermata presentasse un'opzione di rinvio di quella possibilità e che la cancellazione del pacchetto originale avvenisse solo dopo un esplicito rifiuto dell'utente o dopo la realizzazione di quel supporto. Questa sarebbe una cura del dettaglio che Apple avrebbe dovuto realizzare di sua iniziativa già da tempo ...

 

42 6.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate, ma se io utilizzo il ripristino, perdo tutti i programmi che ho installato, giusto ? non vi è una possibilità per tornare al Lion 10.8 senza perdere le app che ci sono ?
Vorrei fare questo perché sono 2 giorni che ho un problema, ad intervalli di 10/20 secondi la scrivania sembra ricaricarsi, il doc no, ma le icone sulla scrivania, dischi compresi, sembrano che facciano un riavvio, dura un attimo, ma in quell'attimo perdo il collegamento al disco... faccio un esempio, se ho aperto una cartella con delle foto e le sto visionando in anteprima, al momento del riavvio della scrivania mi si chiude la cartella e mi tocca riaprirla e cominciare tutto da capo.
Ho pensato sia un bug del Mavercks, quindi vorrei tornare indietro.

Mi sbaglio ??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti sbagli.


 


Sì, perdi le applicazioni, è ovvio.


No, se reinstalli da zero, non c'è alcuna possibilità di recuperare le applicazioni, le dovrai reinstallare.


 


Apri un thread, posta un system.log dell'avvio fino al fenomeno osservato, dopo che si è verificato copialo ed incollalo sul post, secondo queste indicazioni:


Come e perché si posta un log


Non è argomento che possiamo trattare su questa discussione, perché è un tuo problema peculiare.


 


È evidente che non è un bug di Mavericks, altrimenti l'avrebbero tutti.


È solo un tuo problema, dovuto a qualche conflitto causato da applicazioni non aggiornate o dalle impostazioni corrotte che fa crasciare il Finder.


 


Se ogni volta che si hanno problemi al sistema si tornasse indietro dovremmo essere tutti al sistema Mac OS 1.0...


Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho l'impressione che ci sia un po' di disinformazione che si ripropone più o meno ciclicamente.

 

Come prima di Lion esistevano due diversi tipi di DVD d'installazione/ripristino (quelli RETAIL, con le immagini colorate, e quelli grigi e spartani forniti con ogni Mac) ora esistono 2 diverse distribuzioni dell'OS come spiegato dal punto di vista legale in questo post.

  • Della versione acquistata col proprio ID Apple per "aggiornare" il sistema residente sembra tutto chiaro, compreso il fatto che andando sull'App Store da qualsisia Mac la si può riscaricare (col proprio ID) tutte le volte che si vuole. Avviando la partizione di Recupero con cmd+R la si può ripristinare oppure, dopo inizializzazione del relativo volume, la si può reinstallare.

Invece la versione preinstallata su ogni nuovo Mac è una pertinenza del Mac ed è una proprietà esclusivamente dell'acquirente che è obbligatorio consegnare ai successivi acquirenti. Non è una distinzione secondaria. Apple per poterla ripristinare infatti prevede una diversa scorciatoia alt+cmd+R che (credo, non ho esperienza personale) consente di recuperare anche il software in bundle che esattamente come l'OS è pertinenza del Mac e dev'essere in possesso del suo proprietario e non del primo acquirente.

Naturalmente non si può installare una versione di OS X precedente a quella preinstallata:

Non installare una versione di Mac OS X precedente a quella fornita insieme al Mac.

 

Infine Apple fornisce istruzioni per installare OS X su un supporto diverso dal disco d'avvio allo scopo di avere un supporto fisico personale di recupero:

OS X: installazione di OS X su un volume esterno.

Forse sarebbe utile proporre che al primo avvio di qualsisia versione di OS X una specifica schermata suggerisca all'utente la possibilità di realizzare questo supporto fisico di ripristino (tipicamente su pendrive o SD card, ma anche su DVD dual layer per i Mac ancora provvisti di masterizzatore) e che uno specifico script poi lo faccia. Meglio ancora se la schermata presentasse un'opzione di rinvio di quella possibilità e che la cancellazione del pacchetto originale avvenisse solo dopo un esplicito rifiuto dell'utente o dopo la realizzazione di quel supporto. Questa sarebbe una cura del dettaglio che Apple avrebbe dovuto realizzare di sua iniziativa già da tempo ...

 

42 6.gif

 

anch'io come faxus mi sono perso alla quarta parola,ma a parte tutti i cmd+alt+piroetta su te stesso+accendi un cero a san giuseppe+abbi fede io trovo molto più semplice e funzionale avere una grama chiavetta usb con su ciò che ho acquistato...

 

perchè se domani apple si sveglia e chiude l'app store siamo tutti fregati,e nessuno è proprietario in realtà del software se è solo in digital delivery!

 

quando ho comprato il mio primo macbook air c'era dentro una stilosissima chiavetta usb dall'esorbitante costo di circa 0,50 centesimi con dentro lion se non sbaglio,o forse era ancora SL...

 

comunque,quella era la mia certezza...posso formattare (come ahimè ho fatto dopo pochi mesi),cambiare l'HD,usare il mac come body surf...ma so che a casa ho il mio SO pronto da installare!

 

così è un casino,e non si può parlare di un passo in avanti...anzi...è l'ennesimo laccio imposto...

 

adesso (come sugli iCosi) se voglio anche solo PROVARE un SO poi non posso più tornare indietro? ma stiamo scherzando?

 

la soluzione è il fai da te...anche se però potrebbe essere più trasparente il tutto...tipo che quando lanci il dowload del nuovo SO ti appare sul desktop un bel dmg da archiviare...così prima di tutto non occupa spazio inutile in una partizione occulta,e così se ti si trita tutto hai il TUO software croccante da reinstallare a piacimento! 

 

lo vedo come una cosa elementare...ma poi c'è il rischio che sia IO a decidere quale versione di osx tenere...non sia mai....sennò poi vanno a farsi benedire tutte le belle statistiche di aggiornamento che tanto amano sbandierarci ai keynote!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Similar Content

    • By attilio tardani
      Ciao a tutti 
      Ho un macbook pro 13 pollici meta 2012 con hdd 500 gb, 4gb di ram con installato l'ultima versione di mavericks. Negli anni non ho mai aggiornato il computer a yosemite, el capitan, sierra o high sierra perché temevo rallentamenti. 
      Tuttavia a breve cambierò l'hdd con una ssd e quindi di conseguenza cambierò anche software ( anche perché alcune cose iniziano a non essere più supportate)  
      La mia domanda è quale software mi consigliate? Yosemite, El Capitan, Sierra o High Sierra? 

       
    • By pixelia1980
      Buongiorno a tutti,
      ho un Mac versione 10.7.5. Da oramai diverso tempo ho un problema col finder: tutte le volte che lo utilizzo (cliccando semplicemente per aprire una cartella o cliccando direttamente sulla sua icona) appare la "rotellina di caricamento" per circa dieci secondi... dopo questa fastidiosa attesa riesco a utilizzarlo normalmente, ma se creo, rinomino una cartella... di nuovo rotellina. Idem se lo lascio inattivo per qualche minuti... riaprendolo succede di nuovo.
      Ho recentemente scoperto che questo "rallentamento" accade SOLO con Wifi attivo. Se disattivo il Wifi infatti, il finder funziona bene.
      Ho già fatto approfondite ricerche su internet ma i casi che ho trovato simili al mio fanno riferimento a bug in sistemi operativi più recenti, come Mavericks, e le soluzioni che propongono non mi risolvono il problema. Premetto che non ho fatto nessun aggiornamento, ne scaricato nulla di anomalo. Apparentemente è successo da un giorno all'altro!
      Grazie a tutti per l'aiuto!
    • By Marasma
      Buonasera a tutti, scusate se mi fiondo direttamente qui ma avrei bisogno del vostro aiuto:
      Ho un IMac 21,5 pollici di fine 2013, quando lo acquistai, era provvisto di Mavericks e girava da Dio però da stronzo quale sono, ho scaricato prima El Capitan e poi Sierra, sperando che rimediasse alla lentezza di El Capitan, e invece nulla. 
      Il problema è che non ho fatto né una time machine per ritornare a Mavericks, nè scaricato gratuitamente Mavericks all'epoca. No problem mi sono detto, ci vado di cmd + alt + r e riscarico Mavericks da 0, tutto ok, fin quando non arrivo al momento di decidere su quale disco installare, qui infatti mi spunta questo messaggio: 
      Non puoi eseguire l'aggiornamento a questa versione di OS X perché è installata una versione più recente.
      A questo punto non saprei come muovermi, come posso fare? Devo cancellare tutto? E se lo faccio, la partizione della recovery con Mavericks, rimane? Forse dovrei installare Yosemite per poter tornare a Mavericks? Ditemi voi perché non so cosa fare sinceramente.
      Ringrazio in anticipo chi vorrà aiutarmi!
    • By Louis
      Buongiorno, necessito di istallare Window 7 su un MacBook Pro Retina 13" fine 2013. Essendo sprovvisto di unità ottica ho eseguito l' istallazione tramite pendrive da 16 GB precedentemente creata con Bootcamp. il problema che dopo il processo di istallazione dei file al riavvio del portatile windows mi restituisce questa schermata. Anche eseguendo le istruzioni suggerite non riesco a proseguire in quanto la tastiera non risponde

    • By gnerucci
      salve. macPro1.1 con OSX 10.5.8 - il sistema ha crashato; lo devo reinstallare....
      Perche non parte l'istallazione?
      Disco Leopard originale e perfetto. Ho provato la copia di un amico... niente
      Lettore CD perfettamente funzionante.... se metto lo SnowLeopard parte regolarmente... nessuno mi sa dare una spiegazione...
      ah, HD nuovo SSD
      avete un consiglio?
      grazie