Rocchinho

La Batteria del mio MacBook Pro Retina...

Recommended Posts

Assolutamentr, la batteria è stata cambiata dal genius bar una settimana fa circa... È un macbook pro 13' mid 2012.. Ha avuto già un problema con la prima batteria, in quanto si spegneva improvvisamente sotto il 40-45% e la cosa più interessante che facendo un test hardware completo non risultava nessun problema..
Quindi mi consigli di registrare i vari dati su coconut e rimandarlo in assistenza?
! Come durata della batteria non mi lamento.. Se sto su internet guardo qualche film, youtube ecc sto sulle 6 ore
Grazie :)
mi vien da pensare che la batteria che mi hanno sostituito sia stata lasciata scarica per x tempo..

dopo una notte collegato al magsafe, adesso lho riacceso, ( unica applicazione aperta safari) mi segna 99% 6:02 rimanenti 

ora i mah a batteria carica è di 5521 mah...

 Informazioni sul modello:

  Numero di serie: W0444A0E8D3LC

  Produttore: SMP

  Nome dispositivo: bq20z451

  Pack Lot Code: 0

  PCB Lot Code: 0

  Versione firmware: 201

  Revisione hardware: 000a

  Revisione cella: 165

  Informazioni sulla carica:

  Carica restante (mAh): 5398

  Carica completa: Sì

  In carica: No

  Capacità a carica completa (mAh): 5521

  Informazioni sulle condizioni della batteria:

  Conteggio cicli: 8

  Condizione: Normale

  Batteria installata: Sì

  Amperaggio (mA): -778

  Voltaggio (mV): 12309

 

 

 

 

ieri ho fatto un ciclo di scarica e carica portato il macbook pro in stop e ricaricato subito dopo qualche minuto.. e il valore della capacità della batt è aumentato di poco..

Share this post


Link to post
Share on other sites

è assurdo come mai ho valori "ballerini"? avevo 8 cicli di carica stamattina quando ho scritto il messaggio.. il macbook è alimentato ancora con la batteria 62% e 4h:35 min di carica restante ( aperto solo safari, itunes, e coconut..


è aumentato di poco la % di capacità della batteria e adesso registra 9 cicli di carica.. che è assolutamente impossibile, in quanto il mac l'ho staccato stamattina verso le 10 e dai dati di coconut e quelli del sistema registrava 8 cicli...


comunque ho prenotato l'assistenza al genius bar domani mattina.


e via via che si scarica adesso sonoal 24% di carica della batteria la capacità massima cala 5475mah


post-50304-0-87934300-1418563030_thumb.p

post-50304-0-53915400-1418572224_thumb.p

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non c'è nulla di strano se il conteggio scatta anche in una situazione intermedia come la tua. Ogni ciclo si completa al raggiungimento di ogni sommatoria che vale il 100%. 1 ciclo è la somma anche di molti periodi di consumo parziale: 2 del 50% oppure 1 del 25% +1 del 75%, 3 periodi del 20%+30%+50%, ecc.


Notebook Mac: informazioni complete sulle batterie - Supporto Apple


 


42 6.gif


Share this post


Link to post
Share on other sites

Non c'è nulla di strano se il conteggio scatta anche in una situazione intermedia come la tua. Ogni ciclo si completa al raggiungimento di ogni sommatoria che vale il 100%. 1 ciclo è la somma anche di molti periodi di consumo parziale: 2 del 50% oppure 1 del 25% +1 del 75%, 3 periodi del 20%+30%+50%, ecc.

Notebook Mac: informazioni complete sulle batterie - Supporto Apple

 

42 6.gif

grazie 1000!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Approfitto di aggiungere una cosa a questa discussione.
Come dice apple se si pensa di non usare per un periodo più o meno lungo la batteria (ed immagino valga per mac ipad iphone e tutti i dispositivi che hanno batterie di nuove generazione) bisogna spegnere il dispositivo a circa la metà della carica ancora disponibile e mai del tutto scarica o del tutto carica. 
Giusto?
Ok però questo procedimento va in conflitto col fatto che bisognerebbe "muovere la batteria" con continue cariche nel giro di pochi giorni.

Grazie mille.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come dice apple se si pensa di non usare per un periodo più o meno lungo la batteria (ed immagino valga per mac ipad iphone e tutti i dispositivi che hanno batterie di nuove generazione) bisogna spegnere il dispositivo a circa la metà della carica ancora disponibile e mai del tutto scarica o del tutto carica. 

Giusto?

 

Questo Apple lo diceva almeno 8 anni fa, quando le batterie erano agli Ioni di litio e non ai Polimeri di Litio e specificatamente si riferiva alle batterie rimovibili da lasciare "ferme" e sconnesse dai MacBook. All'epoca la ricarica era cosa molto meno sofisticata di oggi, che avviene specificatamente per ogni singola cella e non per la batteria integrale di celle, e quindi le disarmonie di carica si compensavano anche "violentemente" fra cella e cella. Oggi come oggi i Mac prodotti da Apple e destinati ai rivenditori vengono consegnati con le batterie cariche al 100% ed anche dopo molte settimane chi li accende trova valori di carica ben più elevati del 50% e spesso parecchio prossimi al 100%.

 

Poi Apple riguardo alle batterie ha lasciato disponibili per anni pagine relativamente "equivoche" od "equivocabili". Ora tutte quante (o quasi) sono state riscritte e, soprattutto, semplificate ... anche troppo.

 

Io sconsiglio vivamente di lasciare le batterie scariche anche solo più del 10% per anche solo qualche giorno.

 

42 6.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi,ho letto questo interessante thread e vorrei chiedervi un consiglio su come gestire al meglio la batteria del mio Macbook-Pro che ho avuto proprio ieri.

Premetto che sono uno studente di ingegneria e non userò il mac come desktop replacement. Non ho sempre la presa a disposizione e quindi vi vorrei chiedere qualche consiglio.

Mi è chiaro il concetto di non far scendere la percentuale a livelli bassi e non tenere il mac per lunghi tempi con batteria scarica. Come mi è chiaro di dover periodicamente far scaricare tutta la batteria fino a 0 e ricaricarla fino a 100. Non mi è chiaro perché caricare il Mac la sera anche se ha una percentuale del 50% ad esempio. Teoricamente non aumenterebbe cosi il numero dei cicli visto che un ciclo l'ho chiuso a metà ad esempio?

Vi ringrazio in anticipo

Share this post


Link to post
Share on other sites

i cicli non so chiudono a metà, ma si chiudono con 2 meta, o con 3 terzi, o con 4 quarti, ecc.

Controlla e lo verificherai.

 

42 6.gif

 

Comunque, visto che repetita iuvant, posto un completo riassunto dei perché e dei percome:

 

 

Sul perché è meglio non essere "pigri"

 

La dinamica generale delle celle Li-Poli è nota, basterebbe persino quel che si trova su Wikipedia.

 

Comunque, non troppo in sintesi, le celle sono sempre cariche (presentano sempre una differenza di potenziale ai loro capi) e la situazione convenzionalmente definita 100% è quella il cui la tensione è di 4.20-4.35 volt mentre quella convenzionalmente definita 0% è quella in cui la tensione è ~3.0 volt.
Al di sopra di quel valore 100 un eccesso di carica distrugge le celle (le esplosioni...) ed a prevenire questo rischio pensano le normali precauzioni nella programmazione dell'hardware. Invece al di sotto del valore 0 i casi sono 2: da 3 a 2,7 volt "si può dire sommariamente che..." non capita nulla, ma al di sotto del valore limite 2,7V c'è la morte definitivamente irreversibile della cella e per questo il valore convenzionale 0 è scelto in logica prudenziale almeno a 3 volt, ma a volte anche più alto.

Per proteggere dal pericolo della scarica eccessiva, al contrario che per la carica, non esiste null'altro che la cultura dell'utente e, ovviamente, la cultura del produttore che su essa può influire.

Le batterie sono composte da più celle e la disarmonia di carica fra esse è stata a lungo una delle ragioni della scarsa longevità degli accumulatori, intesa come numero di cicli utili di carica e scarica raggiungibile. Il progresso più evidente s'è avuto attorno al 2008-9 quando il diffondersi dei sistemi di controllo della carica separati per ogni singola cella ha innalzato indicativamente da 300 a 1000 cicli la longevità media generale delle batterie di qualità (prima della discesa all'80% della capacità originale come internazionalmente convenuto). Tra l'altro il metodo ha soppresso la necessitò delle periodiche ricalibrazioni su cui non mi dilungo.

Comunque è evidente a tutti che qualcosa porta ineluttabilmente al progressivo esaurimento della capacità di qualsiasi cella di ricaricarsi nella stessa misura della carica precedente. Questo qualcosa è insito nel fatto che la composizione chimica delle molecole di anodo e catodo, la sede delle cariche e della criticità di qualsiasi batteria al Litio, al calare della tensione ed al permanere di valori bassi di tensione subisce un processo di degrado che si manifesta anche con mutazioni fisiche che oggettivamente riducono le dimensioni utili degli elementi. Se il processo avviene violentemente (ripetuti periodi di "abbandono" seguiti da tentativi "esagerati" di ricarica con tensioni mal calibrate) si hanno i noti rigonfiamenti con rottura dell'involucro e fuoriuscita dell'elettrolito.

Va da se che poiché per soddisfare la funzione di alimentazione di un'apparecchiatura il calo di tensione è ineluttabile, per misurare il buono ed il cattivo utilizzo di un accumulatore Li-Poli resta solo il tempo in cui questo stato in bassa tensione permane ...
quindi ...
... se la scarica e la ricarica al 100% si verificano con frequenza elevata invece che blanda lo stato criticamente negativo viene limitato nel tempo e ne conseguirà una più elevata vita utile (numero di cicli utili prima del raggiungimento dell'80%...).

Perciò mi pare ovvio che la pigrizia si paga, lato utente, mentre calibrare l'autonomia in modo che la ricarica sia necessariamente quotidiana, lato design, sia il modo più efficace per indurre l'utente al comportamento più virtuoso possibile.

Un esempio di utente virtuosissimo che ha raggiunto ben 1531 cicli con addirittura ancora l'88% di Health. Ha consumato quasi 2 cicli giornalieri usando il Mac sotto alimentatore per il tempo della ricarica del primo ciclo. In sostanza questo regime di utilizzo mantenendo lo stato di scarica della chimica delle celle il più limitato possibile nel tempo ha dilatato ben oltre la normalità il numero dei cicli eseguiti ed ancora attesi.
 

14t1zza.jpg

 

In conclusione: per qualsiasi device alimentato da accumulatori Li-Poli ben venga la messa in carica tutte le sere e il distacco dall'alimentazione la mattina successiva.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiarissimo, grazie.


Avevo una concezione sbagliata della chiusura di un ciclo. Infatti non ho mai caricato nessun dispositivo prima del 20% quando invece se si ha a disposizione una presa per caricarlo ben venga ricaricarlo per ridurre, come hai detto, il tempo in cui è in bassa tensione.


Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi, ma è normale che nel giro di 7-8 cicli la vita della batteria è scesa dal valore 106% al valore 101%? Inoltre oscilla frequentemente.


Uso Battery Health e da poco Coconut. 


Ad esempio seguendo i vostri consigli ieri sera quando sono tornato a casa dall'università ho messo il mac (che aveva una percentuale del 40% abbondante) al carico tutta la notte ( in modalità stop). Stamattina staccandolo ho visto che la percentuale è scesa dal 103% al 101% e ora oscilla tra 102% e 101% frequentemente( sempre vedendo battery health ).


Cosa può essere? Non l'ho mai tenuto con batteria scarica, venerdì ho consumato tutta la carica fino allo 0% e l'ho prontamente ricaricato fino al 100%.


 


https://www.dropbox.com/s/reur7kj4xxk1m1p/Schermata%202015-01-27%20alle%2008.45.54.png?dl=0


https://www.dropbox.com/s/bfd4xojs13f765d/Schermata%202015-01-27%20alle%2008.46.06.png?dl=0


https://www.dropbox.com/s/obnday718ww2rkv/Schermata%202015-01-27%20alle%2008.46.17.png?dl=0


 


Grazie in anticipo a chi mi aiuterà a capire dove sbaglio.


 


Edit: anche ora usandolo la percentuale è scesa al 100%


Share this post


Link to post
Share on other sites

Come vedi da coconutBatteri la Design capacity della tua batteria è di 8440 mAh ed il dato è confermato in Original Max da Battery Healt.


 


Quello è il valore che gli sviluppatori possono inserire nei loro programmi, non altro. Purtroppo coconut ha perso la possibilità di modificarlo da parte dell'utente. Questo era utile perché le batterie sono chimica e quindi il margine di variabilità del dato originale è elevato ed infatti quasi tutte le batterie che compiono rapidamente il tragitto fabbrica-acquirente tendono ad avere un valore superiore, poco o tanto, ma più raramente anche inferiore.


 


Non ti sei chiesto come sia possibile che la tua batteria abbia un valore di Healt superiore al 100%.


Non ti pare strano?


Tu hai "ora" ben 127 mAh in più di quelli teorici.


 


In sostanza ti stai fasciando la testa per nulla. Già i valori della prima decina di cicli sono da prendere sempre con le pinze perché c'è un periodo di assestamento e rodaggio più che normale. Comunque ogni due o tre giorni, quando viene comodo ed utile, usa tutta la carica ricaricando subito. Questo eseguito "qualche volta" aiuta un certo "risveglio" delle batterie nuove con una stabilizzazione del loro rendimento. Poi finché le letture non scenderanno sotto il 100% di Healt lascia perdere qualsiasi rilevazione perché esse si basano sul dato standard che è "inevitabilmente sbagliato" rispetto a quello reale.


 


Esegui preferibilmente le letture da archiviare in coconut con la ricarica completata e quindi col dato della carica disponibile: 100%.


 


In termini esclusivamente aritmetici e teorici ai 1000 cicli attesi in rapporto al consumo del 20% della capacità di carica dovrebbe corrispondere un calo del 1% "mediamente" ogni 50 cicli.


 


42 6.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve, ho giusto postato ieri la mia situazione in un'altra sezione, raccontando dei miei problemi di batteria e giustamente sono stato reindirizzato su questa utilissima discussione . Il mio è un mac book pro early 2011 con soli 170 cicili di carica completati e una capacità di batteria attuale, se ho capito bene, pari circa al 60%. 


Insomma, in parole povere, sta messa proprio male e la sua durata è di scarse 2h. Leggendo il post mi è chiaro forse dove ho sbagliato e come comportarmi in futuro. Ho già acquistato da Ifixit una batteria nuova che monterò per conto mio a breve. In Olanda, dove sono al momento, al centro Apple mi hanno chiesto qualcosa come €200 tra batteria e manodopera che mi è sembrato un pò esagerato. In Italia quanto dovrebbe costare?


Alla fine, con gli stessi soldi, in rete, ho acquistato anche un upgrade di memoria da 4 a 8gb (200€ batteria + memoria). E' un prezzo ragionevole?


Tornando alla batteria, ho un solo dubbio: per necessità può succedere che il mio mac rimanga spento per 2 mesi all'anno. Quali precauzioni prendere?


Solo carica al 100% e incrociare le dita?


Grazie


Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now