Antony82

SSD + HD su macbook pro

Recommended Posts

Ciao ragazzi!
Vi scrivo per chiedervi un parere.
Vorrei comprare un ssd per il mio macbook pro (early 2011) da abbinare all'hd che ho attualmente (750GB).
Mi sembra di aver capito che la cosa migliore sia sostituire il lettore cd (di cui non me ne faccio nulla) con l'hd che ho attualmente (comprando quindi un adattatore); ed installare il nuovo SSD nello spazio che ospita l'hd (in maniera tale da poter sfruttare la velocità di collegamento a 6 Gigabit).
Me lo confermate?

Stavo pensando di comprare questo: http://www.amazon.es/Crucial-CT120M500SSD1-s%C3%B3lido-interno-Serial/dp/B00BQ4F9ZA/ref=sr_1_107?s=computers&ie=UTF8&qid=1399028830&sr=1-107
Potreste dirmi se è un buon modello? Basteranno 120GB per installare solo i programmi?

Questo invece va bene come adattatore: http://www.amazon.es/adaptador-MacBook-sustituye-SuperDrive-carcasa/dp/B00A2VNUK4/ref=wl_it_dp_o_pC_nS_nC?ie=UTF8&colid=20PJBM5ZS5M0X&coliid=IV8DUNXBPQNTZ  ??

Grazie mille

Share this post


Link to post
Share on other sites

Indicativamente realizzare una configurazione Dual Disk va bene, quell'adattatore è adatto ed ha un ottimo rapporto qualità prezzo, ma l'HD deve restare al suo posto per godere della protezione della tecnologia Sudden Motion Sensor.

Solo nei modelli di Mac in cui le 2 porte SATA godono di prestazioni diverse ha senso rischiare (consapevolmente) l'integrità  dell'HD per avere più prestazioni dall'SSD. Il tuo, fosse un 13", proporrebbe seriamente il dilemma mentre fosse un 15" quasi sicuramente anche la SATA per il masterizzatore sarebbe di tipo 3.

Comunque il dato 'negoziato' col Superdrive non fa testo mentre la settimana di produzione è molto più indicativa e più ci si allontana dal febbraio del primo rilascio più è probabile che non ci siano problemi. Proverei sicuramente prima a valutare i dati con l'SSD inserito nell'adattatore e 'valuterei' l'inversione solo dopo che la pratica indicasse chiaramente che la seconda porta SATA p di tipo 2.

Il modello di SSD è troppo complicato da consigliare, bisognerebbe averne provati (a lungo) tanti, e questo forse (!) nessuno lo ha fatto nemmeno fra i commentatori più accreditati.

42 6.gif

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per aver risposto.

Nel mio caso si tratta proprio di un 15 pollici.
Come faccio a sapere che tipo di SATA è quella del masterizzatore?
 

Questi i dati che mi compaiono sulle due connessioni:
 

Intel 6 Series Chipset:

 

  Fornitore: Intel

  Prodotto: 6 Series Chipset

  Velocità collegamento: 6 Gigabit

  Velocità link negoziata: 3 Gigabit

  Interconnessione fisica: SATA

  Descrizione: AHCI Version 1.30 Supported
 

Intel 6 Series Chipset:

 

  Fornitore: Intel

  Prodotto: 6 Series Chipset

  Velocità collegamento: 3 Gigabit

  Velocità link negoziata: 1.5 Gigabit

  Interconnessione fisica: SATA

  Descrizione: AHCI Version 1.30 Supported

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo sembra che tu abbia uno dei primissimi modelli e che la SATA per il Masterizzatore sia di tipo 2.

 

Se monterai l'HD nell'adattatore dovrai sempre fare attenzione a non muovere il MBP in funzione e, quando chiuso e messo in Stop, prima che il led abbia cominciato a pulsare regolarmente.

Ti spiace individuare con l'aiuto di questi 2 siti l'esatta settimana di produzione del tuo MBP?

Identify Your Mac - Lookup your unit by Apple Serial Number or Model Number

Klantenservice: Serienummers

42 6.gif

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok grazie mille...

cmq non penso che la tecnologia Sudden Motion Sensor sia così importante.. cioè io sapevo che era solo per cadute e urti, ma nell'utilizzo e negli spostamenti di tutti giorni dovrebbe essere ininfluente, o mi sbaglio?

Un altro dubbio che mi resta è sulla capacità dell'SSD, non so se 128 saranno sufficienti per il SO e tutti i programmi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se usi il MBP sulle ginocchia, in poltrona o a letto, se lo chiudi ed immediatamente lo appoggi energicamente sulla scrivania o lo getti sul letto ... oppure in treno lo chiudi ed immediatamente lo infili in borsa e rapidamente guadagnare l'uscita prima che si formi la coda ... ed in tutti i casi analoghi ed omologabili ... a salvare la vita del tuo HD e l'integrità  dei tuoi dati c'è il sensore di movimento che solleva e parcheggia 'rigidamente' la testina di registrazione.

Se non fai mai queste operazioni, e sei sicuro che non incorrerai mai nella possibilità  di perdere i dati per ragioni del genere, allora fidati a disabilitare le condizioni di sicurezza predisposte da Apple. Come si suol dire: ... avvisato mezzo salvato.

Un HD nella configurazione Dual Disk con l'SSD d'avvio è a tutti gli effetti come un HD esterno e quindi è smontabile dalla scrivania. Ovviamente finchè tieni aperti programmi come iTunes ed iPhoto, e le librerie a cui puntano si trovano sull'HD, il sistema non consentirà  di smontare quel disco.

OS X occupa circa 7-8 GB più il file sleepimage (in /private/var/vm) che pesa come tutta la RAM di cui è dotato il MBP. In genere una dotazione media di applicazioni non supera i 40-50 GB a meno che non si tratti di programmi che necessitano di grandi librerie (Garageband rientra fra questi se 'ben dotato'). Quindi dei 120 GB indicativamente disponibili di un SSD di piccola taglia (gli altri sono riservati alla 'Spare area' che funziona da 'ruota di scorta' per i settori che si dovessero via via danneggiare nel tempo) almeno una cinquantina restano disponibili come spazio di lavoro. Sempre per un utilizzo indicativamente standard questa dimensione è  più  che sufficiente a meno che non si sprechi spazio per tenere 'anche' l'archiviazione di dati che invece è una funzione che andrebbe totalmente affidata all'HD.

Un possibile metodo di utilizzo della configurazione Dual Disk (al momento il link non funziona e solo nella pagina seguente è accessibile la replica: link)

42 6.gif

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti ringrazio per tutte le informazioni, utilissime.

Uno dei programmi con il quale riscontro sempre un gran rallentamento (praticamente da sempre, persino nei primi mesi di vita del macbook) è Aperture. Lo utilizzo in maniera tale che i file originali sono in una cartella distinta rispetto alla libreria di aperture; sicuramente metterò la libreria nell'SSD, ma non so se mi converrà tenere i file originali nell'hd meccanico. È una delle cose che dovrò valutare. Per il resto utilizzo un sacco di programmi, ma credo che quelli realmente pesanti saranno solo la suite di Adobe e Office.
Quindi devo valutare bene tra l'SSD da 120 Gb e quello da 240 Gb.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tieni presente che se il Sistema operativo non risiede sull'HD allora tutto il funzionamento si avvale di 2 canali di comunicazione separati CPU-GPU con SSD e CPU-GPU con l'HD. Non è una velocizzazione da poco.

Aperture è un programma pesante di suo e rimedi non ne vedo finchè non lo modernizzeranno in una version X come hanno fatto per FinalCut e LogicPrpoA parte lo schema funzionale che ti ho linkato (continua inspiegabilmente a non funzionale il link originale) in sostanza io ti consiglierei di usare la libreria di default che viene generata nella cartella Immagini (iPhoto-Aperture) come libreria di lavoro e poi esporterei le immagini finite in una libreria di archivio sull'HD e svuoterei la libreria di lavoro.

L'idea di usare un SSD per archiviarci file a me sembra davvero perversa visto che il costo per GB è ancora assurdo per quella funzione. Se lo si vuol fare allora conviene (tecnicamente, non economicamente) montare un SSD da 1 TB ed usare l'HD per portarsi al seguito il Backup comodamente interno al MBP. I dati su SSD IMPONGONO un backup ancora più attento e frequente che sull'HD perché le memorie flash se ti abbandonano (e capita...) ti lasciano ancora più nelle peste di quando a farlo è un HD. lo fanno improvvisamente e totalmente mentre un HD da sempre segnali premonitori che con un po' d'esperienza ed il minimo di sensata prudenza si interpretano come si deve.

 

42 6.gif

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi, se ho capito bene, la libreria di Aperture la terresti sempre vuota ?
Il fatto è che il funzionamento di aperture è davvero complicato, a distanza di anni non sono ancora riuscito a capirlo bene..
Comunque in linea di massima quello che faccio io è: scaricarmi tutte le foto dalla scheda ad una cartella che contiene appunto gli originali, e poi importarmi le copie delle cartelle/file che mi interessano dentro la libreria di aperture, in maniera tale da avere sempre gli originali in una cartella distinta, e le foto che ritocco dentro della libreria, pronte per essere visualizzate, rielaborate, ed esportate (difficilmente esporto file ritoccati, lo faccio solo nei casi in cui debba stampare o utilizzare la foto per il web, e poi in ogni caso cancello il file esportato).
Se ho capito bene, mi stai consigliando di smettere di utilizzare Aperture come visualizzatore, ed utilizzarlo solo come area di lavoro temporanea (importo la foto, la ritocco, la esporto, e cancello la foto dalla libreria di Aperture). Ho capito bene?

 

Alla luce di tutto ciò, e considerati i programmi che installo, mi consigli comprare la versione da 120GB?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Similar Content

    • By David TSI
      Buongiorno a tutti,
      premetto che ho cercato un po' nel forum e, più in generale, in internet ma non ho trovato nulla.
      Possiedo un iMac 5K Retina 27 pollici, Fine 2014 con Fusion Drive da 3TB che risulta essere pieno al 10/15%.
      Ho una vasta libreria di font gestita da Libro Font (614 totali, 355 utente) e quando installo una nuova font noto che sempre più spesso Libro Font tende a rallentare il processo di installazione, quello di visualizzazione dell'antemprima e quello, nel caso, di eliminazione.
      Mi sono accorto di questo rallentamento man mano che procedevo con le installazioni. Va da sè che:
      – o Libro Font non è nato per gestire così "tante" font e quindi necessito di un Font manager evoluto.
      – o oggettivamente il sistema gestisce lentamente "tutte queste" font e necessito di un SSD su cui spostarle tutte.
      Se la soluzione fosse la prima, tranne per il fatto che dovrei studiare come non creare conflitti e trovare un Font Manager buono, non ci sarebbero troppi problemi.
      Se la soluzione fosse la seconda, esiste un modo per spostare SOLO la libreria Font dell'utente su un SSD esterno? Tipo libreria iTunes su HDD esterno?
      Grazie in anticipo.
    • By mav3r1ck
      Ciao a tutti,
      ho un macbook pro early 2011 che ho upgradato con SSD da 500 gb e 16 MB di RAM a 1600 Mhz (mi pare di ricordare che questo mac accettasse anche ram più veloce di quella in dotazione, magari dico una stupidaggine).
      Va tutto benissimo, fa il suo lavoro e vorrei evitare di spendere 2000 euro per avere uno di quelli nuovi con stesso hd e ram, magari un processore migliore, ma senza porte USB.
      La cosa più stressante che ci faccio è ritoccare e convertire foto con Lightroom, che comporta importarle nella libreria, esportarle, up e download dal cloud di Adobe.
      Ecco in questi casi, la CPU va a palla e il mac si surriscalda, quasi non si riesce a tenere sulle gambe. Idem a volte se apro parecchie pagine web.... Per darvi un'idea allego un print screen del mio monitoraggio attività attuale e delle temperature rilevate da macs fan control
      Insomma ho il sospetto che o 1) ho aggiornato tutto e non il processore, ed è quello che soffre di più o 2) la ventola non raffredda più bene, magari sporca, e quindi gira fortissimo e in vano.
       
      Che ne pensate? c'è un modo per capire delle due l'una? Immagino il processore non sia sostituibile.... non in modo casalingo almeno



    • By MattiaCheli
      Avrei bisogno di un consiglio su quale configurazione scegliere per il mio nuovo MacBook Pro 13” 2018. Considerando, oltre al classico utilizzo per studio (Web, Word...), l’uso di programmi di photoediting come Photoshop e Lightroom e prevedendo di dover utilizzare questa macchina per molto tempo (oltre 5 anni), non ho problemi a trasferire file/foto su un drive esterno, quale setup è più indicato per le mie esigenze? 
      - MacBook Pro 13” con Touchbar, 256gb e 16gb RAM
      - MacBook Pro 13” con Touchbar, 512gb e 8gb RAM 
      So benissimo che il meglio sarebbero 512gb e 16gb RAM,  ma già la cifra è alta e aggiungere altri 250/240€ sarebbe poco fattibile per me, eventualmente ne varrebbe veramente la pena?
      Preciso che la scelta è ricaduta sul MacBook per questioni di affidabilità e durabilità, per il sistema operativo macOS, la portabilità e, per essere sinceri, il design, nonché per l’ottimizzazione riguardo alcuni programmi; inotre possedendo un iPhone, anche per un fatto di compatibilità.
      Da considerare che sono uno studente e ho la possibilità di ricevere lo sconto Education. 
    • By Marco Cinelli
      Salve a tutti e grazie anticipatamente per le risposte che mi darete (se me le darete ).
      Ho installato un ssd Samsung 830 evo da 250 GB sul mio Macbook Pro 7.1 Metà  2010 da 2.66 ghz.
      Ora vorrei acquistare un adattatore (tipo optibay) ed inserire il vecchio HDD al posto del superdrive.
      Ho provato a cercare in rete quello giusto ma le descrizioni sono troppo frammentate e le opinioni sui vari prodotti contrastanti.
      Qualcuno di voi ha già fatto questo processo? Se si, quale adattatore avete acquistato? Vantaggi/Svantaggi?
      Io ho trovato, tra gli altri, questi. Ma alcune recensioni mi hanno lasciato un pò perplesso.
      http://www.amazon.it/LEICKE-Adattatore-universale-modelli-MacBook/dp/B00803HWGE/ref=cm_cr_pr_product_top
      http://www.amazon.it/Adattatore-MacBook-custodia-argento-SuperDrive/dp/B00A2VNUK4/ref=sr_1_1?s=electronics&ie=UTF8&qid=1382451083&sr=1-1&keywords=optibay+macbook+pro
      Spero che mi darete una mano. Grazie a tutti.