Recommended Posts

Salve, ho notato che il mio Imac è diventato più lento soprattutto all'avvio. Per aprire una applicazione a volte devo aspettare più di 10 secondi. Ho aperto così Monitoraggio attività e ho notato che un processo è ripetuto. Si tratta di Google Chrome Helper. Si veda immagine allegata. Cosa posso fare inoltre per velocizzare l'accensione e l'avvio dei programmi?


Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggi questo articolo Mac bollente? Sbarazzatevi di Google Chrome


 


Sarebbe il caso che tu spiegassi che tipo di Mac è, che OS c'era installato in precedenza, che versione c'è ora, se hai installato in modo pulito o hai Aggiornato ... ed altri particolari che potrebbero essere utili. Qui di indovini non ce n'è.


 


L'articolo di navigaweb.net Ã¨ abbastanza generico, ma qualche verità la mette nella giusta prospettiva. Solo che le soluzioni sono pasticciate.


 


Senza entrare nel merito io ti consiglierei di eseguire per prima cosa questo minimo ciclo di manutenzione: imac che impazzisce


Poi di  scaricare EtreCheck, lanciarlo e quindi scorrendo il suo report potrai già capire se hai driver di programmi che non usi mai, o mal rimossi, che comunque si prendono tempo per essere caricati; se hai plug-in altrettanto ingombranti: cosa è rimasto in arretrato di aggiornamento ed infine avrai un'idea dell'attività di swapping (paging nei PC) espressa dal numero di pagine in entrata ed uscita.


Per quest'ultimo aspetto eventualmente usa Monitoraggio Attività per andare alla ricerca quei processi che si succhiassero risorse.


 


Infine, con a disposizione un HD esterno di pari dimensioni e vuoto, ti consiglio di scaricare Carbon Copy Cloner (trial localizzato in italiano perfettamente funzionante per 30 giorni) e di clonare interamente il tuo HD in quel disco con l'opzione che lo renderà disco di boot a tutti gli effetti.


Poi avvia da quello e controlla che tutto quanto sia esattamente come sull'HD originale. (CONTROLLA BENE!)


Infine potrai inzializzare l'HD del Mac (se avesse intorno ai 4 anni o più sarebbe meglio cambiarlo perché non più affidabile) e compiere il percorso di clonazione a ritroso. Su un disco particolarmente pieno e già anziano l'inizializzazione andrebbe eseguita con la prima opzione di sicurezza che scrive uno 0 in ogni locazione di memoria.


 


Questo costituisce il miglior modo di deframmentare una installazione, rimescolando opportunamente i settori occupati e quelli liberi, senza però oberare il disco dell'enorme quantità di cancellazioni e riscritture di un classico processo eseguito sfruttando solo lo spazio libero rimasto.


 


Se tu volessi avere un'idea della frammentazione prima e di quella dopo potresti visionaria con iDefrag Demo (download diretto)


 


Buone pulizie.


 


La velocizzazione hardware eventualmente è tutt'altra cosa e spesso è molto efficace.


 


42 6.gif


 


Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggi questo articolo Mac bollente? Sbarazzatevi di Google Chrome

 

Sarebbe il caso che tu spiegassi che tipo di Mac è, che OS c'era installato in precedenza, che versione c'è ora, se hai installato in modo pulito o hai Aggiornato ... ed altri particolari che potrebbero essere utili. Qui di indovini non ce n'è.

 

L'articolo di navigaweb.net Ã¨ abbastanza generico, ma qualche verità la mette nella giusta prospettiva. Solo che le soluzioni sono pasticciate.

 

Senza entrare nel merito io ti consiglierei di eseguire per prima cosa questo minimo ciclo di manutenzione: imac che impazzisce

Poi di  scaricare EtreCheck, lanciarlo e quindi scorrendo il suo report potrai già capire se hai driver di programmi che non usi mai, o mal rimossi, che comunque si prendono tempo per essere caricati; se hai plug-in altrettanto ingombranti: cosa è rimasto in arretrato di aggiornamento ed infine avrai un'idea dell'attività di swapping (paging nei PC) espressa dal numero di pagine in entrata ed uscita.

Per quest'ultimo aspetto eventualmente usa Monitoraggio Attività per andare alla ricerca quei processi che si succhiassero risorse.

 

Infine, con a disposizione un HD esterno di pari dimensioni e vuoto, ti consiglio di scaricare Carbon Copy Cloner (trial localizzato in italiano perfettamente funzionante per 30 giorni) e di clonare interamente il tuo HD in quel disco con l'opzione che lo renderà disco di boot a tutti gli effetti.

Poi avvia da quello e controlla che tutto quanto sia esattamente come sull'HD originale. (CONTROLLA BENE!)

Infine potrai inzializzare l'HD del Mac (se avesse intorno ai 4 anni o più sarebbe meglio cambiarlo perché non più affidabile) e compiere il percorso di clonazione a ritroso. Su un disco particolarmente pieno e già anziano l'inizializzazione andrebbe eseguita con la prima opzione di sicurezza che scrive uno 0 in ogni locazione di memoria.

 

Questo costituisce il miglior modo di deframmentare una installazione, rimescolando opportunamente i settori occupati e quelli liberi, senza però oberare il disco dell'enorme quantità di cancellazioni e riscritture di un classico processo eseguito sfruttando solo lo spazio libero rimasto.

 

Se tu volessi avere un'idea della frammentazione prima e di quella dopo potresti visionaria con iDefrag Demo (download diretto)

 

Buone pulizie.

 

La velocizzazione hardware eventualmente è tutt'altra cosa e spesso è molto efficace.

 

42 6.gif

Colpito e affondato.

Mi scuso.

Il mio è un Imac acquistato fine 2013 o inizio 2014 non ricordo.

Ha un mac os 10.8.5 e non è stato aggiornato tranne qualche applicazione come itunes o altro.

 

Provo ad usare safari ma il mio problema è l'avvio. Visto che uso l'ipad mini come modem (ho una sim dati) collegato via usb, presumo possa rallentarlo all'accensione.

Adesso mi sono fatto l'adsl e proverò per capire se era dovuto al collegamento con l'ipad.

In caso contrario effettuerò un pò di pulizie.

 

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Colpito e affondato.

Mi scuso.

Il mio è un Imac acquistato fine 2013 o inizio 2014 non ricordo.

Ha un mac os 10.8.5 e non è stato aggiornato tranne qualche applicazione come itunes o altro.

 

Provo ad usare safari ma il mio problema è l'avvio. Visto che uso l'ipad mini come modem (ho una sim dati) collegato via usb, presumo possa rallentarlo all'accensione.

Adesso mi sono fatto l'adsl e proverò per capire se era dovuto al collegamento con l'ipad.

In caso contrario effettuerò un pò di pulizie.

 

Grazie

 

Hai riabilitato simpaticamente un cognome ... ... ...

 

Bisognerebbe capire che tipo di iMac è (21.5" o 27"?) e che tipo di memorizzazione di massa hai acquistato. Se tu avessi solo un HD da 5400 rpm su un 21.5" allora le lentezze sarebbero relativamente comprensibili (anche se il disco in se è fra i più veloci della sua categoria).

Se tu avessi Fusion Drive la questione andrebbe indagata meglio.

Se tu avessi acquistato l'SSD da 256GB il problema potrebbe essere grave.

 

Quelle pulizie sono cosa da una mezzoretta al massimo dei massimi. Non farti intimidire e procedi con calma ed attenzione.

Aggiorna a Mavericks solo dopo averle fatte, ma aggiorna (!) perché molte cose sono migliorate ed ormai è alla versione .9.4 mentre già Yosemite sta facendo strage nei cuori di chi lo sta testando.

Tra l'altro anche Safari è parecchio evoluto dalla versione che hai installato tu.

 

Se vuoi individuare cosa rallenta all'accensione potresti eseguire un avvio in verbose mode tenendo premuto cmd-V dal suono d'avvio. Se vedi lo scorrere delle operazioni eseguite arrestarsi per un certo periodo significa che quella che verrà elencata successivamente richiede quel tempo lungo. Poi se addirittura vedessi più tentativi di effettuare lo stesso caricamento, magari esplicitamente segnalati come falliti, allora individuare quel responsabile diventa pure più facile.

 

42 6.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now