454734

Sostituzione SSD/Superdrive software

Recommended Posts

Salve a tutti!


Sono intenzionato a sostituire il prima possibile il Superdrive del MBP (13" Mid 2012) con un nuovo SSD (nel bay dedicato ho già un altro SSD). Mi sono già documentato a sufficienza riguardo alla pate hardware ma mi stavo chiedendo cosa comporti la sostituzione dal punto di vista software.


Una volta riacceso il MB dopo la sostituzione, l'SSD viene automaticamente riconosciuto senza problemi, ed è subito accessibile e utilizzabile, oppure devo fare qualche operazione successiva di qualsiasi tipo?


In particolare - scusate per la domanda forse un po' ingenua - dato che vorrei partizionare il nuovo SSD in due - una parte minore per Windows in NTFS e una maggiore per i dati, in HFS+ - sarebbe possibile poter "fondere" le due partizioni formattate per Mac OS in modo da poterle leggere come una sola? É un'operazione che ha senso?


Grazie mille!


 


 


Stefano


Share this post


Link to post
Share on other sites

Se sostituirai il Superdrive con un adattatore (sono utili le guide di iFixit anche per inserire questo modello che va per la maggiore e costa meno) non vedo perché dovresti anche rinunciare alla capacità d'archiviazione di un HD. Personalmente sono assolutamente contrario ad impiegare un SSD per l'archiviazione dei DATI mentre ne sono un sostenitore esclusivamente per OS, App e spazio di lavoro.


Sono anche ENERGICAMENTE contrario all'impiego di Fusion Drive che per molteplici ragioni ritengo una soluzione per utenti "mediocri" più che medi.


Questo è il mio modo d'intendere una configurazione Dual Drive (link) che non è da prendere in considerazione in termini categorici, soprattutto se non ne si capisce e condivide l'utilità di ogni aspetto.


 


Se purtroppo hai un SSD piccolo l'unica è sostituirlo con uno più grosso, ma da questo a scadere nel TUTTO SSD ce ne passa e per ora nessuno me ne è mai riuscito a spiegare l'eventuale utilità.


 


Per realizzare una configurazione Dual Boot in genere basta un SSD da 256GB perché 128 GB in genere sono sufficienti per un OS completo ed una dotazione media di programmi. Lo spazio comunque lasciato libero è sufficiente per trattare anche un file da decine e decine di GB o contemporaneamente più di un file comunque sull'ordine dei 10GB di peso.


Al di fuori di queste esigenze estreme e da videomaker professionista ragioni non ne vedrei.


Persino il Mac Pro parte da una fornitura di "soli" 256 GB di SSD.


 


Da non scordare che la protezione dei dischi meccanici Sudden Motion Sensor funziona solo nella collocazioni originale, quindi l'SSD va sempre nell'adattatore e l'HD al suo posto originale..


 


42 6.gif


Share this post


Link to post
Share on other sites

Se sostituirai il Superdrive con un adattatore (sono utili le guide di iFixit anche per inserire questo modello che va per la maggiore e costa meno) non vedo perché dovresti anche rinunciare alla capacità d'archiviazione di un HD. Personalmente sono assolutamente contrario ad impiegare un SSD per l'archiviazione dei DATI mentre ne sono un sostenitore esclusivamente per OS, App e spazio di lavoro.

Sono anche ENERGICAMENTE contrario all'impiego di Fusion Drive che per molteplici ragioni ritengo una soluzione per utenti "mediocri" più che medi.

Questo è il mio modo d'intendere una configurazione Dual Drive (link) che non è da prendere in considerazione in termini categorici, soprattutto se non ne si capisce e condivide l'utilità di ogni aspetto.

 

Se purtroppo hai un SSD piccolo l'unica è sostituirlo con uno più grosso, ma da questo a scadere nel TUTTO SSD ce ne passa e per ora nessuno me ne è mai riuscito a spiegare l'eventuale utilità.

 

Per realizzare una configurazione Dual Boot in genere basta un SSD da 256GB perché 128 GB in genere sono sufficienti per un OS completo ed una dotazione media di programmi. Lo spazio comunque lasciato libero è sufficiente per trattare anche un file da decine e decine di GB o contemporaneamente più di un file comunque sull'ordine dei 10GB di peso.

Al di fuori di queste esigenze estreme e da videomaker professionista ragioni non ne vedrei.

Persino il Mac Pro parte da una fornitura di "soli" 256 GB di SSD.

 

Da non scordare che la protezione dei dischi meccanici Sudden Motion Sensor funziona solo nella collocazioni originale, quindi l'SSD va sempre nell'adattatore e l'HD al suo posto originale..

 

42 6.gif

 

Quindi sostanzialmente mi staresti consigliando di mettere l'SSD che già ho al posto del Superdrive e un nuovo HDD nel bay nativo?

Però dovrei avere sia Win che Mavericks sull'SSD e lasciare nell'HDD tutto il resto. Capisco che - come illustri per il tuo workflow - in questo modo il processo possa essere lineare, e sicuramente è coerente per un videomaker, però a me tornerebbe male.

Capisco anche la tua avversione all'SSD come contenitore dati, ma in realtà - ma sono opinioni personali - sono fortemente contrario, allo stato attuale della tecnologia, ai vecchi HDD, per quanto buoni e capienti possano essere. Gli SSD hanno per fortuna raggiunto prezzi abbastanza abbordabili e non vedo perchè non sfruttarne tutte le caratteristiche. Personalmente, poi, col vecchio Vaio ho avuto un'esperienza infelice, dato che una volta mi cadde e - SMS o no - l'hard disk non funzionò mai più a dovere da quella volta, fino a che il computer era semi inutilizzabile. Mai più roba meccanica, da quella volta, mi son detto.

 

Il problema è che l'SSD che ho già è da 128GB e non basterebbe mai per contenere sia Win che MacOS, e va da sè che non vorrei mai e poi mai comprarne uno nuovo da 256 soltanto per sostituire quello che già ho, che ha appena un anno e mezzo. Quando comprai il Mac ci feci mettere l'SSD da 128 perchè i prezzi (soprattutto Apple) erano proibitivi e ora ho bisogno di più memoria essenzialmente per avere Win, non per i dati. (Allo stato attuale, sul 128, con solo Mac OS installato + programmi + alcuni dati viaggio sull'ordine dei 15/20 GB liberi in media).

I miei dati esterni sono essenzialmente film, file di installazione di programmi e dati relativi all'università: soltanto questi ultimi (circa 60 GB) verrebbero messi sul Mac sia nel caso di nuovo HDD che di nuovo SSD.

Quindi il fatto è che non ho bisogno di molta memoria, ma piuttosto di avere un computer molto performante con entrambi i sistemi operativi e con dati sempre accessibili velocemente (uso time machine regolarmente, quindi non sono abituato a copiare file da un HDD esterno per lavorarci visto che in ogni evenienza ho backup sempre disponibili). Se mettessi un HDD avrei un Windows lentissimo - da evitare... - e dati con tempi di caricamento eterni (spesso file PSD da 1, 2 anche 3GB...non posso permettermi di aspettare un minuto o due ogni volta per aprirli, se l'SSD me lo fa in pochi istanti.

Tra l'altro, studiando Architettura, quando sono sotto esame è facile avere materiale d'esame che da solo occupa 10/20GB, per ogni esame in corso d'opera...mentre ci sono periodi di esami più leggeri dove il Mac è semivuoto. Lo spazio occupato fluttua abbastanza repentinamente ma non è mai tale da richiedere centinaia di GB di archiviazione. Piuttosto, essendo dei dati che uso regolarmente, ogni giorno, preferisco averli sempre a portata di mano sull'SSD con tempi di caricamento e salvataggio molto brevi.

 

In ogni caso, ritorno alla domanda: con una configurazione come quella che ho specificato, come mi comporto da software?

C'è da compiere qualche operazione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se sei così determinato bisogna solo prenderne atto.


 


Allora in considerazione del fatto che hai indicato come minore la necessità di Windows in sostanza potresti tendere a destinare gli attuali 128 GB per quell'OS ed il nuovo SSD per OS X determinandone la misura in funzione delle esigenze. Questo non è quel che Apple prevede. Per Cupertino dovresti staccare una partizione Boot Camp sul disco d'avvio e seguendo quella procedura installarci W7 oppure W8. Questo costringe ad una gestione di partizioni che nella configurazione Dual SSD secondo me sarebbe solo confusionaria.


 


Esiste un modo per installare su un HD esterno a quello d'avvio Windows 8 o successivi (solo quella versione perché impostata su EFI come OS X):


Windows 8 Portable su pendrive o hard disk | Backlab's Weblog


 


Perciò quel che farei io sarebbe:


  1. installazione dell'SSD nel MBP:
  2. sua inizializzazione con Utility Disco con Tabella partizioni GUID e formato Mac OS esteso (Journaled);
  3. clone dell'attuale SSD in quello nuovo utilizzando Carbon Copy Cloner (guida);
  4. test completo della nuova installazione (che cesserà d'essere un clone immediatamente dopo essere stata usata come disco d'avvio);
  5. inizializzazione del vecchio SSD secondo le indicazioni della guida linkata;

Questo a meno che non serva invece realizzare come variante una doppia partizione nel nuovo SSD per avere uno spazio d'archiviazione separato o per averlo in un formato d'interscambio multipiattaforma che di norma è ExFAT.


 


Di fatto avresti 2 computer in uno totalmente indipendenti l'uno dall'altro e solo all'avvio dovresti verificare che non sia complesso scegliere quale preferire.


 


Visto che l'hai citato, non serve l'inizializzazione dei dischi in formato NTFS se non nel corso dell'esecuzione della procedura di Boot Camp, quando espressamente indicato, o di quella alternativa linkata.


 


42 6.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Se sei così determinato bisogna solo prenderne atto.

 

Allora in considerazione del fatto che hai indicato come minore la necessità di Windows in sostanza potresti tendere a destinare gli attuali 128 GB per quell'OS ed il nuovo SSD per OS X determinandone la misura in funzione delle esigenze. Questo non è quel che Apple prevede. Per Cupertino dovresti staccare una partizione Boot Camp sul disco d'avvio e seguendo quella procedura installarci W7 oppure W8. Questo costringe ad una gestione di partizioni che nella configurazione Dual SSD secondo me sarebbe solo confusionaria.

 

Esiste un modo per installare su un HD esterno a quello d'avvio Windows 8 o successivi (solo quella versione perché impostata su EFI come OS X):

Windows 8 Portable su pendrive o hard disk | Backlab's Weblog

 

Perciò quel che farei io sarebbe:

  1. installazione dell'SSD nel MBP:

sua inizializzazione con Utility Disco con Tabella partizioni GUID e formato Mac OS esteso (Journaled);

clone dell'attuale SSD in quello nuovo utilizzando Carbon Copy Cloner (guida);

test completo della nuova installazione (che cesserà d'essere un clone immediatamente dopo essere stata usata come disco d'avvio);

inizializzazione del vecchio SSD secondo le indicazioni della guida linkata;

Questo a meno che non serva invece realizzare come variante una doppia partizione nel nuovo SSD per avere uno spazio d'archiviazione separato o per averlo in un formato d'interscambio multipiattaforma che di norma è ExFAT.

 

Di fatto avresti 2 computer in uno totalmente indipendenti l'uno dall'altro e solo all'avvio dovresti verificare che non sia complesso scegliere quale preferire.

 

Visto che l'hai citato, non serve l'inizializzazione dei dischi in formato NTFS se non nel corso dell'esecuzione della procedura di Boot Camp, quando espressamente indicato, o di quella alternativa linkata.

 

42 6.gif

 

 

 

Mi sembra una soluzione adatta e accettabile, visto che il nuovo SSD sarà sicuramente da 256, in modo da ospitare OS + programmi e dati.

sicuramente è la soluzione più lineare e normale. Certo, 128 GB per Windows sono comunque tanti

Ma se invece impostassi il nuovo SSD da 256 (quello che metto nel bay del Superdrive) come disco di avvio, partizionandolo in due (diciamo sui 170-180 GB per Mac OS e i restanti per Windows) e lasciando quello esistente in HFS per i soli dati accessibili da Mac? C'è qualcosa che mi impedisce di farlo? Sarebbe l'opzione che secondo te è confusionaria? In pratica avrei un disco d'avvio partizionato + uno intero per soli dati (oppure con una piccola partizione come dici te, in ExFAT per lo scambio dei dati da Win a Mac...che comunque dovrebbe essere abbastanza limitato)

Share this post


Link to post
Share on other sites

...Certo, 128 GB per Windows sono comunque tanti ...

 

Se 128GB sono tanti per Windows stacca su quell'SSD la partizione in ExFAT d'interscambio. La stabilità di OS X è assicurata, mentre quella di Windows non altrettanto, quindi se tieni separati i dischi (e le mappe delle partizioni: GUID per Mac e MBR per Windows) a me sembra tutto parecchio più equilibrato mentre la capacità d'archiviazione non ne risente affatto. Non scordare che il disco non utilizzato può essere smontato dalla scrivania così si spegne e riduce il consumo della batteria (per riattivarlo c'è l'apposito pulsante nella Barra Strumenti di Utility Disco)

 

42 6.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se 128GB sono tanti per Windows stacca su quell'SSD la partizione in ExFAT d'interscambio. La stabilità di OS X è assicurata, mentre quella di Windows non altrettanto, quindi se tieni separati i dischi (e le mappe delle partizioni: GUID per Mac e MBR per Windows) a me sembra tutto parecchio più equilibrato mentre la capacità d'archiviazione non ne risente affatto. Non scordare che il disco non utilizzato può essere smontato dalla scrivania così si spegne e riduce il consumo della batteria (per riattivarlo c'è l'apposito pulsante nella Barra Strumenti di Utility Disco)

42 6.gif

Ciao 42,

mi permetto di riprendere la discussione in quanto ho un problema simile.

Ho MBP 13 mid 2012 con HDD 500 GB. Sono orientato all'acquisto di SSD Samsung 850 Evo da 250 GB da sostituire al Super Drive.

Attualmente su HDD c'è partizione Bootcamp con win 7 da 150 GB circa.

Come posso procedere? È possibile usare SSD unicamente per OS X e lasciare Bootcamp su HDD, usando la partizione restante per i dati di OS X?

Spero in una tua risposta,

Grazie in anticipo.

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now