Sign in to follow this  
Maurizio Tome

Apple a manetta

Recommended Posts

Guest gennaro_mac

Monitor scarsino, mouse indecente, sistema operativo in caduta libera, tastiera striminzita, praticamente impossibile da upgradare.

Eccomi ... il prode difensore del primo iMac.

Allora. Il monitor non era affatto scarsino. Andava a 120hz per la 640x480, 95hz per la 800x600 (risoluzione secondo me ideale) e 75hz sulla 1024x768. Inoltre era molto nitido e con una buona resa cromatica. Occhio, sto sempre parlando del 233 originale. I monitor dei modelli successivi erano molto inferiori.

Discorso mouse ... bah, sai che ne uso uno ancora oggi ogni tanto? Seriamente, non ho mai avuto difficoltà con quel mouse, né mia moglie o gli altri che lo usarono. Poi ovvio, era ben inferiore al mouse ADB dei modelli beige. Però tutto sommato ... i modelli trasparenti successivi che si bloccavano o cigolavano ... :-P

Sistema operativo. Allora, capisco che magari chi gestiva un server con NT(??) o Linux poteva trovare System 8.1, 8.5 o 8.5 instabile, però da qui a definirlo un OS in caduta libera... Ricordo che quando uscì, cioé nel 1997, il System 8 se la vedeva con Windows 95/98 e subito dopo con ME, e permettimi Marco, non c'era paragone tra System 8 e Windows 9x.

I guai son venuti dopo, con System 9 vs. Win2k ma questa è un'altra storia.

Tastiera. Magari la fecessero ancora in quel modo!!!! E' una delle mie preferite in assoluto. Ad ogni modo, si, per i professionisti magari era piccolina, ma anche qui è questione di gusti. Ripeto ... magari continuassero a farla in quel modo! :-P

Possibilità d'espansione. Come tutti gli all-in-one è un tasto dolente, ma a differenza dei successivi (rev. C da 266Mhz in poi..., G4 e G5), il bondie originale aveva lo slot mezzanino che Apple STUPIDAMENTE "costrinse" a non usare. Ma da terze parti vennero prodotte schede SCSI, seriali ecc. ecc.

Il design poi ... ancora oggi è qualcosa d'incredibile.

Da un punto di vista strettamente tecnico non era un calcolatore epocale.

Bah, non concordo. Aveva la stessa CPU della serie pro (differenza 512k di cache 2o livello vs. 1mb del Power Macintosh) cosa che Apple è riuscita a fare solo di recente. Inoltre anche se "entry" level aveva una potenza di fuoco e dotazioni (modem, ethernet, IrDa ecc. ecc.) che non avevano eguali nel mondo PC.

Inoltre e correggetemi se sbaglio, fu il primo computer "new world", cioé privo delle classiche ROM.

Non era un computer adatto ad un professionista, ma ad un pubblico giovane (e squattrinato).

Beh, insomma ... costava circa 3 milioni delle vecchie lire. Non sarà stato un computer adatto ai professionisti della grafica, ma è stato un computer gettonatissimo presso tanti altri "tipi" d'utenti professionali (ad esempio la mia vecchia università ne era piena nelle facoltà di Fisica, Matematica, Chimica ...)

Per i professionisti c'era il solido ed espandibilissimo 9600 o piuttosto il beige PowerMac G3 (qui qualcuno mi correggerà se sbaglio i modelli).

Il (gradioso) 9600 già non c'era più ... era il tempo dei Power Macintosh G3 (chiamati ancora Power Macintosh, contro l'attuale Power Mac)

Sul sistema operativo del bondi... beh, io non nascondo affatto le mie simpatie Unix, quindi puoi immaginare cosa ne penso

Sono sistemi operativi non comparabili, fino all'avvento di OS X. UNIX sai meglio di me che non è mai stato un OS adatto per un uso desktop, così come Mac OS ha sempre avuto difficoltà nel settore server. Però caspita, era ancora un gran bel sistema (e magari lo sarebbe potuto continuare ad esere ... ma non voglio riaprire vecchi discorsi :-P)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto l'ultima news di macity. C'era questo: "...Apple, che negli USA si colloca al quinto posto tra i rivenditori di PC dietro a Dell, HP, Lenovo e Gateway, su scala mondiale ha il 2,3% del mercato, lo 0,1% in più rispetto all'anno precedente."

Ma io dico che cacchio ci fa Lenovo al terzo posto e Apple al quinto? Mi spiegate che computer produce sta cavolo di azienda? Sono così convenienti/potenti/irresistibili???

Come fa a vendere più di Apple un'azienda che produce queste robe?

Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me il miglior iMac è stato il G4, era bellissimo, il display completamente orientabile era una gran cosa e mi è dispiaciuto che l'abbiano abbandonata. E poi era upgradabile quanto basta, dischi da 3.5", unità ottiche non-slim e 2 slot per la ram. Secondo me era il computer perfetto.

Mi piacerebbe molto anche il G5 se non avesse quell'orribile spazio bianco sotto lo schermo, magari un alimentatore esterno come sul mini, renderebbe possibile il mio sogno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest gennaro_mac

Maurizio, questi PC (ex) IBM sono macchine fantastiche per uffici, aziende ecc. ecc. Eppoi il servizio d'assistenza IBM non aveva(?) confronto con nessun altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest gennaro_mac

E poi era upgradabile quanto basta, dischi da 3.5", unità ottiche non-slim e 2 slot per la ram. Secondo me era il computer perfetto.

Beh, queste le cambi anche sul precedente iMac e sull'attuale G5. Di più, sul primo iMac G3 potevi cambiare anche il processore. Non so se questo è possibile sulle versioni con G4 e con G5.

Ah, sul Rev. A potevi anche aumentare la RAM video.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che bel post, Gennaro. Dovresti davvero scriverlo un libro sulla storia di Apple. Io purtroppo di Bondi Blue ne ho usato uno una volta parecchi anni fa e non posso certo dire di conoscerlo come macchina. Se scrivo cavolate, è perché mi baso su impressioni non verificate.

Sistema operativo. Allora, capisco che magari chi gestiva un server con NT(??) o Linux poteva trovare System 8.1, 8.5 o 8.5 instabile, però da qui a definirlo un OS in caduta libera... Ricordo che quando uscì, cioé nel 1997, il System 8 se la vedeva con Windows 95/98 e subito dopo con ME, e permettimi Marco, non c'era paragone tra System 8 e Windows 9x.

Naturalmente. E' sempre il vecchio errore di comparare le macchine passate secondo i canoni attuali, anch'io ci cado a volte.

Possibilità d'espansione. Come tutti gli all-in-one è un tasto dolente, ma a differenza dei successivi (rev. C da 266Mhz in poi..., G4 e G5), il bondie originale aveva lo slot mezzanino che Apple STUPIDAMENTE "costrinse" a non usare. Ma da terze parti vennero prodotte schede SCSI, seriali ecc. ecc.

Certamente. Difatti non mi risulta che il mio iMac G5 sia molto espandibile. Ma è una filosofia anche questa e non è detto che sia a priori da criticare.

Il design poi ... ancora oggi è qualcosa d'incredibile.

Mozzafiato. Tuttora.

Beh, insomma ... costava circa 3 milioni delle vecchie lire. Non sarà stato un computer adatto ai professionisti della grafica, ma è stato un computer gettonatissimo presso tanti altri "tipi" d'utenti professionali (ad esempio la mia vecchia università ne era piena nelle facoltà di Fisica, Matematica, Chimica ...)

Beh, non mi ricordavo che costasse cosi' caro. Tuttavia è un po' quello che volevo dire... Un ottimo computer per un'utenza diversa dai professionisti della grafica.

Il (gradioso) 9600 già non c'era più ... era il tempo dei Power Macintosh G3 (chiamati ancora Power Macintosh, contro l'attuale Power Mac)

Si, mi sembrava, ho preso come esempio il 9600 perché era una macchina molto costosa e molto espandibile. C'erano i Beige, no?

Sono sistemi operativi non comparabili, fino all'avvento di OS X. UNIX sai meglio di me che non è mai stato un OS adatto per un uso desktop, così come Mac OS ha sempre avuto difficoltà nel settore server. Però caspita, era ancora un gran bel sistema (e magari lo sarebbe potuto continuare ad esere ... ma non voglio riaprire vecchi discorsi :-P)

Bah, io ho vissuto poco sotto i System e non mi permetto di fare critiche avventate. Tuttavia, sono contento di avere a casa una macchina UNIX based, la cosa mi risolve un sacco di problemi.

Una curiosità: ma il disco interno era SCSI?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest gennaro_mac

Beh, non mi ricordavo che costasse cosi' caro. Tuttavia è un po' quello che volevo dire... Un ottimo computer per un'utenza diversa dai professionisti della grafica.

Beh, si non era molto economico il Rev. A e B. Io pagai il B con l'espansione di RAM da 32 a 64mb ben 3200000. Già il Rev. C bassò parecchio il costo (se non erro 2400000, con la perdita però del mezzanine e dell'IrDa ed il guadagno di 33Mhz e qualcosina di scheda grafica).

Si, mi sembrava, ho preso come esempio il 9600 perché era una macchina molto costosa e molto espandibile. C'erano i Beige, no?

Si si, c'erano i Power Macintos G3 beige, da 233 in versione desktop, 266 e 333 in versione minitower.

Tuttavia, sono contento di avere a casa una macchina UNIX based, la cosa mi risolve un sacco di problemi.

Fa molto comodo in tanti campi. Ma se avesse ereditato qualche features in più dal vecchio sarebbe stato anche un pò meglio :-P

Una curiosità: ma il disco interno era SCSI?

No, era un normale disco ATA da 3" 1/5 a 5400rpm.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gennaro, non mi hai convinto coi Lenovo. Vabbè.

Leggete questa invece:

"L'impatto di iPod dal punto di vista delle strategie sarebbe tale, secondo Wu, che Apple in questo momento si pone come un vero e proprio unicum a livello mondiale, visto che è la sola società americana a dominare e a segnare la strada nel campo dell'elettronica di consumo. "Questo ci fa pensare - scrive l'analista - che Apple potrebbe portare il suo interesse e le sue capacità d'innovazione anche in altri settori, quali i telefoni cellulari, le TV a schermo piatto e i server per l'intrattenimento domestico"

Fonte: http://www.macitynet.it/macity/aA22808/index.shtml

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this