Sign in to follow this  
Maurizio Tome

Apple a manetta

Recommended Posts

"Questo ci fa pensare - scrive l'analista - che Apple potrebbe portare il suo interesse e le sue capacità d'innovazione anche in altri settori, quali i telefoni cellulari, le TV a schermo piatto e i server per l'intrattenimento domestico"

Vero e, tutto sommato, auspicabile. Ovviamente senza abbandonare l'area computer... :)

Ma vi immaginate cosa potrebbe fare Apple nel settore dell'intrattenimento domestico???

Oltre all'innovazione, porterebbe sicuramente un po' di "stile" in oggetti che, spesso, sono veramente pacchiani.

Io una casa in stile Apple la farei al volo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest gennaro_mac

Gennaro, non mi hai convinto coi Lenovo. Vabbè.

hi hi hi ... no intendenvo dire, che per aziende dove non è richiesta alcuna dote "creativa", o in ambiti industriali (o anche software house), pc ben costruiti come quelli che faceva IBM e soprattutto con una rete d'assistenza come solo big blue può dare hanno il loro motivo d'essere. tutto qui :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest gennaro_mac

una volta da queste parti il motto era "NO BEIGE"

Infatti ... "Sorry, No beige!" :-P

PS: Non si chiamava per precisione "Platinum"?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest gennaro_mac

I Mac veramente beige sono stati il Macintosh 128, il Macintosh 512 ed il 512e.

Ed anche la prima serie del Macintosh Plus (mi pare fino al 1987) :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest gennaro_mac

No, il Plus era già grigio.

No, i primi esemplari erano identici al 512k, beige ... solo in un secondo tempo (credo tuttavia molto presto) venne il modello Platinum :-P

L'SE è platinum, no?

Esatto :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque il valore aggiunto che scardinò per sempre il concetto di computer fu che grazie al design iMac cominciò ad essere usato come oggetto di arredamento: dagli uffici ai negozi ai bar veniva messo in mostra al posto di essere nascosto. Questa fu la grande idea: interpretare un computer come un oggetto collocabile in vari contesti della vita di una persona. E ora...

Applause, please:

Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this