Mancanza di una Usb sui nuovi Mac Book Pro: cosa comporta?


Recommended Posts

la nuova linea di mac book pro non prevede una porta USB classica, né la possibilità di aggiungerla, ma solo entrate thunderbolt 3 (correggetemi se sbaglio) . Fino a quando i più comuni hard disk, usati a lavoro nella maggioranza dei casi, dovremo usare degli adattatori, allora viene legittima una domanda: in base alla vostra esperienza, l'introduzione di questo adattatore rallenta il passaggio di dati o non cambia nulla nella trasmissione? E quegli adattatori sono affidabili?

Link to post
Share on other sites

Le connessioni attuali sono molto più veloci delle precedenti, e il protocollo Thunderbolt 3 è presente sui portatili Mac già dal 2016, per cui c'è stato tutto il tempo per rodare adattatori e dock.

E' chiaro che se colleghi una disco esterno USB 2 andrà alla velocità USB 2 ma non per colpa del Mac o dell'adattatore, ma semplicemente perché quella periferica come velocità massima può andare solo a quella consentita dal proprio protocollo.

Se lo stesso disco lo togli dal case e lo metti dentro un case USB 3 andrà molto più spedito.

Link to post
Share on other sites

@iMaurizio

L'unico dubbio che a un inesperto come me poteva venire è: non è che usando adattatore o cose simili, la velocità di trasmissione ne risente in alcun modo?

Ma se, come hai spiegato tu, un hard disk o altri dispositivi di archiviazione esterni di qualunque velocità, funzionano nonostante ciò a pieno regime, bene così. L'importante è che non sia in qualche modo depotenziati.

Link to post
Share on other sites
6 ore fa, idealreel said:

@iMaurizio

L'unico dubbio che a un inesperto come me poteva venire è: non è che usando adattatore o cose simili, la velocità di trasmissione ne risente in alcun modo?

Se così fosse, non pensi che in 2/3 anni il problema sarebbe stato risolto ?

Immagina inoltre che un protocollo di trasmissione recente potrebbe anche migliorare il protocollo più vecchio, non è obbligatorio avere dei dubbi solo in negativo. 😉

Link to post
Share on other sites

@iMaurizio

Effettivamente è così, avrebbero già posto rimedio a riguardo. Devo dire che, considerando la molteplicità di supporti esterni usati nella stragrande maggioranza dei casi della dinamica lavorativa (Pendrive, card SD etc. ), la scelta di dotare questi nuovi mac book pro di sole 2 o 4 entrate thunderbolt ad esclusione di tutto il resto (hdmi incluso) la trovo un po' eccessiva.  Non so quale sia la tua opinione a riguardo. 

Edited by idealreel
Link to post
Share on other sites

Il protocollo Thunderbolt 3 comprende tutti i protocolli "inferiori", per cui in realtà il numero di connessioni riproducibili è molto superiore a quelle che si potrebbero mettere in un portatile se ogni porta avesse una singola funzione.

Esistono dei dock alimentati da collegare al Mac che occupando un unica porta Thunderbolt 3 producono una dozzina di uscite tra porte USB 3, Ethernet, Firewire, uscite per monitor aggiuntivi , etc...

Oppure ci sono semplici adattatori multiporta che da una singola uscita del Mac producono 2 o più uscite di tipo diverso.

Edited by iMaurizio
Link to post
Share on other sites

@iMaurizio

@turbomaranza

Io credo che ci sia un fraintendimento legato alla scelta di Apple di puntare in maniera esclusiva su Thunderbolt: si tratta di macbook Pro, cioè rivolti a professionisti che, in teoria, non hanno problemi a dotarsi di dock, multi-hub e quant'altro. Nella pratica, almeno per quanto ritengo io, le condizioni di lavoro ti impongono praticità, immediatezza e comodità. Se ti muovi molto (magari monti video nei luoghi stessi dove li giri, magari sei un fotoreporter ad esempio) e in più devi collaborare con chi usa porte USB tradizionali (le ancora comunissime pendrive), il risultato è che devi ricordare sempre di portare con te altri accessori. 

Quindi ciò che dice imaurizio è condivisibile, non c'è una limitazione di potenza in teoria, ma d'altra parte la pratica del lavoro sul campo, come osserva giustamente turbomaranza, potrebbe presentare alcune piccole scocciature. Ciò che non mi convince molto è che se hai solo 2 porte thunderbolt, potresti perdere l'accesso ad una inserendo un adattatore, il che comporta che è più comodo averne 4 (ma la fascia di prezzo è impegnativa). Inoltre, dal mio punto di vista, avere usare un adattatore che ha bisogno di una alimentazione dedicata, rappresenta una scomodità che limita l'agevolezza degli spostamenti, il che per un computer portatile non è poco.

Edited by idealreel
Link to post
Share on other sites
1 minuto fa , admin said:

In che senso adattatori che hanno bisogno di una alimentazione dedicata? Gli Hub in questione non hanno bisogno di alimentazione.

probabilmente ho confuso, mi riferivo all'hub QacQoc GN30H... leggo nella recensione dedicata a questo prodotto che "per cui se lo volete perfettamente funzionante deve essere alimentato". 

Link to post
Share on other sites
9 ore fa, idealreel said:

Ciò che non mi convince molto è che se hai solo 2 porte thunderbolt, potresti perdere l'accesso ad una inserendo un adattatore

No questo problema indicativamente non può verificarsi per 2 ragioni:

- nella connessione USB C/Thunderbolt 3 la parte più larga è il connettore stesso, diversamente da altri del passato   

- gli adattatori più in voga/affidabili non sono attaccati direttamente alle spalle del connettore USBC, c'è sempre un po' di cavo che porta al mini dock che ospita le altre uscite

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now