ud

Collegamento USB

Recommended Posts

Ciao a tutti.

Ho MBP Retina 15" del 2015 aggiornato a Mojave sempre più spesso non vede periferiche (HD esterni) collegati in USB oppure gli espelle.

Ho visto e sperimentato da tempo che Apple e USB non vanno molto d'accordo. Tra l'altro spesso se collego due HD esterni (alimentati mediante la USB) smette di funzionare il WiFi (baco riconosciuto da Apple).

Qualcuno ha qualche consiglio per vedere sti benedetti HD USB.

 

Un saluto e grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le porte USB erogano una corrente limitata, e due HD esterni soprattutto se meccanici in attività possono saturare la corrette totale messa a disposizione del portatile. Un SSD consuma molto meno (ma non per questo sarà più veloce, specie su USB2.0).

Controlla se i due HD hanno la possibilità di una alimentazione esterna (generalemente 5V o 12V. Se non è prevista potresti acquistare un piccolo HUB USB con alimentatore supplementare esterno; in tal caso l'alimentazione verrebbe prelevata dall'HUB tramite il trasformatorino fornito senza richiederne alle porte USB del portatile

(in mobilità non potrebbe funzionare a meno che non usi acrocchi come una batteria esterna che ti eroghi la corrente necessaria, io ho fatto così)

Fammi sapere....ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come sempre... Grazie mille per la risposta.

Il problema dell'alimentazione lo avevo predoni considerazione e infatti difficilmente tento di collegare due dispositivi autoalimentati contemporaneamente. Premetto che in questi case il computer è sotto alimentazione elettrica.

La cosa strana è che il problema si verifica con un solo HD collegato e una volta che smette di vederlo, basta: quell'HD è finito con il MBP. Se lo collego ad altri Mac funziona benissimo.

E' come se il MBP si "ricordasse" di avere avuto problemi con quel dispositivo e non lo accettasse più.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao UD,

ho constatato che gli HD esterni montano spesso chip di controller diversi, da qui possono nascere incompatibilità.

Personalmente ho macchine diverse che vanno dai G4/G5 ai MacPro e dovendo passare dati in quantità ho visto che la migliore soluzione che miscela affidabilità e velocità sono i dischi con l'intramontabile presa FireWire.

Su amazon ho trovato dei case da 3,5 e 2,5 che possono montare HD SATA e possiedono interfaccia multipla FW800 e USB3.....per dirti posso usarli tranquillamente per montaggi video HD in prores senza problemi......(in FW800)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capisco incompatibilità ma che un Toshiba Canvio (prodotto commercialissimo) e il suo gemellino della WD continuino ad esser espulsi e poi automaticamente rimontati è ridicolo.

 

Questo capito con un MBP retina 2015  con Mojave e un Mac Pro 6.1 con High Sierra

Come mai Apple non riesce a lavorare con cose comuni come i dischi USB: con i Thundebolt e FW è tutto ok ma...

 

Qualcuno Sto arrivando! se esiste un FIX per quanto problema

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,

sto sempre riscontrando il problema. Spesso un disco non viene visto e bisogna cambiare il cavo. In realtà il cavo non c'entra nulla in quanto i cavi che ho sono sempre gli stessi.

E' grottesco che Apple faccia sempre più fatica a fare prodotti decenti!

Qualcuno ha, per caso modo di ovviare, al fastidioso problema.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi pare tu abbia specificato cosa c'è tra la porta del Mac e il disco fisico, ovvero che tipo di case ha, se ha bisogno di alimentazione, se ne ha una propria.

In generale con un portatile (soprattutto se recente) ci sono potenzialmente più problemi perché la porta del portatile non è in grado di fornire energia come fa un fisso.

Negli anni ho avuto svariati WD e La Cie esterni, e quando incominciavano ad avere dei problemi c'era poco da fare, gli scollegamenti erano casuali e contava poco cambiare il cavo. Se erano autoalimentati contava invece molto cambiare l'alimentatore o collegare il disco ad un Hub alimentato.

Quando i dischi sono diventati troppo capricciosi ho risolto togliendoli dal loro case originale e infilandoli tutti dentro un case multi disco tipo il Fantec.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutte cose molto belle, ma...

1 - come mai una macchina windows non presenta il problema (uso del disco con la stessa frequenza e stessi cavi)

2 - in genere il problema si presenta con il cavo di alimentazione del portatile collegato e spesso anche su un Mac Pro 6.1

3 - perchè per una lacuna di Apple devo togliere i dischi dai comodi case portatili per inserirli in un lettore esterno?

4 - se apple sa che non è capace di gestire l'alimentazione di dischi esterni perché non mette due prese USB sullo stesso lato invece di metterle una a destra e una a sinistra in modo che i cavi USB 3 con derivazione di alimentazione siano utilizzabile senza prolunghe

 

Capisco che tutto si può fare complicandosi la vita, ma il progresso dovrebbe semplificarla, non credi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

1) evidentemente quella macchina Windows in particolare è progettata per offrire alimentazione elettrica dalla porta USB; non conosco il protocollo nel dettaglio ma ho sempre saputo che non sono tutte uguali, da questo punto di vista

2) se il problema si presenta spesso anche su computer fissi è possibile che lo specifico disco (o meglio la sua elettronica) abbia un problema

3) perché se il case originale non è in grado di alimentare a sufficienza il disco qualche provvedimento bisogna prenderlo

4) non so se Apple sia a conoscenza di un problema sistemico sulle sue porte USB, ma presumo che se così fosse allora problemi analoghi al tuo sarebbero riscontrati da una buona parte degli utenti, cosa che non mi risulta

Sono d'accordo sul fatto che il progresso tra i suoi vari benefici potrebbe pure semplificare la vita, non so dire se lo faccia sempre.

Io per un iMac 2015 ho raccolto 4 dischi in un box USB 3 da circa 100 euro e devo dire che non riscontro mai problemi di sganciamento o mancato riconoscimento.

Singoli dischi inseriti nei "tostapane" o in case molto economici o usati gà da anni mi davano problemi di continuo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A questo punto direi che non c'è nulla da fare. Il problema si presenta con 2 Toshiba e 3 WD su MBP Retina 2015, MB Air (non ricordo l'anno) e Mac Pro 6,1.

In ogni caso basterebbe mettere due porte USB vicine (non sono pochissime le situazioni in cui può essere utile alimentare un dispositivo USB

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non voglio far polemica: Apple prende le sue decisioni e poi gli utenti prenderanno le loro. Speravo ci fosse qualche App o configurazione che ovviasse al problema.

 

Pazienza!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi viene da pensare che una parte di responsabilità sia dovuta alla miniaturizzazione dei prodotti: portatili sempre più sottili implicano una batteria più piccola, per cui togliere l'alimentazione dalle porte USB è stata una scelta discutibile ma che garantisce quelle 2/3 ore in più di autonomia che al marketing fanno tanto bene 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now