Ad un passo dal comprare un pbook


darwin
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti!

Sono ad un passo dal comprare il nuovo pbook 15 con 1Gb ram, 100 Gb hd 7200rpm. Onestamente sono un pò dubbioso per i motivi che vi dico subito e vorrei un vostro parere.

ho deciso di passare a apple per il sistema operativo fondamentalmente. pero la qualità del pbook non mi pare eccezionale se paragonata ad esempio ad un vaio fj e questo mi trattiene dal fare il versamento bancario.

Ho notebook vaio da anni e sono fermamente convinto che come qualità non esiste nulla sul mercato che possa competere. Da quanto ho visto in rete lo schermo del 15 è fondamentalmente quello del 17 nè+ ne-. Tale schermo è di qualità nettamente inferiore ad un qualunque wide Xbrite vaio. secondo, la transizione ad intel fara si che a giugno mi ritrovi con un portatile vecchio (e quindi senza software in poco più di un anno dall'acquisto). Terzo la tastiera. non so perchè ma apple non pone attenzione alle due cose + importanti per un utente: monitor e tastiera: quest'ultime fanno veramente pietà (vi sto scrivendo da un imac G5 e sta tastiera bianca ha i tasti che sembrano di cemento armato). Quella del pbook è veramente improponibile: assenza del backspace, un return a barra che a vederlo mi fa incazzare, i tasti freccette che ci vuole le dita di ET per poterle utilizzare, assenza dei tasti fine ed home e nessun page up-down. sembrano idiozie ma per chi utilizza il pc per programmare queste sono cose fondamentali: il doversi spostare nel testo con quelle freccette è impossibile!!

Se guardo il vaio fj: avrei una webcam integrata, un processore molto buono stesso DL superdrive, periferiche di tutti i tipi, il miglior monitor sul mercato ed una tastiera per terrestri. Il tutto con quella m***** di sistema operativo: XP...ah se solo potessi mettere OS X sul vaio...

Bhè scusate ma siccome devo spendere 2000 euro su di un portatile che non voglio cambiare prima di un anno e su cui lavoro anche 12-16 ore al giorno, capirete bene che questi elementi mi mettono dei dubbi atroci.

Vi sentite di consigliarmi qualcosa?

Ciao a tutti,

Daniele

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 29
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

un portatile non e' fatto per programmare, comunque tutti i programmatori apple programmano sui mac, apple e' sempre molto attenta all'umore degli sviluppatori, se quello che dici fosse un problema sarebbero gia' intervenuti, credo che la maggior parte dei problemi dipendano dall'abitudine.

Link to comment
Share on other sites

Ah, ecco perché il nickname Darwin era occupato...

Beh, i vaio sono delle buone macchine. I Powerbook pure.

Con il passaggio ad Intel ti troverai un portatile vecchio, ma anche se non ci fosse il passaggio, il portatile invecchierebbe comunque, né più né meno.

Quello che è certo è il fatto che software adatto al PPC esisterà ancora a lungo. La transizione 68k/ppc è avvenuta in passato in maniera piuttosto graduale. Date le premesse, tutto lascia immaginare una transizione molto graduale anche verso i processori Intel.

Sentiremo parlare di PPC ancora per molto molto tempo.

Sulle domande relative a schermo e tastiera, il fatto che i Sony abbiano schermi migliori è quesione di gusti. A molti, gli schermi di quel tipo non piacciono. Ad altri si.

Anche per la tastiera il discorso è molto soggettivo. Io per esempio mi trovo benissimo con quella che tu definisci di cemento armato (sarà la mia deformazione da pianista dilettante).

Ti consiglierei di farti prestare un PB e di provarlo qualche giorno.

Per tutto quello che riguarda il software, il sistema operativo di casa Apple è senza alcun dubbio migliore sotto svariati aspetti. Tuttavia, se tu sei un programmatore devi interrogarti su cosa vuoi fare esattamente e cosa ti serve nel tuo lavoro. I programmi/linguaggi che ti servono esistono per Apple? Non è che i tuoi clienti vogliono programmi in VB?

Se sei un professionista, devi chiederti che cosa vogliono i tuoi clienti, prima di tutto.

In secondo luogo (se non lo conosci già, ovviamente), imparare ad usare un nuovo sistema operativo e nuovi programmi ti richiede tempo. Sta a te valutare se il gioco vale la candela.

Secondo me, nessun informatico serio puo' fare a meno di conoscere almeno un po' un sistema Unix e MacOSX è un'opportunità eccellente per farsi le ossa su questa classe di sistemi.

Ma la decisione è tua. Io prenderei comunque un PB.

Link to comment
Share on other sites

Certo hai ragione sull'invecchiamento. E non voglio entrare nella discussione sulla transizione: se compro il pb lo faccio proprio prima che apple faccia la gran stupidagine di passare ad un CISC. Vedi mi occupo di ottimizzazione combinatoria e fondamentalmente utilizzo mathematica, c/c++. quindi sia su win che su os x mi trovo bene. il vantaggio di X è quello di poter utilizzare unix e come dicevo all'inizio è proprio quello il motivo per il quale passo a mac.

Il problema credo sia forse di abitudine come evidenziato dagli altri...temo sia troppo abituato alla tastiera del vaio. per tentare di abituarmi a quella del pb ho chiesto in laboratorio qui da noi di poter utilizzare il pb 12...ma non so dirti quanto lo trovo scomodo...magari con il tempo...

Sorry per il nickname :)

Link to comment
Share on other sites

A me questi thread mi sanno di provocazione gratuita.

voglio dire, se hai bisogno di un portatile Mac lo compri senza tante discussioni altrimenti

ti tieni il Vaio visto che è così perfetto.

...ma la storia del software che non sarà più compatibile chi te l'ha detta? secondo te tutti i milioni di macuser

non intel da giugno non possono più comprare programmi?

Link to comment
Share on other sites

Beh, se hai postato la domanda, qualche dubbio ti è venuto, se non altro.

Certo hai ragione sull'invecchiamento. E non voglio entrare nella discussione sulla transizione: se compro il pb lo faccio proprio prima che apple faccia la gran stupidagine di passare ad un CISC.

beh, anche qui è questione di preferenze. A meno che non progetti un compilatore e studi il linguaggio macchina (quante persone lo fanno ancora?), all'utente medio non interessa molto cosa ci sia sotto il cofano, purché funzioni bene.

Vedi mi occupo di ottimizzazione combinatoria e fondamentalmente utilizzo mathematica, c/c++. quindi sia su win che su os x mi trovo bene. il vantaggio di X è quello di poter utilizzare unix e come dicevo all'inizio è proprio quello il motivo per il quale passo a mac.

Ah, ottimizzazione combinatoria, simpatico come argomento, in passato avevo letto qualcosina.

Beh, se programmi in C/C++, ti faccio notare che Xcode è fornito con l'acquisto di un Mac, quindi non hai bisogno di cercarti un ambiente di programmazione gratuito od a pagamento. Magari mi sbaglio, ma se non ricordo male Mathematica è nato su Macintosh, no? E poi è uno dei programmi che Steve Jobs aveva fatto girare su un P4, se la memoria non m'inganna.

Il problema credo sia forse di abitudine come evidenziato dagli altri...temo sia troppo abituato alla tastiera del vaio. per tentare di abituarmi a quella del pb ho chiesto in laboratorio qui da noi di poter utilizzare il pb 12...ma non so dirti quanto lo trovo scomodo...magari con il tempo...

E' molto una questione di abitudini, sono d'accordo. Ci si abitua dopo qualche tempo, soprattutto se il calcolatore è il tuo. Io uso senza problemi un layout AZERTY sulla tastiera dell'iMac G5, un layout QWERTY sul mio vecchio portatile Acer (con le scorciatoie del caso per page up/down etc...), una tastiera AZERTY da PC da cui scrivo in questo momento (ah il tasto mela dov'è?) e qualche volta anche una vecchia tastiera QZERTY.

E' chiaro che all'inizio si fa un po' di confusione, ma poi gli automatismi si imparano in qualche tempo.

Ti faccio notare che se tu comprassi un Acer, dovresti comunque abituarti alla tastiera.

Da quanto ho capito, sul PB ci sono molte scorciatoie... sei sicuro di conoscerle tutte?

Sorry per il nickname :)

E figurati, ci sei arrivato prima tu...

Link to comment
Share on other sites

E' molto una questione di abitudini, sono d'accordo. Ci si abitua dopo qualche tempo, soprattutto se il calcolatore è il tuo. Io uso senza problemi un layout AZERTY sulla tastiera dell'iMac G5, un layout QWERTY sul mio vecchio portatile Acer (con le scorciatoie del caso per page up/down etc...), una tastiera AZERTY da PC da cui scrivo in questo momento (ah il tasto mela dov'è?) e qualche volta anche una vecchia tastiera QZERTY.

Ma la tastiera del PB di che tipo è? qwerty o altro?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share