Sign in to follow this  
colors

Pdf per documenti a due colori

Recommended Posts

Xela, spero che tu stia scherzando... veramente.

Ma se un architetto non sapesse come si fa un muro, come si traccia un impianto, come si fanno i C.A., credi che potrebbe progettare case in modo decente?

Ora il nostro lavoro sta proprio qui: PROGETTARE... e finiamola coi "creativi-artisti".

Il designer grafico DEVE essere prima di tutto un tecnico, perchè progettare un poster, uno shopper, una corporate identity, una campagna pubblicitaria o un packaging significa avere competenze tecniche.

Poi ci vuole una buona base culturale sulla composizione visiva, gusto, estro, fantasia, creatività... certo.

Ma se non sai cosa significa stampare, se non sai le basi tecniche di tutto ciò che ti ruota attorno, come puoi avere controlo sul prodotto finito?

Come pensi che verrà limitato il tuo processo di progettazione se non sai cosa viene dopo di te?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Xela, spero che tu stia scherzando... veramente.

Ma se un architetto non sapesse come si fa un muro, come si traccia un impianto, come si fanno i C.A., credi che potrebbe progettare case in modo decente?

Ora il nostro lavoro sta proprio qui: PROGETTARE... e finiamola coi "creativi-artisti".

Il designer grafico DEVE essere prima di tutto un tecnico, perchè progettare un poster, uno shopper, una corporate identity, una campagna pubblicitaria o un packaging significa avere competenze tecniche.

Poi ci vuole una buona base culturale sulla composizione visiva, gusto, estro, fantasia, creatività... certo.

Ma se non sai cosa significa stampare, se non sai le basi tecniche di tutto ciò che ti ruota attorno, come puoi avere controlo sul prodotto finito?

Come pensi che verrà limitato il tuo processo di progettazione se non sai cosa viene dopo di te?

Giustissimo. Anche perchè se viene dato un lavoro in RGB, il tecnico lo trasforma e lo stampa e poi il cliente non è soddisfatto perchè la resa colore è diversa da quella che il grafico gli ha fatto vedere a "Video" (oddio :eek: ), la colpa di chi è? Non certo di chi ha stampato (che comunque avrà avvisato il grafico del problema), ma di chi ha realizzato il file; in un caso simile chi realizza deve sapere almeno le basi dei processi di stampa. Poi chi lavora in tipo è sempre a disposizione per consigli...sempre che alcuni super-creativi si abbassino a chiederli!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Grafico Non E' Creativo. Si Basa Su Conoscenze Acquisite (a Volte Da Altri) Per Realizzare Un Prodotto.

I "creativi" Sono Quelli Che Impaginano In Photoshop (quando Va Bene Perche' Alle Volte Impaginanano In Excel O Word) E Non Sanno Che Differenza C'e' Tra Stampa Offset E Digitale O Tra Rgb E Cmyk (non Arrivo A Parlare Di Esacromia Perche' E' Troppo) Per Cui Non Sapendo Un C...o Fanno Delle C.....e E Lasciano Agli Altri I Problemi.

Ecco Il Sunto Di Chi Sono I Creativi.

Il Grafico Sa Che Certe Cose Si Possono Fare E Altre No E Sa Cosa Viene Bene O Casa Viene Male E Mette A Posto I Problemi.

Ecco Il Sunto Di Chi Sono I Grafici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quelli che impaginano in Photoshop dovrebbero essere fustigati sulla pubblica piazza.

Quelli che fanno i biglietti da visita in XPress pure.

Ma quelli che fanno le fustelle per il packaging su Autocad vanno RICOVERATI!!!

Apriamo un thread sulle cose più strane viste nel settore?

Da farci un libro...

Ci sto apri il 3d sulle cose più strane. Ne leggeremo di bellissime e, sono sicuro che lo aggiorneremo ogni giorno.

P.s.: con che c...o li impagini i biglietti da visita? Con FreeHand?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Freehand è quello più adatto a creare e gestire linee di Corporate Identity complete per questi motivi:

- gestione vettoriale per logo e/o elementi grafici;

- multipagina e formati diversi di pagina nello stesso documento;

- gestione del testo ideale per elementi semplici.

Hai tutto.

Usare XPress è come prendere chiamare un taxi per farsi portare dal fruttivendolo di fronte a casa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Freehand è quello più adatto a creare e gestire linee di Corporate Identity complete per questi motivi:

- gestione vettoriale per logo e/o elementi grafici;

- multipagina e formati diversi di pagina nello stesso documento;

- gestione del testo ideale per elementi semplici.

Hai tutto.

Usare XPress è come prendere chiamare un taxi per farsi portare dal fruttivendolo di fronte a casa.

Si, be'... messa così allora si, hai perfettamente ragione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Freehand è quello più adatto a creare e gestire linee di Corporate Identity complete per questi motivi:

- gestione vettoriale per logo e/o elementi grafici;

- multipagina e formati diversi di pagina nello stesso documento;

- gestione del testo ideale per elementi semplici.

Hai tutto.

Usare XPress è come prendere chiamare un taxi per farsi portare dal fruttivendolo di fronte a casa.

Anche io sono un TIPOgrafico e sono arrivato ad una conclusione in questo senso: penso che le applicazioni principali (le Adobe,ad esclusione di In design, e X-press) siano, se usate con criterio, il modo migliore per lavorare... e mi spiego:

se devo "creare" un biglietto da visita cerco sempre di impaginarlo in x-press se solo testo, ma se c'e un logo o "corporate identity" ecco che ricorro ad Illustrator per il vettoriale che mi permette di gestire meglio le tinte piatte (per i pantoni e cmyk) e il successivo utilizzo del logo (cartellonistica ecc...) ma comunque impaginandolo in x-press che mi permette una impaginazione più veloce (file più leggeri) e, secondo me, più precisa come misure nella plancia... (stesso discorso se dovessi fare una brochure, o catalogo) anche perché sto notando, e sarei curioso di conoscere la vostra opinione, che le applicazioni, evolvendosi, stiano diventando un pò troppo ibride e stanno creando un sacco di casini in pellicola o lastra (anche sui rip di ultima generazione).....

P.S. rileggendo mi rendo conto che ho trascurato diversi aspetti della questione ma spero di essere stato chiaro. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiarissimo.

È vero, le applicazioni si stanno "miscelando" tra loro, e il futuro Adobe-Macromedia produrrà ulteriori problemi.

Già oggi InDesign è quasi un mix tra possibiltà vettoriali ed impaginazione.

Credo che la versatilità di Freehand sia ineguagliabile, ma dipende da che tipo di lavori fai.

Non mi è mai capitato di dover fare una carta da visita fine a se stessa, ma sempre all'interno di un progetto globale di Identità Aziendale, quindi i vantaggi operativi descritti qualche post sopra sono fondamentali.

Così come, ad esempio, nel packaging, con diversi formati per la stessa linea di prodotto.

Così come per campagne pubblicitarie (un tema=un file con diversi formati di pagina per le varie testate.

FH oggi lo si può considerare "datato". Avrebbe bisogno di qualche nuova funzione (che altri hanno), ma per il mio tipo di operato è l'ideale.

Illustrator è spettacolare per qualutà di output e precisione, ma nell'illustrazione vettoriale pura trova il suo effettivo ambito d'utilizzo.

XPress è un sw finito... resta solo per la base di installato che ha dalla versione 3.31 in poi. Ma InDesign è più pratico e viene fornito nella Suite ad un prezzo che sta facendo passare all'impaginatore di Adobe molte strutture editoriali, fotolito, ecc.

Chissà cosa ci riserva il futuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve, scusate se sforo un po' dal tema.

Devo scansionare dei disegni a colori (fumetti al tratto, poi colorati) stampati in offset, per poi stamparli in bn. Uso con Mac G4 9.1 uno Umax speedy II 4000. Per avere la migliore qualità, pensando alla stampa offset che verrà, ho provato a scansionare a 600 dpi con 16384 grigi, senza dare valori particolari di lpi (probabilmente la stampa di partenza è a 175 lpi).

Quando provo a vedere i risultati con una stampante laser samsung 550 (di sui sono pentito: devo trasportare in pdf, se no non stampa) il tutto è più scuro, meno contrastato rispetto ad una scansione a 256 grigi, anche se il nero è più netto; Questo si nota ancora di più se provo a scansionare con 175 o 133 lpi: già a video l'effetto è come se avessi "messo a fuoco", con un effetto di minnore definizione,e un risultato "annacquato".

Come faccio a ottenre risultati migliori?

Grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come faccio a ottenre risultati migliori?

Grazie!

in photoshop usa filtro - polvere e grana, basta poco serve per togliere il retino quando lo scanner non ha il software automatico di deretinatura. Se il tuo scanner ha meno di 3/4 hanni la funzione c'è l'ha la devi solo trovare ed abilitarla in fase di scansione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this