Sign in to follow this  
Guest

AGGIORNAMENTO SOFTWARE

Recommended Posts

Quel "built in" che per te è superfluo, serve ad Apple per vendere più macchine e per finanziare la sua divisione ricerca e sviluppo.

Quell'OS che si vuol passare di padre in figlia (come dicevo io) è costato milioni di dollari di investimenti.

Chiaro che se sei un monopolista come MS la prendi alla leggera, tanto il modo di fargliela pagare lo trovi con comodo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ma non vedo perché io che non uso alcune funzionalità o alcuni software devo per forza andarli a pagare perché sono in bundle.

La divisione ricerca e sviluppo di Apple non so come viene finanziata: sarebbe interessante vedere un bilancio di Apple e capire i flussi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ma non vedo perché io che non uso alcune funzionalità o alcuni software devo per forza andarli a pagare perché sono in bundle.

La divisione ricerca e sviluppo di Apple non so come viene finanziata: sarebbe interessante vedere un bilancio di Apple e capire i flussi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

¯ò

S

QS

[Prima di rispondere a pascalito, vorrei far notare una cosa, che però non dico. È così].

Ehi, pascalito.

No: mi devi spiegare meglio la microsoftizzazione com'è che la vedi nella questione licenze. Se mette una chiave, semplicemente fa l'errore [non di microsoft, che ha altro tipo di retaggio antiliberale] di Quark: se vien fuori Pear, Peach, Banana, o altra cosa nonapple.nonmicrosoft.nonlinux [il che io desidererei molto] si fotte. Forse è il caso di chiedersi Perché non lo fa, magari per non fottersi?

Per capirlo, in generale, vorrei che mi fosse più chiaro se il tuo senso viaggi più in linea teorica di quanto non sia davvero misurata sulle cose reali.

Ad esempio: iLife.

Se segui la linea teorica, perché diavolo devo comprare [compreso, in boundle, in offerta, come ti pare] iMovie, IPhoto, iTutto se mi serve solo iTunes? Addirittura io che sono macuser, mentre il picciòta no. Perché apple non mi fa acquistare solo il sw che davvero serve a me?

Sembrerebbe una domanda logica, aderente [abbiamo detto] alle esigenze reali.

Ma guarda meglio: iLife costa poco, ha i sw per gestire le attività ormai più banali, è facile e garantisce in pieno il coordinato tra ogni segmento.

Non vale lo stesso discorso che per le licenze [fino a 5 con meno del prezzo di 2]? Non è forse questo il valore più concreto?

Direi, piuttosto, che abbiamo [hai] individuato il nodo da cui apple si sposta dall'accostamento con altri, e forse proprio con microsoft. E forse anche il nesso per cui è giusto per apple [più che per altri] individuare soggetti unici fatti da un computer un OS un iLife e una licenza.

Apple, a differenza di ms, non cavalca onde traverse per monopolizzare [individui collettivi in massa, catalogati come] l'utenza, ad esempio mettendo un proprio prodotto singolo [un browser ad esempio] come albero motore dell'intero sistema [direi, dell'intera macchina, non sua]: è evidente che questo è un ordigno disonesto.

Prova - apple - a far proprie nuove aree di attività: in pratica nuove fette di mercato. Fa la dashboard per iphoto e gli fa capire il raw così tu non devi aprire phtshop [né lui né express]. fa imovie hd per non farti usare premiere [né fcpro, né express: il che rende l'idea dell'attenzione netta alla suddivisione dei target di mercato, che supera il fatto stesso che fcpro sia propria, di apple]. fa il microipod per prendersi il mercato flash. Fa addirittura il minimac per prendersi il mercato lowcost.

Il discorso, pascalito, è questo. È se è possibile che [in nome della meravigliosa qualità, coerenza, affidabilità, lungimiranza anzi avanguardia] una di nuovo unica, logata e quotata multinazionale debba offrire tutto insieme, racchiuso nella propria mela. E [stessi motivi] farsi anche amare, ed affascini. Farsi morsicare, prendere alla gola.

Questo è il problema, non se ti devi far comprare una o più licenze, perché è giusto che te le compri ed è pure conveniente e giusto che iLife sia un pacchetto unico che costa poco e si rinnovi prima degli altri.

A te.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Sono completamente d'accordo con molti dei tuoi nuovi discorsi. Tuttavia non trovo grandi contraddizioni tra quel che ho scritto io sulle licenze e quello che hai testé scritto.

Mi rileggerò per bene il tuo post, ci rifletterò, e vedrò di darti una risposta un po' più argomentata di questa.

Per ora, buona serata.

(Molto interessante, invece, la piega di questo thread...)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Farei un passo indietro. Come ha fatto Microsoft a diventare il monopolista degli OS?

Certo, prima mettendo il DOS in bundle con i computer IBM, poi tenendosi il monopolio del DOS sui computer intel-based, poi costruendoci sopra interfacce proprietarie a partire da Win 3.1, continuando con Win 3.11, poi via via svincolando l'interfaccia dal DOS a partire da Win 95, 98, e via a seguire.

In quel periodo i PC costavano molto, e i PC della Apple addirittura una fortuna. Piano piano poi i PC hanno cominciato a costare di meno, non c'era un produttore unico, e per un po' anche Apple ha inmboccato questa strada, ma per pochi mesi, mi pare di ricordare: poi si è ripresa le licenze hardware, e niente più cloni Mac. Gran sviluppo tecnologico hardware nel mondo PC, tanto che anch'essi hanno potuto arrivare ai livelli di gestione della grafica che un tempo erano appannaggio del solo Mac (ricordi che il Mac era il computer dei grafici e del DTP, un tempo? C'è ancora chi ci crede, ma ormai è obiettivamente falso).

Che alternativa c'era a MS Windows per uno che voleva/poteva spendere il meno popssibile per un PC? Nessuna. Che alternativa c'era al MacOS per chi comprava un Mac? Nessuna. Ma il mercato decise che un computer poteva costare quanto un PC "IBM compatibile", non quanto un Mac. Gates ha sfruttato a fondo la situazione del mercato, ed ha esagerato, se vogliamo, ma dal punto di vista strettamente utilitaristico della multinazionale ha fatto quello che doveva: ha risposto davanti ai suoi azionisti. Non c'è un utente Windows che onestamente non si inca**i per tutti i bug e i malfunzionamenti dell'OS. Al limite c'è chi dice "Gates è un grande perché l'ha messa in quel posto a tutti gli altri", gente sulla quale ogni commento è superfluo, ma nessuno dirà mai che Windows è un OS stabile e "che puoi dimenticare mentre usi il computer".

Come si arriva dunque ad un monopolio? Cos'è che Apple, diciamo pure asintoticamente, come tendenza virtuale -come ogni multinazionale-, vuole? Fette di mercato, come dici tu. Il mercato. Apple vende hardware e software. Con Mac mini comincia l'attacco all'hardware intel compatibile, con OS X l'attacco all'OS dominante sull'hardware intel compatibile. L'iPod è stato il cavallo di <FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT> con cui Apple è riuscita non solo a trovare la soluzione per vendere musica on line intaccando il mondo "irregolare" del P2P, ma anche a sedurre, letteralmente sedurre, utenti di computer non Apple.

Ora, guarda caso, Apple ha upgradato il firmware dell'iPod così da blocca la riproduzione di brani scaricati da altri music stores. Sarà un caso? Qualcuno ha letto, nelle caratteristiche di quell'update, questa particolare funzione? E' stata corretta Apple tacendo? Correttissima nei confronti dei suoi azionisti, ma scorretta nei confronti dei suoi utenti. Come Microsoft quando implementò Explorer come fulcro di Windows e non ne informò gli utenti. Né più né meno. La differenza è che Apple non è dominante? Signori, nella vendita di musica on line apple è di fatto IL monopolista, e vuole rimanerlo a tutti i costi. E se e quando diventerà dominante anche in altri settori, non esiterà a seguire le stesse pratiche, che di fatto sono già impostate.

iSync, ad esempio. Perché devo poter sincronizzare la rubrica del mio cellulare solo con address book e iCal, e non con altri programmi? Che problema c'è? Forse con AppleWorks non si può già salvare un file in formato .doc? Perché allora non posso sincronizzare il mio cellulare con Entourage senza spendere soldi per uno shareware? Non sarà forse che Apple non ha ancora un prodotto che si metta in concorrenza diretta con Word, e che Word è uno standard -ahimé- de facto, mentre ha tutti gli strumenti per competere con Entourage? Vedremo cosa succederà con iWorks...

Cosa significa che se un software onnicomprensivo costa poco allora va sono più i vantaggi che gli svantaggi per me utente? Che senso ha dire, sia teoricamente che praticamente, che, siccome un coltellino multifunzione costa quanto uno monolama, allora meglio per tutti? A che serve un coltellino multiuso, a ME UTENTE, quando userò una o due funzioni su 4 o 5? A che mi serve l'autoradio se sono sordo? A che mi serve un paio di scarpe se non ho le gambe? Se io voglio solo e soltanto ciò di cui ho bisogno, è mio interesse, mio, certo non di Apple, poter acquistare solo ciò che voglio e uso, e al prezzo più conveniente per quell'unica cosa, non per un ammasso di cianfrusaglie che non chiedo, personalmente, e che preferirei non avere. Su Windows volevo Netscape e non Explorer, giusto? Eppure Microsoft mi creava problemi, Explorer dovevo avercelo per forza. Su un Mac voglio FCPExpress e non iMovie, e di iLife voglio iPhoto ma non iDVD: allora? Impossibile. Mi becco comunque la suite, pago tutto e ciascuna cosa, poi fatti miei se uso uno, due tre o quattro applicativi. Anche Microsoft vende il solo Word fuori dalla Suite Office, rendiamoci conto...

Insomma, la logica dell'utente "evoluto" che dice "non mi serve tutta questa roba, ma tanto il tutto costa così poco che in realtà faccio un affare" non è la mia logica. La mia logica è poter scegliere, e poter prendere solo ciò che voglio, non un 3x2: a me "l'affare" non mi interessa. L'affare, se mai, lo fa Apple con me.

La logica di una multinazionale, qualunque essa sia, è sempre la stessa: rendere conto agli investitori, e fare felici -e più o meno gabbati- gli utenti. E più una società di nicchia si espande o tende ad espandersi, più ha strategie aggressive nel conquistare quote di mercato, più saremo contenti e più o meno gabbati.

Se esistono persone che preferiscono mettere l'accento sulla contentezza, ne esistono altre che altrettanto legittimamente preferiscono mettere l'accento sulla gabbatura. E personalmente la contentezza la esprimo per ciò che mi piace, la gabbatura la denuncio per ciò che mi fa sentire USED e non USER.

Un giorno, quando avrò un bel pacco di azioni Apple da anni ed Apple avrà il 90% del mercato del "digital hub", al momento di rivenderle farò come fece Alberto Sordi in quel film di cui non ricordo il nome: "mac users: PPRRRRRRR".

Ma francamente spero che quel giorno non arrivi mai.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Tutto perfetto Pasquale.

Tanto per fare un esempio. Quando avremo la nuova suite iLife 5 cosa ne faremo di tutto quello che abbiamo acquistato da terze parti (temi per iDVD, titoli e trans per iMovie, ecc) che forse non gireranno su iDVD 5 o su iMovie 5 ?

A proposito il titolo del film di A.Sordi era "I vitelloni".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Tutto perfetto Pasquale.

Tanto per fare un esempio. Quando avremo la nuova suite iLife 5 cosa ne faremo di tutto quello che abbiamo acquistato da terze parti (temi per iDVD, titoli e trans per iMovie, ecc) che forse non gireranno su iDVD 5 o su iMovie 5 ?

A proposito il titolo del film di A.Sordi era "I vitelloni".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che Matteo, che mi sembra essere una persona intelligente e capace di dare contributi ragionati ed utili a questo forum, non abbia alcuna intenzione di fare l'avvocato di Apple.

Anche io, come Matteo e come altri utenti del forum, mi indispongo spesso nel leggere certi interventi faciloni ed arbitrari, e non per questo credo di essere un cieco pecorone disposto ad accettare ogni aspetto della politica di Apple, come del resto di nessun'altra azienda.

Semplicemente sono abituato a ragionare sulle cose guardandole da ogni lato, e ad andare oltre le facili argomentazioni, anche quando queste sembrano essere a mio favore e (ingiusto) vantaggio.

Data la natura immateriale del software, e il suo facile utilizzo al di fuori degli ambiti previsti dalla licenza d'uso, è facile per ognuno di noi trarre delle proprie conclusioni su cosa sia giusto o meno.

Che Apple non proponga un programma di up-to-date per chi ha già acquistato il pacchetto retail di iLife '04 mi sembra infatti una vaccata.

Qualche perplessità me la dà anche l'aggiornamento quasi annuale ed a pagamento di MacOsX, oltre al supporto ridotto della precedente versione a distanza di pochi mesi (molte nuove apps, o nuove versioni di quelle esistenti saranno solo per tiger, anche se ciò sarà giustificato da differenze nelle librerie dei due SO)

Dire però che uno abbia tutto il diritto di istallarsi il suo bel MacOS ottenuto in bundle, su altre 2, 3, 10 macchine, mi sembra una emerita troiata.

Mi sembra solo il discorso di uno che cerca di arrampicarsi sugli specchi per giustificare le proprie azioni.

A bien tot

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse quando Apple venderà 3-400 milioni/anno di lettori MP3 certi sw sarano gratuiti ;-)

Come ha fatto MS a scalzare Navigator? Semplice, l'ha dato gratis, ma ha potuto farlo perchè ricavava profitti da altri settori.

Apple non ha una tale potenza, deve spremere il limone econvincerti a comprare iLife'05 senza sconti: l'unico modo è proporre ogni volta un prodotto migliore, quindi innovare, creare, re-inventare, modificare e... sbagliare (Cubo).

L'unica fonte di sopravvivenza per un ricercatote è il profitto della sua azienda.

Il modello può non piacere ma questo passa il convento.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

HELP!!!!! ho installato la versione di MAC OS 10.3.7.

Mio padre mi ha fatto un bellissimo regalo, il palm zire 31 con navigatore satellitare, ma non c'è verso di farlo funzionare, perfavore c'è qualcuno che mi può aiutare? La Palm One non mi da risposte, a parte il fatto che il software di installazione funziona sino al 10.3.3.

c'è nessuno con il mio stesso probelma e che ha risolto, ho provato di tutto, ma al momento dell'installazione si ferma sempre sul file 425....

Grazie,

Michela}

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this