gennaio 2006 ibook-intel quasi ufficiale


algol
 Share

Recommended Posts

iTunes è un'applicazione nativa... quindi quando uscirà il Mac-Intel, con ovviamente Mac OsX Tiger per Intel, itunes sarà al 100% nativo.. e non dovrà usare l'emulazione.

Quindi quel benchmarck serve come una corda da scalata ad una cozza. :)

Quello che servirebbe è vedere come emula altri programmi di uso quotidiano: lettori video (non quicktime), convertitori di formato, software per elaborazione immagine e via discorrendo... ovvio che tutte le iApps saranno performanti, ma non tutto il pubblico vive solo delle iApps...

Per le terze parti serve Rosetta, non per i prodotti Apple.

Cheers

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 49
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Quindi quel benchmarck serve come una corda da scalata ad una cozza. :)

Cheers

Guardiamo la luna e non il dito, per favore ;-)

Come ho già detto, quel benchmark serve a capire quanto un programma X con Rosetta è più lento di un programma Y equivalente a X direttamente eseguito dal processore. E' un esempio. Non è un valore assoluto perché tra un programma e l'altro varierà la percentuale di utilizzo delle risorse disco, memoria, processore, ma grossolanamente è una buona misura. Programmi che usano meno il processore andranno proporzionalmente più veloci (immagino che Word sia messo un po' meglio nell'uso quotidiano, per esempio, perché non fa altro che attendere la pressione di tasti). Programmi più intensivi saranno più penalizzati.

Dirk: bisognerebbe riprodurre il test su un mac attuale, ma mi pare non ci siano sufficienti dettagli sul file mp3 utilizzato.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share