Sign in to follow this  
daniele

GESTIONE UTENZE, Privilegi e BOOT

Recommended Posts

Guest

Al momento non ho la possibilità di fare il back up di circa 40 GB (mi farò prestare un HD firewire da 80 GB la prossima settimana da un amico). Quello che però non ho ancora capito (e per questo non mi azzardo ad utilizzare il comando rm del terminale, è se posso cancellare solo la cartella invisibile "usr" oppure viene cancellato tutto il disco. Visto che farò un bel back up di precauzione, tanto vale che allora formattare il disco e ricominciare da capo. Ma continuo a pensare che sembra una caz.....ta. Si tratta sempre di file registrati su un disco slave. Perché non li considera come banalissimi file di testo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

rm come TuSaiChi Posted Image

(gli HarryPotteriani capiranno Posted Image)

A parte gli scherzi lo so che con "rm -rf *" (argh! l'ho detto!!) si può fare fuori l'intero contenuto dell'hd... E' un comando che richiede "rispetto", ma non paura IMHO. I comandi testuali possono rendere l'utente "libero" dai percorsi preordinati cui spesso l'interfaccia grafica ci vincola.

E giusto per sgombrare il campo da ogni dubbio, sono uno di quelli che ha seguito con passione la nascita della prima, vera, interfaccia grafica, con il primo Mac nel lontano 1984 (anzi, prima ancora c'era il mitico Lisa). Ho acquistato nel tempo diversi Mac (Classic, LCII, PB Duo, PMac 8500), ho poi usato per un certo tempo windows 2000 e adesso (il ritorno del figliol prodigo) aspetto (con ansia!!) l'arrivo del Powerbook 17.

Ma il mio primo computer fu il Vic20 (interfaccia grafica??) e per lavoro uso anche Linux, e posso dire che, mettendo da parte esagerati timori reverenziali, i comandi testuali (o, nel caso di Win, lo smanettamento con il registro) possono farci davvero "appropriare" del nostro amato strumento.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Con "rm -r usr" cancelli solo la dir usr e tutte le sue sottodirectory. (Ovviamente DOPO esserti posizionato all'interno del disco giusto!! Occhio!)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Un mini tutorial passo per passo che tenga in considerazione chi non ha mai visto il terminale? Del tipo: 1) apri il terminale 2) digita .... 3) premi invio 4) scrivi questo 5) fai quest'altro 6) chiudi il terminale Il disco slave si chiama PowerMac HD2, la cartella invisibile da eliminare si chiama "usr". Inoltre è necessario eliminare gli alias (visibili e fastidiosi) chiamati "cores", "etc", "tmp" e "var". Ho chiesto troppo, eh? Però una volta imparato, posso sempre utilizzarlo in futuro. E magari non solo io.

Share this post


Link to post
Share on other sites

in attesa di queste dritte comprati un libricino su UNIX per MacOs X, sono soldi spesi bene. Fa una ricerca sul Forum, si parla di libri in un thread recente, ottobre credo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ma se non hai Mac OS 9 cosa faresti dopo aver cancellato tutto? Tanto vale formattare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Si è vero, tanto vale formattare. Ma solo se hai un'altro disco dove riversare circa 40 GB di fotografie. Continua a sembrarmi assurdo non poter cancellare una cartella invisibile ed ancora di più quattro alias visibilissimi (quelli che danno più fastidio). Daccordo con il proteggere l'utente da se stesso, ma se mi sono loggato come root ed ho fatto una ricerca nel disco trovando una cartella invisibile, se poi faccio danni sono affari miei. O no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema secondo me è questo... un utente normale, nelle intenzioni di Apple, installa il sistema operativo sul disco interno, aggiorna quando è il momento, e basta. Un utente esperto usa il terminale e fa quel che vuole. Tu, Romano, ti trovi un po' a metà strada... non conosci Unix, ma hai installato due OS (una cosa da "power user"). Adesso devi scegliere... o fai l'utente normale, e riformatti, o fai lo smanettone, ed impari ad usare il terminale. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Sono stato l'help on line di una lunga lista di amici che mi hanno seguito nella scelta del Mac al momento di acquistare il loro primo computer. Utilizzandolo per lavoro e diletto fin dal lontano 1986, ero arrivato ad un'ottima conoscenza del vecchio sistema, nel quale sguazzavo agevolmente. Il passaggio a UNIX è stata la cosa che ho apprezzato di più negli ultimi anni, ma devi ammettere che ha riportato un po' tutti al nastro di partenza. Mi piacerebbe iniziare a smanettare con il terminale, ma mi manca il tempo di apprendere i rudimenti di base per poterlo fare senza investire molto tempo, che come immagini è sempre più prezioso. In attesa di imparare ad utilizzare il terminale, ho deciso di riformattareil disco slave. In futuro si vedrà. Certo che un piccolo tutorial sulle funzioni elementari eseguibili da terminale si potrebbe anche scrivere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Un tutorial che scriva passo-passo alcune operazioni da fare con il Terminale è. secondo me, una cosa potenzialmente ancora più pericolosa. Genera la falsa fiducia di conoscere quello che si sta facendo e non fornisce il benché minimo strumento per capire cosa si è fatto quando, magari per un banale errore di battitura, gli effetti non sono quelli sperati...

Molto meglio è, invece, cercare di capire il senso di quello che si sta "tappettando" sulla tastiera. Ci vuole un po' più tempo, ma permette poco a poco di impossessarsi (senza timori, finalmente) di uno strumento potente e molto utile e che non morde, una volta che ci si è annusati a vicenda :-)

Per tornare al tuo problema: hai poco tempo, questo lo capisco, ma potresti cominciare l'uso del terminale proprio da quel comando che ti serve adesso, il "temibile" rm.

rm (che sta per "remove") è il comando testuale per la cancellazione dei file (come il cestino, con svuotamento immediato, però).

Il comando che più di uno in questo thread ti aveva succerito, "rm -rf nome_file", dove nome_file può essere un file o una cartella, altro non è che il normale comando "rm" con l'aggiunta di due opzioni (-r e -f). L'opzione -r serve a cancellare le eventuali cartelle contenute all'interno della cartella (nome_file) che intendi cancellare. L'opzione -f è di minore rilevanza e serve solo a far lavorare il comando senza che ti interpelli con eventuali richieste di conferma o messaggi di altro tipo.

Come vedi, se stai attento a scrivere correttamente il "nome_file", non corri nessun rischio di far danni (cancelli quello che vuoi eliminare, punto e basta).

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Fino a qui mi è tutto chiaro, ma avendo due hard disk con due sistemi operativi non ho ben capito come faccio a dire di cancellare il documento "nome_file" di un disco piuttosto che dell'altro. Da come scrivi sembra che ogni documento sia univoco, mentre è ovvio che molti documenti hanno lo stesso nome. Mi sembrava più logico poter navigare tra le gerarchie dei due dischi per poi decidere cosa cancellare. Ma forse è proprio così ed il non lo avevo capito. Domanda banale, qual'è il comando per elencare il contenuto di uno dei due dischi? Ed una volta visualizzato l'elenco, posso decidere cosa cancellare con il comando rm?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this