ventola rumorosa su iMac G5


rikpa
 Share

Recommended Posts

Sono al telefono con AppleCare da 35 minuti, mi fanno sentire delle canzoni con lo shuffle e ogni minuto si sente una giovane voce femminile che dice "Grazie per attendere in linea, il prossimo agente disponibile l'assisterà al più presto" (testuale). Questa delizia mi costa 14.26 €c/min, ho già speso 5€ in canzoni e non me le fanno neanche masterizzare.

Devi chiedere di autorizzare il tuo telefono tramite iTunes, non lo sai!?! Hai un massimo di tre telefoni autorizzabili per te e i tuoi amici, esclusi telefoni cellulari.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 258
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

oh...non so se in questo thread si sono enfatizzati alcuni problemini o se, più semplicemente, ho avuto c.ulo e mi è capitato un esemplare buono, però 'sto iMac 20" è davvero una figata. molto silenzioso, senza macchie sul monitor, e l'hd (Western Digital) non supera mai i 53°C, esattamente come l'Ibm del PMac g4 in studio. considerato il caldo assurdo di questi giorni non è male, vero?

Link to comment
Share on other sites

Ritirato oggi il mio Imac 17" 1,8 prima serie portato in assistenza due settiamane fa per l'eccessiva rumorosità delle ventole palesatasi dopo ben 5 mesi dall'acquisto. Hanno sostituito la scheda logica (per fortuna era in garanzia) e ora dopo 4 ore di utilizzo è silenziosissimo, anche lavorando di brutto con Photoshop e Imovie.

Un consiglio: in caso di ventola rumorosa portatelo subito in assistenza.

Ciao a tutti

Link to comment
Share on other sites

oh...non so se in questo thread si sono enfatizzati alcuni problemini o se, più semplicemente, ho avuto c.ulo e mi è capitato un esemplare buono, però 'sto iMac 20" è davvero una figata. molto silenzioso, senza macchie sul monitor, e l'hd (Western Digital) non supera mai i 53°C, esattamente come l'Ibm del PMac g4 in studio. considerato il caldo assurdo di questi giorni non è male, vero?

Al punto che non sembra vero

Link to comment
Share on other sites

oh...non so se in questo thread si sono enfatizzati alcuni problemini o se, più semplicemente, ho avuto c.ulo e mi è capitato un esemplare buono, però 'sto iMac 20" è davvero una figata. molto silenzioso, senza macchie sul monitor, e l'hd (Western Digital) non supera mai i 53°C, esattamente come l'Ibm del PMac g4 in studio. considerato il caldo assurdo di questi giorni non è male, vero?

Manca il modello dell'HD e il sensore a cui fa riferimento quella temperatura.

Considerate le specifiche, il modello dovrebbe essere questo, intervallo di temperatura operativa 5-55°C. Se i 53°C li leggi sul sensore SMART del disco quando il disco è sotto sforzo, allora sei entro il limite, per un pelo (cattiva dissipazione del calore). Se i 53°C li leggi sul sensore HD dell'iMac, che è separato dal disco da qualche mm di aria (!), allora la temperatura reale del disco è quattro-cinque gradi maggiore, e supera il limite massimo (pessima dissipazione del calore).

Non ti si romperà subito (non è un Maxtor), ma ti consiglio di tenere d'occhio lo stato SMART in Utility Disco, fare backup regolari, e magari prendere l'AppleCare per tre anni (ma probabilmente spendi meno a comprarti un HD nuovo per conto tuo che a prendere AppleCare, ammesso che quello sia l'unico problema che avrai).

Link to comment
Share on other sites

Sono intervenuto in qualche altro thread, condividendo le perplessità di altri. Mi ripeterò...

L'iMac (17", HD WD800JD) presentava da subito un ronzio della ventola inferiore. Rumore tollerabile, perciò non preoccupante: era un indizio? Non lo so. Dopo un mese: schermo nero, ventole impazzite. Sostituita la scheda logica (bel colpo!).

Adesso l'iMac sembra più caldo. Controllo periodicamente le temperature. Utilizzando semplicemente Safari, l'HD arriva a picchi di 60,5°. A quel punto, le ventole vanno più veloci e i valori scendono sino a 55/57°. Ma c'è da dire che il range operativo del WD è 5-55°. Significa che siamo costantemente "over", con le possibili conseguenze di cui parlava Ottimio.

Questa cosa non mi piace, per niente. Morale: accettare il bidone (può capitare, nella vita), o rivolgermi nuovamente all'assistenza? Temo che l'assistenza faccia spallucce. Oltre al fatto che è pienamente consapevole di alcuni seri difetti congeniti (ne ho già accennato, da altre parti: del resto, basta una ricerca veloce su Google, per avere un elenco completo di tutte le croci: scheda logica, condensatori, surriscaldamento...). In ogni caso, l'AppleCare suggerito da Ottimio mi sembra una buona cosa, anche se avrebbe il sapore di una tassa indesiderata. Per finire: avevo preventivato l'acquisto di un altro iMac (il 20"). Capisco l'entusiasmo degli utenti soddisfatti, ma, per quanto mi riguarda (in base alla mia sfortunata esperienza personale, certo, ma anche alle informazioni di cui dispongo), basta iMac. Finito. Dimenticato. Con una precisazione: per un computer che ha meno di un anno di vita, non c'è statistica. È presto per dire che è un bidone, così come è azzardato dire che questo computer ci accompagnerà nei prossimi 5 anni.

P.S. In questo momento, dopo qualche minuto di scrittura, l'HD misura 60,0°. Fantastico.

Link to comment
Share on other sites

Manca il modello dell'HD e il sensore a cui fa riferimento quella temperatura.

Considerate le specifiche, il modello dovrebbe essere questo, intervallo di temperatura operativa 5-55°C. Se i 53°C li leggi sul sensore SMART del disco quando il disco è sotto sforzo, allora sei entro il limite, per un pelo (cattiva dissipazione del calore). Se i 53°C li leggi sul sensore HD dell'iMac, che è separato dal disco da qualche mm di aria (!), allora la temperatura reale del disco è quattro-cinque gradi maggiore, e supera il limite massimo (pessima dissipazione del calore).

Non ti si romperà subito (non è un Maxtor), ma ti consiglio di tenere d'occhio lo stato SMART in Utility Disco, fare backup regolari, e magari prendere l'AppleCare per tre anni (ma probabilmente spendi meno a comprarti un HD nuovo per conto tuo che a prendere AppleCare, ammesso che quello sia l'unico problema che avrai).

chiaramente non credo ad una sola parola del tuo post :) , quindi per l'ennesima volta non spenderò soldi inutili per l'Applecare.

l'hd arriva a 53°c dopo ore di attività, altrimenti è sempre sui 45-48 (ora 46,5°c). e poi forse dimentichi il caldo di questi giorni...tu non sudi di più?

comunque il modello in questione è WDC WD2500JD-40HBC0 ( Revisione 21.02J21); alla voce Stato S.M.A.R.T. trovo sempre scritto "verificato" quindi non saprei cosa tenere d'occhio... se uso Temperature Monitor il sensore s.ma.r.t non compare proprio.

Link to comment
Share on other sites

Comunque ragazzi siete abbastanza fortunati...

Nel senso che ad anto18 hanno sostituito la scheda logica, a Gaspé si è bruciata (e quindi sostituita)... invece a me, che l'ho mandato in assistenza 3 volte, mi hanno nell'ordine: "sistemato una ventola che dava problemi" (parole testuali) e "tirato" le viti del SuperDrive (2 settimne ca.); sostituito l'alimentatore (2 settimane ca.); sostituito l'HD (2 settimane ca.).

Risultato: naturalmente il rumore non se ne è mai andato (e neanche diminuito), il mio computer (ormai distinguerlo da un "normale" PC non è il caso), sui suoi 5/6 mesi di vita, 6 setimane se lo sono tenuti loro senza risolvere un emerito _ _ _ _ _.

Non sono proprio un cliente da considerare soddisfatto!

Link to comment
Share on other sites

Utilizzando semplicemente Safari, l'HD arriva a picchi di 60,5°. A quel punto, le ventole vanno più veloci e i valori scendono sino a 55/57°. Ma c'è da dire che il range operativo del WD è 5-55°. Significa che siamo costantemente "over", con le possibili conseguenze di cui parlava Ottimio.

Questa cosa non mi piace, per niente. Morale: accettare il bidone (può capitare, nella vita), o rivolgermi nuovamente all'assistenza? Temo che l'assistenza faccia spallucce.

Io ho contattato AppleCare più volte, prima di restituire il mio iMac. Mi hanno detto che per il surriscaldamento dell'HD non fanno nulla finché il disco non si rompe, a quel punto, se è in garanzia, te lo cambiano.

Oltre al fatto che è pienamente consapevole di alcuni seri difetti congeniti (ne ho già accennato, da altre parti: del resto, basta una ricerca veloce su Google, per avere un elenco completo di tutte le croci: scheda logica, condensatori, surriscaldamento...).

Conosci un sito buono per informarsi su queste cose? Io dovrò comunque prendere un nuovo Mac, e visto il disastro delle altre linee home, forse dovrò rassegnarmi all'iMac, ma forse in una configurazione meno problematica (il mio era un 17" con HD da 250).

l'hd arriva a 53°c dopo ore di attività, altrimenti è sempre sui 45-48 (ora 46,5°c).

Bisogna vedere se è un picco o se, raggiunta quella temperatura, si ferma lì. Prova a usarlo per una giornata e poi a postare il grafico di Temperature Monitor (long term history impostata a un giorno).

e poi forse dimentichi il caldo di questi giorni...tu non sudi di più?

Appunto: al massimo sudo di più, non è che mi si alzi la temperatura interna di dieci gradi, altrimenti creperei in fretta. Nell'iMac dovrebbero girare più velocemente le ventole (lo fanno), ma se nonostante ciò non lo raffreddano abbastanza, allora il sistema di raffreddamente è difettoso. A mio modesto parere avrebbero dovuto raffreddarlo a liquido.

comunque il modello in questione è WDC WD2500JD-40HBC0 ( Revisione 21.02J21); alla voce Stato S.M.A.R.T. trovo sempre scritto "verificato" quindi non saprei cosa tenere d'occhio... se uso Temperature Monitor il sensore s.ma.r.t non compare proprio.

OK, ottimo, vuol dire che le temperature che vedi sono quelle del sensore Apple che sta fuori dal disco, e non lo tocca neanche, ha l'aria che ci passa in mezzo. Aggiungi 4 o 5 gradi.

Se hai tempo prova smartmontools e mostrami l'output.

Link to comment
Share on other sites

mi ripeto: se in questi giorni l'hd IBM del PowerMac G4 è sempre sui 52-54°C (e si trova nel case di un PowerMacG4!), allora la dissipazione del calore nell'iMac è buona.

No, vuol dire che anche il G4 è scarso. Solita roba Apple da quattro soldi. Comunque nel G4 il sensore dovrebbe essere attaccato al drive, quindi 54 gradi sono 54 gradi, non i 54 + 5 dell'iMac. Fu nella prima serie del PowerMac G5 che il sensore era staccato, i dischi si surriscaldavano e la gente si lamentava, allora lo sistemarono. Nell'iMac G5 invece lo lasciano così perché "fa meno rumore" (ne fa comunque un casino).

Link to comment
Share on other sites

Ottimio, nessun sito in particolare. Per quanto riguarda il surriscaldamento, durante la ricerca ho trovato un blog curioso:

http://brodoprimordiale.net/archives/002613.php

Nella prima parte intitolata "Cambiamo argomento, che è meglio" puoi cliccare su "c'è" e viene fuori una lunga lista.

Io avevo cominciato la ricerca su Google con "overheating problems iMac G5".

Per quanto riguarda una prima diagnosi, il documento (ma è vecchio):

http://docs.info.apple.com/article.html?artnum=86815

Il problema c'è, è conosciuto, ma se ne parla senza strombazzare, con la sordina (a proposito di rumore, l'ironia è involontaria).

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share