MacBook Pro - una pre-recensione


admin
 Share

Recommended Posts

Prime impressioni d'uso sul MacBook Pro Apple

Dopo le immagini ecco una prima analisi delle caratteristiche dei nuovi portatili professionali di Apple dopo un contatto diretto. Una pre-recensione in attesa di avere il prodotto a disposizione per un lungo test.

Ore frenetiche queste in cui gli utenti che sono prossimi all'acquisto di un Mac vogliono sapere se è troppo presto per passare ad un Mac-Intel e tenersi il vecchio PowerBook o gettarsi nella novità come cavia transizione epocale per il mondo della mela.

Abbiamo provato il nuovo MacBook per una mezzora circa alla presentazione di Londra e i nostri giudizi sono legati alla esecuzione di applicazioni sviluppate da Apple come iLife 06 e quindi gia' presumibilmente ottimizzate per le nuove macchine.

Poco importa per il momento: crediamo infatti che l'acquirente ideale di una macchina del genere sia attualmente, più che il professionista che necessita dell'incremento di potenza stimato in un ottimistico 4x dalla presentazione di Steve Jobs, il curioso di tecnologie, quello che si chiama in gergo l'"early adopter" e vuole a tutti costi provare una novità senza curarsi degli impicci che derivano dall'avere una macchina poco sperimentata solo per il gusto di essere tra i primi.

Un utente del genere non si cura della velocità dei programmi emulati attraverso Rosetta o del fatto che alcune applicazioni pro di terze parti non sono ancora pronte per girare in versione ottimizzata sulle nuove macchine ma è interessato a provare qual è la vera differenza tra un sistema Apple e processori Intel e i corrispondenti prodotti con Windows.

Già, perchè ora il confronto tra le due piattaforme non avrà più la discriminante dei processori a fare da bilanciamento tra gli aspetti negativi e positivi ma molto si baserà sulla potenza bruta che il sistema operativo riesce a trasmettere all'utente attraverso l'interfaccia di Mac OS.

In realtà chi da sempre usa Mac si aspetta ben di più, usa un sistema operativo che per la sua semplicità e il suo scansare le ridondanze tipiche dei concorrenti sa farsi più facilmente addomesticare e pretende di avere sotto le dita una macchina potente ma comoda da usare.

I confronti quindi non andranno fatti con Office, ancora non portato in codice Universal (ma Microsoft ci sta lavorando e ha promesso di lavorarci per altri 5 anni) ma mettendo a confronto applicazioni simili in un campo o nell'altro per vedere se il risultato produttivo e l'approccio con gli utenti meno smaliziati produce risultati migliori in tempi piu' brevi.

Si tratterà di testare applicativi con codice ottimizzato e vedere come, su macchine paragonabili per potenza di processore e scheda grafica, viene svolto il lavoro e con quale velocità.

Fino ad allora e cioe' fino alla fine di Febbraio quando saranno disponibili macchine di Apple e le analoghe di Dell, Fujitsu Siemens, Asus....

Avendolo provare per qualche minuto possiamo darvi solo le nostre sensazioni a "fior di pelle": con iPhoto e iMovie il portatile è semplicemente "velocissimo": sul portatile era a disposizione il filmato delle "vacanze italiane" mostrato da Steve Jobs durante il keynote (con il sottofondo di Carosone "Tuvvoffà l'Americano") in versione HD1080 ed era un'esperienza d'uso "terrificante" la risposta del computer alla navigazione, all'impostazione degli effetti e la rispondenza tra l'inclusione delle foto e il compositing che la nuova edizione di iMovie permette di ottenere in pochi istanti.

iPhoto sembrava molto veloce ma qui è bene fare dei test con degli archivi molto consistenti, intorno alle 10.000 foto per verificare l'effettivo miglioramento nella gestione di grandi librerie.

Quello che si può dire è che il monitor, dichiaratamente migliorato come luminosità e contrasto è veramente ai livelli dei bellissimi display "desktop" di Apple: sotto le luci della sala della presentazione l'angolo di visione e il contrasto erano davvero notevoli.

Ma la batteria?

Per dare un giudizio definitivo occorrerà aspettare le versioni definitive di questi che, nella configurazione che abbiamo sperimentato, sono solo dei prototipi. La durata della batteria è sicuramente uno degli interrogativi che si pongono molti specie dopo l'articolo apparso su queste pagine che citava dei un tempo disponibile di carica di circa due ore dopo aver staccato il cavo di alimentazione. In verità questa operazione l'abbiamo compiuta anche noi e il tempo residuo era di 2 ore e 15 minuti mentre sul web si legge di analoghe operazioni e risultati quanto mai disparati che arrivano al massimo di 3 ore e 5 minuti.

Ma in questo momento una media dei risultati o un giudizio su questo aspetto non può essere che insufficiente: si tratta di macchine con processori e piastre madri prototipo che sono passibili di ottimizzazione da qui alla data di rilascio.

A questo bisogna aggiungere che l'insieme di componenti usati è una novità assoluta e sperimentata per la prima volta dai team di Intel e di Apple per un periodo relativamente breve di tempo.

Gli esemplari di produzione avranno probabilemente componenti diversi e tutto quello che andrà comunque sopra le 4 ore di durata potrebbe essere benvenuto vista la potenza della scheda grafica utilizzata, e l'elevato assorbimento che un monitor di questa qualità richiedono.

Difficile fare un paragone quindi con le durate dichiarate da altri costruttori sia perche' non c'e' alcun dato ufficiale da parte di Apple nè in molti casi è possibile raffrontare sistemi di analoga dotazione.

Con l'uscita di un maggior numero di concorrenti sul lato Windows si potranno fare paragoni piu' diretti.

E le porte I/O?

Come vi abbiamo mostrato nel nostro reportage fotografico ci sono molti cambiamenti nella disponibilità di porte I/O sui MacBook

Ecco una disamina con motivazioni e soluzioni per ovviare alle mancanze.

Lo scomparsa o la variazione di alcune porte sul MacBook deriva da diversi fattori: da una parte l'ottimizzazione dello spazio che in un computer così sottile comporta delle restrizioni evidenti, dall'altra la gestione di una nuova piastra madre completamente riprogettata, dall'altra l'economia di prodotto che tende ad eliminare i componenti superflui o che Apple ritiene tali per i mercati di riferimento.

E' scomparso il modem

Questa è secondo noi la mancanza più grave soprattutto se pensiamo al mercato italiano o ai tanti utilizzatori nomadi che hanno a che fare con connettività da terzo mondo anche nel nostro paese, certo è possibile portarsi dietro un modem usb per le connessioni analogiche ma il portatile è nato per viaggiare leggeri e il wireless (parliamo della possibilità di collegamento bluetooth incorporata) non risolve purtroppo sempre i problemi visto che in molti paesi o situazioni usare il cellulare è una operazione lenta e costosa.

E' scomparsa la PC CARD ma...

La PC card è stata sostituita da Express Card/34 sopratuttto pensiamo per ragioni di spazio ma anche perchè si tratta di una interfaccia più moderna che anche nei PC windows affiancherà e sostituirà progressivamente la precedente più lenta e ingombrante. La sua implementazione rappresenta anche un risparmio nella realizzazione della motherboard.

Qui gli utenti con schede Modem PCMCIA rimarranno male: non esistono adattatori e l'investimento in questo tipo di schede (che abbiamo sempre sconsigliato perche' meno pratiche e versatili di un normale telefono collegato via Bluetooth) andrà perso se non trovate il modo di piazzarle nell'usato.

Gli adattatori per schede flash sono già in commercio e questa è una buona notizia per i fotografi professionisti che non vogliono dongle esterni da portarsi dietro.

Ultima categoria di scontenti per la scomparsa saranno i possessori di schede di acquisizione audio su PCMCIA che perderanno un ottimo sistema di input di buona qualità

E' scomparsa la Firewire 800

Questa mancanza è abbastanza stupefacente per una macchina che Apple denomina "Pro" e va contro l'utlizzazione nel campo audio e video, campi in cui molti utenti si sono dotati di hard disk con trasferimento dati ad alta velocità che l'interfaccia permette.

Ci sono già interfacce FW800 di terze parti su Express Card ma sinceramente avremmo preferito che la presa fosse rimasta nella dotazione base. Anche qui avranno giocato ingombro ed economie sulla scheda madre.

E' scomparsa l'uscita supervideo

Tutti i PowerBook recenti da 14-15" hanno avuto in dotazione una comoda presa SuperVideo (con connettore centrale e adattatore per video-composito) per un rapido collegamento al TV, anche servendosi di un adattatore Scart. Un ottimo sistema per collegarsi rapidamente a televisori anche in situazioni di emergenza o per mostrare le proprie foto e video in ambienti poco dotati tecnologicamente. Sul MacBook l'uscita è scomparsa ed Apple propone un adattatore DVI-Video, lo stesso usato sui Mac mini e G5 per supplire alla mancanza. Si tratta di un adattatore da 20 Euro circa reperibile su Apple Store che non fa rimpiangere piu' quella presa mancante sia per il prezzo leggero sia per la versatilità.

La lista dei "missing" finisce qua perche' contrariamente a quanto si legge su qualche report, la VGA è ben presente sul nuovo MacBook attraverso il classico adattatore fornito di serie che permette, grazie alla tipologia di uscita DVI a bordo (di tipo DVI-i - quindi anche con segnali analogici) di fornire i segnali sia per la normale VGA che per l'adattatore S-video e composito citati sopra.

La DVI-i permette ulteriormente di non rimpiangere l'uscita video visto che nei TV moderni LCD, Plasma sono presenti connettori VGA, DVI o HDMI collegabili direttamente al MacBook per ottenere immagini e filmati ad altissima risoluzione. Ovviamente per la connessione HDMI occorre un cavo DVI-HDMI.

Un connettore di alimentazione "intelligente

Veniamo alle novità: oltre alla già citata Express Card/34 abbiamo l'innovativa presa di alimentazione "magsafe" che sembra studiata apposta per quelli che, come chi scrive, sono dotati di bambini molto vivaci che amano prendere il computer per la coda o meglio per il cavo che lo collega al trasformatore facendolo cadere da tavoli, scrivanie o qualsiasi superficie di appoggio quasi sempre rovinosamente a terra.

Anche se i portatili Apple sono macchine robuste, e ve lo testimonia un utente che ha avuto 4 di questi incidenti con un solo computer, è certo che un trattamento del genere a lungo termine qualche danno lo provoca.

Benvenuto quidi Magsafe: anche se qualche problema iniziale lo darà sicuramente, non tanto per il suo funzionamento che sembra semplice e geniale come molte novità Apple, ma per il fatto che allo stato non esistono adattatori di alimentazione per auto di con analogo plug e neppure convertitori o tips di terze parti.

Confidiamo che da qui all'uscita del portatili Kensington, Macally o chi altri possano avere la licenza per costruire gli adattatori oppure Apple stessa metta in commercio un convertitore per l'utilizzazione di alimentatori pre-esistenti.

iSight

Altra novità? La iSight incorporata. Sicuramente una comodità estrema per chi viaggia spesso o semplicemente vuole comunicare velocemente anche in video e senza essere costretto a montare aggeggi vari sul suo schermo: la potenza della CPU, la buona ottica e l'ottima scheda grafica permettono una qualità di visualizzazione che non ha niente a che fare con le telecamerine USB a cui sono abituati molti utenti. E, a parte la divertentissima applicazione PhotoBoot che permette di fare scatti spiritosi o creativi la webcam incluse nello schermo e il microfono subito posto di fianco assicurano la possibilità di comunicare instantaneamente, mostrare il proprio lavoro o al limite solo il proprio volto.

Continua nelle prossime ore con... Front Row, lettore DVD, ingombri. audio digitale altre compatibilità...

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 28
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Certo non ho intenzione di comperare subito il nuovo pb, non sono mica pazzo!

Commento solo la potatura delle porte. Mi sembrano tutte delle perdite gravi in un portatile. Uscita s-video, e' vero che si puo' ricorrere ad adattatori, ma e' un grosso inconveniente quando si viaggia doversi portare dietro la panoplia (adattatore vga e adesso s-video), e non so se ci sono altri distratti in giro nel forum, ma un rischio grossissimo quando si stacca tutto e il pubblico di distrae con le domande il rischio e' lasciare l'adattoratore dalla parte sbagliata del cavo. Il modem non servira' molto ma quando si e' in giro se serve serve (avete mai dovuto mandare un fax da una camera di albergo?). Un altro scatolino da ricordare.

La perdita piu' grave per me e' la pcmcia. Sara' vero che la nnuova e' piu' veloce, ma io ci tenevo soprattutto alla scheda UMTS e adesso quando uscira' un nuovo modello? non e' stanca la Apple di far fare ai suoi utenti i pionieri nel deserto delle innovazioni sugli standard delle periferiche?

M

Link to comment
Share on other sites

perchè saresti un pazzo? sembra quasi che apple abbia messo in vendita un catorcio.

io l'ho ordinato subito e prevedo un pò di vita da cavia... spero non più di tanto perchè mi aspetto che metteranno in commercio un prodotto di altissima qualità.

l'unica cosa che mi preoccupa un pò leggendo questa pre-recensione è la durata della batteria. Da quanto avevo sentito la nuova architettura con intel avrebbe consentito bassisimi consumi e di conseguenza mi aspettavo una elevata durata di batteria. Speriamo sia in effetti solo una questione di prototipi.

Link to comment
Share on other sites

Guest gennaro_mac

Comunque su PCMCIA no ci sono solo le schede della Vodafone ... ma anche schede grafiche(!!!), schede acquisizione TV, digitale terrestre ecc. ecc.

Link to comment
Share on other sites

Oggetto del momento finchè vuoi, ma se devi essere operativo al 100% ora come ora non prendi il MacBook Pro, ma il buon vecchio G4... almeno a livello lavorativo..

Poi fra un anno... beh, considerando tutte le apps anche un anno e mezzo, il discorso cambierà, ma ora comprarlo è cmnq un po' sottoscrivere un contratto da collaudatore. :)

Cheers

P.S. Alla fine un mio amico che ha ricevuto il Powerbook la mattina stessa dell'unnuncio dei nuovi MacBook non si è nemmeno scomposto. Le sue parole testuali sono state: "Ho la macchina giusta per me. Devo lavorarci da domani, mica da Marzo o Dio solo sa quando ci saranno tutte le apps che mi servono."

Come sempre tutto dipende da cosa uno ha bisogno. ;)

Link to comment
Share on other sites

Il problema 1 per chi deve lavorare con il Mac e si appriccia ai Mac-Intel è la disponibilità del software in forma UnBin. Finchè non vi sarà la Creative suite di Adobe (pare seconda metà 2007), FCP, AE, i vari Combustion etc... il "tappo" per decisioni di acquisto positive di Mac-Intel sarà molto "ingombrante". Nell'audio non ne parliamo proprio, perchè siamo già solo ora ad apprezzare una significativa trsmigrazione da Os 9 a Os X.

Link to comment
Share on other sites

io l'ho ordinato subito e prevedo un pò di vita da cavia... spero non più di tanto perchè mi aspetto che metteranno in commercio un prodotto di altissima qualità.

I problemi continuano ad esserci sui G4 (con cui hanno mezzo decennio di esperienza e con +/- la stessa MB) figuriamoci su di un prodotto così diverso.

Fino a poco tempo fa Apple ed Intel si scannavano su tecnologie da imporre sul mercato, adesso la prima chiede aiuto alla seconda (giustamente) per sviluppare i prodotti futuri. Io all'inizio la vedo un pò dura.

Ti auguro tanta fortuna, nervi saldi ed una filiale TNT non molto lontana da casa tua... :D

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Leggendo in giro( è un po' OT) forse ho capito il problema dei consumi dei MacBook Pro: forse hanno problemi nel comand di disattivazione di uno dei due core in risparmio energetico. E' un problema software più che hardware. Qindi anche probabile che escano con una build di OS X propria.

Link to comment
Share on other sites

spero sinceramente che i problemi della nuova macchina non saranno così gravi da doverlo mandare in assistenza e quindi non avere il centro tnt vicino!

Penso invece che apple farà di tutto per vendere delle macchine ottime sotto ogni punto di vista, anche perchè se sperano che la gente poi li compri, se ne dovrà parlare più che bene già da subito, per cui sono più che fiducioso che tutti sti incredibili problemi paventati non ci saranno.

mi aspetto ovviamente che i software non universal binary siano più lenti, ma sinceramente non mi importa nulla di aspettare qualche secondo o frazione di tale per un rescaling in photoshop (e con ps ci lavoro). Per come si è visto PS al keynote mi basta e avanza.

Riguardo alla creative suite di photoshop a metà 2007... mah... da dove arriva la notizia? mi pare molto strano che lascino passare 1 anno e mezzo senza mettere fuori un software UB per le nuove macchine.

Non so nulla di programmazione ma spero che per rendere un prodotto UB non ci voglia così tanto tempo. Non dico un prodotto ottimizzato macintel, ma almeno un UB in qualche mese me lo aspetto. Office arriverà a marzo, perchè Adobe dovrebbe aspettare tanto di più?

Link to comment
Share on other sites

Non voglio innescare una polemica ma sinceramente sono un po' stufo che ogni volta in cui viene lanciato un nuovo prodotto si parli di chissà quali carenze e problemi potranno sorgere. Non mi sembra corretto nè verso Apple nè tantomeno verso coloro che hanno deciso di ordinarlo. Innanzitutto nessuno e ripeto nessuno può sapere se avrà veramente problemi visto che nessuno ha mai potuto provarlo. In secondo luogo non credo che un'azienda seria come Apple possa mettere in commercio un catorcio che necessita di essere mandato in assistenza come detto da qualcuno solo perchè ha cambiato l'architettura del sistema. Intel è da decenni che produce processori e chipset così come Apple è da decenni che produce computer. I problemi dei computer di solito sono software non hardware e il sistema operativo del nuovo MacBook sarà pur sempre Tiger che è il più evoluto sistema operativo del mondo! Tacciatemi pure di ingenuità ma io tutte queste analisi catastrofiste le trovo fuori luogo e francemente anche un po' ridicole.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share