Sign in to follow this  
Guest

CLASSIC dentro Mac OS 10.2

Recommended Posts

Concordo con Matteo sul lato manutenzione, sarebbe ottimo se tutto fosse consigliato da apple...

Vincenzo OTTIMO COMPUTER!! Questa volta vorrei sentire i commenti degli gli amanti di windows per questo computer economico e con un processore super veloce..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

1) tecnicamente era possibile con TinkerTool modificarli... con OS 10.2 tale funzione è disabilitata ma ritengo sia una scelta non tecnica... aspettiamo

2) secondo me è pulita tanto quanto quella di OS 9... non trovo neanche sbagliato usare il tema metallico per le applicazioni del digital lifestyle.

3) sono d'accordo, anche se la natura stessa del sistema ha modificato le modalità di installazione (le applicazioni installabili drag&drop sono la maggioranza ora... e, sostanzialmente, tutta l'app è pacchettizzata); vorrei anch'io un'installazione automatizzata di font e controlli (ad esempio i font: installati di default nella cartella utente).

4) concordo, già scritto

5) appena detto

6) no, non ne sento la mancanza, mi dispiace... secondo me molte funzioni del menu apple sono state riaccorpate logicamente in altri settori (preferiti, collegamento in rete...)

7) no, utilissimo avere il cestino sempre visibile... come sai con TT lo tengo ancorato a destra (non è magia... TT riscrive le impostazioni delle preferenze del dock... Apple lo tiene così per scelta)

8) non capisco... ti riferisci alle scrivanie multiple? un OS multi utente non credo possa avere impostazioni diverse da quelle di OS X... cmq nell'uso che ne faccio non vedo differenze tra la scrivania di OS X e quella di OS 9 (che poi la scrivania di X abbia il problema dell'aggiornamento reale, ritengo questo un fatto più tecnico)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gennaro > tutti gli os mettono a corredo un'utility per deframmentare il disco. siccome osx da questo punto di vista è molto casinista non sarebbe il caso di mettere uno straccio di deframmentatore?

Forse hai ragione, ma deframmentare l'Hd secondo me è un'operazione che può condurre a disastri...chi proviena da win, non cerca altro (credo che su OSX serva a poco..) e potrebbe fare + danni che se si autentica come Root

Per le utility di manutenzione e la ram hai perfettamente ragione Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

>1) font di sistema

Uhm, non comprendo

>2) pulizia dell'interfaccia

con Jaguar trovo si siano fatti passi da gigante, e mi piace.

>3) gestione del sistema (installazione estensioni, che avviene anche in osx, pannelli di controllo, fonts

questo può solo essere implementato.... ma forse preferivi che si potesse fare questo e rimanere senza altre caratteristiche dell'OS!

>4) assenza di un disco d'avvio di ripristino come quello dell'os classico

Divertente, così i privilegi vanno a quel paese!

>5) bordi e classi

Bordi si, le classi nn le usavo. Esiste LabelsX (10€, nn morirai di fame ;) non bere il caffe per un po' e te lo paghi :P)

>6) menu apple

Non ne sento la mancanza

>7) il cestino sulla scrivania

Non ne sento la mancanza, anzi sono soddisfatto del cambiamento

>8) la scrivania più "reale"

?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

<font color="ff0000">>4) assenza di un disco d'avvio di ripristino come quello dell'os classico

Divertente, così i privilegi vanno a quel paese! </font>

Non ho voluto approfondire il discorso... ma vista la natura di OSX un CD con queste caratteristiche sarebbe il tripudio degli hacker... la presenza in ogni system installato di un utente che può accedere al contenuto del disco... sbaglierò ma preferirei che Apple fornisse un disco immagine o, meglio ancora, un'applicazione che creasse un system di emergenza con immissione "al momento" della giusta password e quindi strettamente dipendente dall'utente amministratore; l'applicazione potrebbe chiedere di aggiungere altre applicazioni d'emergenza oltre quelle fornite da Apple... come dite? esiste già? perchè allora Apple non vuole fare bella figura fornendo LEI stessa questa applicazione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da qualche parte ho letto che la deframmentazione su OS X è inutile o addirittura dannosa ... ah ecco qui:

There are two kinds of fragmentation: file fragmentation and volume fragmentation. File fragmentation refers to what happens when a file gets broken into lots of tiny pieces so that every little nook and cranny of the hard disk can get used.

Volume fragmentation (the kind that Norton looooves to point out) just means that all of the files aren't crammed together in one (mostly) contiguous part of the hard disk. File fragmentation can be bad--volume fragmentation: not really.

In Classic Mac file systems (HFS and HFS+) and DOS/Windows file systems (FAT, FAT32, NTFS), an "optimized" disk means that not only are files themselves contiguous, but all those files are jammed together in a tidy block. It seems efficient and neat, however... from the second that a disk has been defragged, it becomes more and more inefficient. All that packing together of data means that the moment a temp file is deleted, part of your business proposal is probably going to get stuffed in it's place--instant fragmentation.

In UNIX, however (like MacOS X's underpinnings), typical filesystems use high degrees of _volume_ fragmentation to combat file fragmentation. Anybody who has had some sectors go bad on a hard drive knows that lots of file fragments mean the possibility of a much greater number of corrupted files.

In short (oops, too late). Defragging in the UNIX (and now MacOS) world is more likely to do harm than good.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

<font color="119911">...se esegui le utility di manutenzione dopo un periodo lunghissimo in cui non l'hai fatto...</font>

teoricamente il system è impostato per farle da solo... però si suppone che il computer sia acceso alle 3 di notte...

computer come i macintosh difficilmente saranno accesi a quell'ora (a meno che, e mi è successo ultimamente, non si stia lavorando...).

o Apple cambia l'ora o dice in qualche manuale o nella guida in linea (così magari diventa veramente utile) come fare la manutenzione!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Giulio> vero, ma OS X è particolare da questo punto di vista dato che è UNIX ma il system file è HFS+...

a volte sento frullare il disco e vorrei intervenire, proprio articoli come quelli segnalati da te mi frenano dall'usare le Norton o comprare Drive 10 (o Disk Warrior...).

sarebbe bello se Apple mettesse la parolina giusta al riguardo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

>perchè bisognerebbe leggere manuali se non se ne ha bisogno?

--- perche' se ti limiti a usare osx senza studiare una riga di unix perdi un buon 50% dei suoi vantaggi.

In ogni caso, apple da questo punto di vista e' scarsissima: di fatto non esiste un manuale in dotazione (anche con win, peraltro), e la guida in linea e' scandalosa: lenta, limitatissima, buggata.

>basta abbonarsi a .mac è c' è un tutorial in linea su jaguar

--- se e' per questo c'e' in libreria l'ottimo "manuale che non c'e'" di d.pogue o un sacco di risorse online, ma visto che jaguar si paga sarebbe giusto venisse fornito un manuale a corredo senza ulteriori spese.

>Ti porto un paio di esempi, tratti dalla mia vita quotidiana.

--- quelle esigenze potrebbero essere soddisfatte senza problemi anche con xp o linux o os9.

Oggi le vere difficolta' di un os non si misurano piu' nel quotidiano banale, ma nella installazione, nelle emergenze, nella installazione e disinstallazione dei programmi, nella manutenzione ordinaria e straordinaria ecc.

>ti riferisci alle scrivanie multiple? un OS multi utente non credo possa avere impostazioni diverse da quelle di OS X

--- no, si riferiva ad altro, in ogni caso il virtual desktop e' tranquillamente implementato su tutti gli os multitutente, da osx a linux a xp.

>deframmentare l'Hd secondo me è un'operazione che può condurre a disastri...chi proviena da win, non cerca altro (credo che su OSX serva a poco..)

--- nessun disastro, se l'utility funziona, e di sw simili ne sono sempre esistiti e ne abbiamo usati tutti a profusione senza perdere un dato.

In quanto alla utilita', e' la stessa che sotto win, forse un po' maggiore, vista la frequenza con cui osx (che e' un divoratore di ram) si appoggia allo swap.

Share this post


Link to post
Share on other sites

marco centofanti > nessun disastro, se l'utility funziona, e di sw simili ne sono sempre esistiti e ne abbiamo usati tutti a profusione senza perdere un dato.

In quanto alla utilita', e' la stessa che sotto win, forse un po' maggiore, vista la frequenza con cui osx (che e' un divoratore di ram) si appoggia allo swap.

Ascolta, potrei anche darti retta, poi leggo messaggi come quello di Giulio e la via diventa oscura...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

>è il fascino della riga di comando

--- e' vero: la cosa migliore di osx e' avere una buona gui (ben migliore dei vari kde e gnome) e una shell come bash o csh sulla stessa macchina.

Si puo' fare anche con win (cygwin), ma e' un po' un accrocchio, si vede che il sistema non nasce cosi'.

>un CD con queste caratteristiche sarebbe il tripudio degli hacker

--- non serve neppure un cd o altro: basta bootare in single user mode.

La sicurezza di una macchina dipende strettamente dall'accesso fisico alla stessa: se c'e' accesso fisico non c'e' sicurezza. Non e' un caso che le sale server serie siano chiuse a chiave.

Al limite si puo' prevedere la crittazione del filesystem o robe simili, ma anche in questo caso resta la possibilita' di smontare l'hd e decrittare il tutto in un secondo tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this