Sign in to follow this  
stevenmackod

Prestazioni Virtual PC...

Recommended Posts

Vorrei capire una cosa:

Che prestazoni ha virtual PC?

Mi spiego.

Avrò, tra pochi giorni, un dual G5 2.5ghz con due Gb di Ram. Se ci installo VPC7.0 che prestazioni posso ottenere paragonandole ad un pc? Un 386 con 16 mega di ram? Un PentiumII 300Mhz? Un doppio Xeon 35000Ghz^2?

DItemi...

Steve.

Share this post


Link to post
Share on other sites

dipende molto dalla versione di Windows che installi. Installando Windows 98 Seconda Edizione, otterrai risultati di tutto rispetto soprattutto con applicazioni che non fanno uso massiccio di grafica (in Virtual PC la scheda video è emulata). Quindi diciamo che puoi ottenere un Pentium II a 300 ma al di la della mera frequenza del processore PC che ottieni, ti ripeto se installi Virtual PC 7.0.1 e Windows 98 Seconda Edizione (al MASSIMO Windows 2000 con service Pack 4) otterrai una macchina usabile (ricordati di installare le virtual Pc additions)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente ho provato VPC 7 e sono tornato precipitosamente alla versione 6. Che mi sembra più veloce. Ho tre macchine emulate Win95 è quasi scattante, WIN2000 è possibile e te la consiglio molto (soprattutto è molto meglio di Win98), WinXP la uso solo se proprio occorre, è aspetta e spera, cioè clicchi e aspetti che succeda qualcosa. Conta molto la ram che gli puoi dedicare (200 o 300 mega) e quindi quella che hai sul Mac

M

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alcune applicazioni girano solo su windows, persino alcune pagine web. I files .lit si vedono solo su windows.

Quando devo mostrare come usare la posta ai poverini che usano windows è bene mostrarglielo (shudder) su outlook. Ed tra l'altro è meglio mostrarglielo con il Mac così posso mostrare i vari sistemi operativi su un solo schermo

M

Share this post


Link to post
Share on other sites

Virtual PC sta degradando di giorno in giorno, quanto più gli avvocati di Microsoft riescono a togliere funzionalità ormai sotto brevetto o a dimostrare che i loop vuoti per generare pause artificaili non possono essere citati in giudizio contro di loro. Inoltre gli psicologi di Microsoft lavorano per rendere frustrante l'esperienza di uso del Mac, creando false aspettative in modo che i consumatori se la possano prendere con Apple.

Dimenticate qualunque versione di Virtual PC a partire dalla 6.1: dopo chiedergli di funzionare dignitosamente è come pregare l'alien di Ridley Scott di uscire dal buko del **** senza graffiare le pareti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest gennaro_mac

Concordo con Chest. Aggiungo poi che mi risultava molto utile VPC 6 (e precedenti) per l'uso di sistemi alternativi. In VPC 7 hanno tolto funzioni importanti che ad esempio ad oggi mi impediscono di usare OpenStep ... buttatelo alle ortiche insieme (se possibile) a tutti gli altri software M$

Share this post


Link to post
Share on other sites

A sostegno delle precedenti affermazioni (peraltro vere, quindi difficilmente confutabili) aggiungo che a ulteriore dimostrazione della assoluta malafede di Microsoft verso VirtualPC ci sono le decisioni, ovviamente del tutto anti-economiche, di

1) non supportare il G4 (più del 90% delle vendite di Apple)

2) di non supportare il biprocessore nei G5 (Tafazzismo fase suprema del monopolismo)

3) di non supportare sistemi G5 con più di 2GB di Ram

Come chiunque può capire, questo non è sviluppo software: è una qualche strategia psico-legale per perdere soldi e farli perdere a chi compra i loro prodotti, onde ingenerare insoddisfazione.

Tanto loro i dollari li spillano ai poveretti che comprano Office, che ad oggi è divenuto la super tax per pagere i debiti della Xbox, di Longhorn,di Avalon, di Windows Mobile, di Windows Media Center e financo delle guradie forestali della Calabria.

Come tanti Gondrano supini e gobbi, gli acquirenti di Office stanno pian piano ripagando il debito pubblico dell'economia mondiale, piegati dal ricatto della incompatibilità della loro ultima letterina in cui si è usato, nientemeno, un grassetto italico, rigorosamente brevettato, per i convenevoli di rito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

1) ?

2) concordo... ma sai, MS ha pochi sviluppatori e li sposta alla bisogna, così manca il supporto nativo per le schede video in quanto erano tutti impegnati sulla Xbox 2 con analogo problema...

3) falso, problema risolto

ciò che segue mi trova concorde

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this