Garanzia 2 Anni


actser
 Share

Recommended Posts

Lorenzo, mi dispiace ma non conosco l'ordinamento giuridico di San Marino (ho già i miei problemi con il nostro ;) ). La sostituzione del bene è prevista dagli articoli 1519 bis e seguenti del codice civile italiano (garanzia legale europea) e non dalla garanzia legale ordinaria, che invece contempla la riduzione del prezzo o la rescissione del contratto. Ma tutto questo, ripeto in Italia.

La scelta di sostituire il bene non dipende dalla visibilità del difetto, ma dalla sua incidenza sul valore complessivo del bene. In caso di controversia ci sono, ovviamente, i giudici (o gli arbitrati).

Che cosa preveda la garanzia convenzionale apple sul punto non lo so, perchè non l'ho letta.

Nel post citato parlavo della "garanzia aggiuntiva" offerta dalla Fnac e non di quella Apple. Per capire se questa ti conviene dovresti vedere come opera la garanzia legale di San Marino.

Per mikiresty: Non ho letto quell'articolo. Ma ribadisco quel che c'è scritto nel codice civile (articolo 1519 bis c.c.). La garanzia è prestata per due anni dal venditore.

Significa che il consumatore ha diritto di di far valere la garanzia dal venditore. Significa che la denuncia del vizio deve essere fatta entro due mesi al venditore. Che poi apple provveda direttamente alla riparazione nel primo anno è un bene (soprattutto) per il venditore.

Ma se il bene viene inviato alla Apple e il vizio non è denunciato al venditore, si decade dalla possibilità di agire in giudizio verso il venditore che è l'unico obbligato per legge a prestare la garanzia per due anni. Per cui occhio a quel che fate.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 40
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

kalimer, esatto, quel che dico io... ossia che comunque apple ti offre la garanzia di un anno, per cui puoi, per comodità, andare presso qualsiasi centro autorizzato a farlo riparare. Passato l'anno, devi andare dal venditore.

Peccato che quando acquistai il mio iBook tutto ciò mi venne omesso dal venditore (chiamalo scemo) ed io, dopo un anno dall'acquisto, ho cambiato l'hard disk. Credo ovviamente di aver così invalidato la garanzia (non si rompe alcun sigillo, ma l'hard disk non è quello originale..ergo..)

Toccando ferro non ho avuto problemi, anche se ogni tanto il touchpad si impalla e a volte lo schermo presenta zone in cui è più luminoso.

A questo punto mi vien da pensare una cosa: se il mio rivenditore mi dice che ho solo la garanzia di un anno, piuttosto che mettermi a discutere, minacciare vie legali, perdere tempo e quant'altro, non conviene poi andare direttamente da chi questa garanzia di due anni (come è normale e ovvio che sia) la offre? Alla fine, lavandosi lui le mani dopo un anno, non finisce col fare danno a se stesso, perdendo clientela?

Quindi sarebbe bene chiedere subito al rivenditore com'è la garanzia (come feci io, quasi 2 anni fa) e in funzione della sua risposta, valutare...

Link to comment
Share on other sites

il rpoblema della garanzia di legge è che bisognerebbe dimostrare che il problema rilevato è dovuto ad un difetto di conformità dell'apparecchio già al momento dell'acquisto!!! E come si fa se il difetto si presenta dopo un anno e mezzo a dimostrare che un anno e mezzo prima l'apperecchio era già difettato???? La legge è scritta con i piedi, come purtroppo accede spesso..:(

Link to comment
Share on other sites

Si , il rivenditore è l'apple store e quindi bisogna rivolgersi a loro... Nelle note di vendita "termini e condizioni" loro ammettono seplicitamente che la garnzia di un anno nn va ad inficiare altre garanzie di legge per il consumatore, il problema vero però, nel farsi riconoscere questa garanzia è quello che ho scritto sopra..

Link to comment
Share on other sites

Nel caso succedesse qualcosa (grat grat) si deve sempre provare, e facendo la voce grossa che è l'unica lingua che quelle strutture capiscono fino in fondo... (poveri centralinisti... quanta cacca che si prendono ogni giorno.. una volta mi sono sentito in colpa con una della telecom, ma ero troppo inca.zzato...

Link to comment
Share on other sites

kalimer, esatto, quel che dico io... ossia che comunque apple ti offre la garanzia di un anno, per cui puoi, per comodità, andare presso qualsiasi centro autorizzato a farlo riparare. Passato l'anno, devi andare dal venditore.

Non voglio essere polemico e, per dirla tutta, mi sono anche un pochino stancato di scrivere sempre le stesse cose. Infatti questa è l'ultima volta che parlo della garanzia, poi smetto, giuro ;)

È giusto quel che dice il codice civile, cioè che è il venditore che deve rilasciare la garanzia. Il difetto deve essere denunciato al venditore entro 2 mesi.

Apple si offre di riparare il bene nel primo anno?

Ottimo. Ottimo per il venditore che non ha grane e, soprattutto, spese. Ottimo per il consumatore, che fa prima.

Ma se il problema persiste dopo il primo anno, (e dopo due mesi dal suo apparire) apple si rifiuterà di ripararlo, perchè non più tenuta alla garanzia (salvo prova che il primo intervento non è stato risolutivo - ma la cosa si fa lunga e complicata). Il venditore si rifiuterà di ripararlo perchè il vizio non gli è stato denunciato in tempo.

Provare per credere. Consiglio: mandalo in riparazione da chi vuoi, ma invia una raccomandata al venditore denunciandogli il vizio.

Per Stealth Fighter: (in materia di garanzia legale europea) Se il vizio si manifesta entro 6 mesi dalla consegna del bene, esso si presuppone preesiste alla consegna. Dopo i 6 mesi grava sul consumatore l'onere della prova della preesistenza del difetto.

Sarà anche scritta con i piedi, ma il principio per cui l'onere probatorio di un fatto incombe su chi afferma l'esistenza di quel fatto è praticamente lo stesso in tutto il mondo. Per i consumatori si è fatta un'eccezione per i primi 6 mesi, in considerazione della particolare tutela che viene loro accordata.

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Vi aggiungo gli ultimi sviluppi della riparazione del mio IMac G5, sperando siano utili per altri utenti. L'inizio della vicenda è negli altri miei messaggi di questo thread.

Come dicevo, allo scadere della garanzia annuale, trovandomi in una situazione delicata, ho scelto il male minore e stipulato l'AppleCare (219 €!).

Nel frattempo, prima di Natale scorso, l'assistenza mi contatta e dice che il mio IMac è stato riparato ed è pronto per il ritiro. Solo qualche giorno prima il difetto non era rintracciabile e quindi non era possibile nessuna riparazione...

Sarà stata la mia lettera irritata ad Apple? Sarà stata l'attivazione dell'AppleCare? A voi le supposizioni. Sta di fatto che il rapporto tecnico riporta la sostituzione dello schermo LCD e relativi accessori.

Vado per ritirarlo e vedo che il coperchio posteriore è stato malamente richiuso e rimane semiaperto nella parte superiore. Lo rimando ovviamente indietro, chiedendo che abbiano più cura negli interventi.

La settimana scorsa mi richiamano, rivado per ritirarlo, il coperchio è ben chiuso anche se anteriormente lo schermo LCD non è ugualmente distanziato dalla cornice, con piccole ma evidenti differenze di 1-2 mm ca. tra parte inferiore e superiore. A occhio, prima dell'intervento queste differenze non c'erano.

Un pò per non fare sempre il rompiscatole, un pò perchè il Mac era in assistenza già da un mese e avevo fatto già due viaggi, un pò perchè paventavo danni peggiori in un ulteriore smontaggio-rimontaggio, decido di riprendermelo.

Ora, spero che questa sostituzione dell'LCD abbia ovviamente risolto il problema.

Da questa esperienza traggo diverse considerazioni che spero siano utili per altri utenti:

1) Che l'assistenza e garanzia Apple non è poi così buona, rispetto alle mie tante esperienze professionali con Compaq, Dell, IBM, HP, per esempio. Con queste quattro aziende ho sempre avuto ottime esperienze, anche con la 'semplice' garanzia convenzionale, che, ricordiamoci, per molti prodotti prevede una assistenza di TRE ANNI ON SITE. L'AppleCare prevede il ritiro on site a discrezione di Apple! Quindi se si è fortunati e si abita in grossi centri urbani, bene, sennò ti attacchi.

In questo senso, Apple lavora nè più nè meno come un monopolio nel suo mercato, stile Microsoft, per intenderci.

2) Che si danno due casi: o che certi prodotti, tipo IMac e MacMini, sono progettati per non essere mai più aperti o riparati dopo la costruzione, oppure i riparatori non sono formati a dovere. Non sono un esperto di riparazioni hardware, ma ho aperto per lavoro tanti e tanti PC, tra cui diversi Mac Mini e vi assicuro che con le dovute attenzioni e documentazioni tutto ritorna a posto.

3) Che noi utenti Apple e consumatori in generale dobbiamo sempre tenere le orecchie alzate e l'attenzione alta, perchè le garanzie vadano onorate e i nostri diritti rispettati. Chissà se l'email che ho spedito, anche se non ho mai avuto risposta, ha avuto qualche effetto. Serve anche in Italia un movimento di pressione maggiore, sui legislatori e sulle aziende, a modello dei movimenti americani dei consumatori.

In ogni caso, buon anno a tutti!

Link to comment
Share on other sites

Da questa esperienza traggo diverse considerazioni che spero siano utili per altri utenti:

1) Che l'assistenza e garanzia Apple non è poi così buona, rispetto alle mie tante esperienze professionali con Compaq, Dell, IBM, HP, per esempio. Con queste quattro aziende ho sempre avuto ottime esperienze, anche con la 'semplice' garanzia convenzionale, che, ricordiamoci, per molti prodotti prevede una assistenza di TRE ANNI ON SITE. L'AppleCare prevede il ritiro on site a discrezione di Apple! Quindi se si è fortunati e si abita in grossi centri urbani, bene, sennò ti attacchi.

In questo senso, Apple lavora nè più nè meno come un monopolio nel suo mercato, stile Microsoft, per intenderci.

2) Che si danno due casi: o che certi prodotti, tipo IMac e MacMini, sono progettati per non essere mai più aperti o riparati dopo la costruzione, oppure i riparatori non sono formati a dovere. Non sono un esperto di riparazioni hardware, ma ho aperto per lavoro tanti e tanti PC, tra cui diversi Mac Mini e vi assicuro che con le dovute attenzioni e documentazioni tutto ritorna a posto.

3) Che noi utenti Apple e consumatori in generale dobbiamo sempre tenere le orecchie alzate e l'attenzione alta, perchè le garanzie vadano onorate e i nostri diritti rispettati. Chissà se l'email che ho spedito, anche se non ho mai avuto risposta, ha avuto qualche effetto. Serve anche in Italia un movimento di pressione maggiore, sui legislatori e sulle aziende, a modello dei movimenti americani dei consumatori.

In ogni caso, buon anno a tutti!

Sacrosanto...

... Mi sono sbarazzato del mio ultimo Dell e ora ho un iMac e un Mac Mini di cui sono molto contento.

L'assistenza Dell era un sogno: tre anni di garanzia on-site. Un paio di volte ne ho avuto bisogno. Una telefonata e il GIORNO DOPO un tecnico è ventuo e ha risolto.

Se l'assistenza Apple si dovesse rivelare scadante, con enorme rammarico tornerò da Dell (brutti cassoni neri con un brutto sistema operativo). Per ora confido di non avere problemi e che Apple Care valga l'enorme quantità di euro che costa.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share