Sign in to follow this  
TempleBar

AutoCad o altro

Recommended Posts

Salve a tutti,

sono uno studente di ing.edile e uso AutoCad da un paio d'anni,dato che ho deciso di passare al Mac un amico mi ha consigliato di utilizzare TurboCad che secondo lui è decisamente migliore.Ora il mio problema è che leggendo il forum noto che c'è parere quasi unanime sul fatto che Autocad è una porcheria (io non posso fare commenti dato che ho usato sempre e solo quello) ma non capisco quale programma mi covenga prendere,TurboCad o qualcos'altro? Grazie in anticipo!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dai un'oochiata agli altri thread, è stato scritto di tutto sui cad 2d/3d.

Dipende quello che devi farci, secondo me VectorWorks è uno dei migliori cad sul mercato, specialmente l'ultima versione la 12.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti,

sono uno studente di ing.edile e uso AutoCad da un paio d'anni,dato che ho deciso di passare al Mac un amico mi ha consigliato di utilizzare TurboCad che secondo lui è decisamente migliore.Ora il mio problema è che leggendo il forum noto che c'è parere quasi unanime sul fatto che Autocad è una porcheria (io non posso fare commenti dato che ho usato sempre e solo quello) ma non capisco quale programma mi covenga prendere,TurboCad o qualcos'altro? Grazie in anticipo!!

C'è solo l'imbarazzo della scelta! Vi sono diversi tipi di programmi e quindi dipende da cosa ci devi fare. Io utilizzo Domus.Cad per architettura, ingegneria e topografia, ma ce ne sono anche altri.

Oltre al già citato VectorWorks, cito i primi che mi vengono in mente: per l'architettura 3D ArchiCad, per disegno 2D PowerCad e HighDesign, per rendering, modellazione, animazione Artlantis, Cinema 4D, Maya, Sketchup ed altri ancora.

Circa 10 anni fa Autodesk ha fatto una versione di Autocad per Macintosh, si trattava di Autocad 11. Non ha avuto successo, perchè gli utenti Mac non compravano Autocad, per questo motivo non è stato più aggiornato. Questo dovrebbe far pensare tutti coloro che parlano di Autocad su Mac.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti. sono un geometra e prima di aquistare lo splendido (a quanto pare) iMac, mi pongo, legittimamente un dubbio. Anche perchè scorrendo il forum, a volte si ha l'impressione che vi siano innumerevoli cad "compatibili" con Autocad, a volte si ha l'impressione che per usare un cad non è il caso di acquistare un mac.

la mia domanda è questa: desidererei sapere da chi usa autocad per lavoro, se ha avuto problemi nel passaggio ad altri cad compatibili con mac, e, sopratutto, se c'è interscambiabilità tra file dwg creati con Autocad e file dwg creati con altri cad.

vi ringrazio anticipatamente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla interscambiabilita' ti posso rispondere io " dall'altra parte".

Lavoro da anni in uno studio di architettura basato su Mac/VectorWorks e scambiamo da sempre, senza problemi, file dwg/dxf con i consulenti esterni. Quindi su questo puoi stare tranquillo.

L'importante e' rimanere aggiornati con le versioni piu' nuove per avere sempre piena compatibilita' con le utlime versioni di autocad.

Per il passaggio da autocad ad altri cad su Mac posso riportarti quello che vedo ogni giorno in studio. In genere i nuovi arrivati che, abituati a windows/acad, si ritrovano su Mac/VW rimangono li per li' spiazzati, perche' comunque si tratta di un modo diverso di lavorare. Ma dopo una settimana sono gia' operativi... e dopo un mese si comprano un Mac anche per uso personale :-)

ciao

lo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sla mia domanda è questa: desidererei sapere da chi usa autocad per lavoro, se ha avuto problemi nel passaggio ad altri cad compatibili con mac, e, sopratutto, se c'è interscambiabilità tra file dwg creati con Autocad e file dwg creati con altri cad.

vi ringrazio anticipatamente

Nel mio studio utiliziamo da tempo Domus.Cad di Interstudio e abbiamo utilizzato molti programmi in passato, con alcuni colleghi di studio che hanno fatto anche l'esperienza di Autocad.

Naturalmente collaboriamo con molti colleghi che utilizzano Autocad e scambiamo i file in formato dxf e dwg oppure, se sono solo tavole da stampare o vedere, in formato pdf, che da macintosh è banale e immediato creare.

Tutti quelli che conosco e che utilizzano Autocad hanno in genere una paura matta di cambiare, hanno impegato così tanto tempo e tanta fatica a impararlo che hanno paura di dover impiegare altrettanto tempo a imparare altri programmi. Non solo, ma non imparano neanche le nuove versioni di Autocad! Utilizzano spesso le ultime versioni come se fossero ancora Autocad 14, con tante linee colorate, fondo nero e senza sapere mai bene cosa uscirà dalla stampa.

Non si rendono conto che tra Autocad e Autocad non c'è poi questa grande compatibilità, se danno il loro file colorato a 10 colleghi diversi chiedendo di stamparlo, senza dare altre informazioni, verranno fuori sicuramente 10 stampe diverse. Certo, potrebbero sfruttare le versioni più recenti e lavorare, come si usa su Macintosh, con il metodo What You See Is What You Get, con spessori reali, colori reali, spazio carta ecc, ma questo vuole dire altra fatica per imparare le nuove versioni.

Chi ha trovato il coraggio di vincere questa paura ne ha trovato in poco tempo grande vantaggio, compreso un utilizzo del 3D impensabile su Autocad.

Nella comunicazione con Autocad e altri programmi, quali Domus.Cad, ArchiCad o VectorWorks, ci possono essere piccoli problemi, ma sono dovuti principalmente dal diverso modo di lavorare delle persone che utilizzano i programmi. Io, ad esempio, per stampare una pianta in bianco e nero con diversi spessori, le linee di quota blu spessore sottile e le linee di sezione marroni spessore 0,4, lo faccio anche a video in questo modo, in modo tale da avere sempre il controllo grafico del disegno, mentre molti professionisti su Autocad per fare la stessa cosa utilizzano tutte linee sottili con colori arbitrari in base agli spessori. Potrei anche io fare la stessa cosa, ma perderei il vantaggio di lavorare nello stesso modo che farei su un foglio di carta, con un feedback immediato. Per rendere facile la vita ai miei colleghi che utilizzano Autocad, trasformo gli spessori in diversi colori in fase di esportazione DWG, in modo che si ritrovino a loro agio, altrimenti riceverebbero una pianta tutta dello stesso colore e sarebbero un po' spaesati, ma il problema è appunto nel diverso modo di lavorare, non nella comunicazione fra i due programmi.

Inoltre la compatibilità non deve essere il fattore principale di un progettista, anche se è naturalmente importante, i fattori più importanti per un programma è che permetta di avere una buona produttività, di favorire e incentivare la creatività e permetta ci comunicare, con tutti, a partire dai committenti, il che è molto di più del banale formato DWG.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this