BootCamp: le vostre opinioni


Che effetto avrà BootCamp sugli utenti Mac e Win  

423 members have voted

  1. 1.

    • Fantastico: aumenterà gli switcher e la diffusione dei Mac
      182
    • Buono: sarà più semplice per chi ha un Mac utilizzare software solo per PC
      173
    • Non cambierà i rapporti di forza
      23
    • Negativo: non farà passare al Mac più switcher di ora ed Apple ha venduto l'anima al diavolo
      26
    • Disastroso: nessuno svilupperà più per Mac
      40


Recommended Posts

IO non capisco come si possa essere così entusiasti di una cosa del genere...insomma nesuno penso possa discutere il fatto che un utente possa dire a questo punto mi compro il mac e provo 'anche' OS X, ma le software house perchè dovrebbero sbattersi il doppio???i.

Sono d'accordo con te. Ieri tutti a sputare su Windows e oggi tutti contenti per questa cosa. Anch'io temo che molte applicazioni software per Mac pian, piano verranno abbandonate dalle software house. Anzi temo di peggio, verrà dismesso anche Mac OS X. Che tristezza, Windows su tutti i computers.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 548
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Sono appena stato sulla pagina di apple.com dedicata al bootcamp...bhè tutto molto organizzato. Dietro a tutto questo c'è cmq un progetto molto più grande per attaccare il mercato ed in particolare microsoft. Non bisogna dimenticare che questo è un ottimo momento perchè in giro c'è anche Linux...bisogna vedere se Vista avrà le stesse potenzialità di Leopard.

Link to comment
Share on other sites

Guest gennaro_mac

ma se io installo bootcamp, poi partiziono e installo xp...poi faccio girare quest'ultimo e proprio da XP piallo tutta la partizione dove c'è OSX, che succede? mi ritrovo un mac con Windows e senza OSX???

che brutto

Ci pensavo pure io ... boh, teoricamente dovrebbe funzionare tranquillamente con il solo Windows XP.

Link to comment
Share on other sites

Era l'articolo per i 30 Apple, dove diceva anche che windows avrebbe girato su Mac.

Continuo a non capire perchè gli sviluppatori di software dovrebbero continuare a sviluppare versioni per macos.

Forse lo faranno le grandi software house, ma le piccole?

Io (2006) ho ancora delle beta per macosx, dopo cinque anni!

Un parere da uno "sviluppatore"...

Guardate che il lavoro dello sviluppatore è sempre più distante dall'hardware su cui il software dovrà poi girare.

Mi spiego meglio.

Con l'avvento dei linguaggi e degli strumenti di sviluppo di ultima generazione (Java e .NET su tutti) la realizzazione di software è praticamente identica sia che si voglia fare un'applicazione per MacOSX, per Windows.NET o per Linux. Le librerie di sviluppo messe a disposizione dai vari tool di sviluppo, infatti, slegano sempre più l'implementazione della parte diciamo "logica" del software (ciò che deve fare) dalla sua interfaccia (sia utente che verso l'hardware). Già da tempo, ad esempio, è possibile sviluppare applicazioni in Java che, semplicemente impostando un certo parametro (chiamato, indovinate... Look And Feel), vengono poi compilate (non è proprio il termine esatto) per Windows, piuttosto che per MacOSX o Linux con i suoi vari look.

Apple ha, sino ad ora, dato un forte supporto a Java, ma ha, ormai da un po', iniziato a battere anche la strada di .NET. Esiste, infatti, la possibilità di compilare anche applicazioni .NET come applicazioni per MacOSX. Siamo ancora a un livello arretratissimo rispetto al supporto fornito a Java, ma qualcosina già c'è. Sicuramente l'avvento dei processori Intel sui Mac renderò molto più semplice il lavoro di chi dovrà implementare il framework .NET sotto MacOSX.

Cosa significa questo? Immaginate che tra qualche mese, magari in concomitanza con l'uscita di Leopard, venga annunciato il supporto ufficiale di .NET da parte di Apple. Questo comporterebbe la possibilità per qualunque sviluppatore di produrre la versione Windows e quella MacOSX di qualsiasi software con uno sforzo veramente minimo. Non vedo l'ora che questo avvenga (non è certo, per niente, ma qualcosa mi dice che sarà così). A quel punto le macchine Apple saranno veramente delle killer machines!

Nulla renderebbe impossibile anche l'uscita di un "traduttore" di applicazioni .NET sviluppate per Windows in applicazioni .NET per MacOSX. Il suo unico compito, infatti, sarebbe quello di mappare le classi che descrivono l'interfaccia di Windows (finestre, bottoni, combobox etc) nei corrispettivi di MacOSX.

L'unico vero rischio che si corre è un inflazionamento del software per Mac (non il contrario). Nel senso che ciò che rende MacOSX quello splendore che è per la qualità di molti dei software che ci girano sopra è l'aderenza degli stessi alle linee guida suggerite da Apple stessa. Se una marea di sviluppatori abituati a Windows, e ai software spesso bruttini che vi girano sopra, cominciassero a sviluppare anche versioni MacOSX dei loro software, ci sarebbe un'invasione di software bruttini anche sul Mac. Ma insieme a questi usirebbe anche tanto buon software che ora sul Mac non c'è.

Quindi, tutto sommato, mi pare che la mossa di Apple sia veramente un gran colpo, soprattutto se sarà seguita dalla virtualizzazione e, chissà, dal supporto nativo per .NET che ora è riservato invece solo a Java.

Ad ogni modo siamo a una svolta e, visto anche lo stallo di Vista, direi che la svolta potrebbe essere quella giusta per iniziare in questo 2006 un nuovo trend che porti alla rottura del monopolio Windows/PC nel mercato consumer.

Scusate la lunghezza e qualche tecnicismo, ma spero di essere stato chiaro anche per chi non è del settore.

Link to comment
Share on other sites

Guest gennaro_mac

Eh eh eh ... se ti fai un giretto sul thread più vecchi abbiamo avuto una bella discussione su VisualStudio ... non ti nascondo che mi piacerebbe un sacco un porting di .Net (ufficiale eh, niente aggeggi tipo Mono) corredato magari da una versione per "Mac" di VisualStudio.

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi cmq alla Apple ci sono dei tipi proprio divertenti: "EFI and BIOS

Macs use an ultra-modern industry standard technology called EFI to handle booting. Sadly, Windows XP, and even the upcoming Vista, are stuck in the 1980s with old-fashioned BIOS. But with Boot Camp, the Mac can operate smoothly in both centuries." Preso dal menù di destra della pagina.

ahahah

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share