Sign in to follow this  
sato

Riflessioni di un vecchio utente

Recommended Posts

Albe77, lo ripeto, è questione di avere un minimo di elasticità mentale. Qui siamo su un forum, non stiamo mica scrivendo un trattato di linguistica (ma sono pronto a scommettere che anche i trattati di linguistica, quando finiscono sul tavolo del correttore di bozze, sono infarciti di refusi e di "svarioni" più o meno grandi). Certo, "perché" si scrive con l'accento acuto in quanto si pronuncia con la "e" chiusa... Però io ti potrei dire che a Milano, dove vivo, la stessa parola viene invece sempre pronunciata con la "e" molto aperta, quindi per i milanesi sarebbe più logico scrivere "perchè" con l'accento grave... :D

La mia è ovviamente una battuta (una provocazione?), fatta solo per dimostrarti come su alcune "sottigliezze" si possa anche soprassedere e per farti capire che queste non sono per forza segno di ignoranza! Lo so, a questo punto potremmo iniziare a discutere se sia la lingua parlata a doversi adattare a quella scritta o se sia invece il contrario... oppure magari entrambe devono rimanere distinte, cosa secondo me del tutto impossibile. In ogni caso, non mi sembra qui ne il luogo ne il momento per questo tipo di disquisizioni... In definitiva, va benissimo il purismo linguistico (io per primo sono spesso un rompi***** in proposito), però non dobbiamo eccedere in pignoleria. In fondo, non bisogna mai dimenticare che le lingue tuttora in uso sono mutevoli e in continuo divenire.

Ripeto quanto detto prima: la mia era solo un'osservazione rivolta a chi invitava gli altri ad esprimersi in un italiano corretto, trascurando di farlo a sua volta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

po' va scritto con l'apostrofo perché è un'abbreviazione di poco, né con l'accento acuto e così anche perché.

comunque grazie per le correzioni. il fatto è che stavo per addormentarmi:P come dicevo, non si finisce mai d'imparare:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

po' va scritto con l'apostrofo perché è un'abbreviazione di poco, né con l'accento acuto e così anche perché.

comunque grazie per le correzioni. il fatto è che stavo per addormentarmi:P come dicevo, non si finisce mai d'imparare:)

Questo è un atteggiamento costruttivo.

Ottimo sato, da oggi ti apprezzo un po' di più. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Essere intolleranti spesso è una virtù. L'intolleranza per i comportamenti ritenuti scorretti o dannosi è il sistema immunitario della società; la legge è la terapia che interviene quando l'infezione è ormai in atto. Tollerare tutto e affidare solo alla legge il controllo del comportamento riduce la società come un malato di AIDS. Terapie pesanti e leggi draconiane possono ritardare l'inevitabile, ma non c'è sieropositivo che non rivorrebbe il proprio sistema immunitario.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Però io ti potrei dire che a Milano, dove vivo, la stessa parola viene invece sempre pronunciata con la "e" molto aperta, quindi per i milanesi sarebbe più logico scrivere "perchè" con l'accento grave... :D

Beh, è risaputo che i milanesi siano ignoranti e spocchiosi :D

una sottile linea separa l'intolleranza dall'isolenza...si diventa poco gradevoli oltre una certa soglia...e soprattutto sterili...non in senso fisiologico...a meno che non siate intolleranti col PowerBook sulle gambe...in quel caso anche in senso fisiologico...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest falkor

Essere intolleranti spesso è una virtù. L'intolleranza per i comportamenti ritenuti scorretti o dannosi è il sistema immunitario della società; la legge è la terapia che interviene quando l'infezione è ormai in atto. Tollerare tutto e affidare solo alla legge il controllo del comportamento riduce la società come un malato di AIDS. Terapie pesanti e leggi draconiane possono ritardare l'inevitabile, ma non c'è sieropositivo che non rivorrebbe il proprio sistema immunitario.

L'importante è che per far ciò non si commettano reati perché gli usi e le consuetudini (la morale, ammesso che questa possa essere fatta valere a maggioranza ...) sono una fonte del dirtto indiscutibilmente subordinata alla legge ordinaria ed alla costituzione.

Lex superior derogat legi inferiori: non si possono costringere i giudici a violare la legge per tutelare la morale condivisa da una parte della societas (quella cattolica?) perché i giudici si esprimono per atti pubblici che restano archiviati ed è come chieder loro di firmare i reati in via di commissione.

Sono tante le cose che non ci piacciono e/o che riteniamo dannose, per questo esiste la legge a stabilire quali rientrino nell'ambito tutela e quali no.

ogni riferimento a casi di specie è puramente casuale, leggere attentamente le istruzioni contenute nel foglietto illustrativo

.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Saluti al Senatore Stefano Rodotà.

:rolleyes:

Cioè????

Son d'accordo con sato. Purtroppo anche iio ogni tanto mi abbandono allo stile sms. Comunque penso da quello che leggo che questo forum sia abbastanza pulito, tranquillo e ci sia un "certo" rispetto. Chiunque giri i forum sà che c'è di peggio....molto peggio. Ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Essere intolleranti con chi sbaglia grammatica o sintassi è contrario alla netiquette.

galateo che impone anche di "migliorare il proprio linguaggio"...

P.S. che poi non è che la netiquette sia la Bibbia eh? la consuetudine (doverosa?) di correggere gli errori (quando non pretestuosamente) mi sembra più risalente (e più fondata).

È bene che si sa.

un'esca scherzosa immagino...

***

comunque io ho una tastiera americana e uso l'apostrofo ovunque per comodita'.

Avvisati!

perciò è tollerato l'apostrofo in luogo dell'accento; ma non il contrario...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this