Temperatura & ventole


algol
 Share

Recommended Posts

Qualcuno diceva di aver visto oltre 80°C...

Comunque, mi pare chiaro che quelle temperature, che si raggiungono con un uso intensivo della CPU, sono "normali" per questa macchina.

Che poi si possa non ritenere "normale" la temperatura di alcuni punti del case, ci può stare.

Il fatto che possa dare più o meno fastidio è una cosa soggettiva.

Il MacBook Pro scalda, è assodato. Soprattutto quando è collegato alla corrente di rete.

Non capisco un cavolo di queste cose, lo ammetto, ma non credo che aggiornamenti del firmware o cose del genere possano migliorare sensibilmente la situazione. Al massimo possono "castrare" la potenza di calcolo, o far girare più spesso le ventole, con soglie d'intervento più basse, ma non credo che a qualcuno di noi piacerebbero cose del genere.

Se c'è (come giustamente ci può essere) qualcuno che non "sopporta" queste cose, allora fa bene (ha fatto o farà bene) a restituire il MBP al mittente. Ma, a differenza dei ronzii vari, credo che sia utopico sperare che una sostituzione della macchina possa portare a soluzioni del problema, dal punto di vista delle temperature di fuzionamento della CPU. Credo poco anche che eventuali modifiche delle prossime serie possano cambiare la situazione.

Forse, quando li riprogetteranno più o meno completamente, questi portatili...

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 77
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Guest maguz

X mirkomirko: sembra che tu non abbia letto nessuno dei link precedenti.....

Il rimedio c'è, è oggettivo, la casa produttrice numero 1 di pasta termica ha online degli esempi che mostrano come mettere la pasta (cioè con quantità di molto inferiori a quelle usate nei MBP e illustrate nei manuali per i tecnici di apple...).

Dopo l'intervento "fai da te" le temperature si sono abbassate anche di una ventina di gradi (-20°C).

Ci sono foto pure dei Quad G5 smontati che mostrano un utilizzo ottimale della pasta. Chissà che cosa è preso ad Apple co' sti cax xi di MacBook Pro e MacBook?!?

Apple sostiene che le temperature raggiunte siano NORMALI (qualcuno ha oltrepassato di molto i 90°C);

QUESTO NON E' NORMALE!!!

Perfino io con l'aggiornamento Sonnet G4 ho usato la pasta termica in modo + appropriato!

Link to comment
Share on other sites

Li ho letti, li ho letti i link... è da parecchio che sono in giro quei link.

Però non mi convince appieno questa storia. Alla Apple si sono rimbambiti di colpo? Mah, può essere, certo. Ma non sono convinto.

Di certo non mi metto ad aprire il MBP per rimettere la pasta termica per verificare, a mio rischio e pericolo, se la cosa "ha le gambe" o meno...

Dopotutto, il mio MBP mi va benissimo così com'è. Se in fututro dovessi avere problemi lo porterò in un centro assistenza e vedranno loro cosa fare.

E comunque sto solo dando una mia opinione. Ripeto: non sono un esperto di queste cose.

Link to comment
Share on other sites

Scusate, solo una nota personale, premettendo che non sono un grande esperto...

A rigor di logica la pasta termica dovrebbe servire a dissipare il calore di un componente trasferendolo su altre superfici che siano in grado di disperderlo meglio...

Mi pare di capire dai vari interventi che il problema sia un ECCESSO di pasta e che venga suggerita una riduzione del quantitativo applicato.

MA così facendo non si rischia di ridurre la dispersione, causando sì una diminuzione della temperatura del case, ma aumentando quella della CPU o altre componenti da raffreddare?

Il problema mi interessa e mi lascia davvero perplesso, visto che sto pianificando l'acquisto di un MBP 17...

gio-

Link to comment
Share on other sites

Scusate, solo una nota personale, premettendo che non sono un grande esperto...

A rigor di logica la pasta termica dovrebbe servire a dissipare il calore di un componente trasferendolo su altre superfici che siano in grado di disperderlo meglio...

Mi pare di capire dai vari interventi che il problema sia un ECCESSO di pasta e che venga suggerita una riduzione del quantitativo applicato.

MA così facendo non si rischia di ridurre la dispersione, causando sì una diminuzione della temperatura del case, ma aumentando quella della CPU o altre componenti da raffreddare?

Il problema mi interessa e mi lascia davvero perplesso, visto che sto pianificando l'acquisto di un MBP 17...

gio-

Questa è una domanda interessante.

Link to comment
Share on other sites

Guest maguz

La pasta termica è utilizzata per far combaciare perfettamente due superfici occupando quegli spazi microscopici che ci sono tra loro (l'ideale sarebbe avere le superfici di contatto lappate e tirate a specchio).

Uno strato eccessivo di pasta finisce per rallentare lo scambio termico poichè la pasta termica è peggiore del metallo come conduttore termico. Inoltre pezzi di pasta che fuoriescono dall'area delimitata dal core del processore portano il calore in punti diversi dall'unico punto a cui il calore dovrebbe andare e cioè direttamente al dissipatore.

any questions?

Link to comment
Share on other sites

La pasta termica è utilizzata per far combaciare perfettamente due superfici occupando quegli spazi microscopici che ci sono tra loro (l'ideale sarebbe avere le superfici di contatto lappate e tirate a specchio).

Uno strato eccessivo di pasta finisce per rallentare lo scambio termico poichè la pasta termica è peggiore del metallo come conduttore termico. Inoltre pezzi di pasta che fuoriescono dall'area delimitata dal core del processore portano il calore in punti diversi dall'unico punto a cui il calore dovrebbe andare e cioè direttamente al dissipatore.

any questions?

chiarissima delucidazione!

Link to comment
Share on other sites

... Uno strato eccessivo di pasta finisce per rallentare lo scambio termico poichè la pasta termica è peggiore del metallo come conduttore termico. ...

any questions?

Quindi, se si mette meno pasta, il processore dissipa meglio il calore, scaldando meglio il case.

Link to comment
Share on other sites

Guest maguz

Per mandare al max il processore (e dunque vedere la massima temperatura che raggiunge) da "Terminale" bisogna aprire 2 shell distinte (ognuna occuperà al 100% un core del Core Duo) e per ogni shell eseguire questo comando:

yes > /dev/null

Aprendo "Monitoraggio Attività" potrete vedere il processore Intel lavorare a pieno carico.

Per controllare la temperatura usate:

CoreDuoTemp

Se a pieno carico la temperatura supera facilmente i 70° C allora il vostro MacBook Pro o MacBook più si che no non è ok.

mirkomirko, Inserito Oggi, 22.49

Citazione:

Quindi, se si mette meno pasta, il processore dissipa meglio il calore, scaldando meglio il case.

Mettendo il giusto quantitativo di pasta e nel modo appropriato quasi tutto il calore del processore viene trasferito al dissipatore e da qui attraverso la ventola viene espulso fuori dal case. In caso contrario il calore tende a stagnare all'interno del case scaldando lo stesso di molti gradi e rendendolo poco piacevole al tatto.
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share