Primi esperimenti di Carputer sull'Audi del ClaZ


ClaZ
 Share

Recommended Posts

Ciao Lowa

i prodotti che vorrei comprare sono questi:

Antenna:

http://www.hyperlinktech.com/web/24ghz_802.11_omni_antenna_5dbi_nmo.php

Dotata di attacco Motorola TAD/NMO. Esiste il connettore da installare sulla carrozzeria in modalità fissa, ma anche magnetico. Io opterò per un attacco fisso.

Amplificatore:

http://www.fab-corp.com/product.php?productid=16181&cat=269&page=1

o equivalente.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 195
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Di seguito un paio di modifiche fatte a completamento di lavori, in attesa di ricambiare la scheda logica che, proprio ora che ne avevo messo in piedi una funzionante, l'ho ammazzata mettendoci una batteria guasta... mannaggia a me... Sono riuscito a ripararla di nuovo, ma ora non permette più la ricarica di una batteria, quindi è da sostituire... mavaffa....

Allora di seguito le foto degli ultimi passaggi.

E' stato realizzato il cablaggio relativo all'antenna esterna del WiFi, utilizzando il cavetto estrapolato da un iBook cozza e un connettore SMA da pannello.

Si vede il cablaggio fatto passare sotto i dissipatori dei processori e il suo inserimento nella guaina antitaglio. Nella foto dopo, si vede il connettore montato sullo scatolotto nero e un connettore dorato che va verso una antenna esterna provvisoria per fare qualche provetta...

Posted Image

Posted Image

Nelle tre foto successive si vede il modulo bluetooth prelevato da un powerbook 15" alu distrutto e riutilizzato agevolmente su questo iBook.

L'antenna della seconda foto è su una piastrina che operava anche come diversity per l'airport del PB15 ma in questo aso non è utilizzata.

Posted Image

Posted Image

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Ecco una foto dell'antenna provvisoria magnetica attaccata alla lampada da lavoro.

Mi spiace che è venuta sfuocata, ma ero con il MacroNikon e senza flash...

Posted Image

Particolare del connettore dell'antenna.

Posted Image

Ecco delle foto che offrono la vista di insieme.

Sul display si distinguono il programma per la visione dei parametri della batteria e il programma per "sniffare" le reti wireless presenti (istumbler)

Questo poco prima di sostituire la batteria e vedere fumare la scheda logica...

Posted Image

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Passiamo alla fase di lavorazione relativa al pulsante dell'eject del CD che va a riempire il foro del connettore di alimentazione originale che non è più utilizzato in questo progetto.

Ho deciso questa soluzione poichè la tastiera non è più montata sul computer (necessità di installazione) e tanto valeva semplificarsi la vita almeno per quel pulsante.

Si comincia recuperando un connettore per tastiera da una stessa magari distrutta (hanno praticamente tutte lo stesso connettore quelle degli iBook e dei PB12"....

Ecco il connettore a cui sono stati rimossi tutti i cintatti tranne i due che servono allo scopo:

Posted Image

Successivamente si saldano i due fili necessari ad arrivare al connettore:

Posted Image

Ecco il connettore utilizzato.

Mi spiace ma bianco non l'ho proprio trovato da nessuna parte...

Posted Image

Il pulsante montato sul coperchio superiore del computer.

Posted Image

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

ciao claz....domandina ma secondo te è possibile aumentare la portata wi-fi dei nuovi mac book pro... senza invalidare la garanzi magari utilizzando le chiavette usb wi-fi e sostituendo l'antenna incorporata della penna con un amplificatore e un'antenna o anche solo con un'antenna più potente?????

ne vale la pena????

grazie...e scusa se non è il posto adatto per questo messaggio ma non riesco a contattarti in altro modo la il tuo profilo mi dice che non vuoi ricevere mail.....

ciao e grazie...

Link to comment
Share on other sites

Mi sa che devo modificare il profilo....

Dunque, è possibile aumentare la portata utilizzando l'airport incorporato ma è necessario modificare il computer, quindi la cosa non è praticabile.

Quello di utilizzare chiavette esterne è una possibilità praticabile, modificandole, ovviamente, per fargli una presa sulla parte posteriore.

Tuttavia si pongono almeno due problemi:

1) compatibilità con i driver, loro aggiornamento in caso di variazione del system e necessità di trovare prima la chiavetta che dia meno problemi possibile con il mac.

2) tutti i programmi di "sniffing" per Mac sono fatti per sfruttare la schedina airport originale e quelli forniti a corredo con la chiavetta fanno, onestamente, cag... ehm, schifo....

Se accetti questi due problemi, allora, si può fare.

Questo è il motivo per cui, di fatto, ho scelto di utilizzare l'airport incorporato.

Piccolo aggiornamento allo stato dei lavori:

Ad un primo esperimento di montaggio in vettura, ho avuto modo di notare che lo spazio per mettere uno chassis da 14" proprio non c'è, a meno di inventarmi delle soluzioni demenziali.

Pertanto sono passato al montaggio della scheda del 12" (che era stata montata sulla struttura del 14") sul suo telaio originale.

Il passaggio al 14" come telaio, tuttavia, mi ha fatto fare un errore di distrazione madornale. Grazie a quell'errore mi ero fumato la scheda appena rimessa in piedi a fatica da un iBook guasto.

In pratica non mi sono accorto (da vero idiota) che le batterie del 14" e del 12" differiscono nella tensione fornita (e di conseguenza anche nella tensione di ricarica della medesima).

Siccome non mi ero mai posto il problema non ho neanche verificato la simpatica scritta apposta di fianco al codice della batteria e ho piazzato la batteria nella sua sede con gioia e letizia.

Da notare che per poter montare la scheda del 12" ho dovuto cambiare le torrette saldate per i dissipatori, una serie di piccole stupidaggini, nonchè del connettore batteria che è completamente diverso.

Dopo il botto, che mi ha colto completamente alla sprovvista, ho passato i successivi 3 giorni a cercare di capire la ragione, analizzando le tensioni sui vari circuiti della scheda e, nonostante vedessi delle differenze tra varie schede, l'unica cosa che mi ha fatto riflettere è stato il notare che tre resistenze di "carico" sul circuito serie della ricarica erano diverse tra il 12 e il 14.

A quel punto ho guardato le scritte sulla batteria e mi sono preso a ceffoni per qualche oretta....

Se consideriamo quindi il fatto, che non esistono da nessuna parte schemi elettrici di schede madri Apple, il fatto di riuscire a ripararla nei tre punti in cui si è guastata ha comportato una bella dose di esperienza, sudori freddi e maledizioni, oltre all'acquisto di adeguato saldatore e dissaldatore per componenti in SMD. Cosa che mi è servita per ripararne altre 4 nel frattempo.

Non tutti i mali vengono per "cuocere" alla fine :)

A breve, quindi, le foto dell'integrazione della schedina di regolazione della luminosità dello schermo e dello stop con chiave vettura, all'interno della scatoletta di interconnessione verso l'esterno. Cosa che, a questo punto, semplifica la vita, il montaggio e apre la possibilità di realizzare, magari più avanti, una specie di kit pronto all'uso.. :)

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Ohoooo... finalmente chiuso.

Dopo lunga e penosa malattia il povero e sfortunato iBook ha trovato pace e si può dedicare al suo lavoro sano e felice: Allietarmi le ore trascorse in vettura.

Risolto quindi le rogne relative ai malfunzionamenti della scheda madre da cui sono partito (guasti vari ed assortiti, era pur sempre una scheda logica guasta e da buttare a sentire i centri ufficiali Apple e anche io ci ho messo del mio a peggiorare la situazione) e risolto anche il problema della sua integrazione nel telaio del 12" anzichè del 14" (non sarei riuscito a farlo entrare nella sede che avrei voluto e che vedremo più avanti), risolto il riposizionamento della scheda dello stop e della luminosità e relativo passaggio dei nuovi cavetti, ecco di seguito le foto che illustrano gli ultimi passaggi verso la chiusura dell'oggetto e la sua veste ormai definitiva.

Incominciamo con una serie di foto che lasciano intravedere il passaggio dei fili che vanno al connettore originale della retroilluminazione e dello stop sulla scheda madre. Si intravedono wrappati con il nastro telato e rimangono tra la ram da 512MB, la ventola, il cablaggio del WiFi e il connettore del lettore Combo CD/DVD.

Si nota anche il passaggio dei fili del tasto Eject che vanno ad intestarsi sul connettore dove originariamente era connessa la tastiera.

Posted Image

Posted Image

Alla fine l'antenna Bluetooth utilizzata è stata quella del PB12" G4. Questa antenna è molto più performante dell'antenna originale del kit per iBook G4.

Il posizionamento/fissaggio è avvenuto tramite del semplice biadesivo.

Posted Image

Un paio di viste di insieme del telaio dell'ibook prima del posizionamento della schedina Airport nella sua sede e con il suo coperchietto schermante:

Posted Image

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

La schedina Airport montata e posizionata:

Posted Image

Posted Image

Vista laterale del lato che si vedrà aprendo il cassetto portaoggetti della vettura con a portata di mano l'orrendo pulsante nero e rosso.

Magari più avanti cerchèrò qualcosa di più adeguato e meno antiestetico.

Posted Image

Ecco invece le foto relative alla connessione ad un cavo con presa accendino per poter fare le prove agevolmente in auto prima di montare definitivamente il tutto nelle sedi che realizzerò in seguito (ho pur sempre due mani e devo anche vivere lavorando...)

L'interruttore a levetta connesso al cavetto giallo è ciò che mi permetterà di simulare (per ora) il fatto di accendere le luci di posizione, in modo da verificare di notte se la regolazione che ho fatto per la luminosità minima è corretta.

Quello che vedete bianco, invece, è l'alimentatore della Kensington che verrà utilizzato per alimentare il tutto. E' un alimentatore Step-Up da 12 a 24V specifico per i portatili Apple e devo dire che il suo lavoro lo fa molto bene. Piccolo, leggero, scalda pochissimo, emette pochi disturbi e costa piuttosto poco. Il servizio clienti della Kensington, purtroppo, fa abbastanza schifo e non ho potuto ottenere altre informazioni che mi sarebbero interessate, ma fa lo stesso. Mi sono arrangiato comunque.

Posted Image

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Ed ecco la presa utilizzata per fare le future prove, ovviamente dotata di fusibile integrato per evitare che la distrazione generi disastri. In auto non c'è mai da scherzare con la corrente elettrica della batteria.

Posted Image

Una piccola foto per far vedere la scatoletta che racchiude tutta l'elettronica aggiuntiva e i cablaggi necessari al funzionamento.

Posted Image

Ecco invece una serie di foto che dimostrano il pupetto in tutta la sua bellezza e completezza. Naturalmente il trackpad funziona e manca solo la tastiera, tanto per dove verrà messo non mi servirà di certo... :)

Posted Image

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Posted Image

Bene. A questo punto la sezione "primi esperimenti" può considerarsi conclusa. Ne aprirò un'altra dove si dimostrerà il montaggio in vettura e la realizzazione delle lavorazioni e dei particolari meccanici necessari al tutto. Mi riferisco ad esempio al supporto per il display ma anche alla integrazione delle prese USB nel tunnel centrale, nel bracciolo, nel portaoggetti, al montaggio del pulsante, della sede per il computer, al passaggio dei cavi e anche alla prova relativa all'alimentazione dei 3 HUB USB necessari al funzionamento del progetto, alla connessione alle alimentazioni della vettura e al cablaggio Audio Video necessario per integrarsi in vettura con il mio impianto Alpine.

Credo che, da questa sezione, abbiate avuto modo di trarre qualche spunto interessante.

Spero di avere contribuito con qualche idea e informazione che vi torneranno utili se vorrete cimentarvi in questo tipo di lavoro che ritengo interessante.

Spero, altresì, di vedere qualche lavoro fatto da altri. Non voglio sentirmi troppo "bestia rara"... :)

Commenti ??

Buona lettura a tutti e grazie per aver seguito questo mio progetto:

A Carputer Mac on a great Car !! an idea !! :)

ClaZ

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Mhmm.. pochi commenti, anzi, nessuno...

Allora questo lavoro non vi piace ??

Piccolo aggiornamento del lavoro:

Ho provveduto a realizzare il cablaggio corretto per alimentare i 3 Hub USB2 a 4 porte (dalla scheda logica dell'iBook) e a verificare la situazione di stress elettrico.

Ecco l'elenco completo delle periferiche collegate e gestite perfettamente:

USB

-Ricevitore GPS Rayming TripNav TN220

-Trackpad Cintiq

-Tastiera Apple (in futuro Bluetooth)

-Mouse Apple (pallina scroll) collegato alla tastiera

-Lettore multiplo di memorie

-2x iPod

-2x Pennette memoria 1GB

-Scheda audio Transit della M-Audio

-Ricevitore Digitale terrestre Terratec Sinergy

-Stampante Epson (quella piccolina, formato 10x15, alimentata però a 220V)

FireWIre

-2x dischi esterni 80GB 2,5" Autoalimentati

-Telecamera iSight

Bluetooth

-Mouse Trust

-Nokia (cellulare)

-Treo 650 (cellulare)

Con tutto questo ambaradan collegato, l'assorbimento di corrente dal 12V (a batteria al litio carica) è stato di circa 4 Ampere (poco meno).

Staccando l'alimentazione dei 12V, il computer va in stop e la batteria, dopo 6 ore, era ancora perfettamente carica.

Segno che potrebbe rimanere in quella situazione per molte altre ore ancora.

Ridando tensione al tutto (come se girassi la chiave) il computer si risveglia, i dischi fissi esterni sono presenti subito, idem le chiavette e le memorie nel lettore, gli iPod arrivano qualche istante dopo. Tutto funziona perfettamente.

Sono molto soddisfatto. Ovviamente in auto non ci sarà tutto questo, ma il fatto di poterlo fare potenzialmente è un ottimo risultato.

Per esempio dei due dischi aggiuntivi non me ne farei granchè (magari ne basta uno) ma vorrei cambiare la scheda audio USB attualmente montata in auto (che è pur sempre una scheda a 24Bit e a 96Khz di campionamento) con una FireWire SOLO sempre della M-Audio che avrebbe l'ingresso per un microfono con alimentazione Phantom (autoalimentata dalla FW) da usare con il software per la taratura delle curve di equalizzazione ambientale in tempo reale.

Un iPod sarebbe sempre collegato come estensione per iTunes mentre il secondo iPod potrebbe essere quello di un eventuale amico che sale in auto e, grazie al programma SENUTI (freeware) spogliato di ogni suo ben di Dio... :)

Inutile dire che i due iPod vengono ricaricati quando sono connessi.

Ho ordinato le antenne WiFi da montaggio fisso sul tetto della vettura e l'amplificatore da 1W a 2,4Ghz, compatibile con lo standard 802.11b/g.

Dovrebbero arrivare martedì.

Servizio ineccepibile quello di questa gente:

http://www.hyperlinktech.com/

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share