Tutto su Mac OS X 10.1 - impressioni d'uso, update...


Guest

Recommended Posts

Olaf: <FONT COLOR="ff6000">Nella seconda parte del post Camillo era serio, ti confermo la stessa cosa.</FONT> Anche nella prima parte ero serio. Parlavo di casi avvenuti realmente. Squarz: <FONT COLOR="ff0000">allora, per disinstallare basta che prendi l'applicazione e la getti nel cestino. punto.</FONT> Hm... dovrebbe funzionare così per il software che si installa semplicemente copiandolo. Ma iTunes, per esempio, ha bisogno di un installer perché deve piazzare anche qualche schifezza in /System/ (i driver dell'iPod, e non so che altro); in questo caso, se cancelli semplicemente il programma mi sa che i driver restano. <FONT COLOR="ff0000">per il tedesco ti dico come avevo fatto io, non so se è corretto, ma ha funzionato. vai sull'.app clic con pulsante destro o con ctrl. apri mostra contenuto pacchetto. cerca le german.lproj e cestinale.</FONT> Mutilare il programma dovrebbe essere l'ultimissima soluzione. Se non sbaglio iTunes non ha la localizzazione italiana, vero? Siccome il sistema è impostato come italiano, e lui non lo trova, va a prendere un'altra lingua. Credo che tu debba impostare il sistema in modo da avere l'italiano come lingua principale e l'inglese come lingua secondaria. Non ho idea di come si faccia, al limite prova ad impostare come lingua principale prima l'inglese e poi l'italiano. Jean: <FONT COLOR="119911">Qui alla Apple un tipo (che sosteneva non esistesse il 10.1.1) mi ha detto di reinstallare ma vorrei che fosse l’ultima risorsa !</FONT> Mah, potresti provare a creare un nuovo utente amministratore, nel caso il primo si fosse danneggiato. Se non funziona, però, io non starei più di tanto a rompermi la testa e reinstallerei. Anche perché finché il sistema è vecchio di una settimana non ci vuol niente a reinstallare; se invece i problemi ti tornano fra qualche mese, allora possono essere dolori.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 3.9k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

"Qui alla Apple un tipo (che sosteneva non esistesse il 10.1.1) mi ha detto di reinstallare ma vorrei che fosse l’ultima risorsa ! "

aahahahhaha!!! stendiamo un velo pietoso... e' pieno zeppo di esempi di come il personale dei rivenditori apple non conosca il prodotto che sta vendendo... vabbe', pazienza. Comunque e' difficile avere da loro consigli diversi da "reinstalla tutto vedrai che andra'.." Certo nel tuo caso ci vorrebbe proprio un esperto perche' l'errore che ti si presenta e' molto strano, sembra che tu abbia sbagliato qualcosa nell'installazione.. eppure e' difficilino sbagliarla, basta cliccare 8 volte su ok.. uhm, forse ti hanno dato il consiglio giusto, ma sappi che e' un puro caso! Posted Image Jean, posso dirti che la sequenza con la quale ho installato osx svariate volte e' questa, e non mi ha mai dato problemi:

- osx 10.0

- osx 10.0 dev.tools

- osx 10.0.4 combo update

- osx 10.1

- osx 10.1 dev.tools

- osx 10.1 security update (5L14)

- osx 10.1 'Software Update' update

- osx 10.1.1

Lorenzo e Chest, non esiste una regola precisa sui criteri di installazione delle applicazioni osx. La maggior parte di esse si installa in /Applications (o dove volete voi) e al massimo crea una sua cartella in /Users/nomeutente/ o /Users/nomeutente/LIbrary. Quest'ultima di solito contiene le preferenze per ogni singolo utente. Alcune applicazioni UNIX, specialmente quelle pensate per sistemi XFree, si installano in /usr/bin, /usr/local/bin, oppure se usate fink in /sw/bin. I loro files di configurazione sono di solito in /etc oppure /usr/local/etc e gli eventuali logs saranno in /var. E' buona norma includere nelle distro di software unix alcuni script fra i quali c'e' di solito anche quello che ha la funzione di disinstallare il software. Il nome piu' comunemente usato e' uninstall.sh. Il file di testo INSTALL, in ogni caso, contiene di solito informazioni su cosa viene installato e dove, e spesso anche su come disinstallare.

Link to post
Share on other sites

Alet >tornando a Matlab è importante contattare i gestori dei pacchetti perchè a me è capitato di sentirmi rispondere "sembrava che non interessasse a nessuno e non l'ho aggiornato". Pensa un po'... L'ho già fatto e non sono stato il solo visto che c'è un comitato su internet per pressare mathworks a riprendere lo sviluppo di Matlab sulla piattaforma Macintosh. Comunque ho contattato privatamente la Mathworks chiedendo se era prevista una conversione di Matlab ad un ambiente UNIX già supportato (Irix, Solaris, Linux) su OS X visto che anch'esso è basato su UNIX. Naturalmente mi è stato risposto che ancora non c'è progetto di un porting su OS X e il fatto che anche questi fosse uno UNIX non era di per se molto importante ai fini del porting. Spero si sbaglino ma...

Link to post
Share on other sites

tornando al topic di questo thread, io ho una lista infinita di desideri per jaguar.. Rischiando di sembrare ripetitivo o maniacale, voglio dire che se Apple ha intrapreso la strada solcata da unix, allora credo che dovrebbe immergersi sempre piu' all'interno della comunita' open-source. Faccio un esempio. Il progetto fink e' il primo tentativo di rendere automatizzata (o quasi) l'installazione di software che sarebbero in teoria piuttosto difficili da gestire 'a mano'. Il fondatore di questo progetto se n'e' andato per motivi legati all'abuso che altri facevano del suo sforzo. Questa occorrenza non e' rara, e in effetti e' un pericolo nascosto dietro ogni progetto open-source. Qui entrerebbe in gioco Apple: perche' per esempio non pensare che Apple possa introdursi e gestire un progetto come fink, dal suo interno, collaborando con la 'vecchia guardia' ? Ve lo immaginate fink con una interfaccia Aqua che si integra perfettamente con il Finder? Oppure l'icona fink nelle Preferenze di Sistema? Non vi sembra che sarebbe una mossa anche commercialmente interessante? In passato Apple ha modificato la sua personalissima licenza 'open-source' per venire incontro alle necessita' proprio di quelli sviluppatori che volevano la stessa liberta' data da GPL. Perche' non andare oltre?

Sto vaneggiando? Posted Image

Link to post
Share on other sites

Alessandro se vuoi ripartire con macos9 devi riavviare il mac e tenere premuto il tasto 'option' e quello del mouse. Ti si presenta una schermata nella quale scegliere il sistema da bootare.

Se pero' vuoi utilizzare osx devi avere le pass oppure reinstallarlo.

A proposito: benvenuto nella nostra umile casa!! Posted Image

Link to post
Share on other sites

Ok Alessandro, adesso è chiaro il discorso sui cd-rom. Cmq, se archivi file da Mac in forma non ibrida, ti rispetterà tutti i green, red e yellow book che vuoi ma non lo leggi su altre piattaforme. Sull'ultimo punto, l'ipotesi sussiste, rivendo sempre di persona l'usato, perché nessun negoziante può offrirti contemporaneamente un prezzaccio e una buona permuta. Però non so se acquisterò hardware apple questo fine anno, sono poco motivato come già si è capito. Cambierei il pismo, ma ho avuto in prova un titanium e non mi è piaciuto: tra l'altro, archivio spesso dati su cd-rom che etichetto con stomper e il titanic con targa prova me ne ha rifiutati tre. Ormai sono prevenuto e aspetterò il prossimo modello. Hany> E' una prospettiva interessante, ma è futuribile. Come giustamente ha detto Massimo, finché OSX non è perfettamente a punto (e il termometro lo darà il primo Mac che si tuffa in Aqua senza il salvagente della "9lle vague"), Apple dovrà continuare a stuccare due sistemi operativi. Non ce la farebbe neanche microsoft.

Link to post
Share on other sites

Hany> Il fondatore di fink è tornato a farsi vivo, purtroppo con spirito meno francescano di quando era partito, direi anzi un po' talebano:-) Insomma quello spirito che, giustamente, irrita Franco, Camillo ecc. Leggi cosa ha risposto a quello che ha proposto di fare un CD dall'installazione facile, diciamo che un'interfaccia a Fink forse è più fattibile del CD: Andrei Verovski wrote: >I have just spoked with editor of MacUp magazine, he asked me to write >article about Fink, but he told me that everything must be simple as >2*2=4. What I have told you about double clickable installer before :-) I have two points to make here: 1. If you want a double-clickable graphical installer, you'll have to write one yourself. Installer.app just won't do, for a variety of reasons. This is one of the reasons why MacGIMP still hasn't updated their package; OpenOSX is still struggling to accept the facts. (See the respective postings on fink-devel.) Morale: If it was easy to do, someone would have done it already. 2. Fink and the software it installs simply aren't as simple as 2*2=4. It's not intended to be that simple, either. This is Unix software -- it's not designed for newbies, it's designed to be powerful, flexible and configurable. chrisp

Link to post
Share on other sites

Allora Sono andato in system preferences, internazionale. Lì ho visto che come seconda lingua c'era il tedesco. Sono andato in "modifica" e ho levato tutte le lingua che non mi interessavano. Sono rimaste solo italiano, prima lingua, e inglese, seconda. ho fatto il login di nuovo e adesso iTunes è in inglese. Grazie a tutti!! Quando alla disinstallazione, beh... con i systemi precedenti era meglio, ma sono ottimista.., il 10 è ancora all'inizio. Comunque sia, grazie a Dio che uso mac (avete visto quanto è brutto l'interfaccia grafica di WXP?)!

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now