Mac OS 10.5 (Leopard): i commenti sulle nuove funzionalità esposte alla WWDC '06


macteo
 Share

Recommended Posts

vuol dire che non si ha il backup del file ma la gestione di un file che esprime da un punto di vista temporale il suo stato in bit.

EEEHHHH!!!?!?!?

Tradurre in italiese please. ;)

A me l'interfaccia grafica piace, considerando che i viaggi nel tempo sono possibili, secondo le ultime teorie fisico/quantistiche, grazie ai buchi neri, mettere uno sfondo "spaziale" lo trovo molto "azzeccato"! :)

Si vabbeh... tanto vale metterci direttamente l'Enterprise. :)

Lo sfondo a me non dispiace, ma se lo fanno customizzabile di certo non è un male.

cheers

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 549
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Nel senso che nel classico backup ti copi il file pari pari, qui, a quanto ho sentito e letto (e al keynote si sono vantati molto di questo, parlo del video del keynote naturalmente) con time machine invece si ha un solo file, ad esempio jpg, e come in un database, uno stato di questo file collegato alle date di modifica, invce di più file per più date di modifiche. Quindi invece di avere jpg1 jpg2 jpg3 si ha jpg e poi una tabella (ovvero file) temporale con lo stato del file 1-2-3.

Cmq potrà anche avere i pc che scoloriscono e che scaldano come fornetti, ma apple è apple, e lo si vede soprattutto in macos... vai MELAAAAAAAAAAAAAAAAA

Link to comment
Share on other sites

E come fai, se hai un solo file, a modificarlo da un indice? Devono esserci tutte le versioni di quel file, o almeno i dati delle modifiche da reintegrare o cambiare.

I dati sono dati, e a meno che Apple abbia scoperto un modo completamente nuovo di gestire le modifiche, il backup rimane un backup e quindi mi serve avere i differenti file.

Ovviamente potrei dire una cavolata, non sono un tecnico, ma più o meno come funziona un backup lo so.

Gente più esperta può confermare o smentire?

cheers

Link to comment
Share on other sites

Io quoto andhaka...

Entro le 24 ore i files pre-modifica o cestinati risiedono in locazioni di memoria flaggati, in modo che siano recupeabili all'istante; all'ora prefissata, di tutto ciò viene fatto un bel backup su disco esterno e gli spazi sul disco interno tornano disponibili e rescrivibili...

Certamente il limite fisico ci sarà, più grandi gli HD, maggior possibilità di viaggio a ritroso...

Poi, i tecnici del forum dicano la loro :)

Link to comment
Share on other sites

dico la mia, premettendo la mia assoluta incompetenza in materia : non è che, diciamo, hanno ricreato in time machine ciò che sta alla base di aperture? mi spiego : se non ricordo male Aperture non modifica il file stesso ma salva tutte le modifiche e i cambiamenti fatti, anche nel tempo. forse è così che si comporta anche TimeMachine...

Ciao

P.S. Come sempre, se ho detto castronerie correggetemi e/o scusatemi

Link to comment
Share on other sites

E come fai, se hai un solo file, a modificarlo da un indice? Devono esserci tutte le versioni di quel file, o almeno i dati delle modifiche da reintegrare o cambiare.

I dati sono dati, e a meno che Apple abbia scoperto un modo completamente nuovo di gestire le modifiche, il backup rimane un backup e quindi mi serve avere i differenti file.

Ovviamente potrei dire una cavolata, non sono un tecnico, ma più o meno come funziona un backup lo so.

Gente più esperta può confermare o smentire?

cheers

Semplice: i file differiscono tra loro per tipo ma poi sono solo una diversa combinazione di attributi, quindi un jpg è uguale ad un altro jpg, cambiano solamente gli attributi che fanno di un jpg una foto di un cane o di un leone. Quando in un file hai la storia degli attributi di una jpg o di tutte le jpg che hai sul disco principale ecco che hai il backup...
Link to comment
Share on other sites

Si stiamo freschi... le modifiche che posso fare ad un Jpg sono enormi e pazzesche. Con Photoshop posso far partire filtri ed elaborazioni di minuti interi. Se Time Machine facesse come dici tu, dovrebbe tenere il file originale e salvarmi solo le modifiche?

Così se ho bisogno di un file intermedio di una serie di grosse elaborazioni parte dell'orginale e lo rielabora fino a quel punto? comodo.. veloce soprattutto. :)

Non sarò un tecnico, ma ci arrivo a capire che non è possibile un ragionamento simile... si può fare su azioni come la rinomina dei file o simili. Persino i programmi più complessi come Photoshop creano file temporanei per le modifiche in modo da poter tornare indietro ad uno stato precedente.

Time Machine farà un semplice backup su disco esterno e per il ripristino di uno stato precedente userà un'indicizzazione simile a quella di Spotligh che permetterà l'accesso veloce ad uno degli stati precedenti, piuttosto che la consultazione di un gruppo di file dalla cartella stessa del backup.

cheers

Link to comment
Share on other sites

Se fosse come dici tu, ovvero un semplice backup automatico, prima di tutto non ci sarebbe nulla di innovativo, già i programmi venduti in bundle con hd esterni, tipo lacie, prevedono questa possibilità, ma poi soprattutto il discorso time machine non potrebbe essere effettivo, in quanto ipotizzando di avere un hd interno di 80 gb di roba, dovresti avere un hd esterno con 80 gb alla x potenza visto che time machine promette di avere un file indietro nel x tempo :), ok non modifichi 80 gb di roba, ma la semplice modifica di un file x volte fa si che si raggiunga il limite suddetto......

Link to comment
Share on other sites

Io lo sapevo ceh Time Machine confondeva la gente... Guardate che è solo un programmino che a mezzanotte (se il Mac è acceso...) va a vedere tutti i files modificati in giornata (o dal backup precedente), ne analizza il banale path unix, e li salva dentro una directory speciale, assieme a qualceh metadato su nome e data.

Di per se' non credo che time Machine si occupi minimamente di guardare dentro ai files.

Insomma è un motorino di backup con una interfaccia di retrieve carina.

Importante: se io durante la giornata faccio 50 modifiche ad un file, Time Machine salva solo l'ultima. Sia ben chiaro. Diciamo che il concetto di modifica non distruttiva è interamente demandato alla applicazione, e qui mi riallaccio ai miei post precedenti...

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share