Mac OS 10.5 (Leopard): i commenti sulle nuove funzionalità esposte alla WWDC '06


macteo
 Share

Recommended Posts

  • Replies 549
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Un file binario non è altro che una fila perfettamente ordinata e sequanziale di strani orpelli.

Come fai a dire che è difficile individuare le differenze ?

Intendi dire che è difficile individuare blocchi uguali ma solo shftati all'interno dei 2 files messi in confronto ?

Link to comment
Share on other sites

Le differenze tra file binari si calcolano male, detta alla grezzona. Ottimio o altri ora piomberanno qui e mi correggeranno se ho semplificato troppo.

Backup incrementale: ogni volta che viene fatto salva solo i file modificati dall'ultima volta, senza guardare dentro ai file (li prende in toto).

Puoi ripristinare una qualunque versione del file salvata. Per ripristinare l'intero archivio servono tutti i backup incrementali, per avere un determinato file basta avere un backup successivo all'ultima modifica del file, cioè: se il file non è mai stato modificato dal momento del primo backup e cancelli il primo backup, non puoi riavere il file, se cancelli il primo backup ma il file è stato salvato anche in altri, lo puoi avere.

Come Time Machine, che non è altro che una interfaccia a un backup incrementale.

appunto. confermi i miei pensieri. il backup incrementale registra in toto il file modificato. invece, da quello che si evince nella demo e dal sito, sembra che time machine salvi più le modifiche. tanto che come dicono loro, il bacckup è leggero ed è possibile tenerlo per molto tempo. Mi spiego : se ogni giorno faccio backup di un file che modifico tutti i giorno e voglio tenere tutte le copie giorno per giorno, se il file fosse di 1Gb e l' HD da 40 dopo poco più di un mese devo interrompere....

Invece TM sembra prometta proprio questo, la possibiltà di ripristinare una vecchia condizione. E, a costo di diventare noiso, mi ricorda un po' la procedura in aperture (che tutti voi sanno non modifica fisicamente il file ma ne registrare solo le modifiche da applicargli) quando si vuole tornare indietro sui propri passi

Link to comment
Share on other sites

Non metto in dubbio che sia difficile calcolarlo con algoritmi senlli e efficienti che non incidano troppo sulle performance di Mac OS X, però c'è anche da dire che i programmatori in Apple molto probabilmente la sanno un po più lunga rispetto a te.

Gli algoritmi di criptazione non esistono perché è difficile idearli ?

Gli algoritmi di catalogazione dei server di Google non esistono perché è difficile immaginarseli ?

Olaf ? ma mi faccia il perpiacere dai :)

Link to comment
Share on other sites

quindi, suppongo tu li abbia già provati. quindi già sai che i desktop multipli e konfabulator su linux sono IDENTICI a Spaces e Dashboard, giusto? E io che già noto differenze tra Virtue e i desktop mamager di Linux...vabbè...opinioni...

E' chiaro che come nella musica,le note sono 7 e la possibiltà di copiare è alta...ma mi sembra che sia in questo caso (TIme Machine) come i tuoi esempi è lecito (soratttutto a SOLI 8 mesi dall' uscita...) sparare a zero questo funziona così e questo cosà. Tra l' altro, ma lo avete guardato bene il keynote? tutto tutto?

ovviamente non ho ancora messo le mani su Spaces, ma mi pare che la preview sia abbastanza chiara...

e va bene che Spaces è diverso dalle scrivanie multiple di Linux, diverso da Virtue, diverso da Virtual Desktop, diverso da Desktop Manager, diverso da You Control, etc. etc. etc.

ma tutte le differenze che trovi tra questi ed altri programmi non sono sostanziali.

tornando a Time Machine in effetti posso pronunciarmi ancora meno, dal momento che il funzionamento non è ancora completamente chiaro; però pare che la maggioranza ritenga che anche qui non si tratti di nulla di così rivoluzionario rispetto alle soluzioni già esistenti.

il che non significa affatto "sparare a zero" sulla novità, ma semplicemente capirne la reale portata...

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra di ricordare che da un certo puto SJ cice che la tecnologia di Time Machine è a disposizione degi sviluppatori.

Se così fosse, che razza di tecnologia sarebbe ? Un semplice backup incrementale messo a dispozizione dei programmatori a livello di sistema ?

Mi sembra un po poco

Link to comment
Share on other sites

Sì ma Olaf, tanto per capire meglio, mi sai indicare se ci sono differenze tra il backup incrementale e una applicazione come Aperture?

Aperture non fa backup incrementali (differenze tra file finali), ma si segna le azioni da compiere per giungere dall'inizio alla fine. Ogni volta deve ricacolare tutto. B.Incrementale: segna le differenze tra i risultati.

Intendi dire che è difficile individuare blocchi uguali ma solo shftati all'interno dei 2 files messi in confronto

Forse questo no, ma in un file binario è possibilissimo che se cambia qualcosa all'inizio (o un dettaglio in un aspetto) ti cambi molto anche il resto, per cui le differenze corrispondono quasi completamente al file nuovo. Salvati il file nuovo e via...

Esempio file jpg: se cambi un dettaglio, quasi tutto il file cambia. Prova anche con una foto in PNG, la salvi, ci fai una qualche modifica leggera (traccia una linea, con GIMP o Graphic converter) e poi salvala in un altro file. Usa poi diff da linea di comando per vedere le differenze (ma devi leggerti il manuale, non ricordo bene).

il backup incrementale registra in toto il file modificato. invece, da quello che si evince nella demo e dal sito, sembra che time machine salvi più le modifiche. tanto che come dicono loro, il bacckup è leggero ed è possibile tenerlo per molto tempo.

Beh, evinci decisamente tanto. Piano con la fantasia, è un sito di PUBBLICITA', non tecnico. Non evincere nulla oltre le cose più ovvie (che si copia i file modificati a parte) perché (ci ho guardato) non ce n'è motivo.

Comunque il backup è leggero perché salva solo i file modificati. Un grafico che lavora sulle foto avrà backup ALTRO che leggeri... se cambia molte foto. Leggeri se lavora con poche.

Invece TM sembra prometta proprio questo, la possibiltà di ripristinare una vecchia condizione. E, a costo di diventare noiso, mi ricorda un po' la procedura in aperture (che tutti voi sanno non modifica fisicamente il file ma ne registrare solo le modifiche da applicargli) quando si vuole tornare indietro sui propri passi

Leggi sopra, ho spiegato che anche i backup incrementali lo possono fare. E poi se sapevi come funziona aperture perché me l'hai chiesto prima?

Non metto in dubbio che sia difficile calcolarlo con algoritmi senlli e efficienti che non incidano troppo sulle performance di Mac OS X, però c'è anche da dire che i programmatori in Apple molto probabilmente la sanno un po più lunga rispetto a te.

Non so se tu lo sia o no, ma il ragionamento che hai fatto è da PERDENTI. Alla Apple la sanno più lunga di me DOPO che mi hanno mostrato che è così, non per principio.

Per concludere (ho spiegato TUTTO, mancano solo questioni tecniche che è meglio altri scrivano e che comunque non so quanto possano essere utili/comprese) dico che non escludo al 100% il salvataggio delle sole modifiche, dal momento che ho saputo che sarà incluso nel sistema operativo Subversion, che proprio a quello serve.

Solo, non c'è nulla che mi faccia propendere particolarmente verso questa idea. Possibilissimo che usino le modifiche effettive per i file che si prestano allo scopo, e la copia pari pari (per risparmiare processore senza perdere quasi nulla in spazio) per gli altri. Esistono i metadati, dopodutto, in cui si può benissimo scrivere se un file è di testo (solo modifiche) o no (copia pari pari).

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share