Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Il mio primo contatto con il mac avviene nel 1989/90 grazie ad un caro amico e compagno di università che al tempo usava un SE30, dopo aver avuto quasi tutti i computer della mela partendo con un Apple II europlus.

Ho iniziato ad innamorarmi della filosofia del computer e sono stato affascinato dalla semplicità e dalla intuitività del sistema operativo, forse prima ancora di vederlo. Diciamo che questo amico ha svolto con me un vero e proprio ruolo di evangelista, e più o meno (anche lui inizia a scazzarsi) continua a farlo ancora oggi, essendo sempre il mio punto di riferimento.

Avevo utilizzato qualche anno prima un IBM per i soliti corsi scolastici di BASIC e al tempo cercavo di convincere i miei genitori a comprarmi un computer (mi piaceva l'MSX, un bel fallimento!). Ma quando ho visto realizzare dei filmati di animazione con HyperCard sono rimasto senza parole. Da quel momento ho iniziato a documentarmi sul mondo macintosh, frequentando i rivenditori locali (poco preparati) e acquistando riviste sul settore (Applicando, M e MacUser) fino a quando ho risparmiato i soldi per il mio primo mac.

Era il 1992 e finalmente sulla mia scrivania troneggiava un Classic. Sicuramente ben distante dalla potenza bruta dell'SE30, ma mi consentiva di fare tutto ciò di cui avevo bisogno. Scrittura e disegno (Photoshop 1.0) e qualche gioco. Sicuramente l'assenza del colore si faceva col tempo sempre più pesante e allora decisi di rompere di nuovo il salvadanaio per passare ad un LC II, anno 1993. Sfortunatamente ricordo che pochi mesi dopo l'acquisto la macchina uscì di produzione e ci rimasi sicuramente male. Tra l'altro la macchina mi era stata venduta con un orribile monitor (penso quello che sarà poi dei Performa) con uno sfarfallio insostenibile, per cui immediatamente passai al Trinitron. Finalmente colore e qualche piccolo lavoro per amici, scritte, loghi e disegni mi ripagavano (moralmente) dei soldi spesi. Certo che Apple continuava a far uscire macchine sempre più belle ma non potevo cambiare ogni anno. Non aver posseduto il ColorClassic, forse solo per un fattore estetico, rimane un peso. Sono sempre stato affascinato dal Quadra 800 e finalmente nel 97 (tante cose erano cambiate) sono riuscito a comprare un PowerPC 8500/132 usato, ex-demo. La macchina era ormai fuori produzione (di nuovo) ma pensavo che avere un computer aggiorabile mi avrebbe consentito di andare avanti per anni e anni. E con un monitor Artmedia da 17 effettivamente funzionava tutto bene. Finalmente potevo acquisire video dal videoregistratore e divertirmi con i montaggi, anche se il riversamento ancora presentava problemi di qualità. Ma soprattutto, finalmente il gap con l'amico evangelista era colmato ed avevo addirittura un computer più potente del suo. Anche se per poco.

Quest'estate, data la recente politica Apple, ho deciso di passare ad una macchina più nuova per poter installare i nuovi system ed allora, ridimensionando le mie voglie al portafoglio, sono passato ad un iMac. Purtroppo ho scelto di fare l'ordine nei giorni della presentazione dei nuovi iMac con il risultato che ho aspettato 3 mesi per avere sulla scrivania un DV+, gioia e dolore.

Computer esteticamente bello, design accattivante, system sempre facile (lo usa senza problemi la mia fidanzata completamente a digiuno di computer) ma con troppi difetti. Sto ancora lottando per farmi sostituire la scheda video anche se, da esperienze di altre persone, dubito cambi qualcosa, tanto è che sto pensando di passare al Cube (altra macchina falliementare o quasi ma bellissima).

Il problema è che Apple (in cui incautamente e per cuore ho anche investito!) per diventare competitiva in termini di prezzi ha tagliato troppo sulla qualità.

Ormai anch'io sono stanco di evangelizzare amici alla mela. Mi sembra sempre di parlare di un computer o più (dato che c'è o c'era una filosofia dietro) innovativo ma autolimitato, diventato d'elite perchè non è stato in grado di imporsi sul mercato, o meglio sui mercati; una ditta con idee all'avanguardia da sempre ma incapace di portarle a qualcosa di concreto, a causa di manager incapaci.

Adesso arriverà OS X e sicuramente cambierà completamente il nostro modo di lavorare, non più senza schemi ma con una struttura rigida come quelle di cui ho sempre riso. Ci saranno indubbi vantaggi, quelli che da Copeland in avanti ci vengono promessi. Speriamo sia la volta buona, anche perchè non c'è altra possibilità.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Pasquale> mac e moto da regolarità possono convivere benissimo. Uso ma dall'87 grazie a mia (allora futura) moglie che non capiva come si potesse usare una cosa cosi' assurda come un pc con quei comandi da scrivere e che invece usava un mac II.

Da allora ho sempre usato mac, imponendolo anche nelle aziende in cui ho lavorato. Nel senso che il mio pc doveva essere un mac. Gli altri potevano usare il loro wintel o dos. Ho fatto comprare tanti mac ad amici che ne sono rimasti entusiasti e anch'io a casa ne ho cambiati diversi.

In azienda sono ormai tutelato dal WWF come specie in estinzione ;-) ma resisto anche perche' sono totalmente autonomo per la manutenzione sw (rarissima) e quindi l'help desk non viene disturbato con richieste per quelle macchine "strane" che tutti pero' invidiano perche' non si piantano mai.

Sono convinto della totale superiorita' dell'ergonomia dell'interfaccia utente SO mac (dell'X ne parleremo un'altra volta). Per l'hw ho un approccio molto piu' pragmatico: deve fare quello che serve senza farsi notare.

Per le moto da regolarita' invece la passione e' iniziata nel 1970 e da allora si e' sempre mantenuta: In ogni caso trovo molto meglio un giro in fuoristrada che giocare con il computer.

Link to comment
Share on other sites

Massimo

Purtroppo la moto l'ho dovuta abbandonare ben prima di dedicarmi all'informatica; comunque condivido che è molto meglio un giro fuoristrada (ora in bici) che passare giornate davanti ad un computer.

Link to comment
Share on other sites

linux:

<FONT COLOR="ff0000">è molto meglio un giro fuoristrada (ora in bici) che passare giornate davanti ad un computer.</FONT>

Molto relativo. La moto e la bici sono pericolose. Nell'ordine. Con diversi gradi di pericolosità, d'accordo.

Ma vi prego non abbandonioamo il topic... vorrei proprio avere una lista di eseprienze.

Grazie nel frattempo per la partecipazione.

s.

Link to comment
Share on other sites

Giovanni>

Mi piace la logica di CompactPro, migliore di quella di Stuffit.

Purtroppo StuffIt comprime di piu' ed e' lo standard de facto per la compressione su Mac.

Con CompactPro crei l'archivio, butti dentro la roba, poi inizi a salvare sul primo disco e continui finche' c'e' spazio poi ti chiede gli altri dischi.

Ai tempi in cui facevo backup su decine di floppy, bastava inserire l'ultimo segmento dove venivano salvate le info sull'archivio e sceglievi quali file estrarre e lui ti diceva "inserisci il disco n" senza dover fare il join dei segmenti.

Molto pratico.

Non ho mai capito perche' hanno tolto la codifica/decodifica BinHex da StuffIt... Ormai uso CompactPro solo per questo.

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">Non ho mai capito perche' hanno tolto la codifica/decodifica BinHex da StuffIt... Ormai uso CompactPro solo per questo.</FONT>

Mmh... Sicuro? Io ho visto solo DropStuff 5.5 e StuffIt Deluxe 6, ma c'è su tutt'e due...

Cmq carino davvero CompactPro, non avevo idea che esistessero altri programmi validi di compressione!

Link to comment
Share on other sites

Riccardo>

Io ho StuffIt Lite e non la trovo...

come filosofia preferisco CompactPro, dove prima crei l'archivio e ci butti dentro la roba e solo alla fine decidi si salvarla o no (tipo Toast per intenderci quando si prepare un "files & folders").

StuffIt invece pretende che si crei subito il file e la cosa mi ha sempre infastidito.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share