Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Ma dai Mickey, lo sai che i numeri non contano... :-)

Il mercato vuole i MHz e su questo concordo, ma se il G5 a 1,2 GHz, che è un processore completamente nuovo, produce prestazioni pari al P IV o P V da 3,333333 GHz meglio, molto meglio.

Meno consumi, meno emissioni...il futuro dell'informatica non sta tanto nei numeri (scusa se mi ripeto), quanto nell'ottimizzazione delle risorse e delle tecnologie.

Così ho detto, ciao. :-))

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

P.S. Non vorrei proprio stare nelle vicinanze di un PC, con case metallico, con P V da 3,3 GHz Inside!!!

Potrebbe vedersi la mia radiografia sul muro!!! O il telefonino squillare da solo...

:-)))

Link to comment
Share on other sites

No dai ragazzi va bene tutto, ma non usciamocene con giustificazione del genere, non è solo il mercato che vuole i Mhz, anche a me ann piacere, mi ripeterò ma se adesso lo sviluppo dei PPC fosse andato regolare avremmo G3 di entrata a 600/700, e punte vicine al Ghz e stessa cosa o meglio per il G4, ed io, pur non essendo uno sciavo dei Mhz, sare stato più contento di spendere 2.499.000 per un iMac a 600/700 mhz di ingresso...

E' assolutamente logico questo discorso, è assolutamente illogico nascondersi sui test dei MacWorld in cui si confrntano non si sa quali macchine con specifici effetti di alcuni rarissimi software, e dai tu Matteo...:-)

Mickey

Link to comment
Share on other sites

Mickey, non sto giustificando Jobs, i suoi "test" o le politiche commerciali di Apple, assolutamente, anch'io vorrei vedere entry-level da 600/700 MHz e macchine G4 con Ghz!

Sto solo dicendo che la ricerca esasperata del clock non sarà sempre perseguibile, soprattutto operando su architetture "vecchie".

Se si passa da processori da 1000 MHz a processori da 1,5 GHz e l'incremento *effettivo* di prestazioni è del 20%, beh, qualcosa non va...

Io rimango dell'idea che siano meglio processori performanti a clock "relativamente" basso, te lo immagini un portatile PC con P V mobile da 2 o 3 GHz? Io me lo vedo con un radiatore automobilistico attaccato al case!

Va bene tutto ma non cadiamo nel trucco dei numeri (vale anche per i "test" di Jobs), la nostra necessità rimane quella della miglior tecnologia possibile, dell'evoluzione, non dell'esasperazione.

Davvero, Mickey, non sto scherzando, ci credo veramente...

Ciao :-)

Link to comment
Share on other sites

Non sto mettendo in dubbio il tuo pensiero, neanche il tuo concetto, dico però che nessuno tra noi mac-user vuole ala ricerca esasperata dei mhz, ma almeno un avanzamento adeguato si, ce lo devi concedere.

E poi Apple così come tutti per vivere bene, e di conseguenza noi altri, deve essere competitiva sul mercato, mica dal droghiere sotto casa mia o nel quartiere di casa tua... lo deve essere adesso e nel mercato mondiale, dove la richiesta è diversa da quello che offre Apple.

Se Apple mi desse un iMac da 800mhz che poi si squaglia per il calore io non sarei contento, come neanche tu, ma non è che l'iMac non scaldi, anzi scalda eccome, sia perchè non ha ventole sia perchè ingloba anche il calore del tubo catodico,non si potrà dire che l'iMac sia una macchina silenziosa, ma si potrà dire che è una macchina che scalda un bel po', quindi il problema del calore lo abbiamo anche noi...;-)

Viva lo sviluppo sostenibile, ma viva anche lo sviluppo necessario.

Peace&Love e miglioramenti nei processori, io ti dico che probabilmente se Apple dovesse presentare a Luglio 2002 un G5 a 1,2 Ghz sarebbe sulla strada della chiusura, questo traguardo per quanto in ritardo dovrebbe raggiungerlo almeno a Gennaio 2002 se non di più...

Mickey

Link to comment
Share on other sites

non si potrà dire che l'iMac sia una macchina silenziosa, ma si potrà dire che è una macchina che scalda un bel po', quindi il problema del calore lo abbiamo anche noi...;-)

errata corrige...

non si potrà dire che l'iMac NON sia una macchina silenziosa...

Mickey

Link to comment
Share on other sites

l'iMac scalda? meno di un PC. La differenza è che nel PC viene diffuso in tutto l'ambiente dalle ventole e nell'iMac per convezione, quindi più lentamente e visibilmente.

Magari tutti i computer scaldassero come l'iMac! io (ho anche un 17" che non segue le normative per i bassi consumi e radiazioni :-( devo aprire la finestra dopo aver usato il computer per più di 1 ora per far uscire la puzza di bruciato! Ed ho solo un 333 MHz!! Non voglio sapere nulla riguardo i P4!!!

Link to comment
Share on other sites

> se Apple dovesse presentare a Luglio 2002 un G5 a 1,2 Ghz

e se fosse Dual G5?

> il problema del calore lo abbiamo anche noi...

Per scelta, se ci fosse una ventola nell'iMac, sarebbe quasi fresco, più o meno ;-)

Tutti i processori scaldano, ovviamente, chi più e chi meno, una soluzione tipo iMac con i Pentium sarebbe utile solo per una grigliata.

Link to comment
Share on other sites

Aggiungo solo una parolina all'infinita polemica Mhz/Ghz. Ma veramente serve tutta questa velocità? Ogni utente Pc o Mac domestico fa del rendering il suo mestiere? Per chi ci lavora, il discorso è ovviamente diverso, ma non credo che ci siano degli incrementi prestazionali così elevati. E poi, in generale, quindi sia per mac che per win, non è che sono necessari computer sempre più veloci e ingordi di RAM perchè il sistema operativo e le applicazioni sono fatte male?

Pensate al mac che avevate sulla scrivania 3 o 4 anni fa e a cosa è effettivamente cambiato.

Non sono contro il progresso tecnologico, ma secondo me siamo in loop. Ormai si parla soltanto più di Ghz, riempiono la bocca a chi ci capisce poco e pensa di comprare tanto.

Link to comment
Share on other sites

Vorrei porre alla vostra attenzione due riflessioni:

- secondo il mio giudizio già dall'anno prossimo (seconda metà: c'è ancora un po' di abbrivio) la legge di Moore sarà infranta nel mondo PC. Causa: la maturazione del mercato dell'HW. Finchè nel gioco non entra la Cina c'è poco da fare.

- C'è un'oggettiva difficoltà dei produttori di chip per PC ad incrementare anche le prestazioni (quelle a cui si riferisce Moore) insieme ai MHz. Gli incrementi vengono ottenuti lavorando intorno al processore: RAM, bus, etc.

Quindi PowerPC, che ha avuto uno stop importante, potrebbe nel 2002 essere l'unico processore a rispettare la legge di Moore (anche perché la potenza nei RISC scala meglio con i MHz) e per giunta avvantaggiarsi dei miglioramenti nel resto dell'architettura HW portati avanti da chi ha l'acqua alla gola.

Insomma, SE giocata bene (al contrario del passato) la partita potrebbe essere vinta e anche con margine.

E' uno scenario realistico?

Q8]

Link to comment
Share on other sites

Forse, ma bisognerebbe sapere prima cosa vuol dire vincere la partita.

Personalmente cambio i computer non in cerca di maggiore velocità, ma di maggiore stabilità e migliore interfaccia.

O meglio, sono incacchiato per la lentezza dei computer ma ove non c'entrano i megaerzi: possibile che dopo quindici anni di personal computer devo ancora stare a grattarmi mentre un pauerbùc ci mette svariati secondi a svegliarsi da uno stop? Possibile che devo stare fermo come un macaco mentre il mac mi fa il gran pavese con le estensioni all'avvio? Possibile che si inchiodi un sistema operativo?

Possibile che Virtual PC, con tutto quello che ha da fare, in sei-sette secondi è operativo e il MacOS non emulato ci mette più di un minuto?

Possibile che non esista ancora un software affidabile per la voice recognition in dettatura?

Se mi date un 300 mhz che si comporti in modo intelligente e stabile, lo compero subito. Ci metterò dieci minuti in più al giorno con le applicazioni avanzate (ma è da vedere), risparmierò una mezz'oretta sul resto.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share