Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Infatti hai capito male: l'MRJ è ferma alla 1.1.8. E' alla Sun che stanno sviluppando la versione di Java 1.4, che in realtà non è per X ma per Solaris, per il solito Windows(che poi alla fine usa una implementazione tutta della Microsoft) e per Linux(intel): alle nuove implementazioni per X ci pensa la stessa Apple e per ora è disponibile mi sembra in PR per gli sviluppatori l'implementazione 1.3.1.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Nessuno sembra avere compreso l'altro: ti dici che <FONT COLOR="ff0000">usare l'MRJ (come Explorer) che sebbene sia rimasta indietro anch'essa (ora c'é la versione beta di Java 1.4) implementa Java 1.1.8</FONT>, cioè che la Apple con MRJ è indietro ma sta sviluppando una MRJ 1.4 (questo è ciò che la scritta dice in italiano, intenzioni a parte).

Questo dalla ML java-dev di Apple: <FONT COLOR="119911">Apple has stated that they will not be supporting past Java 1.1.x on classic MacOS. To get the same functionality as JDK 1.3 on a Mac you will have to use MacOSX</FONT>.

Non c'è nessun piano di implementare una versione di Java maggiore di 1.1.8 su Mac Os Classic. Java 1.3 è già disponibile per Mac OS X, ma non lo sarà mai per Classic.

Non ho mai detto che "JAVA" è ferma a 1.1.8.

Link to comment
Share on other sites

<!-NOTE: Message edited by 'edozz'-!>Bisogna premettere, perché in effetti uno può non saperlo, che una cosa è Java (linguaggio di programmazione della Sun) e un'altra è l'MRJ che lo implementa e che è il nome della VM su OS9 e precedenti.

Quindi quando affermo che c'è già la versione beta di Java 1.4 non posso che riferirmi al linguaggio sviluppato da Sun (di cui l'MRJ è l'implementazione e non un suo sinonimo).

Tuttavia, effettivamente, senza la premessa iniziale, se uno non lo sa, la mia frase può risultare ambigua.

Ciao e grazie per la precisazione

Link to comment
Share on other sites

<!-NOTE: Message edited by 'edozz'-!>Ancora una cosa :-) : volevo manifestare il mio dispiacere e disappunto per la decisione di Apple di non portare avanti lo sviluppo di Java sul "vecchio" OS:

Java è proprio il ponte che consente al Mac, in tante piccole applicazioni per la rete di uscire dal proprio isolamento (sicuramente più accentuato che su X che è comunque un dialetto Unix).

Peccato!

Link to comment
Share on other sites

Scusate, sicuramente questo articolo lo avrete già letto, ma io sono riuscito ad entrare in contatto diretto con questa PERLA (scritta da un pirla) giornalistica solo oggi. E' talmente assurda che ve la propongo di vero cuore:

da www.ilsole24.com del 14 settembre 2000

Arriva Mac OS X, il primo nuovo sistema operativo Apple dal 1984

Continua la riscossa dell'azienda di Steve Jobs

Da ieri la Apple di Steve Jobs ha messo in circolazione la prima versione (la cosiddetta "beta version") del nuovo software per sistema operativo dei suoi computer, il Mac OS X (che sta per 10). E' il primo software del genere che utilizza una piattaforma Unix, diffusa tra i server delle grandi aziende.

L'annuncio è stato dato in occasione della Fiera del mondo MacIntosh, iniziata ieri a Parigi (Apple Expo 2000 ) e oggi viene ripresa da tutti i giornali e i siti del settore, oltre che dai maggiori quotidiani americani.

Il nuovo sistema potrebbe avere infatti un enorme impatto sul futuro dei computer, Mac e Pc, e naturalmente sui big del settore, Microsoft in testa. Anche Wall Street quindi seguirà con molta attenzione lo sviluppo e l'eventuale successo del nuovo software.

Da quando Steve Jobs, storico fondatore dei computer della Mela, è tornato alla guida dell'azienda, i cambiamenti hanno riguardato soprattutto il design : gli iMac , i computer da tavolo colorati e trasparenti , hanno rivoluzionato il settore e risollevato le sorti della MacIntosh.

Ogni pubblicitario che voglia darsi un'aria di modernità o addirittura avanguardia, ne piazza uno nei suoi spot o nelle sue foto. Dai cataloghi dell'Ikea ai colossal hollywoodiani, dalla redazione di Cambio (il giornale diretto da Gabriel Garcia Marquez) alle vetrine dei centri commerciali, tutti sembrano impazziti per le ultime creature di Jobs.

Ma il sistema operativo, il "cuore e la mente" del computer, è essenzialmente lo stesso da 16 anni.

L'ultima volta che la Apple introdusse un sistema operativo completamente nuovo fu nel lontano 1984 . Allora i primi computer MacIntosh venivano equipaggiati con il sistema operativo 1.0. Quei primi pc erano assolutamente rivoluzionari, per le dimensioni, il colore e il software, facile da usare e assolutamente intuitivo, grazie all'uso delle icone. Windows non esisteva, a quell'epoca la maggior parte dei computer utilizzava il sistema Ms-Dos , che richiedeva l'utilizzo di lunghi righe di codici. L'uso a cui siamo ormai abituati di puntatori e click del mouse era pressoché sconosciuto.

La cosa curiosa è che quei primi computer del 1984 (già diventati oggetti da collezionsiti di modernariato) assomigliano proprio a un cubo e ricordano gli ultimi nati della casa della Mela, i Power Mac G4 Cube , fatti di plexiglas, appena introdotti sul mercato.

Il cd di Mac OS X può essere ordinato sul sito della Apple al costo di 29.95 dollari: E' una procedura inusuale, far pagare per una "beta version" ma l'azienda è convinta che in questo modo solo gli utenti davvero motivati e intenzionati a segnalare ed eventualmente risolvere i problemi del sistema operativo, lo ordineranno.

L'azienda di steve Jobs non vuole correre rischi e la "fase beta" durerà almeno fino al maggio del 2001 , quando la versione attualmente in circolazione verrà ritirata e, si spera, sostituita con quella definitiva.

Scusate ancora se questo argomento è stato già trattato nel forum. Se così fosse distruggete pure questo messaggio.

Saluti,

Max

Link to comment
Share on other sites

Scrivo per segnalare due assurdità:

Leggo spesso la rivista il mio portatile anche se notoriamente orientata al mondo wintel; nel numero di Aprile in un articolo dedicato al tipo di porte e connessioni si parla di parallele seriali ed usb, e di future usb2 che raggiungeranno la velocità delle firewire, "porte poco diffuse per il costo e la poca praticità".

Mi chiedo come sia possibile che riviste che operano nel settore possano scrivere simili bestialità.

Veniamo alla seconda:

Oggi ho comprato uno scanner per pellicole, si tratta del Microtec FilmScan 35.

Essendomi documentato in anticipo sapevo che dal sito sono disponibili i driver mac; al momento dell'acquisto il rivenditore mi fa notare che il prodotto è solo per pc, ed in effetti nella confezione scritta in italiano e nelle istruzioni interne, c'è scritto che il sistema necessario è win il cd allegato contiene solo software per pc.

D'accordo con il rivenditore che in caso di problemi lo avrei riportato in negozio, decido di comprarlo; a casa ho scaricato il driver e lo scanner funziona perfettamente.

Ritengo probabile che il prodotto sia confezionato in Italia e che l'omissione sia da imputarsi non al produttore ma all'importatore.

Quante periferiche "solo per win" funzioneranno anche sul Mac?

Questi episodi, secondo me, contribuiscono a rendere difficile la diffusione del mac in Italia.

Link to comment
Share on other sites

Quante periferiche "solo per win" funzioneranno anche sul Mac?

Tante. Soprattutto tra quelle esterne (diverso il discorso per le schede video, ad esempio).

Io ho provato modem e scanner e mi sono sempre trovato bene. Unica eccezione un masterizzatore HP, per il quale mi sono arreso io, anche se sono convinto che ormai si trova il modo di attccarlo al Mac.

Purtroppo occorre essere un po' smanettoni, il che elimina i prodotti in questione dalla fascia consumer.

Link to comment
Share on other sites

non c`e` da qualche parte un sito che si occupa di questo?

Voglio dire, non c`e` nessun sito con l`elenco di tutte le periferiche (e i driver) di prodotti per pc che invece vanno anche su mac?

Se non ci fosse bisognerebbe crearlo (macprof?)

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">Oggi ho comprato uno scanner per pellicole, si tratta del Microtec FilmScan 35.</FONT>

Riguarda a quello scanner avevo visto per caso i driver sul sito Microtek mentre cercavo (e non trovavo) tutt'altro. Volevo segnalare la cosa a Settimio ma poi me ne sono completamente dimenticato.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share