Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Nota al volo.

Scrivo da un PB12/867.

Sto lavorando da piu' di 3 ore e mezzo con la batteria. Ce n'e' ancora per piu' di mezz'ora. Ovvio: disattivati airport e bluetooth, luminosita' al minino possibile, ecc... Sulle quattro ore e mezza ci sto regolarmente.

Airport: nessun problema particolare. Il raggio e' di gran lunga maggiore del mio Titanium.

Scalda: quello si, veramente tanto!

"Si piega come una suola dopo un'ora"?????

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

<FONT COLOR="ff6000">La vera delusione permettetemi è il mouse bluetooth...ancora un mono tasto...ma insomma...non so cosa darei per entrare nell'ufficio di Jobs e fotografare il mouse che utilizza...</FONT>

<FONT SIZE="+2">:-D</FONT>

<FONT SIZE="-2">...comunque secondo me Jobs usa ancora un NeXT cube... ;-)</FONT>

Link to comment
Share on other sites

Sui "nuovi" PowerBook G4.

Mi sembra di aver assistito a quelle operazioni di maquillage che fanno le case automobilistiche poco serie quando cambiano fanaleria, paraurti e due stupidaggini all'interno e ti spacciano una gallina vecchia, a volte decrepita, per "Nuova xyz", dove di nuovo non c'è nulla.

I "nuovi" PowerBook sono identici a quelli "vecchi": il display è lo stesso e la feritoria del drive ottico è posizionata a metà spessore, come nei modelli vecchi e non come nel 17" che è posizionata in alto, segno che da un punto di vista dell'architettura nulla è cambiato.

Insomma, si cambia la carrozzeria, si aggiungono due cosette, una rinfrescata al processore et voilà, il PowerBook è servito.

Non mi dico nè deluso nè soddisfatto, tanto non lo comprerò, perchè a quelle cifre non posso permettermelo.

Coloro che hanno aspettato mesi e mesi ad attendere le nuove versioni, direi che non si possano lamentare: prezzi invariati e dotazioni e prestazioni aumentate (in più una rinfrescata al design, che trovo ancor più bello).

Due commenti su alcuni interventi degni di nota:

1) Matteo - cogli nel segno quando affermi che se di nuovi PowerBook si fosse davvero trattato li avrebbero presentati negli States.

2) Ivan - sacrosanta domanda: "vogliamo sempre il top ma poi lo usiamo al 100%? o stiamo trasformandoci in utenti win ovvero non importa cosa mi serve basta che sia l'ultimo modello"

Mi inserisco sulla scia di questa riflessione per allargare un po' il discorso. Mi pare di cogliere un'anima un po' troppo involuta in alcuni interventi. C'è sempre qualcuno che, anche a distanza di poche ore dalla presentazione di nuovi modelli, parla di "aspettare la prossima serie" che senz'altro farà sembrare quella attuale poco più di un giocattolo. Ma questa estenuante attesa per Godot non ha mai fine! Aspettare "la prossima serie" per farne che? Per sperare di far qualcosa in un secondo quando adesso te ne occorrono 1,5? O forse per avere la certezza di essere in pole postion nella gara di chi ha il Mac più figo?

No grazie. Il Mac, per quanto bello, è e resta uno strumento, di lavoro, di studio o di divertimento. Se mi serve e me lo posso permettere, allora lo prendo, altrimenti lascio stare. Ci sono mille modi più interessanti di spendere il proprio denaro.

Anche a me piacerebbe un PB 17" dual G5 che fa anche il caffè e, mi racomando per l'orgoglio, "straccia qualsiasi PC si consideri", pesi 1 Kg e costi 1500 euro, ma, sempre per citare alcuni interventi interessanti, Apple fa affari e non miracoli.

Ma a un certo punto bisogna venire a patti con la realtà: o un computer serve e allora ci si affaccia sul mercato e si vede cosa si trova con il proprio budget (nel mio caso poco o nulla :-), oppure si continua a fantasticare sulle mirabolanti desiderata per la prossima serie (ovviamente "imminente").

Che poi non ci voglia un genio per capire che, prima o poi, un PowerBook G5 verrà costruito, e che, inevitabilmente, sarà meglio di qualsiasi G4 e che quindi un G4 preso oggi rischia di essere obsoleto nel giro di un annetto, beh, questo è un altro discorso.

Qualcuno, infine, mi scuso per non aver annotato il nome, cita il Cube come macchina disastrata al pari dll' 867 12". Non conosco il piccolo PowerBook, ma conosco benissimo il Cube, usandolo quotidianamente da oltre due anni a questa parte. Macchina egregia, sfortunata ed incompresa, ma davvero eccellente, magari ce ne fossero ancora di cubi...

Link to comment
Share on other sites

qualcuno sostiene che uscirà un nuovo cubo per il 20°anniversario di Apple.

i PowerBook non sono malaccio e a quanto pare le prestazioni sono aumentate anche senza la benedetta cache L3, percui non vedo di cosa ci si debba lamentare: chi ne ha bisogno subito non rimarrà sicuramente deluso dall'acquisto. per tutti gli altri, e cioè gli utenti che hanno in previsione di cambiare mac fra qualche mese, il discorso da fare secondo me è un altro: si può accettare di spendere 3500euri per un computer che monta un processore moribondo? perchè questa è la sorte del g4, senza ombra di dubbio. i nuovi iMac e PowerBook sono degli aggiornamenti di transizione, e non mi aspetto niente di sconvolgente finchè da IBM non verrà fuori qualcosa che possa essere usata in queste macchine. io prenderò un g5 della revB che uscirà a gennaio e sarò felice!Posted Image

p.s. non c'è niente da fare, per Apple il mouse deve essere monotasto! voglio vedere quanti ne vendono però.

Link to comment
Share on other sites

io sicuramente non sono esperto quanto voi ma secondo me le cose stanno così:

il vero valore di un apple, oltre che nella qualità sta nel fatto che oggi ho visto offerto di 1000 euro per powerbook 400mhz(o qualcosa del genere). non so quando sia uscito ma vi assicuro che un pc lo rivendete a neanche la meta' di quello che potete rivendere un mac.

inoltre nessuno di voi ha provato le nuove macchine quindi come fate a "predire" le prestazioni? e perchè quando parlate della mancanza della cache L3 vi dimenticate che hanno raddoppiato la L2?

io domani lo ordino, poi ve lo racconto (e spero il più presto possibile).

un utente winzoz

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">I "nuovi" PowerBook sono identici a quelli "vecchi": il display è lo stesso e la feritoria del drive ottico è posizionata a metà spessore, come nei modelli vecchi e non come nel 17" che è posizionata in alto, segno che da un punto di vista dell'architettura nulla è cambiato.</FONT>

mi sembra un po' poco per affermare che 'nulla' è cambiato... diciamo che è un po' come la Punto 3a serie (cioé non sono solo stati cambiati i colori degli specchietti o le plastiche delle luci...).

il prodotto è nuovo perchè la scheda madre è sicuramente nuova (scheda video, FW 800, USB 2, BT integrata, ecc...), però è l'estensione di una scheda madre già collaudata (PB 17" gennaio 2003) ad altro modello della gamma. Non prendetevela o gridate allo scandalo... la rivoluzione è prevista l'anno prossimo (già a giugno Apple disse, chiaramente, che il G4 avrebbe avuto ancora vita).

sulla cache L3 tempo fa lessi che era utile se il rapporto con la L2 era di 4:1 e, forse, mettere 2 MB di cache era troppo (a) costoso, (b) dispendioso energeticamente.

marco> spendere 3500 può essere accettabile per vari motivi: tempi (mi serve ora), necessità (connettività), sicurezza (processore vecchio ma collaudato), qualità (il 17" esce da quello che molti chiamano 'rev.1 myth'), dotazione (SD, monitor 17" tuttora insuperato e, anzi, copiato)...

aggiungerei che le prestazioni sono più che accettabili per i compiti all-around che spettano al PB... se devi macinarti millemila MB di immagine o millemila tracce audio la risposta è una sola (G5).

<FONT COLOR="119911">non c'è niente da fare, per Apple il mouse deve essere monotasto! voglio vedere quanti ne vendono però</FONT>

ogni tanto ritorna... monotasto, monoprocessore... monogonade...

Link to comment
Share on other sites

Sembrerebbe un nuovo worm. Dalle pagine sulla sicurezza del Quartier Generale dell'Impero:

Why We Are Issuing This Alert

<FONT COLOR="808080">A new worm called W32/[email protected] has been identified. This worm spreads through e-mail and network shares. The worm creates messages that are designed to appear as if they are a security update from Microsoft. If you receive an unexpected e-mail that claims to be from Microsoft that instructs you to open an attached file, do not open the attachment. Delete the e-mail immediately. Microsoft never widely distributes software through e-mail.</FONT>

Link to comment
Share on other sites

ok. non ho voglia di leggere tutto e più che voglia non ho tempo, chiedo scusa per l'irruenza... oggi vorrei andare a comprare il piccolino con superdrive. ditemi se sapete qualche cosa sui tempi di consegna. ci sono già degli intoppi che si sappia?

grazie.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share