Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Caro Alberto,

amichevolmente vorrei dirti che le leggi non possiamo farcele da soli, ma dobbiamo rispettare quelle della società in cui viviamo, anche se (spesso) possono non piacerci.

L'evangelismo Mac non dà diritto a Mac OS X.

Non è che se ho salvato la vita a qualcuno, poi ho un bonus per ammazzare qualcun altro.

<FONT COLOR="ff0000">Quindi il software non si copia.</FONT>

Se costa troppo ci si rinuncia.

Io non ho mai piratato. Sono sincero.

Se l'avessi fatto avrei sbagliato e non dovrei essere un alibi né una scusa per qualcun altro.

Ribadisco lo spirito amichevole del messaggio.

Ciao e buonanotte

Walter

Link to comment
Share on other sites

Voglio entrare nella discussione della pirateria, partendo dal presupposto che credo, e mi scuso se offendo qualcuno, che tutti, e dico tutti, hanno usato programmi piratati, anche perchè bisognerebbe essere miliardari per stare dietro a tutto l'originale, pensate che io vada a spendere tutti i soldi che può costare Office? E perdipiù per comprare un progr che non è nemmeno tradotto nella nostra lingua, quasi si fosse degli appestati? No, non mi interessa se bill per un giorno non si pulisce il c... con carta igienica d'oro, i miei soldi non li vedrà mai!!! quindi se lo trovo piratato lo prendo e non mi vergogno!!

Per quanto riguarda panther, beh, io il giorno che uscì macos 10 ero già davanti ad un rivenditore per acquistarlo, cosi ho fatto anche per jaguar, quindi, dato che a gennaio prenderò un g5 dove presumo ci sarà panther come cd a corredo, credo di non ammazzare nessuno se per adesso me lo scarico, tanto i soldi poi li prendono dal g5 state tranquilli!!!

Scusate questo sfogo ma ripeto, sono sicuro che tutti hanno usato almeno un prog piratato!!

Ciao e per sempre APPLE!!!

Link to comment
Share on other sites

Non dico che non bisogna provare le build di Panther, per me l'importante è poi comprare la versione Retail... e non fossilizzarsi sulla copia che è stata copiata/scaricata.

Finiamo qui, e amici come prima Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Luca ha perfettamente ragione, e anche l'amico Biondi ne ha.

Personalmente ritengo che almeno il Sistema Operativo debba essere sempre posseduto in originale. Un computer (qualunque esso sia) che abbia un 'cuore' piratato mi sembrerebbe simile ad un uomo che ha un cuore malato o chirurgicamente 'provato' (nella metafora, si pensi ad eventuali patch di sprotezione): è certamente inaffidabile.

Per quanto riguarda la questione Office sono perfettamente d'accordo con i fautori dell'utilizzo di una copia. Peraltro, se ci pensiamo un attimo, i cervelloni di Redmond non hano voluto localizzare Office nella lignua di Dante proprio perchè sostenevano che la pirateria avrebbe impedito un guadagno utile... autorizzandoci ad utilizzare i canali degli amici con la benda sull'occhio.

Il problema della pirateria, ad ogni modo, ruota principalmente intorno al mondo dei giochi, effettivamente troppo costosi: anche lì sono d'accordo con chi non li acquista in negozio; forse potrebbe essere utile acquistare l'originale solo per avere il manuale, se il gioco ne necessita (ad ogni modo attualmente i giochi sono così stupidi che del manuale se ne sente sempre meno l'esigenza).

Ma un professionista che dall' uso dei programmi fa lucro, beh... quello deve averli originali e certificati. Tranne Office. Per dispetto. Nel caso, sono certo che la Finanza capirà.

Viviamo allegramente, senza rancore.

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">un professionista che dall' uso dei programmi fa lucro</FONT><FONT COLOR="000000">

Non dimentichiamoci che per questi soggetti si pone anche un problema relativo alla "concorrenza sleale": se io non devo ammortizzare i costi del SW, mi posso permettere dei prezzi più bassi e di fatto danneggio i miei concorrenti onesti</FONT>

Link to comment
Share on other sites

Senza prendere le parti di nessuno, spulcio alcuni dati:

a) in Italia l'86% delle aziende fa uso di almeno un programma copiato illegalmente;

b) nel 1997 Adobe prese in considerazione la possibilità di associare una chiave hardware ad ogni copia di Photoshop venduta, in soli tre paesi: Vietnam, Turchia e Italia;

c) in studio acquistiamo sempre almeno UNA copia di software originale, cosa che so essere 'più unica che rara' per una società di grafica (per stessa ammissione del nostro rivenditore, uno dei più grandi del nord-Italia). Lavoro da otto anni nel settore della comunicazione e della grafica e, in altre strutture in cui ho operato (anche 'in vista' perché di grandi dimensioni), non esisteva NEANCHE UNA COPIA di software originale (su circa 25/30 macchine operative...);

d) legalmente, possono essere perseguiti per copia illecita solo coloro che "lucrano attraverso l'utilizzo di quel determinato software", quindi per uno studente o per un semplice appassionato sono previste le attenuanti generiche (questo dal 1999);

e) ritengo che non poter godere dei benefici della completa assistenza e della possibilità - in caso di grave malfunzionamento - di rivalermi sul produttore possa aver un significato relativo nel caso di Freehand o Illustrator. Parlando di Sistema Operativo la questione cambia radicalmente... Ho bisogno di poter confrontarmi adeguatamente con il produttore in caso di anomalie!

Per inciso, un discorso può essere acquistare la singola licenza ad una cifra adeguata e un certo numero di licenze ad un prezzo forfettario: "alcune" case propongono - senza fare nomi, ma stiamo parlando di un noto programma d'impaginazione - in maniera maramalda prezzi oggettivamente quasi proibitivi per il singolo programma (proprorzionato al fatturato di una società medio-piccola) e, addirittura, il prezzo per licenze multiple semplicemente moltiplicando matematicamente la cifra singola! E poi si lamentano della pirateria...

Nel caso di Panther, comunque, stiamo parlando di qualche centinaia di migliaia di vecchie lire per un prodotto 'diverso' e 'innovativo'. Inutile vantarsi di essere "differenti" se, per primi, violiamo quel principio commerciale di profitto (cioé la vendita dei diritti di autore) che permettono alla nostra Mela di sopravvivere... Paradossalmente, se moltiplicassimo il nostro gesto ('giustificato' o meno) per migliaia o milioni di utenti, porremmo Apple nelle condizioni di non poter essere adeguatamente competitiva nei confronti dell'odiata concorrente. E addio alternative di mercato!

Annotazione finale: che Apple non rimetta in vendita parti prematuri come iLife nelle condizioni note a tutti. A quel punto sarebbe troppo anche averlo gratuitamente...

Link to comment
Share on other sites

La pirateria si batterebbe definitivamente con un solo colpo: rendere disponibile e gratuitamente la terzultima copia di ogni programma. Ad esempio, oggi abbiamo Photoshop 8 (scusate se sbaglio, non sono un grafico) ... se Adobe rilasciasse gratuitamente (magari sottoscrivendo una qualche newsletter pubblicitaria, fate voi) Photoshop 5/6 il grosso della pirateria non esisterebbe.

Detto questo, trovo assolutamente normale che la gente prima d'acquistare una nuova release di Mac OS X la provi, anche perché trovarsi difronte un qualcosa come OS X 10.0.x o simile non è certo bello (ricordo che Apple lo pubblicizzava come il sistema operativo più avanzato al mondo).

Altrettanto normale è che dopo lo si acquisti.

Link to comment
Share on other sites

Ovviamente è una provocazione,

Apple in teoria si vanta, a differenza di Bill, di essere un produttore di hardware e il SW serve solo per fare andare le loro macchine al livello che loro reputano ottimale. Quindi a parte ora che Panther è venduto da subito con le nuove macchine in arrivo, vi sembra giusto che uno che si è speso 3000 e passa euro due mesi fa debba sborsare ancora per il panther? E ancora peggio quando uscì Jaguar che per quasi un anno non lo hanno dato in dotazione.

Link to comment
Share on other sites

Sono d'accordo con gennaro.

A parte che sul concetto di brevetti in genere ci sarebbe da discutere, perché al contrario di quello che sbandierano gli USA è solo una forma di monopolio che non serve affatto per fare progredire il mercato il prodotto o la ricerca.

Sto andando un poco fuori topic mah...In india per esempio fino a poco tempo fa (imposizioni del WTO) avevano una loro legge sui brevetti, che per esempio non includeva i medicinali, risultato in India sono sorte tantissime piccole aziende produttrici e ci sono i prezzi più bassi del mondo nell'ordine delle 10 volte meno.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Lasciando da parte Office (ripetendo che non lo COMPRERO' MAI!!) e tornando su panther, voglio chiarire la mia posizione. Ho deciso di comprare un g5 dual a inizio anno, e come sappiamo tutti non costa bruscolini, perchè devo adesso spendere 140 euro o poco più per comprare una cosa che fra due mesi avrò di "serie" sul computer? Credo che per tutti i soldi che darò ad apple all'acquisto del g5 sarò perdonato se per 2 mesi userò un system "pirata" sul mio glorioso g4 400!! Ecco, tutto qua. Sperò di non essere distrutto dalle critiche. Ciao e sempre amici!!!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share