Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Sì, il punto era se il compilatore gcc 3 annunciato in modo enfatico alla WWDC ha davvero impatto sulle applicazioni, ed in quanto tempo.

A me pareva che tutti i più grandi sw per Mac fossero fatti con Codewarrior, che se non erro ha un suo compilatore.

Inoltre una qualsiasi app che abbia un minimo di controllo di qualità non viene ricompilata con leggerezza, se non altro per i timori sulla compatibilità all'indietro (anche quando ti fidi al 100% del compilatore non sempre ti puoi fidare dell'hw in giro). Quindi questi implica che dall'annuncio di un compilatore alla prima release ricompilata possano passare anche anni.

Per cui mi pareva che questa notizia del gcc fosse o un vaporware oppure fosse rivolta solo alle entità scientifiche, che invece sono avvezze alla ricomiplazione continua dei propri codici. Realtà nobili ed interessanti, ma con poco o nullo impatto sul versante sw (semmai un pochino su quello hw, dove puoi comprare un Mac se ti fa girare meglio il tuo algoritmo).

Volevo sapere che ne pensavi, visto che ti intendi di compilazione su PowerPC.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

[anticipo che non ho seguito gli annunci della WWDC, e quindi potrei ignorare particolari importanti]

Mi sembra che le tue considerazioni siano in gran parte condivisibili.

La maggior parte degli sviluppatori Mac utilizza in effetti CodeWarrior, che è dotato di un proprio compilatore. Tuttavia è anche possibile aggiungere compilatori diversi sotto forma di plug-in; un esempio è MrC, che era il compilatore standard di MPW ma era anche disponibile (gratuitamente) come plug-in di CW. Quindi è teoricamente possibile utilizzare altri compilatori mantenendo CW come IDE.

D'altra parte, non mi risulta che gcc sia disponibile in forma di plug-in per CW. Quindi, a meno di smentite, passare a gcc 3 significherebbe anche dover passare a Project Builder. Questo è coerente con i piani di Apple, che sta cercando di promuovere PB il più possibile, ma cozza con la resistenza degli sviluppatori, che continuano a preferire CW, nonostante PB sia gratis.

Se le cose stanno così, è probabile che i software "istituzionali" del Mac non traggano alcun beneficio da gcc 3, poiché è molto difficile che Adobe, Macromedia, Microsoft & co. vogliano passare a PB.

Il cambio di compilatore potrebbe anche richiedere una (ulteriore) revisione dei sorgenti. Nonostante esistano degli standard per i linguaggi C e C++, pochissimi compilatori li implementano pienamente (forse nessuno), e i vari compilatori hanno atteggiamenti "lassisti" in zone diverse, per cui del codice che funziona su gcc potrebbe essere rifiutato da CW, e viceversa. C'è da dire che il compilatore Metrowerks (la ditta di CW) è noto per seguire gli standard in modo piuttosto stretto, e quindi dovrebbero esserci assai meno problemi a passare da CW a gcc che non il contrario.

Inoltre, proprio a causa di queste differenze fra compilatori, è considerata una buona pratica quella di compilare sempre il proprio codice con strumenti diversi, in modo da assicurarsi di essere conformi allo standard e di non fare affidamento su "estensioni" o idiosincrasie proprie di un singolo compilatore. Nel caso del software multipiattaforma, come ormai sono quasi tutte le grandi applicazioni, il codice del "nucleo" è già testato su compilatori diversi (per esempio, VC su Windows e MW su Macintosh), quindi non dovrebbe porre particolari problemi aggiungerne uno alla lista. Tuttavia, la parte platform-specific di una grande applicazione ha comunque una mole non indifferente, e quindi il problema rimane.

In aggiunta a ciò, come giustamente dicevi, un cambio di compilatore richiede un nuovo ciclo di QA; quindi, anche ammesso che le software house optino per questa scelta, è possibile che preferiscano aspettare la prossima major release.

Questo per quanto riguarda i programmi Mac "storici". Per i port da altre piattaforme, specialmente da UNIX, gcc 3 rappresenterà invece una vera manna dal cielo. Il team di sviluppatori Apple che si occupava di MrC (il compilatore di MPW, già superiore a quello MW come qualità e performance del codice prodotto) è passato già da tempo a gcc, e la versione 3 dovrebbe essere la prima a mostrare i segni dei loro sforzi.

Tuttavia, la versione 3 è comunque piuttosto giovane già di suo (anche se dovrebbe essere in lavorazione già la 3.1; forse Olaf ne sa di più), e ci sono ancora molti, anche in campo Linux (dove gcc è il compilatore), che utilizzano ancora la 2, considerata più affidabile. Anche la Mandrake 8.2 che ho comprato qualche giorno fa continua ad avere gcc 2.9.vattelapesca come compilatore principale, e fornisce il 3 solo come opzione.

Bisognerà vedere se le performance superiori di gcc 3 verranno considerate più importanti della provata stabilità del 2. Probabilmente, visto che su Mac OS X anche il 2 è comunque giovane, gli sviluppatori Mac preferiranno la versione 3. Chissà, forse questa potrebbe anche diventare una molla per diffondere questa release anche sulle altre piattaforme.

Ultima cosa: non bisogna dimenticare che lo stesso Mac OS X è compilato usando gcc, e i benefici della nuova versione si dovrebbero vedere già in Jaguar.

Link to comment
Share on other sites

Vedi Settimio,se non arriva il messaggio, tranne pochi eletti (Quelli che avevo qualificato come Vecchi...) nessuno può postare sul forum... per cui, paradossalmente il forum gira meglio,ma perde la connotazione principale ossia un vero help online (mentre tra il primo ed il terzo post sono passate 20 ore..., possibile non ci fosse nessuno più o meno d'accordo?)

Link to comment
Share on other sites

Non ho detto che non rimettiamo il mail della notifica

dico solo che fino ad ora solo 4 su 3.000 e passa iscritti si sono lamentati della sua assenza!

Avra' pure un significato...

Comunque verifichiamo con altre eventuali lamentele.

P.S. tieni conto che il forum ha un motore di ricerca per i messaggi piu' recenti, quelli dell'ultimo giorno e dell'ultima settimana.

Io per esempio ho messo un semplice bookmark che chiamo "24 ore" e mi fa vedere i post dell'ultimo giorno come se fosse l'home page di un sito.

Basta che ti copi il linl che trovi nel bottone "ultimo giorno" qui in basso.

Se hai messo online una domanda

il giorno dopo o qualche minuto dopo vedi se qualcuno ti ha risposto.

Piu' help online di cosi'...

Link to comment
Share on other sites

Comunque Settimio, parti sempre dal presupposto che Macity è la Homepage del mio iBook, e che ogni critica che muovo (ora al forum) ha alle spalle (non mi viene la parola) un ringraziamento a tutta la redazione!

ps:certo che se ieri la Scavolini ne avesse dati altri 33 alla Kinder oggi sarei molto più tranquillo... Posted Image

Link to comment
Share on other sites

anche una parte di Bologna (conosco almeno 2 ragazzi più me che tifano Libertas)... la sera del +33 ero ad una cena di compleanno con prevalenza di tifosi Kinder, che serata!

Link to comment
Share on other sites

È stato rilasciatopochi giorni fa GCC 3.1, con nuove e migliori ottimizzazioni Altivec. Inoltre, rispetto al 2.95 (quello di Mac OS X 10.1), il 3.1 è più veloce dal 10 al 12%.

Potete comunque guardare sulla pagina relativa e leggere il Changelog.

Link to comment
Share on other sites

Salve ragazzi,

Spero che in questo forum possa trovare delle risposte ai miei dubbi. Vi espongo in poche parole cio' che e' successo.

Uno studio di grafica mi passa un lavoro. (quindi diciamo che faccio la parte del freelance). Si tratta di otto manuali di inglese da impaginare con QuarkXPress. I testi mi sono stati forniti tutti su files Word.

Per ogni manuale, una volta impaginato, faccio la stampa del bozzetto e la consegno allo studio di grafica che mi ha affidato il lavoro, il quale la gira al suo cliente (in pratica io NON trattavo con il cliente personalmente: il cliente pagava il tutto allo studio di grafica, il quale pagava a me il lavoro di impaginazione. Diciamo che il cliente non sapeva nemmeno della mia esistenza).

Il bozzetto corretto dal cliente (la scuola di inglese) mi viene recapitato con alcuni errori da sistemare.

Io correggo gli errori e passo il dischetto con l'impaginato allo studio di grafica che, senza nemmeno riguardare le correzioni che ho fatto, per controllare che tutto fosse in ordine, manda in stampa il manuale. Anche la cianografica non viene nemmeno presa in considerazione.

Una volta stampato il lavoro, il cliente si accorge che in uno dei manuali c'e' un errore che aveva segnato ma che non era stato corretto da me. Impone cosi' allo studio di grafica la ristampa di questo manuale.

Lo studio di grafica, constatato l'errore non sistemato, ristampa tutto il manuale ed ora pretende che sia io ad assumermi tutta la responsabilita', visto che sono stato io a dimenticarmi di non correggere l'errore segnato nella bozza. Quindi vuole che gli paghi l'intera ristampa del lavoro (10 MILIONI!).

Le mie obiezoni sono semplici:

1) A mio parere, l'unico responsabile della disposizione all’OK stampa e al riscontro su tutte le correzioni eseguite, è l’Editore o l’Azienda che cura la pubblicazione, quindi lo studio di grafica, non certo io come Freelance. In Editoria, è prassi regolare che vi sia un addetto (CORRETTORE BOZZE) che verifica ANCHE le ultime correzioni o cambiamenti fatti dal grafico, come è prassi regolare, prima di andare in stampa, visionare la cianografica al fine di confermare l’esattezza di tutti i contenuti ed eseguire un RISCONTRO delle correzioni finali effettuate dal grafico.

2) In ogni caso, se per qualsiasi motivo fosse mia la responsabilita', io non sono tenuto a dare a loro la cifra della RISTAMPA, ma dovrei dare, al massimo, il valore del lavoro cosi' come mi viene pagato (poniamo che loro mi dessero 1 milione per manuale, io sono responsabile al massimo per 1 milione, non di piu').

Vorrei sentire le vostre opinioni a riguardo: secondo voi ho ragione io o ha ragione lo studio di grafica? Devo rispondere di 10 milioni anche se loro non hanno verificato, prima di andare in stampa, tutto il lavoro da me fatto e corretto??

Preciso anche che tra di noi non vi e' mai stato un accordo scritto (contratto), solo un preventivo di spesa (lire 20.000 a pagina).

Grazie a tutti i freelance, tipografi e magari avvocati, che mi sapranno dire la loro opinione!

Ciao!

Zeno

--

Link to comment
Share on other sites

In assenza di un contratto scritto, valgono le consuetudini consolidate, che a loro volta non possono tralasciare il concetto di qualità del prodotto nella sua accezione comune.

E' tutto da discutere se un refuso (ma non ci specifichi di che estensione, se puntiforme o riguardante un gruppo di paragrafi) richieda la ristampa di un volume, o se basti l'inserimento di un errata corrige, come ben accade anche in libri d'arte da un lato, e in trattati di farmacologia con indicazione di posologie potenzialmente mortali dall'altro.

A mio parere, comunque, non sei sanzionabile in alcun modo, perché a valle del tuo operato c'è il controllo delle cianografiche che non risulta essere compito tuo, ed è chiaro che il riscontro dell'errore in questo ambito ne avrebbe consentito l'emendamento in tempo ridottissimo (il necessario per un mini impianto di stampa, o addirittura per una pecetta sul fotolito) e costo quasi zero.

Piuttosto diventerebbe questionabile la qualità del tuo lavoro e quindi la remunerazione, ma direi che il nesso di causa tra il tuo errore di impaginazione e l'esito infausto della stampa è interrotto dal passaggio della verifica delle cianografiche.

Ti hanno già pagato?

Link to comment
Share on other sites

Non sono avvocato, ma mi pare che il commento di Franco sia corretto. Il fornitore ha subappaltato a te parte del lavoro e credo quindi che tutti i suoi impegni verso il cliente tra i quali la responsabilita' della qualita' della fornitura rimangano in capo a lui ed invariati.

Se non ti ha pagato, puoi rischiare di non vedere una lira non essendoci contratto (o una tua offerta da lui accettata) tra voi. Se invece ti ha gia' pagato, la cosa si fa complicata ma per lui.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share