Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Dai ragazzi, sono stato solidale nella "delusione" per la mancata ricorrenza dei 20anni del Macintosh il 24Gennaio, ma non credo che NON faranno nulla, l'annuncio dell'accordo con Pepsi è vecchiotto, non è nuovo quindi non può essere solo questo quello preparato per un Great 20Th Anniversary...

Avremo le nostre sorprese ma in tempi non convenzionali...

Probabile che domani arrivino i nuovi PowerMac G5...probabile...

Mickey

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Alessio> <FONT COLOR="ff0000">ok rassegnato dall'assenza di news, vi chiedo: sapete il titolo della canzone che fa da sfondo allo spot della pepsi?</FONT>

I Fought the Law (che ricordavo dei clash)...

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">Abundance>> Caldera/SCO e MS pare abbiano avuto molti contatti negli ultimi anni, culminati nel 2003 con l'acquisto della licenza unix da parte di MS</FONT>

Ma Mac OS X non è basato su UNIX?

Cioè, la base su cui poggia Mac OS X è di proprietà del nemico?!?

CHE CASINO!

Cmq complimenti ad Abundance; è stato illuminante su molti aspetti.

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">Cioè, la base su cui poggia Mac OS X è di proprietà del nemico?!? </FONT>

non è proprio così... però la situazione non è chiara, soprattutto per via degli strani attacchi di SCO al mondo UNIX...

Link to comment
Share on other sites

Sono d'accordo con Hocico e aggiungo che, se Apple continuerà la politica iPod, secondo me il pacchetto iLife slitterà, piano piano, anche sui win.

A quel punto il 90% dei possibili swich penserà "Chi me lo fa fare di cambiare, tanto ho già tutto qui"

CHE RABBIAPosted Image

Link to comment
Share on other sites

Gianluca, non ti preoccupare, Microsoft ha acquistato solo una licenza d'uso del codice unix di SCO.

Ed in ogni caso, come ha detto Zann, Mac OSX è basato su BSD che non condivide codice con l'unix cui è proprietaria SCO.

Il "ramo" BSD è già passato nella palude delle cause legali fra gli '80 e i '90, con una lunghissima causa intentata da AT&T alll'università di Berkeley, terminata poi con la rinuncia di AT&T ad ogni pretesa.

Qui c'è un articolo che da maggiori ragguagli, spiegando anche come il blocco della distribuzione libera da diritti di BSD, imposto per la durata della causa, abbia avuto come effetto collaterale l'esplosione e la diffusione di un altro sistema open source allora appena nato, un tale "Linux"...

E' molto carino da leggere anche perché parte da uno spunto di attualità (l'articolo è di marzo 2002): la soddisfazione per il rilascio sotto licenza open-source del codice sorgente di alcune vecchissime versioni storiche di unix, tra cui la "32V" sulla cui base fu poi sviluppato BSD.

La disponibilità del codice, molto interessante per insegnanti e studenti di informatica, era dovuta ad una società che aveva da poco acquistato la proprietà di una gran parte dei diritti su unix... cioè Caldera. Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share