Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

An Angel >> <FONT COLOR="ff6000">I diritti sullo Unix in quanto tale, non vorrei sbagliarmi, ma credo siano ancora di proprietà della AT&T.</FONT>

Mmh, se ho capito bene tutto il codice originale protetto da copia (non pubblicato sotto licenza GPL o BSD) dovrebbe essere ormai di proprietà SCO.

http://plesba.com/SCO/t1.shtml

http://plesba.com/SCO/Part1notes.shtml#n2

Il marchio Unix appartiene a The Open Group, e Novell sostiene di avere ancora dei non meglio specificati "brevetti" su Unix.

Chest >> Quando ti ci metti sei veramente insostenibile...

... nel senso che non riesco a sostenermi dritto davanti al monitor dalle risate :-D

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

AdeYa >Rischi molto di più nel pagare con carta di credito nei ristoranti e nei supermercati, o nel prelevare negli ATM.

Proprio così. Tutti i dati sensibili (numero e scadenza carta) sono stampati in chiaro sullo scontrino. Se lo scontrino non è ben conservato basta leggerli. Non occorre violare alcun sistema informatico. In più sullo scontrino c'è anche la firma.

Hai visto dove vengono riposti gli scontrini al ristorante una volta stampati?

Link to comment
Share on other sites

Anch'io ho la carta Kalibra e funziona alla grande.

L'ho usata per pagare Xbox Live,alcuni DVD,l'haori che ho regalato alla mia ragazza (questo tramite Paypal,che é utile per fare transazioni con siti non troppo famosi) e anche un biglietto d'aereo.

Mai avuti problemi Posted Image

Pensavo di passare a BancoPosta,il fatto che abbiano anche lì la carta ricaricabile lo rende uleriormente appetibile.

Link to comment
Share on other sites

Gianluca prova a controllare sul sito delle poste,loro ti permettono di ricaricare la carta anche da internet,cosa che io non posso fare perché non ho il conto al banco di Lodi (coloro che mi hanno rilasciato la carta) e le tasse sono credo la metà...ah...adesso passo a BP,sisi!

Link to comment
Share on other sites

Io sto usando la Carta Postepay da un paio di mesi e funziona bene... le commissioni mi sembrano decenti e la ricarica si può fare praticamente dappertutto, basta un ufficio postale... il sito permette di vedere tutti i movimenti e funziona bene su mac

Fabio

Link to comment
Share on other sites

Il problema non è la transazione che è molto sicura perchè supercriptata.

Il fatto è che i dati della vostra carta vengono spesso immagazinati in database a vostra insaputa, che possono essere a loro volta, magari dopo mesi, aperti da un hack.

Io da un annetto uso la generazione automatica di carta di credito virtuale proposta da bankpass (http://www.bankpass.it/): putroppo non funziona sempre, diciamo un 70% delle volte.

Si può generare una minicarta dell'importo corrispondente o di poco superiore al valore dell'acquisto. Il credito inutilizzato viene rissorbito automaticamente.

Naturalmente c'è un costo annuale di iscrizione al servizio....

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">se ho capito bene tutto il codice originale protetto da copia (non pubblicato sotto licenza GPL o BSD) dovrebbe essere ormai di proprietà SCO.</FONT>

Tutto tutto? Pure le cose originariamente fatte dall'Università di Berkeley? No: quelle rientreranno fra le cose ormai sotto licenza BSD.

E invece - per dire - i sorgenti di Solaris, o di Aix, o di HP-UX? Anche lì ci sono lawsuits pendenti? Ma allora sono davvero ca. da ca.

Insomma: è proprio destino che si muoia democr.... pardòn: microsoftiani Posted Image

Comunque, caro Abundance, mi hai fatto venire voglia di andare un po' più a fondo della questione.

Link to comment
Share on other sites

Cesare: <FONT COLOR="ff0000">Il fatto è che i dati della vostra carta vengono spesso immagazinati in database a vostra insaputa, che possono essere a loro volta, magari dopo mesi, aperti da un hack. </FONT>

E' vero, ma se in uno dei ristoranti più famosi di Torino si è scoperto che alcuni (o uno solo?) dei camerieri riutilizzavano i dati della carta, cosa pensi sia più sicuro? Inoltre con le carte ricaricabili basta sempre caricare solamente poco più dell'importo necessario per l'acquisto, così sei al sicuro Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share