Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

The Nalin:<FONT COLOR="ff0000">Inoltre con le carte ricaricabili basta sempre caricare solamente poco più dell'importo necessario per l'acquisto, così sei al sicuro Posted Image </FONT>

Infatti io faccio così,ad esempio se adesso mi rubassero i dati della cdc,si papperebbero all'incirca un deca,al massimo si fanno un pizza+coca alla faccia mia :P

Link to comment
Share on other sites

Ribadisco il concetto espresso in precedenza. La sicurezza dipende dall'onestà e dalla cura riservata alla conservazione di dati sensibili di chi detiene le informazioni della carta.

Io, ad esempio, ho subito la clonazione della carta durante un soggiorno negli Stati Uniti sicuramente in un esercizio tradizionale dal momento che ai tempi (più di otto anni fa) neanche utilizzavo Internet.

Link to comment
Share on other sites

Sondaggino: pare che le riviste di settore Mac se la passino male. Di chi la colpa?

a) della quota di mercato Apple, in calo

b) Di Internet, fonte di notizie (vedi il nostro magico Macity) e di software

c) della "incapacità" delle riviste stesse di stare al passo con la potenziale domanda (musica on line, iPod, applicazioni)

d) del quadro economico in generale

e) non è vero che se la passino male, il sondaggio è tendenzioso

f) non so

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Chest,

non ho memoria storica affidabile, ma mi smebra che nei tempi buoni per Apple le riviste in edicola erano 3 o 4, adesso siamo a 3, di cui una credo in buona salute (Applicando), una con forte entusiasmo e sembra ben accolta (iCreate) ed una in grossa ed evidente sofferenza (MacWorld).

Come si è detto altre volte, probabilmente soffrono la concorrenza strepitosa e spietata di Internet per la risoluzione di problemi, trip e tick's, suggerimenti e per le news...guarda all'esplosione dei rumors o forse sarebbe meglio dire al peso dei rumors in giro, che sui gionali ovviamente sono indietro di un mese...

Probabilmente c'è anche stata o forse c'è ancora una difficoltà nell'adeguamento ai nuovi canoni, alle nuove richieste, e forse anche ad un calo della piattaforma.

Io continuo a comprarle tutte e 3, ma ogni tanto salto MacWorld...che dire...soluzioni? proprio non ne ho...

C'è anche da dire che la controparte da loro fatta su Internet, i siti relativi alle riviste, sono forse volutamente poco aggiornati, e forse resi volutamente poco accattivanti.

Mickey

Link to comment
Share on other sites

Mi ripeto. Quello che manca, secondo me, alle riviste di adesso (e così dicendo generalizzo, parlando anche di quelle del mondo PC) sono le recensioni fatte 'come si deve'. Nella mia biblioteca sono ancora appoggiati vecchi numeri di "MC microcomputer" e di "Micro & Personal Computer" di 14-15 anni fa, La cura e la completezza con le quali veniva testato Excel, la LaserWriter, Illustrator oggi non ha corrispondenti.

Le recensioni di MacWorld - è il caso più macroscopico - sono spesso pietose: nell'ultimo numero c'è il PB 15 Alu... due paginette striminzite che non aggiungono quasi niente al dépliant Apple; in altri tempi e su altre riviste con altri redattori la recensione di un tale gioello avrebbe preso almeno 6 pagine; per confronto posso portare la recensione del 'Mac Portable'... che pur era un oggetto di super-nicchia, molto più di quanto non sia OGGI il PowerBook 15 Alu!

Ricordo anche con un certo orrore la recensione dell' iPod - sempre su MacWorld. Va a finire che continuo a rimanere abbonato alla rivista solo per l'opinione di Accomazzi in ultima pagina. Ma forse non ne vale più la pena.

E di tutto questo mi dispiace.

Link to comment
Share on other sites

Ciao.

Ragazzi io ho dei numeri di MC Microcomputer del 1983 quando si recensivano prodotti "come si deve", del resto non c'era Internet e tutto quello che si sapeva era grazie le "news" cartacee...

Mi ricordo i listati in Assembler 6502 per Apple IIe, quanti ricordi...la prima leggendaria prova del Mac 128...

Ho persino la prova del Lisa su un vecchio numero di Bit...

Adesso ho un attacco di nostalgia...

Link to comment
Share on other sites

Chest dixit:

<FONT COLOR="ff0000">Sondaggino: pare che le riviste di settore Mac se la passino male. Di chi la colpa?

a) della quota di mercato Apple, in calo </FONT>

in parte, ma ritengo la motivazione marginale

<FONT COLOR="ff0000">b) Di Internet, fonte di notizie (vedi il nostro magico Macity) e di software </FONT>

all'80%... le riviste, per ovvi motivi tecnici, arrivano 'dopo'...

ormai i CD allegati non li guardo neanche...

ma questo riguarda me, mio padre ad esempio, che non legge ogni giorno macity (Settimio, perdonalo), che non guarda versiontracker, ecc... invece se li spulcia per bene...

<FONT COLOR="ff0000">c) della "incapacità" delle riviste stesse di stare al passo con la potenziale domanda (musica on line, iPod, applicazioni) </FONT>

e come avrebbero potuto 'aggiornarsi'?

<FONT COLOR="ff0000">d) del quadro economico in generale </FONT>

come tutto...

<FONT COLOR="ff0000">e) non è vero che se la passino male, il sondaggio è tendenzioso</FONT>

l'hai detto tu ;)

<FONT COLOR="ff0000">f) non so </FONT>

nemmeno io...

Link to comment
Share on other sites

Gianluca, è sicuramente molto più sicuro fare acquisti con la carta di credito in Internet che in qualsiasi negozio. Nei i negozi hanno la possibilità di prendere i tuoi dati molto facilmente, magari fotografando di nascosto la tua carta di credito (fronte e retro) con una macchina fotografica o una telecamera predisposta a questo uso, e possono anche chiederti i tuoi documenti, per “verificare" se i dati della carta di credito corrispondono ai tuoi dati e fare lo stesso lavoro…

Ti lascio immaginare il seguito…

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share