Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Solo dieci? Resisterà molto di più.

Il motivo è semplice: non c'è più nessuno capace di progettare un sistema operativo.

Quelli abbastanza bravi preferiscono indirizzare il loro talento in altre direzioni (come dargli torto?).

Link to comment
Share on other sites

Il colosso di Rodi... l'impero di Alessandro Magno prima, e l'impero Romano poi... i colossi prima o poi si sfaldano minati dal loro stesso peso...

Comunque la storia del commercio e dell'industria di questo secolo è piena di esempi di tecnologie e di prodotti caduti in disgrazia nonostante la loro netta superiorità rispetto ad altri concorrenti. Non ostiniamoci a credere che il futuro prospero di Apple dipenda solo dalla superiorità tecnica dell'OS o dei PowerPC.

Link to comment
Share on other sites

Gianluca:<FONT COLOR="ff0000">Comunque la storia del commercio e dell'industria di questo secolo è piena di esempi di tecnologie e di prodotti caduti in disgrazia nonostante la loro netta superiorità rispetto ad altri concorrenti.</FONT>

Se stai pensando a Betamax vs VHS,ti farà piacere sapere che il formato Betamax non é morto,ma si é evoluto fino all'odierno DigitalBeta é vive bene nel campo del cinema e del broadcasting.

Anche il Minidisc,si é ritagliato la sua piccola fetta di mercato.

Non c'é bisogno di dominare il mercato,per essere in salute,basta solo sapere a chi rivolgersi Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Benvenuto nel Forum, ho una pessima idea dei giornalisti e costui la conferma.

Aggiungi che per darsi importanza spesso si parla male e si critica qualcosa o qualcuno, meglio ancora se non si può difendere o si trova in una posizione di svantaggio.

Meglio ancora se si tratta del Mac, perchè così i polli macuser accorrono a frotte per mandarlo a quel paese e il giornalista acquista notorietà.

Basta stendere un velo e lasciar perdere...

Link to comment
Share on other sites

Alex > Aggiungi che per darsi importanza spesso si parla male e si critica qualcosa o qualcuno, meglio ancora se non si può difendere o si trova in una posizione di svantaggio.

Sono assolutamente d'accordo. Aggiungerei che spesso si spara più facilmente addosso ai deboli e ai piccoli che hanno meno mezzi per potersi difendere.

Link to comment
Share on other sites

Solo una precisazione: Paolo Attivissimo non e' un giornalista, e' un writer tecnico o al limite, come scrive nella sua mini biografia online, lo si puo' etichettare come divulgatore informatico. Io l'ho sempre trovato ganzo (andate a vedere il servizio "antibufala" che gestisce http://www.attivissimo.net/antibufala/elenco.htm), certo che l'articolo citato da Fabrizio non e' proprio uno dei suoi pezzi migliori. Scrive "Non prendetemi per paranoico"... pero'... un pochetto esagerato...

Link to comment
Share on other sites

Mi ricordo di Attivissimo quello che forse è stato il primo libro su internet in italiano (credo attorno al 1995). Ai tempi non scriveva troppe <FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT><FONT COLOR="ff0000"></FONT>...

L'articolo è comunque delirante, soprattutto quando fa il paragone tra aggiunta (subliminale a suo parere, ma se lo sapevano tutti?...) dell'iPod nello spot e cancellazione e riscrittura degli eventi in 1984.

Nell'Italia del 2004 dovremmo preoccuparci di questo?

Saluti

Fabio

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="0000ff"><FONT SIZE="-2">Microsoft ha cercato di rassicurare i suoi utenti, spiegando che la porzione di codice sorgente trafugata è troppo piccola per permettere davvero che si possano cancellare o rubare dati dai computer di chi usa Windows Nt e Windows 2000, tuttavia il rischio potrebbe essere più alto per coloro che useranno i dati trafugati come base per elaborare programmi in competizione con Windows.</FONT></FONT> <FONT COLOR="0000ff">"Al momento non abbiamo segnali di problemi da parte dei nostri utenti - ha detto Pilla - controlliamo con attenzione la situazione in accordo con le forze investigative".</FONT>

Date tempo al tempo… Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share