Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Alessio quello che tu dici è da ragazzo di 21 anni. In una azienda a meno che le cose non vadano alla grande non esisterà mai una divisione che costa il 50% ma produce il 2%. Piuttosto nasce una compagnia che si occupa solo di quel 2, ma a quel punto sono kazzi suoi se rientra nei costi.

E' così, ed infatti stiamo impegnando il thread a dimostrare che in Adone e Macromedia le percentuali di vendita sono ancora largamente superiori.

Le cifre assolute non contano niente.

Io te l'ho detto, poi a te giudicare.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Alessio, ti sei mai chiesto perché nel nostro Forum esiste una sezione "Ad armi pari"?

Tutti nemici del Mac? No, semplicemente interessati ad ottenere il massimo profitto con il minimo sforzo possibile.

E questo, in tempi di tagli alle spese, vale anche per gli enti pubblici che dovrebbero fornire un servizio "universale".

Più cala la quota (non il numero assoluto di macchine esistenti e funzionanti in tutto il mondo)

di Mac, più oneroso risulta, come Chest ha brillantemente illustrato, occuparsi anche del Mac.

Se la quota si abbassa oltre una certa soglia si entra nel circolo cosiddetto "vizioso" che fa sì che le aziende siano sempre meno interessate al Mac; questo a sua volta fa sì che sempre più soggetti trovino comodo scegliere l'unica, onnipresente, e universale alternativa disponibile. E così via.

Link to comment
Share on other sites

Di fatto Apple non è più l'alternativa a Microsoft, è da prenderne atto. L'alternativa a Microsoft si chiama Linux. Apple diciamocelo chiaramente, dipende psicologicamente (e non solo) da Microsoft. Sapete tutti quanto odio Office e Word, ma vi immaginate quando M$ deciderà di non produrlo più? Ed immaginate se non ci fosse VirtualPC?

Oggi il resto del mondo percepisce Linux (azz!!) come l'alternativa a M$. Noi ci siamo sempre cullati nel dire ... si siamo il 5% del mercato, linux non conta ecc. ecc.

Intanto ora ci troviamo Apple che pensa solo a vendere iPod e canzoni insieme alla famosa acqua zuccherata e gli altri che combattono per il predominio tecnologico Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Oddio mio...io dirò cose da bambini ma qualcuno qui stamani non si è ancora svegliato...allora, vi faccio un esempio un po' più semplice forse riesco a spiegarmi...

Mettiamo che tu Chest abbia un conto in banca di 10000000 € e io di 10 €....L'interesse annuo è del 2% ....FACCIAMO A CAMBIO DEL COMPENSO A FINE ANNO?

Poi scusa Chest i numeri che hai riportato tu stesso non parlano affatto del 2%, visto che il 2% di apple è il 30/40% dei profitti delle software house...

Ripeto, non guardiamo solo la percentuale, che ovviamente è importante, ma anche l'incremento di mac venduti di mese in mese...

Ciao a tutti

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="808080"><FONT SIZE="-2">Chiedo clemenza nelle risposte, forse il ragionamento è ingenuo.</FONT></FONT>

So che è una vecchia questione e conosco le obiezioni ma...

Se Apple è alla canna del gas, la realizzazione di una versione di osx per processori intel non potrebbe salvare la baracca? Certo quell'1-2% nel mercato hardware forse andrebbe ancora più verso lo zero, ma se i portatili e i nuovi g5 sono davvero macchine eccellenti continuerebbero a vendere, e i mancati guadagni dalla vendita di hardware sarebbero compensati da un mercato maggiore per os e applicazioni (10-20% ?). Ed una maggiore diffusione dell'os alla lunga potrebbe giovare anche alla diffusione del mercato hardware.

(Certo, Apple dovrebbe anche proporre una decente alternativa ad Office)

Chi sa quali sono in percentuale i profitti che Apple ricava attualmente dall'hardware e dal software+servizi (tipo Music Store)? Insomma è ancora vero, come in passato, che l'os serve ad Apple per vendere computer e che i suoi guadagni maggiori vengono dall'hardware?

Link to comment
Share on other sites

per ammissione dello stesso SJ, se ce l'ha contata giusta, Apple non prende quasi una lira dal Music Store ma lo usa solo per vendere iPod...operazione vincente finora, visto che anche l'iPod Mini pare essere un successone (ora potrebbero pensare qualcosa tipo iPod Mini + Mini Cooper Posted Image).

il problema però è che molta gente (cioè soprattutto chi col mac ci lavora e può continuare a farlo solo finchè dura il supporto delle software house ) se ne strafrega di AppleMusic ed è invece seriamente preoccupata per le sorti di AppleComputer.

dalle mie ricerche su google non sono riuscito a risalire alle percentuali di licenze per mac vendute da Adobe e Macromedia dal 2000 in poi...spero che i numeri siano ancora quelli citati da Chest ma ne dubito.

le cause principali dell 1,7-2%, a mio modestissimo parere, sono da individuare nell'OS (tanto bello quanto incompiuto, sensazione che, invece di diminuire, aumenta più si va avanti) e nei stramaledetti processori. 'sto benedetto PPC 970FX lo mettiamo o no subito negli iMac e nei Powerbook? e lo mettiamo entro il 2004 su tutta la gamma? o dobbiamo continuare ad usare i g4 di Motosola a 1,52344354545(periodico)ghz?

mi si obietterà che questo g4 è appena uscito, ma è un discorso che non inizio nemmeno...

Link to comment
Share on other sites

Neanch'io la vedo molto bene, soprattutto per questioni di visibilità e pubblicità, soprattutto qui in Europa e specialmente qui in Italia. Anzi, vah, mi limito a parlare di casa nostra che in effetti come siano messi oltreconfine non ho molta occasione di saperlo. Penso, come già detto altre volte, che il problema qui in Italia sia che la maggior parte delle persone che usa e/o compra i computer NON SANNO che Apple esiste. Molti di quelli che lo sanno pensano che per gli Apple "ci sono meno programmi, meno copie pirata, ecc". Parecchi di quelli che non ne fanno un problema di software ne fanno un problema di costi - e spesso non hanno tutti i torti.

Credo che ad Apple siano necessari: a) una campagna pubblicitaria con attributi formato Godzilla, vale a dire: tanta pubblicità, su tutti i media, in tutta Italia, fatta bene e che dica "ESISTIAMO! FUNZIONIAMO BENE E NON ABBIAMO I VIRUS. ABBIAMO UN SACCO DI PROGRAMMI SPLENDIDI E QUELLI PER PC A CUI STAI PENSANDO CON NOI NON TI SERVONO. COSTIAMO POCO. SIAMO FACILI DA INSTALLARE E USARE. SE COMPRI UN MAC NAOMI CAMPBELL TE LA Dà" (Posted Image).

b) rendere vero quanto dichiarato qui sopra

c) una rete di vendita come si deve

d) riuscire a portare il clock dei processori ALMENO alla pari col Pentium (per questioni psicologiche)

e) far usare un mac al Gabibbo

f) pagare i mac fanatici come noi per l'opera di evangelizzazione (anche in natura, 512 mb di Ram ogni 4 switch…)

g) ripetere la campagna di cui sopra ogni sei mesi.

Link to comment
Share on other sites

Ah, dimenticavo, un'altra cosa che anch'io penso che serva:

un consumer NON all-in-one a cui sia possibile aggiornare la scheda video (secondo voi, cos'è la prima cosa che guardano i ragazzini che si comprano il computer per giocare?)

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">Se Apple è alla canna del gas</FONT>

no, non lo è, anche se qualcuno qui lo pensa...

<FONT COLOR="0077aa">ealizzazione di una versione di osx per processori intel non potrebbe salvare la baracca?</FONT>

no, la affonderebbe... avete mai pensato quante licenze di OS X dovrebbe vendere per pareggiare i guadagni sull'hardware (che, de facto, non esisterebbe più)? e riconvertire l'azienda, sia dal punto di vista dell'organigramma che industrial-produttivo, quanto costerebbe? e quanto tempo potrebbe sopravvivere senza applicazioni native (leggi: Photoshop, Office, ecc...) scritte per OS X ma su piattaforma x86?

a proposito di visibilità: vedrete quanti iPod venderanno ora che *tutte* le pensiline dell'ATM a Milano sono tapezzate di pubblicità...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share