Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

PS : sempre nel conto in cui ho finanziato Apple ho dimenticato d'aggiungere un altro eMac regalato a Stefania (1400 euro circa) ed un iPod da 10Gb (349 euro) Posted Image

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Un G3/600 MHz pagato 2500 euroooooo ?!?! E poi dicevi a me che 300 euro per un iBook/300 MHz erano troppi...

Cmq personalmente non sono un fanatico del GHz, ma mi brucia parecchio pagare un G4 come fosse nuovo di zecca, sia esso montato su un portatile o un desktop: che abbassino quei prezzi !

Apple non premia la mia fedeltà di utente, anzi la mette continuamente in discussione, larga parte del rallentamento di vendite è dovuto alle incertezze degli utenti storici.

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">Un G3/600 MHz pagato 2500 euroooooo ?!?! E poi dicevi a me che 300 euro per un iBook/300 MHz erano troppi...</FONT>

Beh, ma quello era il prezzo di listino con un'espansione di RAM da 512mb (che all'epoca non costava proprio pochissimo!)

<FONT COLOR="ff0000">Apple non premia la mia fedeltà di utente, anzi la mette continuamente in discussione, larga parte del rallentamento di vendite è dovuto alle incertezze degli utenti storici.</FONT>

Io questo lo sto dicendo da almeno 2 anni. Magari faccio male a generalizzare, ma di solito il neoutente acquista un computer e poi magari lo cambia dopo due anni. Noi che siamo il vecchio zoccolo duro (chi più chi meno ;) ) cambiamo computer ogni 6 mesi circa ... perdere uno come me ad esempio (e scusate la poca modestia) equivale a perdere 5 di nuovi

Link to comment
Share on other sites

io ho sempre pensato che chi compra un mac lo tenesse per molto più di sei mesi... io ho comprato 3 mac in 4 o 5 anni, potevo anche comprarne uno in meno per le mie esigenze...

pensavo fosse la grossa differenza fra un mac e un pc.

se devo cambiare computer ogni sei mesi mi convengono dei pc, nemmeno mi accorgo allora del casino che mi risparmio dopo sei mesi di utilizzo di win sulla stessa macchina...

Link to comment
Share on other sites

Vediamo un po' se rientro nella categoria:

modello: comprato, venduto

Classic: 1990, no! che scherziamo?

Performa 450: 1994, 1998

G3/233: 1998, mah... chissà

iBook/300: 2000, 2004

Chi ha detto di voler cambiare computer ogni 6 mesi ? C'è chi lo fa e chi no, ma dopo un po' ci si pensa tutti.

La differenza vera fra un Mac e un PC è il sistema operativo, intendo dire per me: è l'unico aspetto che indirizza la mia scelta personale.

Dopo un po' viene per forza la necessità di aggiornare l'hardware, ma non mi piace farmi rifilare i G4 con prezzi evidentemente gonfiati. Così proseguo nell'attesa... il mio cassone beige è davvero un'ottima macchina, non c'è che dire.Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Una discussione lunghissima e interessante, non c'è dubbio. Ci sono stati anche colpi di teatro...

Non riesco a togliermi l'impressione che l'utenza mac sia un pochino disorientata. Forse perchè ne sono deluse le aspettative? Manca forse il prodotto giusto al prezzo giusto? Quel quid che toglie il dubbio se acquistare e fa aprire il portafoglio?

Temo ci si debba rassegnare: sua signoria l'iPod è leader del mercato e Apple lo spingerà e lo sosterrà con tutte le propire forze. Non a caso si è anche detto che il ciclo di aggiornamento dell'hw attualmente fissato attorno ai due quarter, potrà venire dilatato anche ai tre - quattro quarter.

Apple ha allungato la squadra: il PowerMac è solo un elemento della catena e non ne rappresenta più il fiore all'occhiello.

Nel bene e nel male, Apple si riposiziona nel mercato. Faciamocene una ragione e prendiamo sul serio la strategia dell'hub digitale tanto cara a mamma Apple.

Sempre dalla stessa voce (dovrei andare a cercare il riferimento, ma si trattava di uno dei max dirigenti Apple) si elogiava il fatto che ora MacOsX poggi finalmente su solide basi, ovvero *una larga e innovativa comunità Open Source* capace di realizzare più velocemente e meglio di M$ il cambiamento.

Dunque sappiamo a chi rivolgerci per l'innovazione: alla comunità Open Source. Su questo punta mamma Apple.

Vedremo se la scommessa è vincente. Per ora, assicurano, l'incalzante ritmo degli aggiornamenti di sistema è dovuto principalmente a questa strategia.

Apple si dedica principalmente ad iPod e ITMS, non solo al Mac!

Link to comment
Share on other sites

Personalmente penso che è vero che gran parte della comunicazione di Apple sta andando verso iPod e verso iTunes Music Store, ma penso che questo sia dovuto al fatto che quei prodotti vanno a un mercato consumer. I Power Mac li stanno trattando esattamente come hanno sempre fatto ossia zero pubblicità a parte le riviste. Che poi sia giusto o sbagliato questo non lo so però non mi sembra che questo possa essere giudicato come un calo di attenzione verso il Mac.

Link to comment
Share on other sites

Lorenzo

<FONT COLOR="ff0000">io ho sempre pensato che chi compra un mac lo tenesse per molto più di sei mesi... io ho comprato 3 mac in 4 o 5 anni, potevo anche comprarne uno in meno per le mie esigenze...

pensavo fosse la grossa differenza fra un mac e un pc.

se devo cambiare computer ogni sei mesi mi convengono dei pc, nemmeno mi accorgo allora del casino che mi risparmio dopo sei mesi di utilizzo di win sulla stessa macchina...</FONT>

Che il Mac abbia una vita operativa più lunga di un PC è fuori discussione. Un Mac di 6 anni fa, con System 9 è in grando tutt'ora di dare soddisfazioni, con le opportune apps.

Che chi compra un mac usa esclusivamente quel computer per tanti anni è invece questo, si, un falso mito. Delle persone che ho conosciuto qui sul forum sono parecchie quelle che hanno cambiato computer molto spesso (chi più chi meno di me), ma in questo discorso non c'entra il Mac o il PC, c'entra la volontà d'avere sempre l'ultimo prodotto tra le mani.

Bonera

<FONT COLOR="ff0000">Non riesco a togliermi l'impressione che l'utenza mac sia un pochino disorientata. Forse perchè ne sono deluse le aspettative? Manca forse il prodotto giusto al prezzo giusto? Quel quid che toglie il dubbio se acquistare e fa aprire il portafoglio?</FONT>

Sottoscrivo

<FONT COLOR="ff0000">Apple ha allungato la squadra: il PowerMac è solo un elemento della catena e non ne rappresenta più il fiore all'occhiello.</FONT>

Stando al sito Apple è il Mac che non è più il fiore all'occhiello per Apple.

<FONT COLOR="ff0000">Dunque sappiamo a chi rivolgerci per l'innovazione: alla comunità Open Source. Su questo punta mamma Apple. </FONT>

Lasciami dire una cosa al riguardo. Se il mio target dev'essere il software opensource, non prendo assolutamente un Mac. Il motivo principe è questo :

Il software opensource è identico su mac, su Windows, su Linux ... quindi annulli il beneficio d'avere un Mac. Non sfrutti (nel 99.9% dei casi) Aqua, figurati Quartz o QE! Di solito è anche difficilotto da installare, e sempre di solito, ti richiede di passare dal terminale.

Link to comment
Share on other sites

Bonera: <FONT COLOR="ff6000">Non riesco a togliermi l'impressione che l'utenza mac sia un pochino disorientata. Forse perchè ne sono deluse le aspettative? Manca forse il prodotto giusto al prezzo giusto? Quel quid che toglie il dubbio se acquistare e fa aprire il portafoglio? </FONT>

Aspettative? Non siamo SEMPRE scontenti di quello che fa la Apple, e poi leggiamo troppi Rumors! Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Gennaro: <FONT COLOR="ff0000">Il software opensource è identico su mac, su Windows, su Linux ... quindi annulli il beneficio d'avere un Mac.</FONT>

Mhm, non è vero. E' proprio il giusto connubio tra SW OpenSource e "Commercial" a rendere unica la piattaforma, almeno così mi sembra! Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share