Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Lamberto, non vorrei avere confuso te e il resto del mondo. La fisica ha idee "chiare" sul fatto che *nessun* segnale possa superare la velocità della luce. Non è nemmeno ipotizzabile il contrario, stando alle teorie attuali. Che, peraltro, potrebbero però essere corrette in futuro (cosa che distingue la scienza dalla religione...).

Quello su cui non mi risulta esista un modello consolidato è il concetto di "quantità" di informazione. Puoi insomma scommettere che nessun byte potrà mai andare a velocità 2c (c è la velocità della luce), però potresti avere 4bytes che vanno a velocità c/2, per cui da un punto di vista informatico puro non cambia molto.

La tartaruga è solo per dire che se anche ho un mezzo lento, ma che porta una mole strepitosa di dati, questo è in certe circostanze del tutto analogo ad avere un mezzo veloce ma che porta pochi dati.

E' come un corriere postale con motorino, ma veloce, o con camion, ma lento. Se devi portare 1 lettera preferirai il motorino, ma se ne devi portare 1000 forse è meglio 1 viaggio di camion che 1000 di motorino.

Tutto qui.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Bonera: <FONT COLOR="ff0000">Se poi dovessimo insegnare php e realizzare un'applicazione che gira su mysql dovremmo installare una distro OpenSource su tutte le macchine, salvo poi scoprire che tale distro non risulta compatibile con altre piattaforme... perchè non è standard. </FONT>

Questa frase mi è alquanto oscura. Solamente perchè PHP e MySQL sono stati ricompilati per OS X non significa che non sono standard. O sbaglio?

Link to comment
Share on other sites

Il problema è che il comportamento di alcune distribuzioni di php, mysql o perl è diverso a seconda della distro. Alcune di queste funzionano con apache2, altre con una versione di perl diversa da quella implementata in X (almeno fino a jaguar era così), alcune chiamano dei servizi di perl altre no... Finchè Apple non adotta una distribuzione precisa, lo sviluppatore non ha certezza del funzionamento della sua applicazione con alcuni servizi server. Si diceda a farlo. Lasciare all'utente finale o allo sviluppatore la facoltà di implementare una distro piuttosto che un'altra non è per nulla saggio. Inoltre, le grandi sw house non possono contare su un comportamento uniforme della piattaforma, dunque si disimpegnano.

Inoltre, fino a pochi mesi fa regnava il caos. Apple non aveva nemmeno una versione pacchettizzata di riferimento.

Come dico, c'è bisogno di un comportamento univoco da parte di Apple. Se poi uno sviluppatore modifica i comportamenti e i servizi web lo fa a ragion veduta, ma Apple deve garantire un uniforme comportamento di base.

Forse tali configurazioni non servono all'utente medio. Ma allo sviluppatore o a un docente d'aula sì. Sebbene non ne sia totalmente convinto, opterei per un'installazione ad hoc per tali servizi. O addirittura per una distribuzione orientata al mercato pro (anche l'education, ritengo, sarrebbe interessata). Tale mercato non ha necessariamente bisogno di un sistemista ma deve poter gestire in modo fine e intuitivo i servizi di rete, accessi, web, privilegi, eseguibilità... Sono gestibili su MacOsX, ma solo a patto di smanazzarsi Unix. E allora, perchè prendere il Mac?

Quanto ai tools grafici, ci sono anche su linux. Ma concordo con chi è dell'idea che Apple potrebbe e saprebbe far di meglio evitando di abbandonare a se stesso l'utente finale.

Infine, anche se so quanto sia antipatico dirlo, sarebbe utile ammettere che in questo campo M$ ha fatto di gran lunga di più: ha incorporato IIS in tutte le versioni pro del sistema, pensando appunto allo sviluppo di applicazioni web cui tale versione è destinata. L'installazione di IIS, però, è facoltativa! Sta all'utente pro scegliere se installare il pacchetto IIS o meno. Mi sembra ragionevole.

Comunque si voglia rispondere a queste esigenze è prioritario rispondere, non ficcare la testa sotto la sabbia.

Link to comment
Share on other sites

Una nota di colore: lo sviluppatore del CMS adottato dalla mia scuola ha abbandonato linux per i noti motivi di copyright in discussione con SCO. Ora sviluppa un'applicazione php-mysql su win! Si tratta del più diffuso sistema OpenSource di CMS della rete: phpnuke. Quando la paiattaforma MacOsX saprà attrarre tali sviluppatori?

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff6000">ha incorporato IIS in tutte le versioni pro del sistema, pensando appunto allo sviluppo di applicazioni web cui tale versione è destinata.</FONT>

Noi abbiamo Apache...

<FONT COLOR="ff6000">Il problema è che il comportamento di alcune distribuzioni di php, mysql o perl è diverso a seconda della distro. Alcune di queste funzionano con apache2, altre con una versione di perl diversa da quella implementata in X (almeno fino a jaguar era così), alcune chiamano dei servizi di perl altre no...</FONT>

Avresti lo stesso identico problema su Linux, ma anche su Win! Basta usare sempre le stesse versioni di MySQL, PHP e Apache. Where's the problem?

Link to comment
Share on other sites

Bonera: <FONT COLOR="ff0000">Una nota di colore: lo sviluppatore del CMS adottato dalla mia scuola ha abbandonato linux per i noti motivi di copyright in discussione con SCO</FONT>

Non ho seguito molto la questione, ma in che modo un utente di Linux potrebbe essere interessato, adesso, dei problemi con SCO?

Link to comment
Share on other sites

bonera> <FONT COLOR="ff0000">Immagina una bella auletta di 25 computer G5 costati un patrimonio e utilizzati per un corso FSE sponsorizzato dalla regione e costato al cittadino un bel mucchio di soldini. Tu credi che l'ente di formazione si comprerà macchine che non gestiscono intuitivamente tale problematica? </FONT>

ai corsi FSE vedo di peggio, ma molto peggio...

Link to comment
Share on other sites

credo che paragonare le velocità di clock di una CPU intel con una PPC sia difficile da fare, in quanto, se non ricordo male, intel è una cpu CISC (Complex Instruction) mentre la PPC è una cpu RISC (Reduced Instruction).

quindi una cpu intel a 1 Ghz non elaborerà i dati alla velocità di una cpu ppc a 1 Ghz. vero?

chi ne sa di più è pregato di farsi avanti ciao

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share