Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

x Matbard> Ho parlato del problema di Flash con un dirigente Apple Italia che mi ha espresso il suo parere, secondo lui le colpe sono sia loro che di Macromedia (ovviamente). La cosa che mi scandalizza è che la Apple all'epoca sbandierò a destra e a manca la sua stretta collaborazione con la Macromedia, ed addirittuara è comparso anche su Macity un articolo nel quale un dirigente Macromedia dichiarava che il loro primo obiettivo sono stati gli utenti della mela. Beh, se il risultato è questo... Comunque riguardo a Flash, secondo me utilizzando unicamente il processore il problema è del Megahertz Myth, sì, Steve ce la dà a bere, ma secondo me il gap che si è formato non è di poco conto. Non penso che un doppio processore da 1 ghz possa stare dietro ad un 2.4 ghz in gran parte delle operazioni, specialmente per il fatto che sono sicuramente poche le applicazioni che possano sfruttare a pieno il doppio processore, oltretutto, a parità di prezzo, ho visto delle workstation basate su windows con doppi processori da 2.4 ghz, e lì il Mac non lo vede neanche, ed il mio Atlon XP 2000 1.66 ghz l'ho pagato 1000 euro (iva compresa).

Insomma la velocità di clock, anche se a Cupertino con se ne sono ancora accorti, diventa sempre più imporante, ad esempio per vedere video compressi, per comprimere i video, e per tutto il resto...

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

In linea di principio io sono disposto a pagare un browser se mi garantisce due cose:

1. uno sforzo continuo di aggiornamento;

2. prestazioni ottimali per il mio tipico utilizzo.

Omniweb ed iCab ci vanno abbastanza vicino. Se con le prossime versioni faranno l'ultimo passetto mancante, acquistero' uno dei due.

Al momento, in realta' uso Chimera con Omniweb "in panchina" per quei siti dove sono abilitate funzionalita' ancora non gestite da Chimera. Vantaggi di OS X.

La presenza di IE sul mercato francamente non influenza molto il mio giudizio, perche':

1. Non c'e' garanzia sull'evoluzione.

Lo aggiornano quando gli pare e non allo stesso livello della versione Win (con la quale non e' pienamente compatibile, nel senso che la stessa pagina web puo' risultare rappresentata in maniera anche significativamente diversa);

2. Avrei molto da discutere sulla sua stabilita'.

IE 5.1 e' in assoluto l'applicazione che mi si pianta piu' spesso con OSX, anzi ormai direi che con Word e' l'unica che si pianta regolarmente. Piu' di Chimera che e' una beta. Francamente, non ho neppure la curiosita' di scaricare la 5.2 per vedere se e' veramente stabile. Prima o poi lo faro', ma ormai sono troppi anni che sento/leggo la frase: "ORA questa nuova versione di IE e' VERAMENTE stabile".

3. Non ho assolutamente fiducia sul livello di sicurezza garantito dai prodotti Microsoft. Gia' la loro tendenza a resettare le preferenze su valori "standard" riguardo a cookies &co. mi infastidisce e preoccupa, ma poi ho dovuto studiare la situazione della sicurezza su Win e sono rimasto sconcertato da molte "politiche" di Microsoft. Forse su Mac non c'e' questo problema, ma perche' devo stare a perderci tempo per verificarlo? Ovvero, messa in altri termini:

4. secondo me non e' vero l'assunto secondo il quale IE e' gratis: il confronto con gli altri prodotti non va fatto sul costo di acquisto, ma sul costo totale di proprieta'. Per esempio, la presenza di IE, Office e Outlook sul mio Mac mi OBBLIGA all'acquisto di un antivirus, che altrimenti sulla nostra piattaforma e' consigliato per prudenza, ma non necessario.

Link to comment
Share on other sites

come velocita IE 5.2 è paragonabile a Mozilla 1.1alpha, che ha anche lui l'anti aliasing del testo. personalmente preferisco supportare quest'ultimo, visto che IE, oltre che essere un invito a chiunque passi in rete a farti una festa nell'hard disk, non ha, per esempio, un password manager, che a me torna utilissimo ...

Link to comment
Share on other sites

Rispetto ad altri browser ha alcuni pregi: è open source e quindi non segue nel suo sviluppo le esigenze di una società, come ad esempio Explorer con MS; è una applicazione costruita intorno ad un motore open source, quindi utilizzabile da altre applicazioni o altri browser; ha diverse funzioni interessanti, tra cui strumenti di sviluppo integrati, vari interpreti di linguaggi XML e alcuni elementi dell'interfaccia utili come, ad esempio, le tabbed window. Non è esente da difetti. Ma, fino ad ora, è quello che mi soddisfa di più.

Accanto a Mozilla metterei Chimera, tral'altro basato sullo stesso motore. Strumento interessante, in grado di soddisfare le esigenze di chi vuole un browser più legero, ma putroppo ancora in fase di sviluppo.

Personalmente ritengo che oramai non abbia più senso pagare per un browser, sia perché l'utenza non è più abituata a farlo, sia perché il browser assume il ruolo di mediatore tra noi e internet, cioè il resto del mondo, e quindi le relative politiche di sviluppo non possono seguire i desideri di una specifica entità, ma devono rispondere ad esigenze comuni. E questo vale soprattutto se a possedere il browser è una azienda come MS. Insomma, il web non può essere dato in mano ad MS o a qualsiasi altra società. Il web è un luogo comune. E quindi non è bene che il browser più diffuso sia un software proprietario e chiuso. E' vero che esistono gli standard, ma è anche storicamente vero che spesso rimangono sulla carta perché volutamente ignorati tutte le volte che è risultato comodo farlo. E siccome uno standard si applica attraverso uno strumento, è bene affidarsi a strumenti che non siano sotto il controllo di qualcuno in particolare.

Link to comment
Share on other sites

a me piace tantissimo OmniWeb che purtroppo non uso perchè ci sono ancora troppi siti in cui è richiesta la presenza di un browser "istituzionale", anche iTools di Apple non sono supportati da OmiWeb. Però nel momento in cui questo browser dovesse visualizzarmi correttamente le pagine web continuando ad a

Link to comment
Share on other sites

Giuseppe> tutto condivisibile in linea teorica quello che dici. Pero' il dato di fatto e' che il mercato e' dominato da IE. Non credo che sia l'utilizzo di un browser diverso che potra' cambiarlo. Piuttosto dovrebbe essere impedita una posizione dominantne cosi' forte. Allora esistendo spazio per una vera competizione potrei pensare di comprare un browser secondo normali regole di mercato.

Link to comment
Share on other sites

io uso IE solo per vedere questo forum, in quanto ho notato che con Mozilla, non riesco a vederlo.

Se ci sono 30 argomenti attivi, Mozilla, mi dice che ce ne sono 8. Eppure a sempre funzionato...

per il resto IE non lo uso per niente.

Lento, macchinoso,e si chiude spesso da solo.

Uso Chimera abbinato a Mozilla, per un sacco di motivi:

1 - sono molto piu' veloci

2 - sono piu' belli

3 - non sono di M$

4 - sono piu' sicuri

5 - ci sono piu' aggiornamenti

Attendo un iBrowser, e preferirei contribuire a una cosa che NON sia di M$.

Gia' il fatto che apple ha fatto Mail, implica che fara' anche un iBrowser.

Link to comment
Share on other sites

Per pagare preferisco dare i soldi ad apple a patto che il suo browser sia dal punto di vista del rendering delle pagine esattamente come ie 6 per win.

Link to comment
Share on other sites

Per Gennaro:

per far funzionare Omniweb anche su siti come iTools e' sufficiente andare nelle Preferenze/Avanzate e dirgli di identificarsi come "Explorer 5.1 per OS X" o anche "Explorer 6.0 per Win". Miracolosamente guadagnerai accesso anche a siti "vietati" come iTools o il sito del Ministero dell'Ambiente, per esempio.

Attenzione, pero':

1. Non e' detto che il sito si veda in maniera perfetta (ma normalmente si. Con iTools, per esempio, non ho mai avuto problemi);

2. Io riporto sempre l'identificazione del browser al suo default "Omniweb". E' l'unico modo per far sapere ai web administrator che avvengono tentativi di connessione al sito anche con browser alternativi e stimolarli ad allargare la "compatibilita'". Mantenere anche Omniweb identificato sempre come "Explorer 5.1" puo' essere comodo, ma continua ad alimentare la storia de "il 98% degli utenti usa Explorer, percio' e' inutile preoccuparsi di... ecc..."

Link to comment
Share on other sites

Massimo scrive: <FONT COLOR="808080">Per pagare preferisco dare i soldi ad apple a patto che il suo browser sia dal punto di vista del rendering delle pagine esattamente come ie 6 per win.</FONT>

D'accordo in linea di principio, ma in pratica a che serve? Il rendering delle pagine di IE 6.0 e' diverso da quello di IE 5.5 che e' diverso da quello di IE 5.0 Win che e' diverso da quello di IE 5.0 Mac che e' diverso... insomma, ad ogni versione di Explorer si trovano delle sorprese, a volte piacevoli a volte no. Perche' dovrei preoccuparmi di sviluppare un motore di rendering compatibile con qualcosa che non e' compatibile neanche con se' stesso (per non parlare degli standard internazionali) e comunque varia di anno in anno?

Per esempio, questo e' un altro buon motivo per cui sarei disposto a pagare un browser: la garanzia di piena compatibilita' delle nuove versioni con le precedenti. Costa dover aggiornare un sito perfettamente visualizzato con IE 6.0 all'uscita di IE 7.0 perche' qualcuno alla Microsoft ha cambiato idea su un'impostazione di default od il programmatore che curava una funzione si e' licenziato e chi l'ha sostituito ha deciso di riscriverla da capo o perche' l'outsourcing e' stato trasferito dalla ditta X a quella Y perche' garantiva un costo di 0.03 centesimi inferiore a riga di codice.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share