Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

E pure io. Bisogna dire a Jobs che la volpe e l'uva l'hanno già scritta, come novella.

Quanto ai 25 milioni di clienti è una PURA BALLA. Ogni anno Apple vende tra i 3 ed i 4 milioni di computer. Si può definire "cliente" chi ha un Mac più recente di 5 anni (altrimenti siamo nel mercato dell'antiquariato, di cui preferirei non discutere su questo forum), per cui siamo al massimo tra i 15 ed i 20 milioni.

Inoltre di questi, alcuni comprano più Mac o hanno cicli di rinnovo di 3 anni, anzichè 5.

Quindi io sarei propenso a calare parecchio. Direi che i Mac attivi nel mondo saranno attorno ai 15 milioni, corrispondenti a meno di 10 milioni di "utilizzatori" (privati o dipendenti di aziende), facendo una media di 1.5Mac per "utilizzatore" (e poichè siamo tutti fanatici, in realtà il dato potrebbe persino essere peggiore).

Insomma la META' SCARSA di quello che propina Jobs.

Link to comment
Share on other sites

Relativamente al discorso di Dell e Gateway o di BMW, anche qui barano ormai come bambinetti spudorati.

Abbiamo ripetuto milioni di volte che BMW si giova delle stesse strade e della stessa benzina di tutti gli altri. Il che porta la compatibilità al 99% col resto del mondo (l'1% restante sono gli accessori per auto, che però non sono determinanti).

Nel caso di Apple la compatibilità è prossima allo 0%.

Su Dell e Gateway la superpippa riguarda il fatto che entrambe rivendono windows. Non fanno altro. Sono tecnologicamente importanti come il foruncolo sul kulo di Kim Il Sung. Sparissero domani NESSUNO SE LE CAGHEREBBE DI STRISCIO.

Quello che conta (e che si misura se sparisse) sono le piattaforme.

Apple piaccia o non piaccia va paragonata a Microsoft, non a Dell. Lo so che il retto a Jobs frizza ancora (pure io ho visto da poco i Pirati di Silicon Valley...) però Rodi è qui e qui lui deve saltare.

Certo, sempre meglio essere in attivo che in passivo. Ma (tra l'altro) vorrei proprio vedere se ad Apple togliamo l'attivo sugli iPod cosa resta, cari miei. Insomma: li fanno o non li fanno i soldi vendendo computer, santiddio? Se non li fanno, hanno poco da beatificarsi. Se li fanno, inutile ricordare che sotto certe quote i produttori di software smettono di fare programmi, ed il circolo vizioso si allarga.

Al Nasdaq importa sega se Apple vende mutande per cani o computer.

A noi, però, importa.

A Jobs, non lo so più.

Link to comment
Share on other sites

Oggi mi si sono aperti gli occhi.

Per la seconda volta nella mia vita un serpente mi ha percorso la spina dorsale e mi ha fatto fare un guizzo. I miei capelli si sono rizzati come se avessi preso la scossa, ho avuto "la rivelazione", un po' stile Blues Brothers quando hanno La Visione nella Chiesa.

Aanzi, veramente è la terza volta nella mia vita, perché una cosa del genere è successa il giorno in cui ho conosciuto la ragazza diventata ora mia moglie.

Vi starete chiedendo che c'entra questo con voi e con il mondo.

C'entra eccome. C'entra perché gli occhi mi si sono aperti a "causa" del Mac. Dopo aver letto un libro. Il titolo lo potete immaginare, penso che già alcuni di voi lo abbiano letto.

MACINTOSH, LA NUDA VERITA'.

Mai avevo letto parole cosi' simili ai miei pensieri, mai mi ero sentito cosi' uguale a Scott Kelby, mai ho provato sensazioni cosi' simili a quelle che ha scritto lui in quel libro.

Cito le cose in cui mi sono visto.

> Siamo diventati prigionieri di un mondo interamente dominato dai PC. Francamente, è un mondo davvero strambo. Divertente, ma strambo.

> Se acquisti un Macintosh, tutta la tua vita è destinata a cambiare. In poche parole, diventerà stramba. Ci saranno momenti di gioia, e non potrai credere di essere vissuto per tamto tempo "nelle tenebre". In altre occasioni ti sentirai umiliato e depresso... E' una vita fatta di grande passione per un prodotto, che è in grado di darle un senso (predicando la tua incredibile scoperta).

> Questo libro fa per te se hai pensato di portare la tua famiglia in vacanza al quartier generale Apple a Cupertino. Questo libro fa per te se ti è capitato di appiccicare il vecchio logo Apple con i colori dell'arcobaleno sul lunotto della tua auto.

> Questa puo' essere l'occasione per vivere un'esperienza informatica del tutto opposta rispetto a qualunque altra esperienza di computer diversa dal gioco che ti sia capitata.

> C'è un tacito legame tra i Mac-utenti e, quando ne incontri uno, avete cosi' tante cose in comune che diventare Mac-amici diventa estremamente facile.

> Sono sempre stato certo che, se Dio usa un computer, deve essere un Mac (dopotutto, dal momento che i soldi non sono un problema per Lui, e puo' scegliere il miglior computer del mondo, per quale motivo dovrebbe scegliere un PC, che e' palesemente una creazione del demonio?

> Gli utenti Mac e PC sembrano avere personalit' diverse e certo questo influenza la scelta della piattaforma che fa al caso loro. Mi basta un solo sguardo per distinguere un utente PC da un Mac-utente.

> Nella vita di quasi tutti i Mac-utenti c'è un momento topico che ti cambia la vita per sempre. Anni dopo, probabilmente, ricorderai ancora dove ti trovavi e cosa hai visto, sentito o letto che lo ha fatto accadere; a ogni modo, quando succedera', te ne accorgerai. E' il momento magico in cui ti trasformi da incurante Mac-utente in un vero Mac-fanatico. E' un processo quasi istantaneo, ma una volta varcata quella soglia non c'è modo di tornare indietro. Questo momento magico coincide con la prima volta in cui critichi seriamente il management Apple. Ora sei uno di noi. Ora ci tieni davvero. Prima di quell'istante, le scelte di Apple, il suo andamento azionario, quali macchine introduce sul mercato e la sua ultima campagna pubblicitaria ti sono del tutto indifferenti. Fino a quel momento vedi Apple come la vede il resto del mondo PC: l'ennesima azienda di informatica.

Ma all'improvviso, in un istante, per te non è piu' solo un'azienda di informatica. Adesso quel che succede ad Apple ha importanza. Ci tieni. In quel momento, a livello conscio o inconscio, capisci che se Apple chiudesse, la tua vita ne soffrirebbe. Se Apple fallisse, saresti fregato. Perche' per te ormai il tuo Macintosh e' piu' di un semplice computer. Puoi aver usato un computer per anni, e si e' sempre trattato solamente di "usare un computer", ma in questo caso E' DIVERSO. Una "diversita'" che è difficile, se non impossibile, descrivere ai non-Mac-utenti. Ma tu sai che e' diverso, lo sai con ogni fibra del tuo muesli. E' un'esperienza completamente differente.

Ma e' un'idea che ti spaventa. Vedi, se Apple dovesse fallire, cio' influenzerebbe inevitabilmente la tua vita, perché tu ami il tuo Macintosh. E' inconcepibile dover usare un PC. Non puoi regredire a quel punto, ti ci vuole qualcosa di nuovo, di meglio. Hai capito che usare un PC e', diciamolo, soltanto usare un computer. Usare, invece, un Macintosh e' divertente. E tu non vuoi che il divertimento finisca.

Ecco, in quel momento hai compiuto il passo che distingue il Mac-propietario disinteressato, da un Mac-fanatico coinvolto, indignato dal management Apple. Benvenuto a bordo. Ti stavamo aspettando.

Spero nessuno me ne voglia se ho citato parte questo libro, ma a me, beh... Ha aperto gli occhi una seconda volta. Erano tutte cose che pensavo e che finalmente ho potuto leggere.

Ragazzi miei....... Lo so. Anche qui, tra d noi, ci dividiamo in due gruppi: chi ha un amore sfegatato per il Mac e chi lo "usa punto e basta".

Vengo ai fatti concreti: dopo la mia illuminazione ho deciso che voglio fare a breve un sito, dedicato esclusivamente ai Mac-fanatici, un sito TOTALMENTE di parte, che e' capace, certo, di criticare Apple ma che ha come unica missione lo scopo di evangelizzare ulteriormente il nostro Paese. Con azioni pacifiche e azioni di turbamento (esempio? Andare in spedizione al Mediaworld e cambiare tutte le home page dei browser con la pagina Apple, e mettere come sfondo di scrivania di tutti i PC un Macintosh).

Un sito di Mac-Fanatici, Mac-Amici che si diverta, come si diverte Scott, a rispondere anche alle email che, sicuramente, arriveranno da parte di utenti PC che ce ne diranno di tutti i colori.

Un sito di amici che parli di evangelismo Mac.

Chiedo a TUTTI quelli che sono interessati di mandarmi una email e se ne discutera' insieme.

Fatemi sapere che ne pensate.

Per dettagli, scrivetemi in privato o qui sul forum.

P.S. VI PREGO, non mi interessano giudizi sul fatto che esageri o che e' una stupidaggine. Scrivetemi solo se vi interessa partecipare al progetto e/o se avete delle idee.

Zeno

zeno.g (@) mac.com

Link to comment
Share on other sites

Che sia troppo tardi, ormai è certo, anzi è la cosa più certa dell'universo.

Sul fatto che sia l'unica strada possibile per riprendersi non credo. Ho espresso ottimismo sul 2004 (per il momento confermato dai fatti, seppur con un modesto +5%, mi riferisco ai computer non ai gingilli colorati) perchè credo avevo fiducia in IBM e perchè i problemi di performance sono IL problema oggettivo principale della Apple degli anni duemila. Tutto il resto poi lo aggiusti.

Certo, se dopo Motorola, ci molla anche IBM, siamo fregati davvero.

Link to comment
Share on other sites

Idea personale non derivante da alcun dato riguardo a:

<CENTER><FONT SIZE="+1"><FONT FACE="arial,helvetica">il problema IBM</FONT></FONT></CENTER>

Spero che IBM si fosse venuta a trovare così in ritardo nello sviluppo dei nouvi processori da accordarsi con Apple per saltare la scadenza di Marzo 2004 per arivare puntuale a quella settenbrina con processori da 3GHz.

Qualcun altro che trova verosimile il mio Ottimismo?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share