Mac chat


Recommended Posts

Il modello che ha vinto è quello dell'elettrodomestico chiuso, sempre più chiuso. In cui "installare" software aggiuntivi dovrebbe divenire una eccezione.<FONT COLOR="ff0000">= PALLADIUM</FONT> e in un futuro prossimo =ORWELL'S 1984 o MINORITY REPORT

viva apple

se apple ci fornisse di un iBrowser e di un iOffice io sarei più che contento, ma solamente perché il Mac io lo uso già, e sono sicuro che non ci sarebbero troppi problemi di compatibilità, almeno non più di quanti ce ne sono ora.

Il problema sarà convincere gli altri (e Franco)!

Link to post
Share on other sites
  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

<Matteo,

se apple ci fornisse di un iBrowser e di un iOffice io sarei più che contento, ma solamente perché il Mac io lo uso già, e sono sicuro che non ci sarebbero troppi problemi di compatibilità, almeno non più di quanti ce ne sono ora.

Il problema sarà convincere gli altri (e Franco)!

Si ok Apple potenzia AppleWorks, e riesce a renderlo usabile negli uffici, quanto ci metterebbe MS a rendere un pochino incompatibile alcuni dei suoi formati??

Molto ma molto poco... Posted Image

Ragazzi Franco sul discorso di MS ha ragione da vendere, circa un annetto e mezzo fa ho messo su una rete di computer in Hotel, bene tutti mac e giù le resistenze, non potete immagianre neanche quanto forti.

Sapete perchè alla lunga ci sono riuscito, semplice ve lo dico in una parola:"Office 98"

Quando fra poco sarò costretto ad aggironare le macchine a causa di OSX, dovrò aggiornare a Office v.X, credete che sono tranquillo?

Dover far utilizzare sempre un Office ma in inglese?

E credete che il non rilascio di IE 6 sia un passaggio indolore per il mac -user?

Uso Opera da un mese, bello, buono ma incompleto, problemi con Java che quando arrivano il browser va in loop...

Netscape7 non so, ma bisogna convinecere il resto dei siti ad ottimizzarlo...

Insomma senza Office, senza IE e quindi senza OutLook per il mac la vedrei nerissima, e non ci sarebbe allo stato attuale AppleWorks che possa tenere.

I prodotti MS per Apple restano vitali, che che ne dica Anderson, la guerra che si aprirebbe vedrebbe soccombere il buon Jobs, ne sono certo, buona aprte della fortuna di Jobs la deve all'accordo sui prodotti MS di più di 5anni fa.

Purtroppo MS è in una situazione non paicevole, ma più che altro si è ficcata in questa situazione, ha dichiarato guerra a tutti, più o meno velatamente, Sun, IBM, SGI (va beh l'ha ammazzata), Sony, Palm, Apple, Nokia e chi più ne ha più ne metta, il fatto però importante e che una guerra ancora sopita, una volta esplosa farà vittime eccellenti anche solo con i colpi di rimbalzo...speri di essere stato chiaro.

Io ho difficoltà adesso che esiste Office, a far capire ai pcisti che la compatibilità è piena, e che esiste lo stesso identico software, immagiantevi se dovessi convincere un pcista di un software compatibile... mah...

Mickey

Link to post
Share on other sites

Mickey, io non credo affatto che M$ ci metterebbe tanto poco a rendere incompatibili i formati dei documenti di Word ed Excel con quelli attuali.

Prima di tutto potrebbe essere un boomerang, perché darebbe fastidio anche agli utenti PC (mica tutti si comprano l'ultima versione appena esce).

Secondo, Apple o chi per lei ci metterebbe ancor meno a rendere la propria applicazione di nuovo compatibile.

Senza parlare delle terze parti, ad esempio quelle che fanno i traduttori di mestiere (Dataviz), che ci metterebbero un centesimo del tempo rispetto a M$.

Ribadisco che, secondo me, per Apple ed il mondo Mac l'unica soluzione è quella di smetterla di farsela sotto per colpa di M$.

Bisogna contare sulle proprie forze (per esempio per un iOffice o AppleWorks potenziato) ed incentivare l'interesse di quanti più sviluppatori possibile e della comunità Open Source.

Il problema di Apple (e dei suoi utenti) non può essere quello di arrivare al 95% del mercato, ma semplicemente quello di sopravvivere serenamente senza patemi d'animo, anche con il 5% o poco più.

iWalter

Link to post
Share on other sites

Esatto, come quando XP improvvisamente non era più compatibile con QuickTime, quanto ci ha messo la Apple a rilasciare un'aggiornamento che ne permetta l'uso. Per fortuna all'inizio XP lo usavano in pochi per cui i danni per QuickTime sono stati molto lievi.

Comunque ho l'impressione che M$ faccia la guerra anche a singoli stati, per esempio l'Italia e Israele, a causa di OFFICE, ma nulla impedisce a M$ di aggiornare altri prodotti forniti gratuitamente, come IE. Io spero in un iBrowser con cuore Mozilla (quanti andrebbero a cercare altre risorse), in iWorks a partire dalla versione 7 che sfrutti alcune tecnologie presentate insieme a jaguar (quanti sono quelli che spenderebbero € 500,00 per una licenza M$), etc. Ovviamente compatibilità per tutti e per tutto.

Il colpire alcune nazioni specificatamente su una sola piattaforma, é già guerra dichiarata contro di essa, in questo caso la Apple.

Link to post
Share on other sites

Mickey e Gennaro,

Franco ha praticamente detto: "non mi interessano gli altri programmi compatibili, effcaci e addirttura gratuiti di cui state parlando, se non c'è MS-office un portatile mac non lo compro"

Questo vuol dire ragionare come ragiona il 99% delle persone che felicemente usano Win e vedono di malocchio qualsiasi mela morsicata o pinguino seduto...

Che sia ben chiaro, non è una critica ma solo un'osservazione; se ci si trova bene ad uniformarsi (e non lo intendo assolutamente nel senso negativo del termine) perchè così si è tranquilli, sicuri ed anche soddisfatti, allora è giusto farlo.

E' quindi inutile che cercate di ricordargli i pregi di un portatile a mio avviso incredibile, come il titanium, perchè secondo me (da quello che ho letto in questo e in altri thread) lui sarebbe più contento (o lo crederebbe, che poi è la stessa cosa..) passando completamente al mondo "wintel", ammesso che non l'abbia già fatto.

Iniziamo a digerire il fatto che proprio per definizione non tutti devono o possono "pensare differentemente".

Io quindi invito Franco, considerando ciò che dice e ciò che pensa, a fare l'opposto di quello che voi consigliate e cioè a non comprare un mac come suo prossimo portatile e/o computer, perchè attualmente mi sembra più in sintonia con la filosofia di tipo windows.

Cisco

Link to post
Share on other sites

Cisco,

non esiste una filosofia macintosh e una windows quando si deve lavorare seriamente. mio padre ha avuto mac per anni (bei tempi), ma poi gli toccava continuare ad usare Autocad ed è passato a win senza pensarci per più di un attimo. quando il tuo reddito mensile dipende da un computer, devi fare le cose in fretta e bene, e spesso non hai tempo materiale per sbatterti con incompatibilità e pippe varie. io per ora me lo posso permettere, un professionista no.

Link to post
Share on other sites

Per ora Mickey ha pienamente ragione, senza MS-office è quasi impossibile convincere potenziali "switchers".

La speranza è che office perda terreno in ambito windows cosicchè gli utenti di quella piattaforma si rendano conto da soli che non è indispensabile, e ripeto DA SOLI, poichè nessun macista o linuxiano mai ci riuscirà.

Quello che mi rende parzialenmnte felice è il fatto che quella lontana speranza di cui sopra inizia a prendere forma: staroffice prima e openoffice poi hanno dato uno scossone non indifferente, tanto è vero che altri soggetti (anche se timidamente) si stanno affacciando.

Sembra insomma che il mito office si stia sgonfiando...

Io incrocio le dita e chissà, magari tra due o tre anni, la "office-dipendenza" sarà solo un brutto ricordo.

Cisco

Link to post
Share on other sites

Invece no.

Quando si deve lavorare seriamente la "filosofia" conta, eccome se conta...

Se io su mac (o su win) mi trovo meglio allora ci lavoro meglio.

Mi spiace che tuo padre non abbia potuto scegliere, ma sinceramente (anche a sforzarmi) non vedo cosa c'entra.

Cisco

Link to post
Share on other sites

Quasi centrato, Marco. Il problema poi non è neanche di reddito mensile, è di non aggiungere ulteriori fastidi ad attività che già son piene di sorprese di per sé, e di non fare cattive figure con chi utilizza un sistema di gran più lunga più diffuso.

Trattasi di pragmatismo.

Tanto per dirla intera, agire in modo da eliminare Microsoft a priori è altrettanto conformista che usare Windows perché "lo fanno tutti".

Poi, nel tempo libero puoi fare il piffero che vuoi, anche attività ammirevoli come inserire ventole nel cube (bellissimo il sito appena presentato) o girare con la giulietta spider.

Quando il task è serio, usi lo strumento più funzionale e basta.

> Cisco, circa il titanium è veramente un computer incredibile come scrivi. Ne ho avuto uno, un G4/500, per tre mesi, dei quali due passati in assistenza, e nelle due-tre settimane di utilizzo si è sfrisato perfino per opera del dentino di plastica del connettore ethernet.

Macchina che costava dieci pali da nuova.

Era una prima serie e spero sia stato migliorato, ma eravamo molto al di sotto dello standard di affidabilità del pismo, che infatti mi sono tenuto. La diffidenza verso il modello è indelebile; forse prenderò il modello seguente l'800, ma prima voglio leggere sui forum in giro per il mondo per due mesi commenti positivi su Jaguar finito e funzionante.

Link to post
Share on other sites

Io ho fatto dei test con AltivecFractal. Un titanium 400mhz ha ottenuto 800 megaflops, il mio PB G4 400 ne ha ottenuto 1500, il titanium 800 quasi 4000, quindi in termini di prestazioni assolute, è una gran macchina.

Per il momento, chi ha la necessità d'usare Office non ha troppo da temere perchè Office X, funziona alla grande su questo tipo di macchine.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now