Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Alex:

>non sarà che il G5 appena uscito costava troppo per una linea consumer ?

da quello che ho letto il G5 dovrebbe essere più economico del G4.

Mickey:

>Dico questo perchè potrebbe pure darsi che NON sarà il G5 di Ibm a finire negli iMac, ma potrebbe essere l'x600 o l'x800 di Freescale il vero erede del G4...

non credo...se non sbaglio sono processori con frequenze da 1ghz.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

La preoccupazione di Luciano è sacrosanta, ed Apple ha le sue colpe, se non altro per l'incapacità di mostrare il suo marchio (nel mondo dei personal computer).

Però è il mondo che è cambiato, insomma non per fare dietrologia spicciola, ma fino a qualche tempo fa si badava un pò di più alla qualità ed all'ergonomicità: ma quando ad uno gli fai vedere qualcosa che è palesemente superiore e ti senti rispondere con le solite caxxate, ti cadono le braccia.

Mi spiace dirlo, ma il pubblico delle tecnologie va instupidendosi, ed in questo Apple può ben poco

Link to comment
Share on other sites

Luciano intendevo dire la stessa cosa: stupisce che però Apple investa tanto sul suo Os ma non lo sappia pubblicizzare.

Gennaro ti correggo: il pubblico va instupidendosi. Posted Image

Cmq dietro ci sono anche interessi di parte: il sistema Wintel fa mangiare tanta gente grazie alle sue falle e pecche e difficoltà. Una mano lava l'altra...

Link to comment
Share on other sites

Gennaro: <FONT COLOR="0077aa">Però è il mondo che è cambiato, insomma non per fare dietrologia spicciola, ma fino a qualche tempo fa si badava un pò di più alla qualità ed all'ergonomicità: ma quando ad uno gli fai vedere qualcosa che è palesemente superiore e ti senti rispondere con le solite caxxate, ti cadono le braccia.

Mi spiace dirlo, ma il pubblico delle tecnologie va instupidendosi, ed in questo Apple può ben poco</FONT>

Hai perfettamente ragione e hai centrato il problema. Ormai c'è ben poca gente che apprezza quelle piccole cose che rendono "particolare" i computer Apple. Mia zia ha appena comprato un iBook G4 ed è rimasta piacevolmente sorpresa dalla scatola, dalla cura dei dettagli, dalla semplicità dell'installazione... cose che ormai la folla non nota più! E' interessata solamente ai GHz, al costo... poi se non funziona niente non è un problema!

Link to comment
Share on other sites

Se si doveva passare ad x86, tanto valeva che Apple si metteva a costruire PC compatibili...

Suvvia, la questione mi sembra esaurita da tempo, l'unicità della piattaforma hardware ha consentito ad Apple di sopravvivere in tutti questi anni altrimenti sarebbe veramente finita molto male...

Link to comment
Share on other sites

Io spero che non passeranno mai a Intel o AMD sarebbe un suicidio.

Se OS X funziona così bene è perché è ottimizzato per le CPU e per gli altri componenti. Se Apple passasse a piattaforme x86 sarebbe obbligata ad aggiornare costantemente l'hardware.

L'utente medio preferirebbe comunque comprare il computer di Pincopallino con un P4 a 3.6 che un computer con scritto Apple con P4 che va a 3.4.

Le strade sarebbero due:

1) apple vende computer con processori più vecchi con frequenze più basse (che funzioneranno meglio perchè SO e componenti saranno ottimizzate) ma che venderanno poco perchè come adesso il 90% della gente continuera a guardare i GHz.

2) Apple integra come tutti gli altri subito i processori più potenti che trova e per il mercato consumer utilizzera i celeron, venderà forse più di ora, ma perderà anche moltissimi clienti perché il sistema operativo va in palla sarà un colabrodo con errori ogni 5 minuti, semplicemente perché il nuovo hardware è digerito male. L'amato OS X (che è quello per cui acquistiamo Apple) non sarà diverso dal rivale di Redmond.

LASCIATE LE COSE COME STANNO!

Link to comment
Share on other sites

Alex: <FONT COLOR="ff0000">Beh... negli anni siamo passati da una quota di penetrazione in doppia cifra al 2% scarso.</FONT>

Qualcuno sa qual'è stato il ritmo di crescita del mercato PC negli ultimi dieci anni?

Io non lo so, se qualcuno ha qualche cifra da mostrarmi, mi farebbe un favore Posted Image

Link to comment
Share on other sites

certo che il piano di Steve Jobs è fallito proprio a causa dell'iMac.

col senno di poi è tutto chiaro: Airport Express, PowerMac e ITMS Europe hanno fatto salire in pochi giorni AAPL a 33.70%. il 25 giugno aveva addirittura raggiunto i 34$ durante la giornata. il tassello mancante prevedeva Tiger e *iMac G5* alla WWDC...se ciò fosse avvenuto le azioni avrebbero mantenuto il trend positivo e ora forse viaggerebbero tranquille intorno ai 35-36$. invece in questo momento sono a 30.43$ (-5.83%). l'annuncio su Applestore, cosa del tutto inusuale per Apple, almeno che io ricordi, è stato pensato per salvare il salvabile e limitare i danni. per ora ha fallito, con grande disappunto di Jobs che ha settembre sarà costretto a presentare un prodotto ormai *dovuto* senza l'effetto sorpresa a lui molto caro.

Marco Carrozzini (Il Sole 24 Ore)Posted Image

p.s. Mickey, forse ti converrebbe vendere!

Link to comment
Share on other sites

Luciano: <FONT COLOR="119911">E' probabile che non sarà così. Il mio timore è che prima o poi, con l'assottigliarsi delle quote di mercato, non esistano più i COMPUTER della Apple e i suoi system all'avanguardia.</FONT>

A sentire Bill Gates, Oracle e Alias (quella di Maya), non sembrerebbe così.

Link to comment
Share on other sites

Mirko la storia di copia è molto semplce. Tu vedi la parte superiore della finestra con il primo dei tre file che sta copiando, sotto ce ne sono alltri due.

La parte sopra invece ti dice quanto tempo manca a coppiarli tutti e tre (solo che al posto di scrivere 34 secondi per errore scrive 34 MB).

La parte sotto invece ti dice a che punto del trasferimento sei dei vari file (qui però è sbagliato il testo, al posto di "Tempo rimanente" dovrebbe esserci qualcosa tipo "Byte da trasferire" che sono 80 MB)

in pratica immagino debba essere una cosa cosi

Copio 3 elementi, tempo rimanente 34 secondi.

--> Lucia.y.el .sexo(divx), Byte da trasferire 80 MB

--> Cicciolina.ai.mondiali.(divx).versione.cofanetto.GOLD, Byte da trasferire 112 MB

--> [email protected], Byte da trasferire 90MB

A me sembra logico, o ho sbagliato qualcosa?

Link to comment
Share on other sites

Comunque, nell'altro thread Camillo ha postato le percentuali d'utilizzo di Google. Certo, sono riferite al solo mese di maggio, è indicativa quota di OS X, se non ricordo male, al 3%, 1% linux e ben 5% "altri" (in cui credo che almeno un altro 1% siano utenti OS9 e precedenti).

Ciò significa che pubblico che "conta", che poi è quello che va su internet, il mac ancora ne ha.

Ma detto questo, è ovvio che bisogna fare di più. 15 anni fa (forse più) il mondo era molto diverso, c'era una straordinaria ricchezza di piattaforme diverse, ma se vogliamo c'era anche una babele di lingue incomprensibili. Se tralasciamo momentaneamente linux, i modi per affermarsi furono 2:

1) qualcuno pensò di sbaragliare la concorrenza semplicemente facendo quanto di più avanzato la tecnologia potesse offrire e quanto di più avanzato la mente umana potesse immaginare (per i computer): così nacque il Macintosh

2) qualcun altro invece, pensò che con pratiche mafiose, cioè tagliando le gambe alla concorrenza con mosse sleali, o vendendo sottocosto i propri prodotti, o peggio ancora spingendo la pirateria, si potesse spazzare via il "nemico": così lavorò Microsoft

Purtroppo il mondo ha preso la piega descritta in (2), per chiunque oggi sarà difficilissimo invertire la tendenza. Personalmente fossi in Apple, comincerei, oltre a farmi vedere di più, a regalare computer alle scuole, alle università e così via.

Pensateci un pò: oggi Apple prima di presentare un modello nuovo aspetta che il precedente esaurisca le proprie scorte di magazzino. Ciò se da un lato è positivo per la "lunghezza" del magazzino stesso, ha il doppio effetto negativo di

a) allungare eccessivamente la permanenza sul mercato di prodotti obsoleti, che la gente o compra di malavoglia o non compra affatto per in attesa del "nuovo"

b) una volta presentato il nuovo prodotto questo difficilmente (G5 a parte) è al passo con la concorrenza e si innesca il ciclo vizioso

PS: ovviamente non parlo di regalare "milioni" di computer ;)

PS2: il mac si diffuse (e forse negli USA rimane ancora molto importante nel settore educational) proprio grazie ad un programma del genere ... ricordo male o anche a qualcuno di voi risuonano parole come "Children can't wait"? :/

Link to comment
Share on other sites

Marco:<FONT COLOR="0000ff"> per ora ha fallito, con grande disappunto di Jobs che ha settembre sarà costretto a presentare un prodotto ormai *dovuto* senza l'effetto sorpresa a lui molto caro. </FONT>

Effetto sorpresa?

L'iMac è così indietro negli aggiornamenti che ce lo aspettiamo da un momento all'altro, da mesi e mesi, questo non è effetto sorpresa, è "prenderci per fame".

La mossa dell'annuncio sullo store, oltre ad aver limitato i danni, ha confermato l'ovvio però facendo "rumore" e in questo modo si alzerà l'hype.

Ora non ci resta che immaginare come diamine sarà il nuovo iMac.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share