Mac chat


Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Sottoscrivo anch'io.

Sono stanco delle furberie piratesche generalizzate, anzi, in qualche modo avallate da una certa pseudo informazione di parte.

Non credo capiti spesso che una software-house decida una politica dei prezzi "onesta", fidando sull'onestà dell'utente finale.

Forse per chi usa il mac è in fondo uno stile di vita..

Think different!! Magari adottassero lo stesso metodo tutte le altre software-house...

Link to post
Share on other sites

tutti noi siamo cresciuti con OS classic abbiamo imparato tanto da quella concezione di sistema operativo, e di tanto affetto lo abbiamo ripagato in anni davvero bui in cui si aveva l'impressione di appartenere ad una setta di sfigati a causa dell'isolamento perpetrato ad arte.

OS X ha rappresentato un indubbio salto di qualità per tutte quelle ragioni che gia avete menzionato, soprattutto la stabilità (anche per me in tre anni mai un blocco della macchina, anche quando avevo il mio imac 600).

Mi preme solo sottolineare l'indiscutibile apertura operata da apple con OS X verso l'open source il che ha favorito il proliferare di centinaia di applicazioni nuove e per i più svariati bisogni...e tutto free.

Per non parlare delle iApps. tutte davvero utili e belle.

Caro Giuseppe niente paura Mac OS X non è Windows...forse non te ne sei reso conto ma la cosa detta da te può suonare come un insulto per molti di noi.

Link to post
Share on other sites

Ciao raga,

io vivo a Perugia e avrei il desiderio di creare un Amug qui in umbria per condividere questa mia passione per il mac insieme ad altri amici e perchè no, trascorrere belle serate con nuovi amici!!Dove siete mac users umbri???Fatevi vivi così organizziamo per creare il nostro club Apple!

Link to post
Share on other sites

Ecco il testo finale della mail:

Gentile Alessandro Gennari siamo un gruppo di utenti che fanno parte del forum di www.macity.it. Abbiamo letto la notizia che è stata pubblicata il 2 novembre sul portale di Libero riguardante iTunes music store. Siamo rimasti basiti dalla quantità di cose inesatte presenti in quell'articolo. Vorremmo chiederle se le informazioni che migliaia di persone hanno ormai letto, le sono state riportate (e se si da che fonte) oppure sono il frutto di una sua ricerca. Nel primo caso dovrebbe controllare meglio le informazioni che le passano. Nel secondo caso ha fatto disinformazione gratuita.

Deve sapere che:

1)il programma che menziona nel suo articolo esiste da molto più tempo che le citate settimane.

2) Il programma non rompe la protezione con un semplice click ma occore saperlo usare e seguire le spiegazioni inoltre non converte i file direttamente in mp3

3) 200 milioni di iPod venduti negli ultimi mesi sono una castroneria abbastanza evidente. Anche se l'errore aumenta il dato di vendita degli iPod e avvantaggia Apple agli occhi dei concorrenti, per onestà di informazione la invitiamo a procurarsi i dati esatti magari attraverso la redazione di Macity.

4) La musica che si scarica da iTunes music store non è ascoltabile solo con iPod bensì può essere sentita sul computer e masterizzata su cd e quindi ascoltata in auto, a casa sullo stereo, ecc

5) Si parla tanto di questo famosissimo iPod ma poi nella foto gallery è stata inserita la foto di un modello non più in commercio

6) In generale ci sembra che frasi tipo: "IOpener si basa proprio sul De-DRMS e, a detta di chi l'ha provato, funziona egregiamente." oppure "Basta un programma per rimuovere la protezione delle canzoni scaricate dal negozio virtuale Apple e trasformarle in mp3" siano da evitare se vogliamo che l'illegalità cessi o diminuisca.

Detto questo, ci rendiamo conto che siamo di parte (quella Apple) però ci siamo sentiti in dovere di difendere iTunes Music store e il suo sistema da eventuali rischi di chiusura preventivi (e non solo in Italia). Speriamo che questa applicazione si riveli innocua e che la prossima volta si evitino questi attacchi gratuiti conditi da false informazioni. Saremmo contenti se l'articolo in oggetto venisse quantomeno corretto o rettificato.

Grazie

Maurizio Tomè

Enrico Pescosolido

Andrea Franchi

Luca Bertolli

Luciano DG

Shev

Flaminia Bandinu

Gianluca Sgaravatto

Antonio

Pietro Pala

Zio Marco

Renus

e

Gli altri utenti del Forum di Macity

Ora spedisco dalla mia casella di posta e quando ricevo la risposta, se la ricevo, la posto qui.

Grazie a tutti

Link to post
Share on other sites

Io non ho insultato proprio nessuno.

Il mio mac os 10.3.5 ( che non uso spessissimo) si è già bloccato 4 o 5 volte con archicad mentre lo stesso software per 9(in versione precedente) non lo ha mai fatto.

Inoltre gestire le librerie di sistema è diventata un'impresa per pochi adepti mentre con il nove bastava aprire la guida in linea o gli aiuti veloci e si aveva accesso immediato nei meandri del computer gestendo memoria scheda video e tutto l'hardware con pochi click.

Link to post
Share on other sites

Posso dire anch'io la mia?

Certo che OS X è il futuro e il Classic è il passato. Dirò di più: in questi ultimi giorni, come ho detto altrove, ho avuto per forza di cose a che fare con il 9 e il 9.1, e mi sono convinto che per Apple era davvero obbligatorio passare allo UNIX, perché altrimenti rischiava di condannarsi all'uscita di scena.

Il 9 è bello, è immediato, su una macchina ben dotata di hardware può essere una scheggia, e come dice Giuseppe ti dà l'impressione di un controllo pressoché totale sulla macchina e ti permette un'interazione quasi immediata con essa.

Però è un sistema irrimediabilmente datato. So di dire una bestemmia, ma su molti tipi di comportamento persino la GUI dell'XP mi pare più avanzata e maggiormente "user friendly" di quella dell'OS classico (che è tutto dire). Per non parlare della gestione della memoria e della stabilità (i problemi si vedono subito: basta "stressare" un po' la macchina, e quasi subito il sistema comincia a soffrire).

E tuttavia mi pare sbagliato dire, in particolare a chi venga dal mondo PC e possa permettersi il lusso di "sperimentare", "no guarda... lascia perdere il Classico perché sprecheresti solo il tuo tempo. Ormai il futuro è X".

Perché gli sguardi e gli "ooohhh" di meraviglia che esala chi si trova davanti alla scrivania del Classico, e scopre che - toh! - "ci sono anche qui Word e Excel" ["ma certo... che ti credevi: che fosse un giocattolo?"] e poi scopre che - toh! - "il Macintosh può leggere anche i floppy dei PC" (sic!) ["ma certo! Invece, è il PC che non può leggere i floppy del Macintosh"] e poi ancora scopre che - toh! toh! toh! - "può anche navigare su Internet e leggere la posta" ["ma certo! Ma dove vivi?"] oppure che per accenderlo e spegnerlo basta schiacciare quel tastino col triangolino in alto a destra sulla tastiera: be', io dubito che li si trovi anche in chi viene messo di fronte allo X.

E poi, insomma: se uno vuole provare a guidare una Jaguar tipo E del 1964 senza servosterzo, invece che una modernissima BMW serie 7, tanto per provare l'ebbrezza del vento nei capelli e sperimentare le stesse emozioni dei piloti di quarant'anni fa, a voi che ve ne importa?

Così come il paragone fra X e Windows: be', è un'opinione rispettabile come qualunque altra. Dire - anche se scherzosamente - "guarda che qui ci offendiamo" mi pare francamente esagerato.

Tu sta a vedere che alla fin della fiera sono più mactalebano io di molti di voi Posted Image (<- la faccina sta ad indicare che il tono dell'intervento è divertito e faceto)

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now